Scheda Audio Professionale

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Scheda Audio Professionale

      Ciao a tutti,
      ho deciso di fare un salto di qualità e vorrei acquistare una scheda audio professionale. Sto prendendo in considerazione RME, Antelope e Apollo, da poter usare con pc Windows.

      Premetto, non sono un esperto

      il punto per me principale è avere un ottimo ascolto in cuffia mentre registro, ad esempio la voce, con la libertà di aggiungere effetti in tempo reale con latenza "zero".
      Prendo in considerazione in primis Antelope perché, ad un prezzo relativamente contenuto (parlo dei 2.495,00 euro di Orion Studio Synergy Core), offre il suo sistema di calcolo (DSP + FPGA) molto veloce, un buon pacchetto plugin, la qualità dei suoi convertitori (che ho letto essere ottimi) e 12 pre microfonici.
      L'avrei già acquistata se non avessi letto di diverse esperienze negative e cose non troppo belle sulla stabilità del suo software. Qualcuno ha esperienze su questa scheda o in generale con questo marchio?

      Valuterei Apollo per le stesse necessità.

      Rispetto al mondo RME ho letto che è una garanzia per longevità e stabilità. Di questa casa prenderei in considerazione le Fireface ufx II o la Ufx plus. Da quanto ho capito però con queste schede non potrei beneficiare dei vari effetti in tempo reale in monitoring. Ho visto che anche in queste schede è presente un dsp e che si può aggiungere un reverbero + Eq + comp. in monitoring ma ho timore di rimanere un po' insoddisfatto.

      Vorrei acquistare anche un buon microfono e se necessario un adeguato preamp analogico esterno. Per questo vi chiedo, i vari plugin che emulano preamp analogici, tengono davvero testa alle macchine vere?

      vi chiedo un consiglio in base alle vostre esperienze. vi ringrazio molto. Buon Anno
      Non conosco a fondo tutte queste macchine, posso solo confermarti riguardo l'affidabilità dei drivers RME che non hanno mai deluso nessuno, e anche io sapevo che le versioni UFX hanno introdotto di nuovo proprio gli effetti interni in realtime.
      Il sistema totalmix di RME è una vera bomba, ero convinto che anche gli effetti fossero liberamente assegnabili in monitoring.
      Di Apollo è invece risaputo che purtroppo le versioni thunderbolt hanno noti problemi di affidabilità su pc, riguardo i pre Unison sono sicuramente degni di nota per il mondo delle schede, le emulazioni faranno qualcosa di buono, ma dubito che possano eguagliare valvole e trasformatori reali.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Surima wrote:

      il punto per me principale è avere un ottimo ascolto in cuffia mentre registro, ad esempio la voce, con la libertà di aggiungere effetti in tempo reale con latenza "zero".

      Beh... io uso una m-audio audiophile usb (si si... trovo ancora i driver... :thumbsup: se non sai di che sto parlando è perchè sei troppo giovane... :D ) che vale circa un milionesimo della scheda che hai preso in considerazione, e in monitoring (ottimo con akg k240 studio) posso metterci tutti gli effetti che voglio, la latenza non sarà mai 0, ma non è in ogni caso percepibile a tal punto da compromettere esecuzione e/o registrazione.

      E gli effetti (o qualsiasi altra cosa...) non li metto sulla scheda, ma in insert sulla traccia della daw, quindi non dipende dalla scheda.
      Ma più che altro mi piacerebbe capire cosa devi farci, e se hai già una infarinatura di questo mondo e vuoi fare il salto di qualità rispetto a quello che già hai/usi, oppure sei una new entry!
      Per farla breve... non vorrei che a te serve un portachiavi... e per averlo ti compri tutta la macchina! :rolleyes:
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Io un po’ di mesi fa ho preso una UFX+ e tra i motivi della scelta c’era qualche timore per la stabilità dei driver della Antelope (sulla base di quanto letto in rete)... magari sono timori infondati, ma non ho voluto correre rischi. Non nego che però i prodotti Antelope mi intrighino...
      Nel mio caso UAD era fuori discussione a priori perché non ho Thunderbolt nel pc (e purtroppo non ho uno slot pci per montare una scheda di espansione), quindi non mi sono nemmeno informato sulla stabilità su Windows.

      Quando agli effetti su RME, su ogni canale c’è una sezione di dinamica ed eq utilizzabile in tempo reale (e a mio avviso anche ben suonante) ed un riverbero utilizzabile in send (ma non l’ho mai provato)... però è una configurazione fissa (l’ordine dei moduli è fisso e poi solo attivarli e disattivarli) e “di utilità”, dal suono “trasparente”, non sono emulazioni di macchine specifiche per colorare i suoni (se è questo che cerchi)... insomma una filosofia più simile ad un buon mixer digitale, secondo me...
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      ....Per farla breve... non vorrei che a te serve un portachiavi... e per averlo ti compri tutta la macchina! :rolleyes:[/quote]

      ...la tua è una riflessione utile da fare. :)
      Mi fa piacere che siano arrivate già delle risposte e Vi ringrazio molto.

      in realtà non sono un esperto ma neanche proprio nuovo nuovo ;) ...attualmente uso ancora una scarlett focusrite 2i2 di terza generazione con tutti i suoi limiti e vorrei, come dicevo, fare le cose fatte bene. Per questo vorrei dotarmi di convertitori migliori; entrate di linea dove poter collegare un pre esterno senza contaminazioni da parte dei pre della scheda, ecc..

      ma magari, potrei migliorare il mio ascolto anche solo prendendo un buon mic affiancato da un buon pre analogico. sono ancora in fase di valutazione...

      in ogni caso, mettere gli effetti di dinamica in insert o i reverberi in mandata è quello che attualmente faccio anche io sulla DAW. Ma il punto è che quando le tracce diventano numerose e con molti plugin, mantenere il buffer basso per non percepire la latenza mentre si registra, equivale a stare davanti al caminetto che scoppietta. Per questo motivo, se non ho capito male, una scheda audio con un DSP, processa in tempo reale il segnale in rec, sgravando la cpu del computer che può riprodurre i suoni registrati i precedenza con il buffer alto, evitando il caminetto. :D

      Sin Night, come ti trovi con il total mix?? non so bene a cosa serva... potresti spiegami? grazie molte

      e grazie ancora a tutti per le risposte
      Total Mix è il software di gestione della scheda audio... in soldoni è un mixer software, con cui regolare i volumi, applicare l'equalizzazione, gestire il percorso dei segnali...

      Secondo me è un software fatto bene, completo e maturo (RME lo utilizza su tutti i suoi prodotti)... per me è di semplice utilizzo, ma pur non essendo un esperto di queste cose non sono neppure un utente di primo pelo... Poi non è che ci metta mano spesso, ho impostato i livelli e il routing che mi servono e sostanzialmente non ci penso più.

      Sul canale Youtube di RME ci sono dei video (in inglese) che ne illustrano nel dettaglio il funzionamento, li ho guardati tutti per rendermi conto un po' meglio di quello che sarei andato ad acquistare. Link

      Sulla UFX+ puoi anche registrare direttamente su chiavetta/ssd senza dover passare per un pc e anche questa funzione, oltre che dal pannello frontale della scheda, può essere gestito da Total Mix (però non so dirti granché a riguardo, non ho ancora provato questa funzione).

      Devo anche dire che la UFX+ si può anche controllare in modo pressoché completo dal frontale della scheda, ma non ho ancora imparato come si fa... dovrei mettermi lì col manuale, ma faccio prima ad usare Total Mix. :)


      Un'ultima considerazione: stai valutando il salto da una Scarlett 2i2 ad una scheda come la UFX+ e simili... ma ti servono realmente tutti quegli ingressi? Non dico di limitarsi a 2 ingressi e due uscite, però se non ti servono tutti gli ingressi di una UFX+ o simile, magari risparmi qualcosa....
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      in realtà utilizzo spesso un canale alla volta. A volte 2 canali (chitarra e voce), ma può capitarmi di registrare il batterista e, in altri casi, basso chitarra e voce. Sostanzialmente però vorrei dei convertitori importanti e non precludermi le diverse possibiltà: ingressi di linea; adat, ecc.. e poi il discorso del DSP attualmente mi preme parecchio..
      Per essere proprio pignoli, Totalmix è un'interfaccia a video che in realtà controlla volumi e canali sul DSP della scheda.
      Puoi anche fare un'impostazione a video, flasharla dentro la RME, e usare l'interfaccia audio con quei volumi anche a pc spento, come se fosse un mixer che memorizza le ultime impostazioni che gli hai mandato.
      In soldoni Totalmix nasce per consentirti di decidere, per ogni uscita della scheda, quali ingressi si sentono e a che volume, tutti in modo indipendente.
      Per il resto, anche io penso che il salto dalla Scarlett 2i2 a una scheda top sia molto drastico, devi sapere tu quello che ti serve e i progetti futuri.
      Certo comprare un signor preamplificatore per inserirlo nei pre della Scarlett non è la cosa migliore, ma ci sono tante vie di mezzo per avere degli ingressi aggiuntivi diretti in un'interfaccia di qualità che non costi una fortuna.

      Riguardo gli effetti in tempo reale posso dirti che comunque si tratta di effetti provvisori da utilizzare per utilità, ma la norma in studio non è mai registrare con degli effetti attivi, se non giusto un po' di riverbero in cuffia al cantante per aiutarlo, e questo lo puoi fare anche con un vecchio multieffetto collegato all'uscita, ovviamente da non registrare perché poi in mix metti gli effetti veri.
      Quindi visto che la tua richiesta è non dico singolare ma comunque non comune, ti volevo invitare a riflettere sulla reale necessità di questa funzione, perché magari ti stai fissando su una cosa che incide sui costi ma non è indispensabile, fermo restando che per me RME è l'interfaccia della vita (uso una Fireface 800 che avrà 15 anni e fa ancora le chiappe a strisce a parecchie interfacce) ci sono anche RME di taglio medio che sono eccezionali e non costano un occhio.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Mi state dando degli ottimi spunti per riflettere.
      Ora, la mia necessità è avere, oltre ad un reverbero, anche un buon equalizzatore e un compressore, tutto in tempo reale mentre registro la voce, ma solo su quella e non sul resto degli strumenti preregistrati. Come faccio ad agire in cuffia solo sulla traccia voce e non sul resto? Questo si può fare con la soluzione che mi proponi, Pilloso?

      grazie
      Potresti farlo con un mixerino esterno e un compressore hardware che assieme ti costano un quinto di una interfaccia audio top di gamma.
      Oppure uno split microfonico e un processore/multieffetto per voce, dentro una scheda audio che abbia un minimo di routing gestibile.
      Più che altro la domanda è... perché?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 2 times, last by “Pilloso” ().

      lo scenario è questo:
      ho la base pronta con i suoi plugin già a posto e non voglio apportarle ulteriori modifiche. Voglio registrare la mia voce su questa base e in cuffia devo sentire sia la base che la mia voce in diretta. Ho bisogno di reverbero+eq+comp. perchè sul mic voglio e maggior dettaglio o piacere personale, a favore della performance.

      si può fare???
      Ciao, ti posso parlare di tutte e tre le schede.
      Antelope (Basic) l'ho avuta in prova in studio e per varie motivi abbiamo deciso di cambiare strada, purtroppo il SW interno è davvero fatto male, pochissime possibilità di routing ed è davvero macchinoso.

      Rme: Abbiamo cannato le antelope per prendere 3 UFX plus e sono davvero ottime schede.
      Qui puoi fare di tutto, il routing è semplice e intuitivo, driver sempre stabilissimi e mai nessun problema.
      Lo uso anche con l'ARC esterno che è davvero utile per varie cose, tra cui talkback e gestione control room, ma è un telecomando con cui puoi fare di tutto.
      Non l'ho mai usata con eq, comp o rev, quindi non so che dirti sotto questo punto di vista.
      Ma temo che ci siano delle limitazioni.

      Apollo: ho avuto per 2 anni la versione QUAD, prima di iniziare il lavoro che faccio ora.
      Posso dirti serenamente che è quello che cerchi.
      Ottimi convertitori, Preamp niente male, e i DSP che ti aiutano a fare un po come vuoi sia in mix che in registrazione.
      In questo caso il SW interno è meno potente di quello per esempio dell'RME, ma devi vedere se il gioco vale la candela.
      Interfaccia: Apollo quad Mics neumann u 67, 414, ribbon CGE Pre spl goldmike, octopre Outboard dbx 160a(x2) Urei 545 EQ Drawmer 1968 Mercenary Edition Ascolti Krk K-rok, Ns-10 Studio monitor.
      e tanta voglia di fare musica!

      Surima wrote:

      si può fare???

      Non so dirti con le schede di preciso (segui i consigli di soundsound che le conosce meglio) ma come ho poi aggiunto al mio commento sopra, con uno splitter microfonico da 50 euro, più un processore per voce che costerà qualche centinaio di euro, puoi entrare in una buona interfaccia audio, in un canale con il suono pulito che verrà registrato, e in un secondo canale con il suono processato che ti manderai in cuffia assieme alla base.
      Spendi circa 500 euro in attrezzatura per il gioco degli effetti, e ti compri la scheda che vuoi, che potrebbe essere anche una RME UC, più economica delle UFX ma di pari qualità.
      Altrimenti se la UFX riesce a gestire gli effetti in monitoring come vuoi tu, risolvi con quella.
      Su Windows eviterei le Apollo.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      ufx ultra raccomandata, anche la prima serie (le nuove in più hanno convertitori leggermente più veloci).
      raccomandato anche l' ARC nonostante il costo un pò alto per un telecomando usb :D .

      tra gli effetti, gli eq sono piuttosto buoni (buoni per un mix live, per un monitoraggio, per fare prove) non ottimi come dei plugin ma di tutto rispetto. il comp lo trovo molto "plasticoso"... ottimo l'expander/gate.
      il riverbero e il delay sono artificiosi, sono algoritmi fatti per consumare poco dsp, nascono come aiuti per il monitoring (un Lexicon MX200 è superiore).

      ma ufx ha tanti altri punti forti, stabilità e prestazione del driver, conversione, routing, la registrazione multicanale (64 canali) onboard...

      sin night wrote:

      ...
      Devo anche dire che la UFX+ si può anche controllare in modo pressoché completo dal frontale della scheda, ma non ho ancora imparato come si fa... dovrei mettermi lì col manuale, ma faccio prima ad usare Total Mix. :)
      ...

      perchè ti serve il TOPCBGTTRMEUFX ovvero The One Page Complete Beginer’s Guides To The RME UFX - By PhilRatatouille :D :D :D
      Files
      La Ufx poi si può usare anche senza computer collegando via usb un iPad dove vedi tutto il mixer e gli effetti registrando poi su una chiavetta.
      Ho usato spesso questo sistema molto pratico, puoi registrare anche le piste con gli effetti se vuoi oppure no.
      Fa una waw multitraccia che importata in pro Tools da automaticamente origine alle dovute piste mono.
      Io la consiglio assolutamente....
      La Ufx poi si può usare anche senza computer collegando via usb un iPad dove vedi tutto il mixer e gli effetti registrando poi su una chiavetta.Ho usato spesso questo sistema molto pratico, puoi registrare anche le piste con gli effetti se vuoi oppure no.Fa una waw multitraccia che importata in pro Tools da automaticamente origine alle dovute piste mono.

      Surima wrote:

      ...la tua è una riflessione utile da fare.

      Dato che non ci conosciamo, non hai nulla in firma, non capivo se eri uno completamente a digiuno della faccenda, o un semipro che voleva cambiare strumentazione, per questo ho fatto quel tipo di intervento.

      Surima wrote:

      in ogni caso, mettere gli effetti di dinamica in insert o i reverberi in mandata è quello che attualmente faccio anche io sulla DAW. Ma il punto è che quando le tracce diventano numerose e con molti plugin, mantenere il buffer basso per non percepire la latenza mentre si registra, equivale a stare davanti al caminetto che scoppietta.

      Può dipendere anche da come si "lavora"!
      Anche con molte tracce, e con una scheda pessima, il mio "normalissimo" pc riesce a gestire tutto senza inconvenienti, ma la 30ina tracce che già ci sono, mentre ne registro un'altra, hanno pochi plug in insert, giusto qualche rev e ogni tanto un leggero eq. E spesso qualcuna è addirittura in mute perchè non necessaria alla registrazione.
      Solo quando ho finito le riprese e passo alla fase di missaggio inserisco i plugin definitivi, ma mai troppi visto il genere di cui mi occupavo. al massimo 4 per traccia, molto più spesso 1 o 2.
      In questo modo, quando la daw è SOLO in esecuzione, consuma molte meno risorse rispetto a quando deve eseguire e contemporaneamente registrare, e non mi ha mai dato problemi!
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!

      BjHorn wrote:

      Può dipendere anche da come si "lavora"!

      Concordo con BjHorn, il fatto dello scoppiettio può dipendere da tanti fattori che non riguardano direttamente la scheda audio:
      1 - una regolazione buffer troppo basso - tenerlo bassissimo per avere poca latenza quando si registra è un conto, ma poi quando si arriva al mix con tante tracce e una montagna di plugin, bisognerebbe alzarlo un po', oppure lasciando sempre una latenza "media" non si intacca la registrazione e allo stesso tempo si dà ossigeno per i calcoli al pc che in quei pochi millisecondi in più riesce a gestire tutti i plugin senza scoppiare.
      2 - altre regolazioni "esagerate" tipo lavorare a 32bit e 192khz o robe del genere.
      3 - un pc non troppo performante - se vuoi latenze basse e allo stesso tempo un ascolto senza tentennamenti, la macchina deve essere di primordine.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.