Golden Age, Pareri e consigli.

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Golden Age, Pareri e consigli.

      Buongiorno, Stavo guardicchiando sul web i prodotti golden age. e mi chiedevo effettiamente come sono perchè trovo (magari sbaglio) che sia uno di quei marchi che spacca in 2 le platee.

      Visti spesso in giro ma nemmeno così tanto perciò vorrei capire la vostra esperienza su questo marchio e quali setttori (mic/pre/comp ecc.) o prodotti specifici consigliate o sconsigliate.
      Ciao,
      da molto tempo i prodotti Golden Age mi stuzzicano la curiosità e non mi dispiacerebbe acquistare qualcosa.

      Dal poco che ho visto su internet, andando prevalentemente a cercare immagini della costruzione interna dei vari dispositivi, posso dire che appaiono ben fatti rispetto ad altra "robetta" cinese spacciata per grandi marchi; io ad esempio ho avuto una pessima esperienza con il presonus Studio Channel.

      Quello che più mi lascia perplesso nei prodotti Golden Age è una cosa tutt'altro che trascurabile: l'alimentazione.

      Non digerisco sinceramente un preamp del costo di quelli da loro proposti che si alimentano con il classico trasformatore da "presa a muro" sicuramente sottodimensionato.

      Mi piacerebbe quindi prendere qualcosa da loro e rivederne in maniera radicale l'alimentazione, a quel punto potremmo fare qualche test come si deve.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.

      mirco_band wrote:

      Non digerisco sinceramente un preamp del costo di quelli da loro proposti che si alimentano con il classico trasformatore da "presa a muro" sicuramente sottodimensionato.


      Non conosco i prodotti di cui state parlando, ma il fatto che un "coso" abbia l'alimentatore esterno non per forza è segno di inaffidabilità o di scarsa qualità, anzi... probabilmente ci sono anche meno interferenze oltre che meno calore da dissipare nel... coso! :D
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Il discorso è che molto spesso questi prodotti hanno un'alimentazione sottodimensionata, ovvero: trasformatori tirati al limite e soprattutto la parte di stabilizzazione e filtraggio che risulta carente.

      Questo fa in modo che la restante parte del circuito sia alimentata da una tensione non perfettamente continua e stabile e a volte contenente disturbi provenienti dalla rete elettrica o anche semplicemente una % di 50 Hz di rete (ripple) non completamente rimossa dallo stadio di raddrizzamento e filtraggio.

      Questo in sè non pregiudica il funzionamento dell'apparecchio, ma, se vogliamo ragionare da "puristi" dell'audio, tutto ciò va ad abbassare anche solo in piccola parte la qualità sonora, e questo è un peccato perchè spesso, bastano pochi euro in più spesi nella parte alimentazione, per fare la differenza nella resa sonora.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.

      saglio wrote:

      A me la curiosità la stuzzica piu che altro il prezzo, ho sentito parlar bene del clone del' la3a e non ha costi esagerati..anzi.


      Io ho il COMP-3a (il clone LA-3A) da circa 2 anni e quello che posso dire, a mio modesto avviso, è che per quello che costa è una macchina di cui sono molto soddisfatto.
      Ho poca esperienza con hardware "di razza" e ho utilizzato LA-3A l'originale sporadicamente in passato quindi non saprei fare un paragone, ma "a memoria" l'UA me lo ricordo un po' meno "colorato" e con un po' di "pacca" in più rispetto al GAP.
      Per il resto, io lo uso prevalentemente in tracking su voci e basso elettrico e mi piace molto come si comporta.