Microfono dinamico da studio SM7B oppure EV RE20 ??

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Microfono dinamico da studio SM7B oppure EV RE20 ??

      Ciao a tutti,
      finalmente dopo lunga attesa per racimolare il budget necessario, mi trovo nella possibilità di acquistare un microfono dinamico per il recording in studio.
      Ho deciso di acquistare un dinamico perchè sulle voci, in particolare quella femminile, mi piace un suono più rotondo che non sempre riesco ad ottenere con i vari mic a condensatore che possiedo.

      Ho pensato quindi, anche e soprattutto per curiosità, di orientarmi sullo SHURE SM7B del quale ho sempre sentito parlare un gran bene.

      Nel frattempo ho visto anche che molti utilizzano in situazioni analoghe l'ElectroVoice RE 20, che con un piccolo sforzo in più potrebbe essere acquistato al posto del SM7B.

      Qualcuno ha esperienza con questi due mic? Sapete darmi qualche impressione?

      Preciso anche che qualunque sarà la scelta, i microfoni indicati potranno lavorare con due preamp: ISA ONE (solid state) e TL-AUDIO 5051 (solid state+tube).

      Cosa potete dirmi?
      Grazie ;)
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      Sono curioso anch'io di sentire pareri se qualcuno è riuscito a fare un confronto diretto... dal poco che so e che ho sentiro l'RE20 dovrebbe essere un po' più chiaro con un top-end leggermente enfatizzato rispetto all' SM7B. Mai fatto un confronto però.
      Un tantino fuori budget però...
      Quali caratteristiche puoi indicarmi che farebbero al caso mio?


      Puoi trovare decine di discussioni nei vari forum che trattano nello specifico il 441.
      Made in Germany senza compromessi.
      Desert island mic
      Personalmente lo trovo bello su tutto, voce, strumenti acustici, percussioni, snare, ampli, ottoni, etc.
      E molto naturale.
      Bello crisp e definito sulle alte e molto pieno e organico sulle basse: caratteristiche non comuni a tutti i dinamici. Transienti morbidi e mai harsh.
      Avendo molta impedenza perchè si esprima al meglio e per mantenere il
      noise floor a livelli accettabili necessita di un bel pre trasformer che abbia molto gain
      e sia piuttosto silenzioso.
      Mai provato l'Sm7b mentre mi è piaciuto molto il Re20 che ho usato in svariate occasioni.
      Peró sceglierei l'Md441
      Devo dire che mi ricordavo una differenza di prezzo tra il 7b e il 441 meno accentuata. Forse in budget l'alternativa
      piu naturale all'Sm7b è il Re20.
      Ci metterei anche un M160 Beyerdynamic e il mitico 421
      Ciao
      Premi Indovina

      Il mezzo giustifica il fine

      Il messaggio è stato modificata 7 volte, ultima modifica da “loyuit” ().

      RE: Microfono dinamico da studio SM7B oppure EV RE20 ??

      mirco_band ha scritto:

      Ciao a tutti,
      finalmente dopo lunga attesa per racimolare il budget necessario, mi trovo nella possibilità di acquistare un microfono dinamico per il recording in studio.
      Ho deciso di acquistare un dinamico perchè sulle voci, in particolare quella femminile, mi piace un suono più rotondo che non sempre riesco ad ottenere con i vari mic a condensatore che possiedo.

      Ho pensato quindi, anche e soprattutto per curiosità, di orientarmi sullo SHURE SM7B del quale ho sempre sentito parlare un gran bene.

      Nel frattempo ho visto anche che molti utilizzano in situazioni analoghe l'ElectroVoice RE 20, che con un piccolo sforzo in più potrebbe essere acquistato al posto del SM7B.

      Qualcuno ha esperienza con questi due mic? Sapete darmi qualche impressione?

      Preciso anche che qualunque sarà la scelta, i microfoni indicati potranno lavorare con due preamp: ISA ONE (solid state) e TL-AUDIO 5051 (solid state+tube).

      Cosa potete dirmi?
      Grazie ;)
      Sono gli stessi 2 mic che sto adocchiando anch'io... dai test su YT (per quello che possano valere) nel mio caso sono più orientato sul RE20, lo shure mi sembra più adatto per il rock spinto... però è solo una impressione senza averli mai provati...

      Inviato dal mio GT-I9515 utilizzando Tapatalk
      Importante la caratteristica dell're20 di come gestisce l'effetto di prossimita.
      Ad esempio invece avete mai provato il 441 in sala prove? Prima di andare in larsen devi tirarci dei volumi folli nella spia, senza contare anche come è esente da rumori di maneggiamento.
      Sicuramente tra i 3 mic è anche quello che più mi porterei in live.
      È importante questa cosa? Magari no ma dovendo registrare una session live con pa aperto 441 tutta la vita dopo i riscontri che ho avuto, stessa situazione in cui invece l'sm7 non mi è piaciuto x niente e ho preferito 58 e 57.
      L'ev mi ispira molto ma che prezzo...un mio amico batterista ha registrato con una batteria microfonata con re20 su rullo e fusti, suonava davvero molto naturale, gran microfono. Sm7 ha un bel caratterino e sul pop moderno (pop in senso ampio) non sbagli quasi mai, ci va solo un pre che lo svegli un po e che abbia un po di gain da offrire che questo mic ne richiede parecchio. Non ho avuto purtroppo ancora esperienza diretta con l're20
      Grazie a tutti per gli interventi...
      Se prima avevo due alternative, adesso ne ho un bel pò.

      A questo punto ci ragiono un pochino.

      In ogni caso quello che cerco è un bel suono rotondo, senza troppa enfasi sulle alte, per quelle ho più di un condensatore, sia a diaframma largo come TLM 102; custom valvolare, Rode NT2a e AKG 400 (questi ultimi in vendita) che a diaframma stretto come SE-1 matched pair e Superlux S125 che nonostante il marchio è un bell'oggetto.

      I preamp come ho detto sono TL-audio 5051 valvolare + solid state e Focusrite ISA ONE.

      Con un po di fortuna sto pensando di aggiungere anche un nuovo preamp, ma al momento devo valutare opportunità e budget.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.
      ho avuto l're20 per un anno... ottimo microfono,mi è piaciuto sulle voci femminili,ma quando ho preso l'u89 ho deciso di venderlo,perché non lo avrei più usato. l'ho accoppiato con un heritage 73 e un true system p8i... con entrambi mi è piaciuto,ma con il 73 aveva un po di "birra" in più...
      l'importante è l'idea e soprattutto osare...
      @classic
      mi fa piacere che tu stia valutando la stessa coppia di microfoni.
      Io sto leggendo alcuni 3d in rete e da quel che leggo pare che l'RE20 sia apprezzato per le sue caratteristiche di microfono dinamico che si avvicina al tempo stesso al top end di un condensatore.

      A dire il vero però, non è quello che cerco, di condensatori ne ho a sufficienza e comunque, se cercassi li suono di un condensatore, andrei su un condensatore, eventualmente di categoria superiore a quelli che già possiedo.

      In questo momento invece voglio un mic più rotondo, anche in qualche modo "meno pulito" di un condensatore, e per quanto mi pare di leggere, l'SM7b è quel microfono.

      Quindi, l'RE20 è un microfono ottimo per la registrazione di strumenti, utilizzabile anche sulle voci, ma in pochi casi risulta essere la prima scelta.

      Per un certo tipo di suono invece, l'SM7b sulle voci è spesso la scelta numero uno, quindi, per le mie esigenze direi che la scelta sia per caratteristiche che per budget si sta orientando sull'SM7b.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.