Editing della Drum e Gestione Fase [Dite la Vostra]

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      - invece per quanto riguarda la room mono o stereo che sia,utilizzando il metodo della quantizz e taglio e alla fine dissolvenze incrociate per chiudere gli spazi ecc...,ma di logica sulla room secondo voi non si dovrebbero sentire di più questi tagli essendo una traccia con transienti piccoli e con code molto più lunghe? cosa ne pensate?

      @PAPEdROGA questo

      PAPEdROGA wrote:

      Per diversi motivi. I più importanti e facilmente riscontrabili direi che sono...

      Modifica dei transienti - Prova ad analizzare cassa e rullo prima e dopo lo stretch, vedrai come la forma d' onda sia totalmente differente e la dinamica "sminchiata". Spesso si genera anche del pre-ring, che su un suono percussivo è davvero terribile.

      Modifica delle fasi - Per quanto l' algoritmo utilizzato sia lo stesso e l' operazione fatta sull' intero gruppo, il lavoro di stretching non è univoco e modifica le relazioni di fase tra i singoli canali. Ti basta una qualsiasi prova stretchando i due OH (L ed R) ed i due Snare (Top e Bot), sentirai che ad ogni colpo il suono sarà differente e con buona probabilità la posizione del rullante varierà (dx - sx, avanti - indietro).

      Ad oggi sulle batterie direi che tra quantizzazione classica e warp non c'è proprio partita.



      quoto,invece il warp su basso e chitarra ad esempio che ne pensi?sei della stessa idea?

      JEDAFIOTTO wrote:

      non hai capito @saglio,non parlo di allineamento ma di quantizzazione,quando quantizzi agisci sull'intero gruppo di batterie!!! a tal proposito @PAPEdROGA tu cosa ne pensi di questa cosa?


      Si si parlavo proprio di quello...quando quantizzo tutti i colpi in base alla griglia la room non la ritocco, anche perchè come gia detto il warp può essere un problema..e sento molto di più la stirata nella room, ma aparte questo quando ritocco tutta la batteria in base alla griglia..lasciare la room com'è mi da l'impressione di rendere la batteria un po meno artificiosa visto che è stata messa tutta in griglia...ovviamente se i colpi non sono troppo fuori, se fa l'effetto delay per intenderci allora intervengo.

      PAPEdROGA wrote:

      Ti basta una qualsiasi prova


      Proverò certamente cercando di dare peso ai punti da te sottolineati!

      JEDAFIOTTO wrote:

      - invece per quanto riguarda la room mono o stereo che sia,utilizzando il metodo della quantizz e taglio e alla fine dissolvenze incrociate per chiudere gli spazi ecc...,ma di logica sulla room secondo voi non si dovrebbero sentire di più questi tagli essendo una traccia con transienti piccoli e con code molto più lunghe? cosa ne pensate?


      Ogni operazione ha i suoi pro ed i suoi contro. Il tuo target è fare in modo che i pro siano evidenti ed i contro ben nascosti, o per lo meno secondari. Se non arrivi a questo punto, lascia tutto com'è.

      JEDAFIOTTO wrote:

      quoto,invece il warp su basso e chitarra ad esempio che ne pensi?sei della stessa idea?


      Dipende dall' algoritmo. I nuovi sono molto buoni e meno invasivi, mentre fino a qualche anno fa il materiale si degradava in maniera molto più evidente.
      In ogni caso, personalmente preferisco il taglia e cuci. Il procedimento è più lungo e complicato, ma il risultato è solitamente più naturale. Con il warp puoi avere perdita di corpo ed effetti di phasing, con il taglia e cuci no. Ovviamente bisogna saperlo fare, ma è così per tutto.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      saglio wrote:

      Si si parlavo proprio di quello...quando quantizzo tutti i colpi in base alla griglia la room non la ritocco, anche perchè come gia detto il warp può essere un problema..e sento molto di più la stirata nella room, ma aparte questo quando ritocco tutta la batteria in base alla griglia..lasciare la room com'è mi da l'impressione di rendere la batteria un po meno artificiosa visto che è stata messa tutta in griglia...ovviamente se i colpi non sono troppo fuori, se fa l'effetto delay per intenderci allora intervengo.


      Cioè... in pratica metti in griglia, o comunque "sposti" i close, ma non "sposti" la room? Editi tutto ma la room la lasci originale?

      Ma tu sei matto... :D

      Ci sono davvero pochi dictat nel mondo delle produzioni, ma uno è sicuramente quello di spostare TUTTA la batteria. Sempre insieme. Sempre sempre. Ma proprio sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre :D
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Anzi guarda, a dimostrazione che nel mondo dell' audio è sempre tutto un casino e fissare dei paletti è spesso impossibile...

      Ci sono anche casi in cui puoi, o peggio ancora devi, spostare un singolo elemento all' interno di una batteria. Come ad esempio quando la cassa è troppo fuori e riportarla a tempo distruggerebbe il resto. O in generi spinti, dove magari hai doppia cassa su tempi veloci e rimetterla in griglia ti distruggerebbe il resto.

      In quei casi magari ti ritrovi costretto ad editarla "in solo". Ma per farlo dovrai necessariamente trovare il modo di segare il più possibile il rientro della cassa negli altri canali, in particolare OH e Room ovviamente.
      Anche per questo motivo c'è chi/ci sono situazioni in cui si cerca di minimizzare l' emissione della cassa in fase di registrazione, con coperte pesanti, sordine ed altri metodi... fino ad arrivare all' utilizzo di pad tipo ddrum al posto della cassa.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Mh... proverò ad analizzare vecchi lavori..

      Non lo so col fatto che la room ha gia un suo ritardo in quanto la riprendo a 4/5/6 metri di distanza non mi ha mai causato disturbi all'ascolto, ma sottolineo che dove, per esempio, il colpo di cassa era molto molto fuori allora si che correggo anche la room; ma se quel colpo di cassa non è fuorissimo ma la correzione è davvero micro lasciare la room com'è mi ha dato sempre l'impressione che la batteria corretta suonasse un po meno meccanica, contando anche il fatto che come balance la room la tengo piuttosto indietro. con questo non voglio assolutamente mettere in discussione quello che dici tu eh! oltretutto mi è stato consigliato da un fonico per cui facevo da assistente. in questi giorni farò un analisi più dettagliata!!

      PAPEdROGA wrote:

      JEDAFIOTTO wrote:

      senza usare gli algoritmi di stretch perchè risultano essere ancora innaturali e artificiosi a detta di molti


      Lo stretch/warp sulle batterie è il male assoluto...


      Non so se l'hai mai provati ma gli stretch markers di Reaper sono favolosi, mai più quantizzata una batteria in maniera "normale", per me sono un must. C'era anche un vecchio 3d di confronto dove nessuno si accorgeva ad orecchio di come era stata editata la batteria ;)
      ...ma io lo so chi è Mark Lanegan, arrogante bottegaio indegno della roba che vendi qui dentro, alternativo dei miei coglioni che quando io ascoltavo i Dead Kennedys tu nemmeno ti facevi le pippe...

      saglio wrote:

      Mh... proverò ad analizzare vecchi lavori..

      Non lo so col fatto che la room ha gia un suo ritardo in quanto la riprendo a 4/5/6 metri di distanza non mi ha mai causato disturbi all'ascolto, ma sottolineo che dove, per esempio, il colpo di cassa era molto molto fuori allora si che correggo anche la room; ma se quel colpo di cassa non è fuorissimo ma la correzione è davvero micro lasciare la room com'è mi ha dato sempre l'impressione che la batteria corretta suonasse un po meno meccanica, contando anche il fatto che come balance la room la tengo piuttosto indietro. con questo non voglio assolutamente mettere in discussione quello che dici tu eh! oltretutto mi è stato consigliato da un fonico per cui facevo da assistente. in questi giorni farò un analisi più dettagliata!!


      Io non so chi te l'ha consigliato ma probabilmente ti prendeva in giro, se non editi tutti i microfoni assieme (room ovviamente compresa) avrai dei flame disastrosi e delle cancellazioni di fase da guinness a meno che non lasci la room a -60db. Direi che questa è la base.
      ...ma io lo so chi è Mark Lanegan, arrogante bottegaio indegno della roba che vendi qui dentro, alternativo dei miei coglioni che quando io ascoltavo i Dead Kennedys tu nemmeno ti facevi le pippe...

      PAPEdROGA wrote:

      saglio wrote:

      Si si parlavo proprio di quello...quando quantizzo tutti i colpi in base alla griglia la room non la ritocco, anche perchè come gia detto il warp può essere un problema..e sento molto di più la stirata nella room, ma aparte questo quando ritocco tutta la batteria in base alla griglia..lasciare la room com'è mi da l'impressione di rendere la batteria un po meno artificiosa visto che è stata messa tutta in griglia...ovviamente se i colpi non sono troppo fuori, se fa l'effetto delay per intenderci allora intervengo.


      Cioè... in pratica metti in griglia, o comunque "sposti" i close, ma non "sposti" la room? Editi tutto ma la room la lasci originale?

      Ma tu sei matto... :D

      Ci sono davvero pochi dictat nel mondo delle produzioni, ma uno è sicuramente quello di spostare TUTTA la batteria. Sempre insieme. Sempre sempre. Ma proprio sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre sempre :D


      ma in effetti mi sembrava tanto strana la cosa

      Editing della Drum e Gestione Fase [Dite la Vostra]

      novalium wrote:

      PAPEdROGA wrote:

      JEDAFIOTTO wrote:

      senza usare gli algoritmi di stretch perchè risultano essere ancora innaturali e artificiosi a detta di molti


      Lo stretch/warp sulle batterie è il male assoluto...


      Non so se l'hai mai provati ma gli stretch markers di Reaper sono favolosi, mai più quantizzata una batteria in maniera "normale", per me sono un must. C'era anche un vecchio 3d di confronto dove nessuno si accorgeva ad orecchio di come era stata editata la batteria ;)


      Mai provati, li proverò.
      Tra l’altro se non ricordo male l’algoritmo di stretch di Reaper è lo stesso implementato su Cubase. Dovrebbero essere praticamente identici. Ci sarebbe da fare un test a riguardo :)
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Non so, ma dubito che sia lo stesso algoritmo, anche perchè Reaper ne ha 5 differenti di cui due con tre varianti ognuno.

      ...ma io lo so chi è Mark Lanegan, arrogante bottegaio indegno della roba che vendi qui dentro, alternativo dei miei coglioni che quando io ascoltavo i Dead Kennedys tu nemmeno ti facevi le pippe...
      Dipende dall' algoritmo. I nuovi sono molto buoni e meno invasivi, mentre fino a qualche anno fa il materiale si degradava in maniera molto più evidente.
      In ogni caso, personalmente preferisco il taglia e cuci. Il procedimento è più lungo e complicato, ma il risultato è solitamente più naturale. Con il warp puoi avere perdita di corpo ed effetti di phasing, con il taglia e cuci no. Ovviamente bisogna saperlo fare, ma è così per tutto.[/quote]


      @PAPEdROGA io utilizzo quelli di cubase 8,ma so che sul 10 son molto migliorati,tu per nuovi intendi quelli degli ultimi 2 anni ?

      Editing della Drum e Gestione Fase [Dite la Vostra]

      novalium wrote:

      Non so, ma dubito che sia lo stesso algoritmo, anche perchè Reaper ne ha 5 differenti di cui due con tre varianti ognuno.



      Si anche Cubase ne ha diversi.
      Da quello che sapevo sono sviluppati da terze parti ed implementati su diversi software, tra cui Reaper e Cubase.
      Ma anche sticazzi :D

      Proverò appena possibile. Tnx
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Andando a memoria a parità di algoritmo cubase suonava meglio con élastique 2.28 sul basso. La differenza diminutiva impostando reaper in modalita "lowest pitches".
      Sulla voce suonava meglio reaper però con élastique 3.0(che cubase non aveva all'epoca), mentre utilizzando la stessa versione dell'algoritmo 2.28 la differenza non era particolarmente apprezzabile sulla voce.

      In fine, quello nettamente migliore di entrambi era il Dirac LE(superpesante) che però era supportato solo sulla versione 32bit di Reaper.

      Tieni conto che da allora oggi ho bevuto una quantità di cicchetti di tequila, sale e limone che si potrebbe utilizzare per lanciare una razzo Apollo sulla luna, quindi il rischio di cazzate è abbastanza elevato.....
      angeloemanuele.com

      Producer,. Sound/Mixing engineer.

      AEB31415 wrote:

      Tieni conto che da allora oggi ho bevuto una quantità di cicchetti di tequila, sale e limone che si potrebbe utilizzare per lanciare una razzo Apollo sulla luna, quindi il rischio di cazzate è abbastanza elevato.....


      Sesso, droga e rec'n'play
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios