Consiglio chitarra classica elettrificata

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Consiglio chitarra classica elettrificata

      Ciao a tutti!
      Mi è venuta una voglia....una chitarra classica elettrificata.
      Di classiche ne ho già due ma per registrare vanno microfonate bene, ho fatto delle prove ma non mi convince il suono registrato.
      Quindi pensavo ad una classica elettrificata. Non voglio spendere tanto....è proprio uno sfizio. Principalmente registro le elettriche.
      Ho trovato questa strumentimusicali.net/product_…et-nylectric-natural.html e questa thomann.de/it/angel_lopez_ec3000cna.htm
      Avete consigli da darmi a riguardo?
      Grazie!
      Ciao! Grazie per il consiglio e per il video.
      Effettivamente la stanza è trattata acusticamente e la GAS sta andando a tutto GAS...anche troppo!
      Per l'acustica sono a posto.
      Mi "serviva" una classica elettrificata e quindi facile da registrare e anche snella.
      La cort non è male, se sono veritiere le informazioni che danno ha un manico in mogano e la tastiera in palissandro
      Hai ragione, grazie per il consiglio! Sono appena stato sul sito yamaha e ho scoperto che hanno da poco introdotto una nuova serie di classiche elettrificate, serie NX it.yamaha.com/it/products/musi…uitars/nx_2020/index.html
      Ci sarebbe strumentimusicali.net/product_…yamaha-ntx1-naturale.html
      Classica elettrificata ma ha un manico via di mezzo tra elettrica e classica...non mi pare niente male!
      Ho notato che Yamaha anche in questa fascia ha un'ottima cura dei dettagli, e anche sulle elettroniche non lesina troppo, altre marche invece... sulla carta tutto top, poi il suono è quello che è.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Io avevo una Cort Cec 5 (mi pare). Manico stretto, prezzo abbordabilissimo...
      “Nobody cares if you know how to play scales. Nobody gives a shit if you have good technique or not. It’s whether you have feelings that you want to express with music, that’s what counts, really.”
      -Neil Young
      Se è il suono della classica che cerchi, allora qualsiasi cosa tu prenda, devi provarla.
      Perchè ne ho sentite a decine di decine, ma non ho mai sentito una elettrificata suonare allo stesso modo di come suona in "acustico".
      L'amplificazione ha sempre un qualcosa di artificioso, che per carità, può anche piacere, ma è diverso dal suono reale dello strumento.
      Poi magari sono stato io supersfortunato a non trovare quella giusta! :D
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Effettivamente ho una classica che ha un suono incredibile. É una Leone Sanavia costruita dal liutaio di Venezia nel 1958...ereditata da mio nonno. Ha dei bassi incredibili! Ho provato a microfonarla col microfono che ho akg p120 ma non ha convinto. Probabilmente ci sono dei microfoni più adatti a questo scopo ma sono ignorante in materia...
      Di mic migiori indubbiamente ce ne sono, ma il suono sarà sempre un po' ambientale, per forza di cose, e l'acustica dell'ambiente conta parecchio.
      Se aspiri a una buona resa acustica forse devi investire qualcosa di più nella nuova chitarra e provarla di persona, io poi ti suggerirei una registrazione mista tra il suo piezo e un microfono che potrebbe essere anche un diaframma stretto ma di qualità superiore.
      Dipende un po' da aspettative e finalità.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Per quello che dichiarano, il P120 non dovrebbe suonare male... Il problema è che è un microfono economico, per cui non si sa quanta dispersione delle caratteristiche ci sia tra un esemplare e l'altro prodotti, cioè quanto gli esemplari prodotti abbiano risposte diverse l'uno dall'altro e da quella dichiarata, che è perfettamente lineare da 200Hz in su con un piccolo picco a 12kHz che esalta la chiarezza. Prova a metterlo in posizioni e orientamenti diversi, intervenendo anche con l'equalizzatore. Ci vuole pazienza e devi fare tante prove, e una grossa complicazione è la medesimità (arcaico, ma esistente! :) ) dell'esecutore e del fonico :(
      La performanza mi fa dubitare della sapienza.
      Gianluca

      Youtube: goo.gl/522kv4

      Post was edited 1 time, last by “Datman” ().

      @Datman per quello che dichiarano sulla carta, un microfono da 100 euro suona come uno da 2000, poi c'è un'infinita serie di differenze che li rende estremamente lontani, e l'ultima cosa che dovrebbe preoccupare è proprio la differenza tra esemplari di uno stesso prodotto, che con gli standard di oggi è sicuramente minima.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Sei proprio sicuro di quest'ultima tua affermazione? Uhmm... ... ... Se fosse vera, dichiarerebbero qualcosa come +/-1dB o simili, come faceva una volta Sennheiser...
      Per quanto riguarda le risposte che dichiarano, solitamente è intuibile se i grafici sono realistici o no. Per i microfoni peggiori nemmeno li pubblicano, o sono molto approssimativi.
      Uno a caso dalla risposta ignota:
      tonormic.com/products/tonor-q9-usb-microphone-kit
      La performanza mi fa dubitare della sapienza.
      Gianluca

      Youtube: goo.gl/522kv4

      Post was edited 1 time, last by “Datman” ().

      Mi pare che in passato avessimo già disquisito di quanto sia poco utile valutare i microfoni dai diagrammi.
      Credi che 1 db di scostamento in qualche punto di un diagramma faccia la differenza? Ovviamente può capitare che su migliaia di esemplari ne trovi un paio che si discostano di 1 db, ma il microfono resta sostanzialmente quello e soprattutto resta quello il modo in cui reagisce a ciò che capta.
      I Neumann escono ciascuno con la propria taratura e il proprio diagramma stampato, significherà che non è identico agli altri nemmeno lui, altrimenti farebbero le fotocopie, ma infatti non è tanto quello che conta.
      Sono sicuro che se andiamo a cercare troviamo dei Rode economici (rispettabilissimi) e dei Neumann U87 con diagrammi molto simili, poi la differenza la cogli quando li provi entrambi.
      Scusate l'OT.
      Per registrare bene un'acustica secondo me serve anche più di un microfono, ma una buona partenza potrebbe essere un condensatore stretto di buona qualità, diciamo sopra i 200 euro, per la scelta lascio la parola a chi li conosce meglio di me.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      >> Credi che 1 db di scostamento in qualche punto di un diagramma faccia la differenza?

      1dB ne fa poca, ma può essere dichiarata da un ottimo produttore che, come minimo, se è sicuro delle tolleranze sui materiali e sulle lavorazioni, fa almeno delle misure a campione. Io sto parlando di oltre +/-3dB. Considera che non stiamo parlando della lunghezza di un bastone, ma dei livelli a ogni frequenza tra, diciamo, 30Hz e 15kHz. Sì, la frequenza è un parametro continuo, quindi le frequenze sono infinite... Ma anche se ammettiamo un "Q" massimo di 10 per esaltazioni e avvallamenti, sono qualcosa come alcune decine di frequenze che devono stare entro +/-1dB, non una sola!
      La performanza mi fa dubitare della sapienza.
      Gianluca

      Youtube: goo.gl/522kv4
      Ok quindi secondo te la differenza tra un Rode e un Neumann con diagrammi simili, è che i Neumann sono meglio selezionati?
      Se potessi scegliere il mio Rode tra 100 diversi e testarmeli di persona, significherebbe che con un po' di fortuna ne potrei trovare uno che suona come un Neumann?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      per microfonare una chitarra classica un microfono ben piazzato basta e avanza, certo con due e meglio e ottieni un suono stereo che puoi miscelare. facendo chitarra (classica) e voce la chitarra la riprendo con un akg c300 (il prima serie quello nero) e un audiotechnca AT4041 ...

      queste sono registrazioni del 2009 ...
      questa è fatta con l'AT4041 chitarra, AT 4033a voce

      queste sono fatte con l'AKG C300, la voce con AKG 414 b ULS

      ... penso che un sogno così non ritorni mai più !
      Grazie per il consiglio!
      Farò altre prove con la mia classica.
      Quello che mi stuzzica delle yamaha ntx è il manico che ha un profilo simile ad un'elettrica, la spalla mancante e la poca profondità del body. La NTX3 ha il manico in ebano.
      Sarebbe da provare in negozio...
      Ma ora che ne trovo uno che ce l'ha faccio prima ad ordinarla su thomann e se non mi va la restituisco!
      la ntx stuzzica anche me ma, hai solo quel suono, microfonando uno strumento hai diverse opzioni e diversi suoni, non sottovalutare, sempre della yamaha la silent, l'ho provata e retgistrata và molto bene miscelando il piezo con la modellazione 50 e 50 ....
      ... penso che un sogno così non ritorni mai più !
      Penso che un ottimo compromesso possa essere anche piezo + mic, dal piezo prendi il suono più diretto, pulito e ricco di transienti, dal mic (anche quello che hai già, per iniziare) la parte ambientale che aggiunge un po' di naturalezza e ti permette di variare un poco giocando sulla posizione.
      Poi sulla DAW allinei bene la fase delle 2 tracce per ottenere un suono compatto, e giochi sui 2 volumi per decidere se deve essere più diretto o più ambientale, vedrai che ti lascerà molta libertà di manovra per arrivare a un buon risultato.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.