Togliere potenza a combo chitarra Line6

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      mark88 ha scritto:

      in effetti sembra non ci sia soluzione.
      Di soluzioni invece ce ne sono diverse e tutte già elencate, forse quella che davvero non c'è è quella che permetterebbe una attenuazione di potenza senza la benchè minima variazione timbrica, ecco, quella forse non c'è
      Twangster

      F.Blues ha scritto:

      mark88 ha scritto:

      in effetti sembra non ci sia soluzione.
      Di soluzioni invece ce ne sono diverse e tutte già elencate, forse quella che davvero non c'è è quella che permetterebbe una attenuazione di potenza senza la benchè minima variazione timbrica, ecco, quella forse non c'è


      eh si... ma che supera il costo dell'intero combo comprato usato ad un prezzo irrisorio presso un noto negozio di musica...che aveva una giornata no :P
      ripeto l'ampli non è mio, sto cercando una soluzione per un caro amico
      Guarda, non è una questione di prezzo (a parte che ce ne sono di costose, le apri e dentro ci sono un paio di resistenze di potenza e nient'altro), TUTTE, chi più chi meno, queste soluzioni apportano variazioni sonore, ora, si trattasse di un super reverb d'annata o una hiwatt o un boutique che tanto fa figo uno al limite un occhio alla soluzione più high-end lo butta, in questo caso però non starei tanto a sottilizzare, dipende anche dall'entità di attenuazione desiderata comunque.
      Adesso come in tutto fanno a gara a farle costare di più, al momento suppongo il più figo sia l'Universal Audio che costa quanto un ampli buono, francamente alla soglia dei 50 mi sono scassato un po' le palle di queste politiche, ritengo quindi che anche una soluzione "povera" possa fare al caso del tuo caro amico.
      Twangster

      Il messaggio è stato modificata 4 volte, ultima modifica da “F.Blues” ().

      Posseggo anch'io, da sei o sette anni, il Line6 Spider Valve 112 MKII.
      Che dire... il finale Bogner spara di brutto! Ma ciò, nel 99% dei casi, costituirebbe merito, conforto ed orgoglio per un chitarrista...
      Faccio fatica però a immaginarmi una sala prove, un gruppo messo in crisi dal chitarrista che copre tutti coi 40W del suo combo Line6/Bogner... e quelli coi Mesa Boogie, i 5150, i Marshall colle casse a quattro coni?
      In ogni caso, quando avevo il gruppo, mi ricordo che alle prove come in concerto tenevo l'ampli col master fra due e tre (sotto l'1 le valvole finali non riescono a lavorare bene e il suono si incupisce, com'è normale).
      Certo, nel mio studio casalingo in garage quest'ampli manco lo accendo... con tutto che l'ambiente è trattato e pieno di gomma, moquette, piramidali, trappole. Purtroppo l'uscita "diretta" posteriore dello Spider Valve fa cagare... In studio adopero senz'altro il "fagiolone" POD della stessa marca e il suo eccellente simulatore di coni incorporato.
      ci sarebbe un'altra soluzione possibile, il finale usa e 6L6 il che significa che potresti montare le 6V6 della JJ.
      Dovresti però accertarti, magari scrivendo al supporto tecnico della Line6 di cosa dicono loro.
      Ti ho specificato quelle della JJ perchè so per certo che sono più resitenti delle altre e supportano correnti più alte.
      In Push-Pull, come immagino funzioni il finale, dovresti passare a 28watt.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons
      Ora dico una cosa scontata che non è ancora stata detta.

      Ma scusa, è vero che mettendo qualsiasi cosa tra testa e cassa avrà delle ripercussioni timbriche, ma chi ti dice che non possano comunque piacerti?

      Chi dice che l'intaccamento del timbro originale sia di per se un difetto? allora non dovremmo nemmeno usare più pedali tra chitarra e input dell'ampli, che anche se spenti in un modo o nell'altro modificano il timbro della chitarra.

      Perciò fossi in te proverei un po di attenuatori usati;
      se senti che mangia qualcosa, ma le peculiarità principali del suono che ti piace restano vive e il suono nella sua interezza ti piace....che ti frega? prendilo!

      con "ti" mi riferisco al tuo amico ovviamente :D
      "Pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti" cit.
      sono d'accordo, io ho un Weber Mass 50watt, quello con il motore del cono dentro e non noto un enorme cambiamento nel suono.
      Tra l'altro se ti interessa lo sto vendendo perchè non sono un chitarrista, l'ho preso in un attacco di GAS :)
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons