Scelta microfono da studio Voce Acuta e potente

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Hai fatto bene ad intrometterti @sirAracs
      Grazie del tuo parere :)

      sto valutando che non mi va di prenderlo usato però, è per le mie tasche per ora il Rode NT2-A costa troppo e sto quindi valutando l' NT1-A che era la mia prima scelta. Non sento in questo le sfaccettature del 2, anzi mi sembra più piatto... Però non è niente male e penso che renda bene sulla mia voce... Sapete dirmi qualcosa di questo Mic con le voci come la mia?
      Grazie a tutti per la pazienza :)
      ♫ (¯`·.¸ ★ Alexhandra ★¸.·´¯) ★ ♫
      www.soundcloud.com/alexhandra

      Ciao,
      come accennato questi microfoni tendono ad avere una sorta di eq a sorriso quindi un pó accentuati sugli estremi di banda. Da quello che ricordo l'NT1A meno del 2A.

      Sono microfoni come detto che cambiano carattere in base all'accoppiata con il pre, quindi con i tuoi pre non aspettarti un suono "caldo e morbido" potrà tendere ad essere più "tagliente" forse su una voce femminile ancora di più. .. Si dovrà sicuramente poi "ammorbidire" un pó il suono durante il mix equalizzando. Come detto se poi ci accoppi un pre di livello il mic cambia
      carattere ed allora inizia a diventare veramente interessante. In questo senso è una scelta inteligente

      In gnereale questo tipo di mic non sarebbe la mia prima scelta per voci femminili, ma ovviamente se il budget non ti permette altro sei un pò legata.

      ovviamente è solo un mio parere

      :) :) :)
      ...si chiama Mix e non Fix
      Ciao
      ti posso confermare che il Rode NT-1a è un microfono di per sè abbastanza "sottile" ovvero già ampiamente enfatizzato in alto.
      Se la tua voce come dici è già brillante di suo rischi di avere un suono aspro, tagliente.

      Vado un po controcorrente rispetto a chi mi ha preceduto, ma io non disdegnerei di provare un buon microfono dinamico, a volte anche in registrazione si ottengono risultati inaspettati... e se la tua stanza non è trattata ti darebbe sicuramente meno grattacapi.

      La cosa migliore sarebbe avere l'opportunità di fare qualche prova, magari chiedendo un mic in prestito a qualche amico/conoscente.

      Io nel tuo caso proverei un normalissimo SM58, costo attorno ai 100 euro, son convinto che potresti trovarti bene.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      Ciao Classic
      l'unica cosa che mi preoccupa un po è che il mic a nastro è un microfono abbastanza delicato e richiede una preamplificazione di un certo livello, cosa che invece la nostra amica al momento non possiede.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      Grazie , grazie a tutti ancora delle risposte!
      Allora :)
      @mirco_band ho due microfoni dinamici: uno shure sm86 che prediligo per registrare, ma purtroppo ha dei problemi, perciò volevo sostituirlo, e uno shure beta58A, che per registrare è pessimo. Ecco il perchè cercavo un mic da studio decente, e non dinamico. Ne ho già provati e non mi piacciono, a differenza di quelli da studio.
      Ascoltando e cercando in internet, avevo intuito che il Rode per voci femminili non fosse molto adatto, ma fosse meglio per voci maschili.
      In effetti dovrei avere l'opportunità di provarlo con i miei strumenti. O almeno provarlo al negozio. Spero di potere.

      @classic Non conosco quel mic, lo cerco...
      una conoscente mi ha detto che ha un Proel, e dal video credo che sia un LDV570. Lei ha una voce squillante e piuttosto potente come la mia, però un po' nasale e non mi piace molto come suona.. non capisco bene se dipende dalla nasalità, che potrebbe correggere con la tecnica, o se è proprio il suono del mic che non mi piace, perchè nei medio bassi, mi piace molto come suona. Avete mai sentito di questo mic?

      ho letto che in genere le voci femminili scelgono Behringer, o neumann se non erro. Però, la mia scelta di orientava sul Rode anche per un motivo:
      nella mia ignoranza, mi chiedevo se microfoni come behringer che mi pare siano più taglienti, non siano peggio poi in realtà, per me.
      Io vorrei un microfono che rimanesse piuttosto fedele al mio timbro, e magari smorzasse un po' gli acuti.. enfatizzando i bassi, che mi dicono tutti belli, e rendesse al meglio i medi, che altrettanto sembrano belli.
      Se mi ritrovo in una stanza a cantare senza mic e mi ascolto, non trovo che i miei acuti siano così terribili :P
      anzi, essendo un soprano lirico leggero, sono piuttosto rotondi, ma quando poi registro, sento qualche frequenza acuta di troppo... ecco perchè mi orientavo sul rode.. oltre al fatto che mi piace... ma c'è anche da dire che il sito Thomann, ha dei demo fatti da una voce nera... quindi fa testo fino ad un certo punto...
      ma insomma, se mi dite che il Rode enfatizza gli acuti.. sono punto e a capo...

      Il mio timbro è simile a quello dell'Aguilera, con sfumature simili a quello di Jessica Simpson credo, e altre sfumature simili a quello di Mariah. Credo eh. Ma magari somiglia ad altre cantanti che non conosco. Quindi insomma... su che cosa potrei orientarmi per valorizzare la mia voce al meglio?

      ultima cosa: l'attrezzatura che ho, che non è il massimo, non l'avrò in eterno, la cambierò, quindi prendere un mic da poco poco, che magari va bene con queste cose, ma poi va male quando "mi evolverò" credo sia una stupidaggine. Meglio un buon mic che mi rimane senza spendere una follia (i 185E del rode mi andavano anche bene, mi sembrava un buon compromesso tra qualità e prezzo) che va bene con ciò che ho attualmente, ma che poi andrà meglio quando prenderò attrezzature più adeguate.

      Questo è quanto :)
      ♫ (¯`·.¸ ★ Alexhandra ★¸.·´¯) ★ ♫
      www.soundcloud.com/alexhandra

      comunque Alexhandra fai benissimo a organizzarti per registrare la tua voce a casa però... però tieni presente le altre 2 alternative che ti consentirebbero tra l'altro di andare più "a colpo sicuro" nella tua scelta:
      1) "approfittare" di amici o appassionati nella tua zona che potrebbero ad esempio farti registrare una prima volta con la loro strumentazione in modo che vedi i risultato dei microfono, poi magari potrebbero anche nascere collaborazioni... io del forum che abita a Rimini conosco solo @bronzon ma ci saranno anche altre persone
      2) pagando una cifra normalmente contenuta puoi andare in uno studio e registrare con microfoni professionali (Neumann & Co) sempre per valutare i risultati con la tua voce e vedere se magari ti conviene risparmiare qualcosa e prendere un mic che sia già abbastanza "definitivo" (a volte sull'usato si trovano buone occasioni)
      buone registrazioni ;)
      @classic ho cercato il mic che mi dici, ma non trovo nulla che mi faccia sentire come registra una voce femminile. ad ogni modo.. costa veramente troppo :D
      Purtroppo ho solo una persona che conosco qui, che ha uno studio di registrazione e gli ho appena chiesto che mic ha nel suo studio.

      @bronzon che fa? posso contattarlo per chiedergli che mic da studio ha..? non ho capito.
      Lo so che osso andare a pagare degli studi di registrazione, ma non voglio perchè non posso. Preferisco investire una piccola cifra e avere delle registrazioni decenti a casa mia che posso fare quando voglio, anche perchè canto spesso, studio, per cui non mi sembra il caso di spendere per andare in uno studio di registrazione. :) E poi anche se Provassi un Neumann e mi piacesse, non potrei cmq comprarlo.. ;( meglio non provarlo proprio per ora ahahahaahahahah :D
      ♫ (¯`·.¸ ★ Alexhandra ★¸.·´¯) ★ ♫
      www.soundcloud.com/alexhandra

      Ciao Alexhandra,
      lo Shure SM86 è un gran bel microfono, ma non è dinamico, è a condensatore. Ci credo che ti trovi bene per le registrazioni, è un mic più che valido.

      Dici che ti da problemi? quale tipo di problemi hai notato? Magari si risolvono semplicemente.

      Per quanto riguarda il Beta 58A mi appare strano che ti trovi così male... spero tu non sia incappata in un clone, un fake... perchè allora mi spiegherei il fatto che suoni male.

      Riesci a descrivermi cosa veramente non ti piace del Beta 58A che possiedi?

      Infine... tu chiedi una serie di sfumature...

      cit. "Io vorrei un microfono che rimanesse piuttosto fedele al mio timbro, e magari smorzasse un po' gli acuti.. enfatizzando i bassi, che mi dicono tutti belli, e rendesse al meglio i medi, che altrettanto sembrano belli."

      che messe tutte insieme sono davvero il compendio di catene audio Microfono + preamp + convertitori che sono appannaggio di studi di un certo livello.

      Non ultimo i risultati migliori si ottengono registrando in un ambiente trattato... non hai idea di quanto in certi casi la qualità sia dettata più da una registrazione fatta in un ambiente giusto, piuttosto che con mic e pre di livello.

      Infine, per fare un po di chiarezza...
      i prodotti tipo Behringer, Proel e affini sono prodotti entry level, quanto di più economico ci sia...pertanto non ti puoi aspettare miracoli.

      Appena sopra si posizionano i prodotti come Rode, SE Electronics, Audio Technica; per poi passare alle fasce professionali Neumann, Gefell, Telefunken, Brauner...

      Sostanzialmente possiamo dire che i mic da studio sono divisi su tre/quattro fasce...

      sotto i 150 euro... super economico... con risultati proporzionati al costo

      dai 150 agli 800 euro mic prosumer, di fascia home/professionale, con qualità decente e proporzionata al prezzo pagato.

      da 800 a 2000 euro microfoni professionali, alta qualità e prezzo importante

      oltre i 2000 euro, mic esoterici... super nel suono e nel prezzo.

      Considera infine che più si sale di fascia più il solo mic non basta a darti risultati, quindi un microfono da 2000 euro, per esempio, richiede per dare quello di cui è capace, un preamp, un convertitore e un ambiente di registrazione di pari livello.

      Altrimenti meglio accontentarsi del mic di fascia media 500/600 euro in home studio sono una scelta di qualità coerente secondo me.

      Andare oltre se non pensi anche a tutto il contorno, ha poco senso.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      Bronzon (Mauro) è un cantautore molto noto qui sul forum, ha fatto 3 CD autoprodotti ma di buona qualità. Ultimamente frequenta meno il forum anche perchè si è impegnato nella costruzione di cajon. Se cerchi cajon rock dovresti trovarlo, è sempre stato molto gentile e visto che abitate nella stessa città magari gli avanza una mezzoretta per darti qualche consiglio, provare mon costa nulla ;)
      Si ma... Alexhandra hai un minimo di infarinatura di come si registra?

      Perchè col mic, un mixerino e due cuffie non è che bastino...
      "qualsiasi cosa tu faccia...falla con stile" by F. Mercury

      It's not about the equipment, but about what you do with it.

      Alexhandra wrote:

      ultima cosa: l'attrezzatura che ho, che non è il massimo, non l'avrò in eterno, la cambierò


      se posso, aspetterei di fare un salto di qualità più netto invece di spendere 2spicci per dei condensatori del genere.

      Personalmente, ritengo che la take fatta con lo Shure sia nettamente superiore dell'altra...che invece risulta 'finta', sterile e troppo brillante.Suona già così male da notebook, figuriamoci in studio, con ascolti e acustica decenti.
      L'SM58 è un gran microfono...solido, robusto e di qualità.
      Inoltre un dinamico perdona molto, se registri in ambienti non trattati acusticamente, mentre con i mic a condensatore, dovrai fare i conti con un bel pò di schifezze che la stanza ci butta dentro.

      Se ti piace l'SM86, perchè non lo fai sistemare?

      Quoto comunque Menestrello...per sfruttare al meglio quello che già hai a disposizione, è necessario avere un pò di competenze tecniche per ottimizzare il tutto....il posizionamento del mic, la distanza tra la bocca e la capsula, i livelli operativi...sembrano sciocchezze ma fanno la differenza tra una take di buon livello ed una di pessimo livello.
      Eccomi.. allora..

      mirco_band wrote:

      Ciao Alexhandra,
      lo Shure SM86 è un gran bel microfono, ma non è dinamico, è a condensatore. Ci credo che ti trovi bene per le registrazioni, è un mic più che valido.

      Dici che ti da problemi? quale tipo di problemi hai notato? Magari si risolvono semplicemente.

      @mirco_band C'è qualcosa che si muove nell'asta del mic. Non so quale sia il problema, ma una volta attaccato al suo cavo, specie se tenuto in mano, fa dei rumori "bzzbzzzbzzchhhrccccchh".... :D ;(
      Se lo tengo all'asta fermo non fa tutto sto casino, ma rimane il fatto che comunque per registrare va bene fino ad un certo punto. Non so spiegarti, ma so che non va bene. Ma lo capisco anche perchè ho sentito la differenza con un mic da studio. E mi è venuto in mente che molto tempo fa mi era stato prestato un Apex, mi pare si chiamasse così. Mi è sembrato molto buono, ma il suono negli acuti andava facilmente in saturazione. ("Addicted to you" che ho postato, l'ho registrato con quello)

      mirco_band wrote:


      Per quanto riguarda il Beta 58A mi appare strano che ti trovi così male... spero tu non sia incappata in un clone, un fake... perchè allora mi spiegherei il fatto che suoni male.

      Non credo perchè l'ho preso in un negozio di musica serio.. al Music In di San Marino. MI trovo male per registrare, ma live mi sembra che vada molto bene, e gli acuti li smorza, ma non troppo.

      mirco_band wrote:


      Riesci a descrivermi cosa veramente non ti piace del Beta 58A che possiedi?

      Sento il suono ovattato, ed è una cosa che odio..

      mirco_band wrote:


      Infine... tu chiedi una serie di sfumature...

      cit. "Io vorrei un microfono che rimanesse piuttosto fedele al mio timbro, e magari smorzasse un po' gli acuti.. enfatizzando i bassi, che mi dicono tutti belli, e rendesse al meglio i medi, che altrettanto sembrano belli."

      che messe tutte insieme sono davvero il compendio di catene audio Microfono + preamp + convertitori che sono appannaggio di studi di un certo livello.

      Non ultimo i risultati migliori si ottengono registrando in un ambiente trattato... non hai idea di quanto in certi casi la qualità sia dettata più da una registrazione fatta in un ambiente giusto, piuttosto che con mic e pre di livello.

      Nono, so benissimo che l'ambiente circostante è la base :D
      Il mio ambiente non è insonorizzato, e purtroppo a casa mia ho i muri di carta.. si sente tutto da una casa all'altra :D
      Però ho molti mobili e la mia stanza è piccola.. quindi.. un minimo di insonorizzazione forse la fa! anche se non è la stessa cosa! ahahahahaha :D
      Vabbuò, ho capito. Quando mi prenderò il mic, dovrò prendermi anche una scheda audio, temo.

      mirco_band wrote:


      Infine, per fare un po di chiarezza...
      i prodotti tipo Behringer, Proel e affini sono prodotti entry level, quanto di più economico ci sia...pertanto non ti puoi aspettare miracoli.

      Appena sopra si posizionano i prodotti come Rode, SE Electronics, Audio Technica; per poi passare alle fasce professionali Neumann, Gefell, Telefunken, Brauner...

      Sostanzialmente possiamo dire che i mic da studio sono divisi su tre/quattro fasce...

      sotto i 150 euro... super economico... con risultati proporzionati al costo

      dai 150 agli 800 euro mic prosumer, di fascia home/professionale, con qualità decente e proporzionata al prezzo pagato.

      da 800 a 2000 euro microfoni professionali, alta qualità e prezzo importante

      oltre i 2000 euro, mic esoterici... super nel suono e nel prezzo.

      Considera infine che più si sale di fascia più il solo mic non basta a darti risultati, quindi un microfono da 2000 euro, per esempio, richiede per dare quello di cui è capace, un preamp, un convertitore e un ambiente di registrazione di pari livello.

      Altrimenti meglio accontentarsi del mic di fascia media 500/600 euro in home studio sono una scelta di qualità coerente secondo me.

      Andare oltre se non pensi anche a tutto il contorno, ha poco senso.

      Sì, ne sono consapevole.
      Infatti, per quello che è il mio ambiente, e la mia strumentazione, non volevo andare a prendere un microfono oltre i 200 E se non meno...
      Mi basta un suono decente e pulito.. e so che non posso avere di meglio.. purtroppo o per fortuna ho un orecchio molto fine :D ma non ho i soldi per farmi uno studio come si deve, per ora.
      Quindi mi accontenterò di un mic sopra i 150 E con una buona scheda audio.. Immagino che il mic che prenderò dovrà anche essere abbinato alla scheda audio giusta... o sbaglio?

      classic wrote:

      Bronzon (Mauro) è un cantautore molto noto qui sul forum, ha fatto 3 CD autoprodotti ma di buona qualità. Ultimamente frequenta meno il forum anche perchè si è impegnato nella costruzione di cajon. Se cerchi cajon rock dovresti trovarlo, è sempre stato molto gentile e visto che abitate nella stessa città magari gli avanza una mezzoretta per darti qualche consiglio, provare mon costa nulla ;)

      @classic ok, grazie, gli manderò un messaggio :)

      menestrello wrote:

      Si ma... Alexhandra hai un minimo di infarinatura di come si registra? Perchè col mic, un mixerino e due cuffie non è che bastino...

      @menestrello non è la prima volta che registro, e sono stata in diversi studio di registrazione, anche professionali. Il punto è che sto cercando di capire quale è il giusto compromesso tra qualità decente, le mie orecchie puntigliose, e i soldi che ho in tasca..

      Gobert4 wrote:

      Alexhandra wrote:

      ultima cosa: l'attrezzatura che ho, che non è il massimo, non l'avrò in eterno, la cambierò
      se posso, aspetterei di fare un salto di qualità più netto invece di spendere 2spicci per dei condensatori del genere.Personalmente, ritengo che la take fatta con lo Shure sia nettamente superiore dell'altra...che invece risulta 'finta', sterile e troppo brillante.

      @Gobert4 Allora.. "A change is gonna come" l'ho registrata con lo shure beta58A, e "addicted to you" l'ho registrata con un apex qualcosa.. non ricordo, mic da studio.
      Davvero hai quest'impressione?? 8|
      Boh, sembrerà anche finta, però il suono è più pulito.. e non ovattato come con lo shure.. personalmente lo preferisco.

      Gobert4 wrote:


      Suona già così male da notebook, figuriamoci in studio, con ascolti e acustica decenti.L'SM58 è un gran microfono...solido, robusto e di qualità.Inoltre un dinamico perdona molto, se registri in ambienti non trattati acusticamente, mentre con i mic a condensatore, dovrai fare i conti con un bel pò di schifezze che la stanza ci butta dentro.Se ti piace l'SM86, perchè non lo fai sistemare?

      Perchè non so quanto ne vale la pena dal momento che preferisco spendere i soldi per un mic da studio che non mi dia quell'effetto ovattato che odio... Quando ho registrato con quell'Apex, non mi pare che ci avesse buttato dentro chissà che cosa di schifezze.. tutto sommato avevo un suono pulito ed ero piuttosto soddisfatta...

      Gobert4 wrote:


      Quoto comunque Menestrello...per sfruttare al meglio quello che già hai a disposizione, è necessario avere un pò di competenze tecniche per ottimizzare il tutto....il posizionamento del mic, la distanza tra la bocca e la capsula, i livelli operativi...sembrano sciocchezze ma fanno la differenza tra una take di buon livello ed una di pessimo livello.

      Sì, lo so. Ma ripeto, attualmente devo fare con ciò che ho, spendendo il minimo indispensabile. Per cui, se comprare un mic da studio di buon livello tra i 150 e 200 E mi può dare un suono pulito, per me è già abbastanza, dato che non posso permettermi altro per ora... amenochè non mi caschi dal cielo..

      Questo è quanto :)
      Perciò intanto devo capire quale mic mi piace e va meglio per le mie caratteristiche vocali, poi pensare ad una eventuale scheda audio... poi nel tempo farò di conseguenza tutto ciò che serve per avere un suono sempre più pulito e decente :) Grazie a tutti per la pazienza e i consigli. :)
      ♫ (¯`·.¸ ★ Alexhandra ★¸.·´¯) ★ ♫
      www.soundcloud.com/alexhandra

      Post was edited 1 time, last by “Alexhandra” ().

      Dimenticavo: attualmente sto registrando una cover con lo Shure Sm86.
      Magari la posto in una sezione sul mixaggio, così mi dite come trovate la qualità della registrazione, e posso avere anche consigli sul mix?
      Ditemi voi dove..

      EDIT_ non posso inviare messaggi a @bronzon : mi dice che ha raggiunto il limite massimo di discussioni a cui partecipare e non mi fa inviare..
      ♫ (¯`·.¸ ★ Alexhandra ★¸.·´¯) ★ ♫
      www.soundcloud.com/alexhandra

      Post was edited 1 time, last by “Alexhandra” ().

      Dai vedo che sei determinata e riuscirai a organizzarti al meglio :) ti consiglio solo di non avere fretta e scegliere con calma
      Oltre agli studi di registrazione mi viene in mente che alcuni negozi ben organizzati possono farti fare anche delle prove... li ad esempio a San Marino c'è lo SMAP... magari con una bella fanciulla i commessi sono pure più disponibili ;)
      alessandra, devi educare i tuoi ascolti.

      una voce acuta come la tua, tendente allo stridulo e con una componente nasale importante richiede un microfono che ne esalti la parte bassa e non certo uno che vada a zanzarare sull'estremo di gamma.

      quindi il rode nt1/a è probabilmente il microfono meno adatto alla tua voce.

      quasi sempre le versioni multipattern hanno una risposta più piena sui bassi ed un maggiore dettaglio in alto, quindi sotto questo punto di vista il rode NT2/a è migliore dell'NT1/a così come l'AT4050 è migliore dell'AT4040. probabilente oltre alla costruzione meccanica più robusta (tutto il complessivo deve essere dimensionato per reggere e gestire due membrane invece che una) penso che la seconda membrana nel caso di utilizzo in modalità cardioide porti comunque un beneficio sonoro proprio nel range mediobasso. tra un NT2/a usato poco ed un NT1/A nuovo opterei sicuramente per il primo. resto comunque del parere che nessuno dei due sia adatto alla tua voce. di AT2020 poi nemmeno a parlarne! non è un thrue condenser ma un electret con membrana di medio diametro, un incubo con la tua voce. per me dovresti avere un po' più di pazienza e mettere da parte qualche decina di euro in più per prendere un microfono più lineare e di qualità superiore ai due rode come ad esempio l' AT4040. se ne vedono passare tra i 200 ed i 250 euro. è un microfono con un suono Hifi che potrai in seguito caratterizzare con un preamplificatore adeguato. fai sistemare il tuo beta86, avrà qualche falso contatto.

      P.S. gli oktava, sebbene non li abbia mai utilizzati dai demo online mi sembrano un po' troppo chiusi per i tuoi gusti, magari tra qualche anno riuscirai ad apprezzarli ma adesso ti farebbero un effetto simile a quello che hai con il beta58 che chiuso non è ma che invece è proprio enfatizzato nel range in cui la tua voce diventa più pungente.
      Lo so @Alexhandra che preferisci acquistare un modello nuovo ma se le possibilità economiche sono tiranne l'acquisto di un usato è la sola possibilità per avere una qualità migliore (che poi alla fine è quello che conta) io stesso ho acquistato usati 3 dei miei 5 mics e l'unica avvertenza è quella di poterli provare per bene dal vivo, normalmente se ci sono problemi sono piuttosto evidenti... meglio poi se è una persona frequentatore dei forum dove più o meno ci si conosce...
      OT che piacere rileggerti @serpava ;)