Collegare Cabinet a scheda audio. Problema scheda audio.

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Collegare Cabinet a scheda audio. Problema scheda audio.

      Ciao ragazzi, dunque io sto per registrare una canzone ma ho bisogno di feedback e sustain che non riesco ad ottenere semplicemente con Amplitube 4, o meglio, siccome voglio comunque tenere una distorsione bassa mi è difficile ottenere un bel sustain con conseguente feedback quindi stavo puntando sul collegare il mio cabinet 2x12 alla scheda audio per mettermi davanti e vedere se cambia qualcosa, ma come collego un cabinet alla scheda audio? (E' una focusrite).

      E poi, quali sono le frequenze che favoriscono il sustain/feedback?

      Domanda 2) Quando suono in distorsione sento il segnale pulito allo stesso tempo, come risolvo?

      Grazie.
      Non dici quale sia la scheda, per portare il segnale della chitarra anche ad un ampli esterno hai bisogno di più uscite oltre alle 2 main L+R che mandi ai monitor.

      Una soluzione più semplice sarebbe attaccare la chitarra ad una DI box, dall'uscita bilanciata vai alla scheda, dall'uscita diretta jack vai all'ampli.

      Però per usare il feedback in modo creativo la cosa migliore in assoluto sarebbe usare l'ampli e microfonarlo.

      EDIT per le due domande: le frequenze che innescano il feedback sulla chitarra in loop con la cassa sono imprevedibili, virtualmente tutte.

      Per la domanda 2) devi mutare dal routing della scheda il segnale pulito in modo da non mandarlo in monitoring.,

      Max0027 ha scritto:

      mi dici come mutare dal routing il segnale pulito? non ho capito come si fa ma avevo già provato



      Devi mutarlo dal direct monitoring della scheda, ma non dici che scheda è di preciso...

      Se hai mixcontrol, nella sezione "mixer" devi mutare l'ingresso della chitarra. Questo escluderà il segnale pulito dal monitoring diretto della scheda, ma continuerà ad arrivare alla daw.

      Se è tipo una scarlett basta disattivare il direct monitoring dal pannello.

      Dovrai ovviamente attivare il monitoring dalla daw per sentire il suono processato.

      Tieni presente che ho guardato al volo un paio di modelli, non possedendo io una focusrite, perciò sulle procedure precise ti consiglio di fare riferimento al manuale della tua scheda.
      Oppure se vuoi far uscire dalla scheda audio una traccia già editata da reampare devi comprarti uno scatolotto tipo questo
      radialeng.com/xamp.php
      O questo
      radialeng.com/jcr.php
      O questo
      radialeng.com/prormp.php
      Beh si evince che conosco solo radial come reamp box, e avalon V5 se ti interessa un ottimo preamp un'ottima DI un'ottimo reamp box :D

      Il concetto di lattugo è utilizzare la DI come splitter ovvero...entri nell'input con la chitarra e siccome hai 2 uscite, l'uscita xlr la colleghi alla scheda audio, l'uscita jack la colleghi al tuo ampli e quindi registri contemporaneamente i 2 segnali. Ovviamente l'ampli andrà microfonato.

      Con il reamp puoi fare la stessa cosa oppure...registri in DI normalmente. Quantizzi editi fai i tagli ecc insomma sistemi la traccia nella daw. Quando è a posto esci da un'uscita della scheda audio, entri nel reamp box che ti converte il segnale da linea a segnale da riamplificare (come se fosse la tua chitarra).
      A quel punto mentre fai play senti il tuo ampli suonare e pian piano regoli eq gain ecc ecc poi sistemi bene la microfonazione e ti registri l'ampli.
      Per chi come me lavora da solo è una tecnica comoda, così mi occupo di microfonare eq ecc non mentre suono ma dopo. Di contro...i convertitori, soprattutto se non di alto livello (riconvertire 10mila volte un suono non fa bene sicuramente) e altra cosa la tempistica, nel fare tutto questo perdi del tempo

      SimoBarzo ha scritto:


      Il concetto di lattugo è utilizzare la DI come splitter ovvero...entri nell'input con la chitarra e siccome hai 2 uscite, l'uscita xlr la colleghi alla scheda audio, l'uscita jack la colleghi al tuo ampli

      Esatto.


      e quindi registri contemporaneamente i 2 segnali. Ovviamente l'ampli andrà microfonato.


      Questo non necessariamente, anzi.
      Mi pare di capire che l'esigenza in questo caso sia generare feedback e di utilizzarlo in maniera espressiva, e siccome farlo attraverso gli studio monitor non è il massimo, sia per la risposta non ottimale che per il rischio di romperli, c'è bisogno di avere una cassa vicino all'esecutore utilizzabile allo scopo durante l'esecuzione: non mi pongo nemmeno il problema del reamp.
      Il cabinet dovrebbe dovrebbe servire esclusivamente a quello, se ovviamente il suono del cabinet microfonato non è migliore di quello ottenuto con dei VST di emulazione.
      Ma parto dal presupposto che se uno usa dei suoni in emulazione è per scelta, vuoi perché non ha una catena sufficientemente performante, oppure vuole usare proprio quei suoni lì.

      Lat.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Lattugo” ().

      A me la cassa, ripeto che è solo una cassa con due speaker non un ampli, serve solo per provare a generare il feedback che non riesco ad ottenere con i monitor, quindi penso che microfonare la cassa non centri molto poichè essa mi serve solo per aggiungere un'effetto, un "filtro" in più al segnale originale, come se fosse un pedalino. Quindi penso che la soluzione di Lattugo sia la più giusta no?

      Max0027 ha scritto:

      Lattugo ha scritto:

      Max0027 ha scritto:

      A me la cassa, ripeto che è solo una cassa con due speaker non un ampli, serve solo per provare a generare il feedback che non riesco ad ottenere con i monito...


      Scusa, ma senza ampli come la piloti? ?(



      con Amplitube! A me la cassa serve solo da secondo monitor per generare feedback e farlo entrare (in loop) nei pickup della chitarra e registrarlo


      Non mi sono spiegato: una cassa passiva ha bisogno di un amplificatore di potenza per suonare...