TWIN AMP Fender: il MADE in U.S.A. vale di più?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Si fa fatica a farsi capire evidentemente, ragazzi.
      E' lo stesso identico discorso delle chitarre vintage e non, se ricorderete.

      Vorrei spiegarmi una volta per tutte perchè evidentemente non traspare chiarezza.

      Non c'entra il pro e il non pro, anche se io stesso ho utilizzato tale termine, ma pensavo sinceramente si potesse leggere tra le righe.
      Non c'entra Keith Richard ne qualsiasi altro personaggio che utilizzi materiale da due soldi e produce dischi storici e/o materiale di lusso e produce una mazza.
      Non c'entra il constatare che un determinato oggetto presenta determinate caratteristiche e quindi ogni altro similare che ne possiede altrettante, ma diverse, debba essere relegato ai "non pro" o agli sbarellati.
      Non è questione di categorizzazioni, assolutismi, prezzi e classifiche.
      Continuiamo a traslare i discorsi su binari diversi da quelli dove cammina l'intento con il quale sono nati.

      Rinnovo per l'ennesima volta. Conta il manico possibilmente legato al cuore e poi un qualsiasi aggeggio che permetta di esprimersi. Da due talleri o da un milione di euro, non importa. Stop. Chiuso Milano, come diciamo dalle nostre parti.

      Ma: se io, o chiunque altro, sostiene che, nella fattispecie, un twin amp Usa ultima serie è un amplificatore che in confronto a svariate decine di modelli differenti suona la metà, non voglio insinuare che il Dio della chitarra non ci potrebbe fare il disco dell'anno, o che sia propedeutico essere decerebrati per portarsene in casa uno.
      "Suona la metà" può significare tutto o niente, salvo si specifichi le variabili in gioco.

      Nella fattispecie ho specificato dinamica e definizione. Ora, è possibile sostenere che esistano amplificatori che fanno sparire un twin amp sotto questo punto di vista?
      Personalmente è possibile. Non perchè siamo in democrazia ma perchè semplicemente esistono. Non è questione di opinioni personali, ma di realtà oggettiva e riscontrabile, fisica e matematica, in alcuni casi.
      Se prendiamo, per esempio, un Dumble e il nostro twim amp, potremo constatare che i due ragazzi viaggiano su livelli diversi.

      Mi interessa davvero poco che Gilmour abbia preferito registrare Confortably numb con un baracchino con i coni rotti piuttosto che con un dumble.
      Per me può aver fatto solo bene se quello era ciò che riteneva più opportuno.

      Il fatto è che se uno strumento suona meglio di un altro in merito a determinate variabili, e ciò può essere riscontrato inconfutabilmente da qualsivoglia persona che ha la volontà, il tempo e il metodo per appurarsene, non esiste altro discorso per sostenere l'incontrario, salvo si voglia puntare su tesi che nulla hanno a che vedere con il nesso in questione.

      E' chiaro quanto sia distante il discorso becero dei pro e non pro in tutto questo?

      Spero di sì. :)
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      Guarda che io avevo già capito, tutto il mio discorso è solo quel che penso in generale, poi al mondo ci sarà anche quello che nelle "pecche" di un twin ha trovato il suo suono, suono che magari faticherebbe a trovare in qualcosa di oggettivamente migliore che per costruzione, circuito, componentistica, dinamica e definizione sicuramente esiste, tutto qui, il pro e non pro non era rivolto a te
      Twangster

      Post was edited 3 times, last by “twangster” ().

      Esatto Fabio.
      Il telefunken U47 è un microfono che possiede tutto tranne che l'essere lineare, trasparente e moderno, eppure è il microfono più utilizzato al mondo sulle voci dei big.
      Un motivo ci sarà e sicuramente è svincolato da criteri di migliore/peggiore.

      I confronti saranno sempre un'altra questione e dovrebbero fregarsene di tutto e di tutti, proprio perchè su elementi oggettivi si fondano.

      Non avevo dubbi che tu l'avessi capito ma mi pare che ci sia sempre un pò di difficoltà a farsi capire, in generale.

      Il mio twin amp in realtà l'ho venduto/regalato a mio fratellino, che, sotto l'ala protettiva del maggiore, navigato e ormai onnisciente, sta scoprendo il magico mondo invalvolato. 8)
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      Massì, anch'io avevo capito il discorso, la mia era solo una constatazione; un discorso simile lo facemmo riguardo ai pedali, ovvero che noialtri (io in primis) si sbava tanto dietro ai cosiddetti boutique, mentre poi i Pro As F***k hanno una caterva di Boss da 50$. Un Empress Superdelay è oggettivamente superiore ad un Boss DD3, eppure il secondo lo usa Joe Boanamassa con risultati spaziali.
      Anche una Slo 100 è (probabilmente) oggettivamente superiore ad una Plexi Superlead, in quanto Mike Soldano la assemblò con praticamente la migliore componentistica disponibile sul mercato; eppure non credo che Hendrix l'avrebbe preferita al suo Marshall. Questione di filosofia.

      p.s. odio eterno alla Fender per la scelta incomprensibile di levare il magnifico "cruch" al twin amp nuova serie.
      I'm not really here.
      non ho letto tutto ma sono straconvinto che nessuno in studio di queste persone suona con un twin reissue e moltissimi manco live
      mi spiace ma per i pedali è molto diversa la questione.

      Magari mi sbaglio


      per tornare OT starei sotto le 1000 se vuoi monetizzare
      No more ... loud music
      Il titolo del tread è chiaro sul modello.
      Sono ampli diversi, come è diverso il Twin amp "evil" (a due ingressi) che è la versione precedente all'attuale twin amp (e che suona decisamente meglio), ovvero quello del tread, che, tra l'altro, è già fuori produzione.

      Ricordo che il vero twin amp è quello in brown tolex del 57'.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio

      twangster wrote:

      Che fortuna essere fratellini minori, lo sono pure io e probabilmente proprio per questo oggi sono qui a parlare di musica e di chitarre, colpa di mio fratello :D


      Infatti, è una grandissima fortuna. Se penso all'insieme di cose a cui può accedere mio fratello, non soltanto a livello di attrezzature quanto di know how, rispetto alla gavetta che ho dovuto affrontare io da solo alla sua età (e che non smetto di affrontare), mi rendo conto di quanto lui sia fortunato.
      Forse, l'unico aspetto negativo a suo sfavore è che lui non si è sudato nulla e ha trovato già la pappa pronta, fattore che può incidere sulla sua personale percezione del valore delle cose e della conoscenza.
      Tant'è che lui ora suona con un twin amp praticamente regalato (e con le mie chitarre :rolleyes: ) in condizioni da vetrina senza aver fatto il minimo sforzo di ricerca e studio.
      Se penso a quanti sacrifici ho fatto io per conquistarmelo ...
      C'est la vie!
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio

      MuzakStudio wrote:

      Io avevo già èrecisato nel primo post che si trattava di un TWIN AMP prodotto dal 2000 al 2005 identico a quello nella foto.

      Si ma avevi anche scritto reissue quindi qualche dubbio poteva sorgere, io quando leggo twin e reissue ho in mente il twin reverb '65, fra l'altro non sapevo dell'esistenza dalla versioni ad uno e due ingressi, conoscevo il red knob e l'evil come twin amp "moderni"
      Twangster

      Post was edited 3 times, last by “twangster” ().

      Conosco il Twin Evil quanto il mio perchè è in possesso di un mio caro amico.
      Fondamentalmente rimanderei a questo link per chi sia interessato alle differenze tra i due: Confronto
      Personalmente l'Evil suona ad un altro livello rispetto al mio, fatta eccezione per il tremolo che il primo non possiede, meraviglioso.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      Muzak, il prezzo massimo può salire di qualche centinaio di euro, quindi 1100/1200 euro ma soltanto se è davvero immacolato.
      Già a 1300 diventa più difficile venderlo.
      Il tuo è stato prodotto dal 1991 al 2001, dopo di che è subentrato il mio.

      Edit: Da non confondere con il The twin Red Knobs "Evil twin".
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio

      Post was edited 2 times, last by “dancok” ().

      dancok wrote:

      Muzak, il prezzo massimo può salire di qualche centinaio di euro, quindi 1100/1200 euro ma soltanto se è davvero immacolato.

      Mah... anche se il modello non è lo stesso, con questa roba nuova in giro, penso siamo fuori con l'accuso :D
      =:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:=:

      Post was edited 1 time, last by “Archverb” ().