Registrare suono da testata JCM 800

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Simellou wrote:

      la compressione sulle basse, il focus maggiore sulle medie con quel "tong tong" non è l'obiettivo che si vuole raggiungere possedendo una testata del genere? Non scava meglio il mix?


      Imho no, non per forza.
      Anzi, io direi che sia più probabile no che sì. Almeno parlando di registrazione.

      Ma devi fare test specifici, in registrazione, cercando di avvicinarti il più possibile in rec al suono finito, che quindi non toccherai in mix o toccherai molto poco.
      E' più verosimile farlo con livelli di master più bassi, sia in generale sia più nello specifico con testate JCM style. Le medie di cui parli, che vengono effettivamente fuori tirando le finali, sono in genere in realtà un restringimento di banda, spesso legato al sottodimensionamento della sezione di alimentazione, più che lo sviluppo di ulteriori armoniche che arricchiscono il contenuto armonico del suono.

      Ma tutto dipende da tutto, come sempre. Dipende dal suono che hai in mente, dalla chitarra che utilizzi, dalla sensibilità dei pickup, dalla mano, dal rig che precede l'ampli, dal rapporto tra pre e finale.

      Certo è che raggiungere la distorsione distorcendo le finali e raggiungerla distorcendo le pre sono proprio concetti e suoni del tutto differenti.
      Distorcere sia le prime che le seconde è un bel mischione, imho.
      Caso diverso, invece, è distorcere con una sezione e tenere l'altra dal clean fino al suo breakout.

      Però resta per me la cosa più sensata fare test specifici, riprendendo una DI per poi fare X reamp ad X livelli di volume e giudicare le differenze con ascolti critici, invece di farsi fregare da ragionamenti e da ascolti live. Entri importantissimi, per carità, ma la prova del nove è sempre con mic davanti al cono ed ascolto comparativo AB (se la finalità è la registrazione, ovviamente).
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Grazie ancora a tutti per le info, mi si è aperto un mondo...di spesa 8o
      Quasi quasi mi faccio una load box.
      Costano un botto ma magari sfrutto la rateizzazione messa a disposizione da strumentimusicali.
      Ho trovato questi due video di GasTube. Se non ho capito male però l'OX funziona solo su sistemi apple.

      Boss Waza Tube Amp Expander


      OX Top Amp Box Universal Audio
      quoto Pape e aggiungo che ha poco senso parlare di regolazioni di gain e volume senza tenere in cosiderazione la chitarra (e di conseguenza i pickups).
      io ho fatto molte prove negli anni... mi sono anche costruito un cabinet chiuso che ha fatto il suo lavoro per 5 minuti poi è scoppiato il cono e ho rischiato di bruciare il trasformatore in uscita di un Marshall Jubilee degli anni 80 neanche mio.
      Alla fine, per motivi anche e sopratutto pratici, mi ritengo un soddisfatto possessore di un Torpedo Capture 8 (simulatore di cassa escluso) ho molti impulsi ma ritengo che quelli della Celestion sono i migliori che ho (anche per come sono organizzati) ma il Torpedo Wall of Sound e i loro impulsi non sono male per niente.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons
      Tra l'altro, restando nel mondo degli impulsi, nel nuovo STL Amp Hub trovi una lunga serie di impulsi/cab fatti nel mio studio dal tecnico che lavora con me, dall' ingegnere di STL e dal sottoscritto.
      Magari sarò di parte, ma per me suonano davvero bene. Come suona bene Amp Hub in generale.

      Ps: non prendo percentuali sulle vendite o simili, cerco solo di essere oggettivo... Ed in ogni caso personalmente continuo a preferire la cara vecchia testata+cab microfonata. Ma devi "potertelo permettere", sia in termini di acustica, che di signal chain, che di preparazione tecnica ed esperienza, che, cosa da non sottovalutare, di tempo.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      Paul Rain wrote:


      Alla fine, per motivi anche e sopratutto pratici, mi ritengo un soddisfatto possessore di un Torpedo Capture 8 (simulatore di cassa escluso) ho molti impulsi ma ritengo che quelli della Celestion sono i migliori che ho (anche per come sono organizzati) ma il Torpedo Wall of Sound e i loro impulsi non sono male per niente.


      Ciao, ho un paio di domande da porti. Forse sono banali ma per me questo è un mondo nuovo.
      1) Del Torpedo ho notato che ci sono diverse versioni 4 - 8 -16. Credo si riferiscano all'impedenza della cassa. Ma quale dovrei scegliere? Dietro alla JCM 800 ho un selettore di impedenza 4 - 8 - 16.
      2) Mettiamo che voglia registrare un suono pulito con degli effetti (un compressore, un riverbero, ecc.). Dovrei collegarmi così? Chitarra entra nell'ingresso sensitivy LOW, l'uscita della testata entra nel Torpedo, dal torpedo mi collego alla scheda audio, nella DAW creo un nuovo strumento, carico il vst della torpedo per l'emulazione della cassa, carico i vst degli effetti.
      3) Se voglio un suono distorto come prima solo che entro in sensitivy HIGH e ottengo la distorsione agendo su preamp e master?
      4) C'è un altro modello di Torpedo che ha due uscite (destra e sinistra)...ma il segnale in uscita è uguale su entrambi i canali. A cosa serve quindi?
      5) Il software Torpedo Wall of Sound è gratuito o a pagamento?
      Ti ringrazio molto per le risposte!
      1- io ho la verione a 8 Ohm perchè gli ampli che ho sono dei vecchi catarri degli anni 60/70 e hanno tutti l'uscita settata a 8 (altrimenti li devo aprire e spostare dei fili) se a te non cambia niente le versioni a 4 e a 16 potrebbe essere che le trovi a meno ma io prenderei comunque quella a 8 Ohm.

      2- la questione effetti la puoi vedere come ti sembra meglio a te, nel senso che nel caso per esempio del compressore decidi tu se vuoi usare un pedale tra chitarra e testata o se vuoi comprimere dopo sulla traccia nella DAW (o entrambi), la prima opzione è più parte integrante del suono la seconda più una questione di mix. Per il resto si, la catena è quella, in pratica il Wall of sound lo metti per primo nella traccia... anche se, velendo uno potrebbe voler simulare degli effetti in send return come se avesse un ampli cmpleto davanti e quindi metterli prima della simulazione della cassa... ma per me non ha nessun senso.

      3- I settaggi della testata saranno tali e quali a come la useresti suonandoci normalmente.

      4- non lo conosco quel modello ma a te non credo servano due uscite, perquanto in effetti ci sono due uscite anche nel Torpedo Capture 8, una è di linea e una DI con le simulazioni di cassa (Chitarra o Basso o Spenta) la seconda necessita l'alimentazione, devi usare quella giusta in base a come ti attacchi alla scheda audio, se hai delle entrate di linea usi l'uscita di linea se hai solo entrate microfoniche usi l'uscita DI (magari qualcuno di più sapone di me ti spiega meglio)

      5- il software Torpedo Wall of Sound è gratuito, lo puoi scaricare quando registri il prodotto sul sito, compresi con la versione Capture hai una selezione di Cabinet, non tutti.

      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons

      Post was edited 1 time, last by “Paul Rain” ().

      Registrare suono da testata JCM 800

      Nocturnal Overlord wrote:

      Sperando di non andare OT, ti andrebbe di spiegare perchè preferisci ancora il reale?


      Senza entrare nell'eterna lotta HW vs SW, preferisco il reale semplicemente per le infinite possibilità che ti offre.
      Spostare i microfoni, o selezionare e settare la testata, o tweakarla, o settare gli stomp, ecc ecc.
      In generale controllare e valutare ogni minima variazione all'interno di una catena sconfinata che è quella dell'acquisizione di una chitarra elettrica, imho è un vantaggio che hai con "la cosa reale", mentre con la simulazione hai le mani più legate.

      Ma non è di per sé una castrazione. In molti casi minore scelta è sinonimo di migliore risultato, soprattutto nell'ambito home o project, soprattutto quando non hai una quantità infinita di materiale tra cui scegliere e catene ed ambienti adatti, o quando non hai esperienze decennali.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      Post was edited 1 time, last by “PAPEdROGA” ().

      PAPEdROGA wrote:

      Nocturnal Overlord wrote:

      Sperando di non andare OT, ti andrebbe di spiegare perchè preferisci ancora il reale?


      Senza entrare nell'eterna lotto HW vs SW, preferisco il reale semplicemente per le infinite possibilità che ti offre.
      Spostare i microfoni, o selezionare e settare la testata, o tweakarla, o settare gli stomp, ecc ecc.
      In generale controllare e valutare ogni minima variazione all'interno di una catena sconfinata che è quella dell'acquisizione di una chitarra elettrica, imho è un vantaggio che hai con "la cosa reale", mentre con la simulazione hai le mani più legate.

      Ma non è di per sé una castrazione. In molti casi minore scelta è sinonimo di migliore risultato, soprattutto nell'ambito home o project, soprattutto quando non hai una quantità infinita di materiale tra cui scegliere e catene ed ambienti adatti, o quando non hai esperienze decennali.


      Speravo in una risposta meno diplomatica che parlava di match, confronti e differenze che percepivi, ma capisco: grazie.

      Tornando più su JCM e attenuatori/IR, ci sono molti youtuber che ottengono bei suoni con reactive load e IR, questo è fuori discussione. Qui un esempio che avevo visto qualche settimana fa.

      Purtroppo ho sempre trovato gli IR un po' più duri sui transienti, e in generale diversi rispetto all'equivalente reale, anche se non clamorosamente diversi. Sono sempre lì a chiedermi se c'è una differenza e a cercare di capire in cosa consiste, ma alla fine concludo che un ampli + reactive load + IR non suonerà mai come un ampli+cab microfonato (da qui il mio primo post su questo 3ad).

      EDIT: nel video si vede anche a quanto tiene il master della JCM. A naso avrei tenuto un po' più bassi quelli della BE100, ma bisognerebbe fare prove specifiche e onestamente non ho mai avuto nessuna delle 2 testate.

      Post was edited 1 time, last by “Nocturnal Overlord” ().

      Nocturnal Overlord wrote:

      Speravo in una risposta meno diplomatica che parlava di match, confronti e differenze che percepivi, ma capisco: grazie.


      Eheheh

      Confronti e match, come credo immagini, ne ho fatti un bel po'. Come del resto ne avete fatti molti voi, forse anche più di me.
      Che non siamo ancora all' 1:1 direi che sia innegabile, però il grado di approssimazione è ogni giorno inferiore. Che poi un giorno si possa arrivare a colmarlo totalmente non possiamo saperlo, però attualmente va detto per onestà intellettuale che diverse simulazioni sono davvero ottime e le vostre di DiBiQuadro ne sono un esempio palese.

      Poi per me molto dipende dall'ottica con cui si guarda la questione. Se siamo home recorders, per quanto possiamo essere amanti del suono, avremo una serie di limitazioni infinite che rendono lo stare dietro alla domanda "meglio reale o simulato" solo tempo perso, ai fini del risultato finale. Anzi, non è improbabile che un suono "pronto", con variabili limitate e controllate, ci darà risultati migliori che un suono da costruire da zero.
      Se siamo "pro", con ambienti di un certo tipo, ascolti di un certo tipo, cablaggi di un certo tipo, impianti elettrici di un certo tipo, esperienze di un certo tipo, competenze di un certo tipo, e cosa non meno importante stiamo lavorando con musicisti di un certo tipo e su musica di un certo tipo (tipo = livello), teoricamente la differenza dovrebbe esserci, e potrebbe essere anche tanta. Ma non è detto.

      Ad ogni modo... Personalmente, ad oggi, ho più difficoltà a trovare un compressore che suoni bene "quasi quanto" il suo corrispettivo hw che un ampli, clean/crunch/higain, che possa suonare bene "quasi quanto" il suo corrispettivo hw. Soprattutto per il 2Buss... che nell'economia di un mix impatta molto.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios