Registrare la voce su una base

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Registrare la voce su una base

      Buona domenica a tutti.
      Sicuramente argomento stra-trattato ma da qualche ora spulcio i post precendeti e sono infiniti...
      Domanda banale e semplice: mi vorrei cimentare nel registrare qualche canzone cantando sulla base.
      Esperienza tecnologica zero.
      Ma alcuni anni fa acquistai, senza averli quasi mai usati, un microfono, una scheda audio scarlett ( quella famosa a 2 canali..) e un mixer yamaha mg 10xu.
      Da qualche giorno faccio della prove...dei tentativi...attraverso Audacity; mi pare di avere al pc anche delle Daw "serie" ma dovrei smanettarci un po'.
      In pratica ho il famoso problema della doppia voce (latenza).
      Ossia, collego il microfono alla scheda audio, la scheda audio al pc con Audacity aperto, cuffia su scheda audio e faccio partire la registrazione che automaticamente mi fa partire pure la base...ma...così facendo dal pc ho pure, oltre la base, il rientro della registrazione della voce.
      Provo dalla traccia della voce che viene reigistrata ad abbassare...mettere in mute ma niente...forse sono funzioni attivabili in "play" e non in "rec".
      E' un limite di Audacity o nessuna Daw potrà darmi quel che cerco?
      Tra l'altro vorrei provare a spendere qualcosina per rendere le mie registrazioni (amatoriali, si intende e per pure piacere personale) migliori. Ma mi rendo conto di non avere idea di quale sia la tecnica corretta per registrare.
      E' quella che sto provando, esposta sopra?
      Ieri tra l'altro ho provato a fare un esperimento.
      Microfono in una delle entrate del mixer e l'uscita del mixer, quella che poi va a collegarsi con i diffusori l'ho inserita come entrata nella scheda audio...Bhe un fruscio importante...di buono avevo che il volume della voce nelle cuffie (sempre collegate alla scheda audio) era molto più alto, bello, presente, soprattutto se alzavo il gain sotto il comp (compressore?).
      E in ogni caso l'esperimento non so a che cosa mi potrebbe servire perché mi farebbe piacere avere un po' di riverbero quando canto ma, se ho ben capito, sarebbe meglio non averlo sulla voce registrata ma effettarla dopo.
      Infatti mi chiedo pure...come si fa ad avere in cuffie un po' di effetto ma non registrarlo sul pc?

      Un grazie a chi mi volesse chiarire la confusione...
      Ciao, discorso molto ampio.
      Parto dal dirti che sì, altre DAW ti permettono più facilmente di gestire cosa senti e come, l'unica limitazione sta nella scheda audio, sotto la fascia medio-alta la tua voce si sentirà sempre con un lieve ritardo che rende un po' antipatico ascoltarsi mentre si registra. Mettere del tutto in muto la voce non è il massimo perché quando si ha la base in cuffia bisognerebbe anche sentire un po' di voce.
      Per il monitoraggio potrebbe venirti incontro proprio il mixer, ma è da vedere attentamente come.
      Riguardo gli effetti, assolutamente da evitare di registrare con quelli del mixer già sulla tua voce. Si può fare con dei plugin sulla DAW (ma sempre con la questione del lieve ritardo, che però sugli effetti dà meno fastidio) oppure, avendo schede di fascia superiore con più ingressi e uscite, si può usare anche un vecchio multieffetto hardware da accendere giusto quando serve un riverbero in cuffia.
      Diciamo che più si investe in una buona interfaccia audio, più diventa semplice gestire tutte queste cose, con attrezzature limitate invece è un po' più ostico, soprattutto per mancanza di connessioni, il mixerino potrebbe aiutare in qualcosa, ma purtroppo il limite resta nella scheda audio con soli 2 ingressi + 2 uscite, che quindi non permette di separare voce e base.
      Forse con l'aggiuta di un piccolo splitter microfonico da 30-50 euro, potresti dividere il segnale del microfono da mandare contemporaneamente al mixer e alla scheda audio, a quel punto:
      - ascolti la tua voce dal mixer senza ritardi e ci metti gli effetti che vuoi, ma quella registrata verrà comunque senza effetti perché arriva alla scheda audio direttamente dalla seconda uscita dello splitter;
      - ascolti da mixer anche la base mandando le 2 uscite della Focusrite a 2 ingressi del mixerino, ovviamente il monitoring della voce su pc andrà disattivato o rientrerebbe anche quello.
      Su mixer avresti libertà di regolare separatamente i volumi di voce e base, e anche di collegare 2 casse per gli ascolti da accendere solo quando registri (o comunque abbassando il master del mixer non mandi niente alle casse e senti solo in cuffia).
      Questo è un sistema che usavo parecchi anni fa quando ho iniziato, e direi che può fare al caso tuo senza investire grosse cifre, se invece cambi scheda audio si fa meno un "accrocchio" e magari migliora un poco anche la qualità delle registrazioni.
      Come DAW ti consiglio di dare uno sguardo a Reaper, in rete trovi numerosi tutorial per iniziare, anche in italiano.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Audacity lo conosco molto poco ma userei altre daw + performanti tipo Reaper (puoi scaricare la demo poi costa una tantum 60 euro)
      reaper.fm/
      oppure aggratis Cakewalk
      bandlab.com/products/cakewalk
      con la tua scheda audio Focusrite potrai gestire agevolmente di driver asio Focusrite (non gli asio4all che hanno latenze più grandi) e quindi gestire la latenza.
      Una base mentre registri una traccia audio e magari metti un pò di riverbero non dovrebbero portarti a latenze inaccettabili ...
      ... penso che un sogno così non ritorni mai più !

      Pilloso wrote:

      l'unica limitazione sta nella scheda audio, sotto la fascia medio-alta la tua voce si sentirà sempre con un lieve ritardo che rende un po' antipatico ascoltarsi mentre si registra.

      Intanto grazie per la celere risposta. A dire il vero non sento latenza quando provo il microfono con Audacity che non registra perché, se non erro, la voce che sento in cuffia è quella che viene dalla scheda audio...giusto...quindi non passa per il pc...c'è latenza anche a causa del "semplice" percorso del suono dal microfono alla scheda e quindi all'uscita cuffia? Questa lieve latenza di cui parli potrebbe incidere in un lieve disallineamento, in fase di registrazione, fra base e cantato?

      Pilloso wrote:

      Diciamo che più si investe in una buona interfaccia audio, più diventa semplice gestire tutte queste cose, con attrezzature limitate invece è un po' più ostico, soprattutto per mancanza di connessioni, il mixerino potrebbe aiutare in qualcosa, ma purtroppo il limite resta nella scheda audio con soli 2 ingressi + 2 uscite, che quindi non permette di separare voce e base.

      Mi aiuti a capire che tipo di scheda audio potrebbe facilitarmi le cose e perché? In che modo potrei usare eventuali connessioni aggiuntive?

      Pilloso wrote:

      Forse con l'aggiuta di un piccolo splitter microfonico da 30-50 euro, potresti dividere il segnale del microfono da mandare contemporaneamente al mixer e alla scheda audio

      In questo caso posso avere una perdita di qualcosa inviando alla scheda e poi al pc un segnale splittato?
      Scusa hai ragione, dimenticavo che la Scarlett ha il selettore per il Direct monitor, quello risolve qualche problema se usi solo la scheda audio, è un ulteriore modo e non ha latenza, ma per avere la libertà che dicevo in ascolto con tanto di effetti non basta.
      Per gli splitter bisogna guardare un buon prodotto, non dovrebbe perdere in qualità.
      Riguardo altre interfacce, discorso ampio, hai un budget?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Pilloso wrote:

      Riguardo altre interfacce, discorso ampio, hai un budget?
      No, non ho un budget ma vorrei costruirmi piano piano qualcosa di decente che mi permetta di non rimanere deluso o incasinato sia per l'ascolto sia per il post registrazione in cui prima devo allineare la base con la voce e poi col video...e non ho neppure voglia di sbattermi col vecchio e lento portatile cercando di scaricare plugin-software per sistemare l'"insistemabile".
      Mi piacerebbero poche cose buone e pratiche.
      Faccio partire la base, accendo ciò che serve per riprendermi e registrarmi e magari in un paio di ore di lavoro al pc sull'audio a cui aggiungere gli effetti e l'equalizzazione necessari ho il mio bel video.
      Forse sono più pratici quei registratori multitraccia a cui puoi abbinare e sincronizzare pure una telecamera?
      In ogni caso sarei più orientato, anche sul discorso effettistica per monitoring, sull'hardware che mi ritornerebbe cmq per un eventuale live e che mi eviterebbe gli ulteriori impicci (dai quali non sono mai riuscito a venirne a capo quando ho provato) dei software strettamente dipendenti dalla capacità del pc con tutti i limiti di far gestire al pc troppe cose.

      vincenzo72 wrote:

      Forse sono più pratici quei registratori multitraccia a cui puoi abbinare e sincronizzare pure una telecamera?

      Dal mio punto di vista no, non sarebbero più pratici, ti troveresti sempre a editare e missare le tracce su un computer, e la qualità a volte è inferiore a quella della tua Scarlett, quindi non ne vale la pena.
      Per base + voce dovrebbe andare bene qualsiasi computer, a meno che non sia più vecchio di 15 anni è difficile metterlo in ginocchio per 2 o 3 tracce e un paio di plugin.
      Per una interfaccia più completa e flessibile dovresti investire attorno ai 500 euro, allora ti direi di provare a partire con uno splitter cercando in rete qualcosa che ti ispiri fiducia (tutti gli store online avranno diversi modelli), io avevo un modesto Proel passivo e a quanto ricordo la qualità nelle 2 uscite restava inalterata.
      Prova così sfruttanto tutto quello che hai già + splitter, se proprio non ti trovi non ci rimetti molto, ma con il sistema che spiegavo sopra dovrebbe darti una discreta libertà. Prova anche Reaper che per i primi mesi è gratuito e poi costa pochissimo, è un software completo ma non ostico, ti permette più flessibilità, ne vale la pena.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      vincenzo72 wrote:

      Forse sono più pratici quei registratori multitraccia a cui puoi abbinare e sincronizzare pure una telecamera?

      Con un buon pc e il software che già hai, dovresti essere in grado di avere quello che cerchi.
      Non conosco audacity, ma la latenza dovrebbe migliorare usando driver asio invece che quelli prodotti dalla casa, e smanettare un po' nelle preferenze.
      Gli asio4all non saranno forse i più performanti rispetto a driver asio dedicati alla tua daw, ma dovrebbero bastare per permettere di abbassare la latenza a livelli accettabili (10/12mms).

      Sempre NON conoscendo audacity e parlando di effettistica in cuffia, dovresti poter fare anche questo.
      A me basta armare la traccia, inserire nell'insert (virtuale) della traccia un effetto qualsiasi che SENTO in tempo reale ma non viene registrato definitivamente.
      Ovviamente dovrà essere qualcosa di leggero, solo per bagnare un po' la voce per renderla più gradevole quando si incide.

      Insomma, bisogna studiare un pò il programma che hai, e se proprio non permette di fare questo, allora devi prendere qualcosa di migliore. Reaper per esempio, più aggiornato e i 60 dollari che dovrebbe costare sono su base "volontaria", ma continuerà a funzionare anche se "dimentichi" di donare la cifra richiesta. (così funzionava fino a qualche tempo fa, adesso non so...)
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Sì funziona ancora così con Reaper, anche se quei circa 50 euro richiesti per sbloccare l'avviso sono talmente meritati che viene spontaneo pagarli, e solo con quella spesa lo aggiorni per un po' di anni.
      Riguardo i driver Asio4all non sono un grande estimatore, la Scarlett ha i suoi driver Asio, piuttosto stabili, e mi pare arrivino anche loro a latenze basse.
      Ma la latenza l'avevo tirata in ballo io erroneamente, perché col direct monitoring la Scarlett ti manda gli input direttamente agli output e senza ritardo.
      Altrimenti se segue il mio consiglio e si prende uno splitter microfonico, manda il mic anche al mixer così si monitora da quello, aggiunge gli effetti che vuole solo in ascolto, e regola i volumi di mic e base a piacere senza bisogno di spippiolare sul software, visto che ha già il mixer credo che possa fare al caso suo.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      In effetti la soluzione dello splitter mi sembra la più pratica e veloce...
      Rimango cmq disinformato sulla soluzione di una scheda audio da 500 euro...Se hai tempo e un po' di pazienza mi spiegheresti cosa potrei fare con una scheda audio superiore e come utilizzare le eventuali entrate/uscite? Come potrebbe aiutarmi a sentire in monitoring la mia voce con effetti e la base?
      Grazie mille
      Cambia molto di modello in modello, quindi dovrebbero essere prese singolarmente, tutte non le conosco bene neanche io, comunque detta in breve, sulle schede più piccole ed economiche puoi al massimo mandare la voce in diretta alle due uscite, senza stabilire il volume e senza separarla.
      Già con 4 o più uscite potresti, almeno su alcuni modelli, inviare la voce soltanto a uscite diverse da quelle della base, e gestirla più liberamente con un mixer esterno, in ogni caso più sale la fascia della scheda, più integra anche funzioni che ti permettono di regolare i volumi di ascolto senza bisogno di usare un mixer esterno.
      Dove hai abbastanza connessioni puoi anche pensare di collegare un effetto esterno direttamente a un uscita e un ingresso della scheda, così da metterlo sulla voce, è un po' più pratico farlo sempre in quelle interfacce che lasciano libertà di gestire i volumi dei singoli canali in ascolto, attraverso un loro software.
      Conta che per queste cose il riferimento TOP è RME e il suo sitema Totalmix, ma sono interfacce che possono superare facilmente i 1000 euro. Alcuni loro modelli della fascia più alta integrano perfino gli effetti proprio per il monitoraggio, ma non credo serva arrivare a tanto, però se la tua esigenza è quella dell'effetto in cuffia mentre registri, per collegarne uno qualsiasi e regolarlo un minimo, ti tocca arrivare almeno ai prodotti di fascia media.
      A 500 euro bisognerebbe verificare che sistemi di monitoraggio sono presenti, per esempio, sulle Focusrite Clarett, o su alcune Motu di quella fascia, se vuoi dare una sbirciata ai manuali sui siti dei produttori puoi trovare sicuramente qualcosa di interessante, poi magari se ne riparla più a fondo quando hai identificato qualcosa che ti può interessare.
      Prima di fare spese in ogni caso ti raccomanderei di dare anche uno sguardo a Reaper (o altre DAW) per vedere se è come ti aspetti e se è un mondo che fa per te, perché il software è un aspetto cruciale di ogni studio e se lo trovi ostico è meglio saperlo prima di fare investimenti in macchine.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      ok, sto capendo meglio adesso il discorso...ma, leggendoti, mi sta venendo in mente un'idea....magari sbagliata.
      Visto che la mia scheda ha dietro le classiche 2 uscite output...se quelle le collegassi al mixer in entrata, aggiungessi gli effetti e mi ascolterei, durante il rec, dal mixer?
      Non so se ascolterei pure la base (che arriva alla scheda tramite l'usb col pc) e forse in questo caso il problema sarebbe che verrebbe effettata pure la base...ma se il riverbero dato a voce e base non disturba (magari abbassando un po' il livello del volume della base dalla Daw) potrebbe essere un'altra soluzione?
      L'effetto sulla base è una cosa da evitare assolutamente, credo che il disturbo sia superiore al beneficio di averlo sulla voce, quindi piuttosto che un effetto su tutto, preferirei tutto senza, e così risolvi ogni problema usando solo la tua scheda audio.
      Oppure splitter e risolvi tutto con spesa davvero minima, sfruttando anche il mixer e i suoi effetti per gli ascolti, assicurandoti magari che i suoi effetti vadano anche all'uscita cuffia, fai qualche prova perché alcuni mixer piccoli hanno logiche un po' limitate e non vorrei dare cose per scontate.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      A me pare che lo stiamo un attimino confondendo.
      Non credo esista una scheda audio che NON sia capace di registrare una voce su una base e sentirsi decentemente in cuffia, con o senza effetti e latenza accettabile o ininfluente.
      Lo facevo con una soundblaster...

      E non serve altro; microfono, scheda, daw, cuffie.
      Mixer e altri accessori, per quello che deve fare lui sono un passo successivo ma non necessario.

      Una maniera corretta per registrare è:
      Caricare su traccia 1 la base, abbassarne il volume perchè probabilmente sarà già a 0db, e deselezionare il pulsantino monitoring (se presente).
      Armare traccia 2, inserire su questa traccia un effetto (non obbligatorio) SELEZIONARE pulsantino monitoring, premere REC.
      A rigor di logica questo è...
      E se c'è troppa latenza, bisogna dare un occhio alle impostazioni.

      Spiegaci passo passo cosa fai tu, di preciso!
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Ma infatti @BjHorn ribadisco di partire da un software decente perché già con quello potrebbe scoprire che riesce a fare tutto, però anche pochi ms di ritardo rispetto alla propria voce "diretta" sono davvero fastidiosi, e a questo limite non si sfugge con driver diversi, ma con attrezzature che permettono un monitoring diretto, senza latenza: finché è solo voce lo fa già la Scarlett con l'interruttore sul suo pannello, ma per metterci dentro anche gli effetti le cose si complicano se hai solo 2 ingressi e 2 uscite.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Io uso una m-audio vecchissima, uso effetti in monitoring, e a latenza sto a 6puntoqualcosa, che non è percepibile manco con strumenti con attacco netto (chit in arpeggio, arpa, piano, percussioni).
      Per voci e fiati, che hanno un attacco molto lento e soft non sto manco a dirlo...

      Evidentemente sbaglia qualcosa (secondo me...)
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!

      BjHorn wrote:

      A me pare che lo stiamo un attimino confondendo.
      Non credo esista una scheda audio che NON sia capace di registrare una voce su una base e sentirsi decentemente in cuffia, con o senza effetti e latenza accettabile o ininfluente.
      Lo facevo con una soundblaster...

      E non serve altro; microfono, scheda, daw, cuffie.
      Mixer e altri accessori, per quello che deve fare lui sono un passo successivo ma non necessario.

      Una maniera corretta per registrare è:
      Caricare su traccia 1 la base, abbassarne il volume perchè probabilmente sarà già a 0db, e deselezionare il pulsantino monitoring (se presente).
      Armare traccia 2, inserire su questa traccia un effetto (non obbligatorio) SELEZIONARE pulsantino monitoring, premere REC.
      A rigor di logica questo è...
      E se c'è troppa latenza, bisogna dare un occhio alle impostazioni.

      Spiegaci passo passo cosa fai tu, di preciso!

      Comprendo il tuo parere ( che sicuramente ne sai più di me) ma ho già provato in passato a sistemare il buffer al pc per la latenza...driver..ect..il pc si imballa...quindi o fastidiosa e per me ingestibile latenza nel ritorno in cuffia o monitoring da scheda audio e via...Figuriamoci se agggiungessi pure gli effetti software sulla traccia....E sinceramente spendere 1000 euro per un potente pc senza neppure sapere per cosa altro utilizzare questa potenza...mah...Nel caso in cui invece procedessi per le soluzioni di cui si parlava sopra bypasserei il problema software/latenza e utilizzerei il mio pc per dare una sistemata alla registrazione successivamente.

      BjHorn wrote:

      Evidentemente sbaglia qualcosa (secondo me...)
      mmmmm, mi viene però un dubbio...non è che per caso dovrei silenziare in qualche modo la voce che proviene "in diretta" dalla scarlett e ascoltarmi solo con quella che proviene, tramite l'usb collegato alla scarlett, dal pc? boh, non ne capisco molto,,,in ogni caso sento una doppia voce/eco così invadente che dopo una frase mi debbo fermare perché non mi raccapezzo piu'...