Consigli su impostazions rec

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Consigli su impostazions rec

      Buongiorno, so che la domanda sembra futile ma è più una curosita statistica. Sto seguendo un gruppo rock / grunge che ha 2 chitarre di cui, una completamente ritmica e l'altra completamente solista se non in piccole parti in appoggio a ritmiche più dure. Ora io di solito in questi casi faccio registrare tutte le parti ritmiche comunque ad emtrambi i chitarristi oppure ol ritmico fa 2 volte le parti ritmiche con chitarre e impostazione diversa. Voi che fate? Tendete a rispettare le parti e cercate poi di rendere in mix la pienezza dello spazio sonoro con una gtr e l'altra che fa da supporto come fosse live o fate comunque registrare come sopra? O avete altre tecniche?
      sono d'accordo, non è che per forza ci debba essere un muro di chitarre
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons
      Registrare non è il mio mestiere, ma se lo fosse in questi casi chiederei il parere del gruppo, visto che (per quanto mi riguarda) si "sfiora" il settore arrangiamento, e quindi gusti e sonorità che il gruppo sceglie di avere.
      Se poi il gruppo ha le idee poco chiare e ancora una identità non molto precisa, ben venga la "sperimentazione" con sonorità che non hanno ancora provato.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      magari starei più attento con la microfonazione e raccogliere anche la room con tecniche stereo, ma dipende pure quanto le acustiche sono importanti in questo mix, se sono colonne portanti o solo di riempimento.. sembra che la risposta più gettonata in questi casi sia che non c'è una tecnica in particolare ma dipende da caso a caso.
      Gli arrangiamenti non sono particolarmente cazzuti, il materiale è questo soundcloud.com/user-7338506 .

      Per la questione di chiedere al gruppo non so, perchè con loro non faccio solo le riprese, li sto aiutando a sistemare un po i brani e prepararli ad entrare in studio. Diciamo che li aiuto a fare una preproduzione fatta bene. Perciò potrebbe essere una scelta condivisa col gruppo.

      Grazir a tutti per le risposte!
      Sotto un aspetto di coerenza e credibilità, senza inventarsi una terza parte per un chitarrista che non esiste, credo che la cosa più spontanea sia proprio prendere una stessa chitarra e risuonarla con qualche accento un po' cambiato per pannarla dalla parte opposta.
      L'effetto è subito gradevole e non si snatura la composizione della band, non bisogna nemmeno chiedere ai musicisti di inventarsi su due piedi una parte che non hanno mai suonato, basta variare un poco quello che sanno già fare, a volte basta anche prendere una take diversa della stessa parte senza dire niente al chitarrista, e se pannata dalla parte opposta già svolgerà la sua funzione.
      Io non chiederei troppe indicazioni ai musicisti, che possono inalberarsi su questioni di principio, fallo e basta, gliela fai sentire e vedrai che piacerà, visto che non aggiungi niente che non sia già previsto, ma semplicemente esalti in stereo la loro esecuzione con un metodo estremamente diffuso.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Consigli su impostazions rec

      Ho ascoltato "Electric shower". Eviterei decisamente qualsiasi doppiatura, il brano può funzionare se ogni elemento ha spazio per "suonare". Se doppi le chitarre lo spazio lo togli e castri il brano.
      Una sola buona traccia ritmica suonata con la giusta personalità, invece, lo valorizza.
      Ma deve avere la giusta musicalità per rendere bene. Difficile da rendere a parole, ma deve avere quel quid che ti tiene le orecchie lì. E avere spazio intorno per fartelo apprezzare.
      Penso che il chitarrista sia in grado di farlo.