Come registrate le vostre chitarre ?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Come registrate le vostre chitarre ?

      Ciao ragazzi nel mondo di oggi tra plugin digitali e tutto

      vi piace ancora registrare le chitarre con i microfoni anche dentro casa ?

      Cioe oggi tra helix kemper etc più vari plugin che si trovano anche a prezzi accessibili come 80/100 euro

      usate ancora i vostri mic analogicI o i vostri ampli ?

      Teoricamente non disponendo di enormi spazi a casa, o in piccoli studi, risulta sempre più difficile microfonare bene un ampli, soprattuto perché molte volte è veramente difficile gestire i doppi mic, le fasi etc...

      Io molto spesso registro con il torpedo tra testata e loadboax in modo da simulare un IR e mandare tutto alla scheda audio

      IL povero 57 l'ho quasi abbandonato ormai, voi ?

      Post was edited 1 time, last by “Milos_revolution” ().

      per quanto mi riguarda assolutamente sì, trovo ancora bellissimo “sparare” i miei vecchi amps.
      Ultimamente ho trovato un Corland 5 Watt del 1964 ed un Meazzi Ultrasonic Special del 1966 con un suono mostruoso! ( ma avrò una decina di vecchi amplificatori…).
      Anzi spesso anche i sintetizzatori e le vecchie tastiere passano dalla catena amp- mic- preamp.
      E' un argomento interessante, mi aspettavo più risposte...

      Ho a disposizione diverse testate: Mesa Dual Rectifier, Soldano SLO, Marshall 1959, Bogner Ecstasy, ADA MP1 + VHT Classic, un altro paio di rig completi per basso (Ampeg, Hartke), un combo per chitarra clean (Fender Twin Reverb). Ho anche un buon numero di cabinet con vari tipi di speaker (G12T75, V30, G12M, G12H30, Jensen) e vari tipi di microfoni / preamp microfonici.

      Eppure da almeno 2 anni non faccio reamping di un rig completo, principalmente per mancanza di tempo e di spazio: ho accesso ad una sala prove tutto l'anno, ma mettersi lì a montare tutto e regolare è un lavoro che richiede tempo e pazienza.

      Quindi fino all'anno scorso procedevo in questo modo per le chitarre distorte:
      • Reamping esclusivamente del preamp. Catena: DA --> Millennia TD1 --> Radial X-amp --> gtr preamp --> AD
      • Cabinet: librerie Nebula create a partire da combinazioni poweramp/cabinet/mic/micpreamp, che ho creato qualche anno fà (cab1, cab2).
      Per le chitarre pulite ho creato e uso Virgo, spesso senza nemmeno attivare i cabinet integrati.

      Nell'ultimo anno ho sostituito completamente il reamping del preamp descrivendo completamente i circuiti con un'applicazione spice e facendo pesante upsampling/downsampling con un'altra applicazione open source. E' un processo molto pesante che si può ottimizzare con un po' di scripting, ma se non serve avere il real time (come quando si fa reamping) funziona benissimo - in una notte un batch puo' reampare le chitarre di un album completo.

      Se c'è interesse. se riesco a trovare dei sample, se ho voglia :) potrei anche postare qualcosa.

      PS: è presente un link ad un prodotto a pagamento. Eventualmente i moderatori possono rimuovere.

      Post was edited 1 time, last by “Nocturnal Overlord” ().

      gobbetto wrote:

      Nocturnal Overlord wrote:

      Per le chitarre pulite ho creato e uso Virgo, spesso senza nemmeno attivare i cabinet integrati.



      ma mannaggia a voi :D
      avevo fermamente deciso di spendere i miei soldi spendibili esclusivamente in hardware, no plugin per almeno due anni!! E voi ve ne uscite con questa cosa...
      ma tanto lo so che sul mio Rhodes suonerà una schifezza, non lo provo nemmeno :D (ehm)


      :D

      Non l'ho mai provato sulle tastiere, ma un utente aveva postato dei sample e ne aveva parlato molto bene... :whistling:

      Provo a preparare un paio di file di confronto tra real amp e spice.

      Vi anticipo che anche se le regolazioni sono abbastanza matchate, la differenza si sente, ma magari dopo si può discutere sul perchè e, sempre se interessa, fare altre osservazioni.
      Ecco il confronto.

      In un file ho registrato il preamp della Dual Rectifier (secondo canale, modalità vintage), nell'altro ho usato il modello spice equivalente.

      In entrambi ho applicato lo stesso cabinet Nebula (è il CAB1 che si vede nelle immagini di prima: finale Mesa 6L6, Marshall 1960A G12T75, SM57, API512C). Ho aggiunto poi HPF/LPF/altri interventi di eq a valle (Brass).

      Tenete presente che il modello è a scatola aperta, non ho campionato nulla del preamp della Mesa reale.

      Avevo provato a fare un confronto anche con la Soldano, ma purtroppo non regge perchè registriamo il segnale della SLO dallo Slave out (è un'uscita bilanciata presa dal finale di potenza) e non dal send return. Motivo: il send return della SLO non è messo subito dopo il preamp, ma tra il quarto e il quinto stadio di gain. Magari domani posto lo stesso anche 'sta prova.