info 1176 e distorsione armonica

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      info 1176 e distorsione armonica

      Domanda un pò tecnica....

      Come mai nel progetto dell'1176 (UREI o UA reissue o clone che sia), cambia la % di distorsione armonica a seconda della lettura del VU?
      Cioè, ho verificato che, se si setta il meter in GR, la thd è di tot. se invece lo si setta per la lettura dei VU (+4 o +8 o altro a seconda del clone), il valore di thd cambia.
      Ora non ricordo bene, mi pare che principalmente, con un tono ad 1KHz, si vedono la 2 e 3 armonica modificarsi sensibilmente (qualche dB in più se la lettura è su VU).

      Chiaramente è una chiacchiera da sega mentale, dovuta forse alla atroce canicola domenicale, ma mi interessava proprio capire da cosa dipende....
      Nel caso, questo è lo schema elettrico:
      gyraf.dk/gy_pd/1176/1176sch.gif

      Mi permetto di taggare il buon @Radioman, ma ben venga se ci sono altri guru, capaci di darmi qualche chiarimento......
      Ehi che rapidità
      Hai potenziato l'antenna? :)

      Pensavo anch'io ad un'interferenza captata ma magari dal transistor che gestice il meter....Ma avevo dato la colpa ai cavi che usai all'epoca.
      Il problema me l'ero posto quando realizzai il clone, ma poi ho verificato che anche gli originali hanno la stessa caratteristica.

      Diodi o non diodi, non capisco se si tratta di una leggerezza nella progettazione, di un'esigenza o cosa....Forse solo l'1176 ha un transistor che gestisce la lettura della GR
      Insomma, altri hardware che ho avuto modo di testare, non hanno questo tipo di comportamento.


      EDIT:
      ecco sì....Q10, anch'io avevo pensato a lui (sparando un pò a muzzo)
      Appena ci metto le mani dietro, per curiosità provo a scollegare R48.
      Grazie mille!
      Giusto per la cronaca, ecco un bel articolo, dove se ne parla; l'avevo completamente ignorato:
      uaudio.com/blog/analog-obsession-1176-history/

      "The front-panel meter will indicate GR (Gain Reduction) or output level at either +4 or +8 dBm. Output metering (as opposed to GR) will introduce additional distortion."

      Già che ci siamo, mi piacerebbe sapere come vi comportate nell'interfacciamento di questa unità con unità più moderne.
      Mi riferisco al discorso dell'impedenza di 600ohm in ingresso (standard dell'epoca)...
      Qualcuno di voi ha avuto difficoltà a pilotare l'outboard connesso in ingresso?Avete magari inserito una resistenza tra il pin2 ed il pin3 dell'IN, per intefacciarvi meglio?
      E' un discorso soggettivo e dipende soprattutto dal proprio setup e dal proprio outboard.....
      Così, pour parler.....
      Argomento quelle delle impedenze non di facile ed immediata trattazione, almeno dal punto di vista tecnico.

      Io sono un utilizzatore e ti rispondo come tale, totalmente svincolato dalle considerazioni di quello che un tecnico audio può ritenere idoneo o scorretto di fronte all'oscillatore.

      Conta il risultato sonico. Ovvio, spesso e volentieri è confermato da quello grafico.

      Salvo rari casi non riscontro particolari problematiche nell'interfacciamento di impedenze old school da 600ohm con le canoniche 10k ohm odierne.
      Vi sono delle differenze soniche che non depongono a favore ne all'uno ne all'altro.
      Dipende.

      In casa urei, il paffuto 565 "Little dipper", per esempio, offre la possibilità di switchare l'impedenza d'ingresso. Sono due sonorità differenti, anche se non così distanti, essenzialmente a livello di headroom e distorsione armonica.
      Ma la cosa è variabile a seconda della catena nella quale viene inserito.

      Ho macchine che possiedono la resistenza di adattamento e macchine che non ce l'hanno.

      La mia risposta è che se tecnicamente è possibile arrivare a delle conclusioni corrette, dal punto di vista sonico si fa i conti con una giungla di variabili a seconda del contesto, tale per cui è difficile sostenere il giusto o lo sbagliato.

      In ogni caso rimane, imho, una problematica secondaria.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio

      dancok wrote:

      In casa urei, il paffuto 565 "Little dipper", per esempio, offre la possibilità di switchare l'impedenza d'ingresso. Sono due sonorità differenti, anche se non così distanti, essenzialmente a livello di headroom e distorsione armonica.


      Si è vero...Anch'io ho il 565, normalmente settato a 10Kohm.
      L'headroom però dovrebbe essere relativo allo switch "input level", anche perchè se non dico una cazzata, il livello nominale è a +4dBu e modificando lo switch a 0dB o -20dB cambiano i dBm accettati dall'unità.
      Non ricordo se cambiando l'impedenza c'è una variazione sostanziale del livello.....

      Peccato che anche l'1176 non abbia il selettore....ma forse, e dico forse, è perchè c'è il tpad interno a 600ohm che deve dare la giusta tensione al trasformatore d'ingresso proprietario (clone dell'originale UTC-O12).
      Infatti quando il tpad è uscito provvisoriamente di produzione, per un pò la reissue dell'1176 ha avuto una modifica sul tipo di trasformatore, per ovviare alla mancanza dell'attenuatore.
      Non ricordo se cambiando l'impedenza c'è una variazione sostanziale del livello.....​

      A rigore non dovrebbe se non in misura minimale. L'impedenza rappresenta la capacità di erogazione dell'apparecchio o il carico che esso offre alla sorgente ma non influisce sul segnale a meno di disadattamenti della medesima.