Microfoni flat-response e frequenze

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      The clown 2.0 ha scritto:



      ...

      Ti inviterei a startene zitto perche' continui a blaterare di cose che confondono le persone.

      Non faccio il gestore di forum, quindi a me, tutto va bene.


      Non è carino usare espressioni come le tue. Possono facilmente degenerare in offese personali (io non uso uno pseudonimo). Ti potrei tuttavia consigliare un forum musicale dove troveresti altri che condividono i tuoi atteggiamenti...
      se vendete il database mi incazzo.
      Va bene, io ci investirei anche ma per il momento il budget è quello che è. Magari più avanti riuscirò a raccimolare abbastanza per quel che mi serve per una produzione più dedita e mirata al professionale. Per fortuna che questi discorsi stanno saltando fuori. Queste considerazioni sono importanti per me, non le prendo come critiche. Allora passo al piano B, cioè fare delle "live performances" in modo da mettermi in mostra su YouTube. Almeno questo credo sia fattibile. Vedo cani e porci che lo fanno.

      Insieme alla Audient id14 ci sono i corsi premium in regalo + cubase le9. Mi farò bastare questo per il momento. Il dubbio sui microfoni però è al quanto presente.

      Chiarisco: l' intenzione sarebbe acquistare qualcosa di passabile ora, per comprare più avanti qualcosa di più professionale. Certo voglio autoprodurmi, però ho appena speso 600 euro di configurazione e mi è andata ESTREMAMENTE bene. Per il momento valutavo ed ho chiesto a voi, ma visto che la possibilità è abbastanza distante. Allora preferisco prendere qualcosa per fare pratica e fare bella figura intanto che ricomincio.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Warmuser” ().

      DBarbarulo ha scritto:

      The clown 2.0 ha scritto:



      ...

      Ti inviterei a startene zitto perche' continui a blaterare di cose che confondono le persone.

      Non faccio il gestore di forum, quindi a me, tutto va bene.


      Non è carino usare espressioni come le tue. Possono facilmente degenerare in offese personali (io non uso uno pseudonimo). Ti potrei tuttavia consigliare un forum musicale dove troveresti altri che condividono i tuoi atteggiamenti...


      Ti invito, mi invito, ci invitiamo a smorzare i nostri toni e lasciare le nostre beghe personali ad altri lidi.

      Il 3ad starter voleva registrare il suo pezzo alla grande.

      Che consigli?
      Cmq farò un salto in casa discografica prossimamente, però ho troppa carne al fuoco. Non me la cavo con i prezzi attuali. L' avevo premesso. Anche facendo una selezione non risolvo granché. Ci sono tanti brani validi che intendo realizzare. Ecco perché voglio farmi notare.
      Logicamente avere una strumentazione professionale può fare la differenza, questa spesa non la considero come uno spreco di soldi. Bensì come una porta aperta!

      Che altro dire, pazienterò. Ma i brani su YouTube ve li dovete sorbire. Promesso! :D

      Questo posto:


      Warmuser ha scritto:

      Cmq farò un salto in casa discografica prossimamente, però ho troppa carne al fuoco. Non me la cavo con i prezzi attuali. L' avevo premesso. Anche facendo una selezione non risolvo granché. Ci sono tanti brani validi che intendo realizzare. Ecco perché voglio farmi notare.
      Logicamente avere una strumentazione professionale può fare la differenza, questa spesa non la considero come uno spreco di soldi. Bensì come una porta aperta!

      Che altro dire, pazienterò. Ma i brani su YouTube ve li dovete sorbire. Promesso! :D



      Io posso solo consigliarti di fare esperienza che è sempre una cosa buona. Anche se acchiappi i pali è una cosa buona. Da vecchia bagascia ti dico che il professionale è assediato da wannabe. il mercato si regge al 95% su cose che nessuno ha chiesto e sono autoprodotte da chi è convinto di avere cose da dire e di meritare attenzione del pubblico, fama ecc. Se hai davvero qualcosa di forte stai certo che troverai qualcuno disposto ad investire tra le mille difficoltà attuali e sarai automaticamente parte del 5% cioè quelli a cui qualcuno ha chiesto di fare qualcosa. La sfortuna o la fortuna esistono ma sono marginali.
      se vendete il database mi incazzo.

      Io sinceramente credo nelle mie possibilità, ci voglio provare! Almeno questo. Certo, logicamente se avessi uno stipendio come si deve, anziché un part-time a 300 euro al mese. Non starei mica qua a disquisire. Purtroppo però questo è il massimo che posso al momento. Devo arrangiarmi ed accontentarmi. Giustamente è sempre meglio del cellulare! :)
      Piuttosto, visto che siamo in argomento, avevo interesse nel chiedere dettagli riguardo la camera che utilizzo. Questo è l' unico spazio che ho ma ho il vantaggio che passano pochissime macchine.





      Non fate molto caso al marshall, sarà sostituito a breve con un ampli valvolare con cono celestion/eminence. Gli Amplificatori non saranno accesi in contemporanea visto che dovrò suonarne uno per volta. Lo premetto per evitare fraintendimenti. Diciamo che la camera è rettangolare, metà camera, metà "mini studio". La scelta è stata scaturita dal fattore spazio ed anche per ergonomicità. Fondamentalmente inoltre anche perché volevo evitare quanto più possibile le riflessioni pur non avendo ancora i pannelli. So che magari nn serve a molto ma con una disposizione irregolare pensavo che magari qualcosina la migliorava rispetto a quella classica.

      Volevo dei consigli (un po' OT) per capire se il layout della camera va bene e dove piazzare i pannelli per le riflessioni. Soprattutto quale kit dovrei prendere per un risultato accettabile.

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “Warmuser” ().

      Gli Oktava cmq riesco a prenderli se intendete il kit base. Il Sennheiser dovrà aspettare. Il fatto è che comunque io non ho alcuna intenzione di microfonare gli strumenti vicino al cono. Tutt' altro, a me quel modo di registrare non è mai piaciuto a prescindere. Preferisco un suono aperto e spaziato. Quindi dovrebbero andare bene sostanzialmente per la parte strumentale. Confermate? Nel frattempo prendo una coppia se mi dite che sarebbe un acquisto appropriato. Poi il Sennheiser lo aggiungo più avanti.

      Premetto che l' ampli sarà sempre con un cono. Non utilizzo amplificatori da 2/4 coni. Sia per basso che chitarra elettrica. L' acustica non la amplifico, preferisco il suono naturale. Per la voce, devo prendere lezioni di canto. Quindi per ora solo musica strumentale così ho il tempo di sperimentare, raffinarmi e migliorare quello che già ho in programma. :thumb up:

      PS: Cosa cambia fra quello normale e la versione black? Non penso costi così tanto di più solo per il colore.
      A 45 anni non mi aspettavo di essere ancora degno dell'appellativo di bocia, in effetti di persona ne dimostro molti di meno e quindi lo prendo come un complimento. Comunque anche questa discussione è andata a puttane, non ho tempo da perdere, e non ho intenzione di fomentare ulteriormente questa pagliacciata.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons

      MrRed ha scritto:

      Microfoni flat-response e frequenze - Pagina 5 - Microfoni - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Un condensatore decente e la pazienze di cercare i giusti posizionamenti portano, nel tempo, a take pronte per essere mixate.


      Lattugo ha scritto:

      ']

      Warmuser ha scritto:



      E' impossibile rispondere.

      Io seguirei il consiglio di Pape, e prenderei contatto con il fonico che si occuperà di lavorare il materiale per discuterne con lui prima di fare delle scelte.


      Paul Rain ha scritto:

      Microfoni flat-response e frequenze - Pagina 5 - Microfoni - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Microfoni flat-response e frequenze - Pagina 5 - Microfoni - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali']A 45 anni non mi aspettavo di essere ancora degno dell'appellativo di bocia, in effetti di persona ne dimostro molti di meno e quindi lo prendo come un complimento. Comunque anche questa discussione è andata a puttane, non ho tempo da perdere, e non ho intenzione di fomentare ulteriormente questa pagliacciata.


      Ho aperto questo thread perché cercavo spunti per migliorare, in parte sta andando tutto bene. Ognuno fa uso a proprio modo del proprio tempo, ma non mi sembra affatto una pagliacciata doversi informare mentre ci si cimenta in un progetto importante. Spero di aver frainteso.

      Comunque col fonico ci parlo quando ho modo di sostenere una spesa di un certo livello, ora che invece cerco di "auto-produrmi" qualcosa di passabile da mettere su YouTube. Spero che comunque potrò arrivare alla soluzione che ambisco. Non so se è tanto difficile. Cosa potrei accostare di dinamico ad un oktava, che però non mi costi troppo? Solo per il momento, quando poi ho quanto occorre prendo l' altro. Il consiglio di Pape.

      Insisto inoltre su eventuali consigli per migliorare il mio ambiente di registrazione. Dunque opportunamente chiedo cosa posso utilizzare, se mi conviene acquistare della lana di roccia e farci dei pannelli da piazzare agli angoli/mura oppure prendere un kit di quelli già preconfezionati. Devo capire anche se la configurazione attuale dei mobili va bene oppure se andrebbe meglio come ho disegnato. Logicamente le casse le terrò ad 1,65 metri dal muro. Idem per gli amplificatori. Così ho letto. Gli ampli vanno distaccati dal pavimento?

      Ah, dimenticavo: come mai non vanno bene dei microfoni tipo il Rode NT-2a oppure il Lewitt 440 Pure a cui ho fatto particolare riferimento. Soprattutto l'ultimo a me pare un bel mic, abbastanza approssimativo con le mie aspettative. Anche gli Oktava li avevo tenuti molto in considerazione quando guardavo delle dimostrazioni sul tubo.

      loyuit ha scritto:

      Microfoni flat-response e frequenze - Pagina 5 - Microfoni - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Warmuser col tuo budget sul nuovo prenditi reaper, un 57, un 58 e una scheda audio basic due canali. Discutere di altre cose comporta altri budget. E cmq con i due shure si sono registrati album super


      Ho già una Audient id14 + Yamaha HS7, mi mancano i mics.. :/

      Nuovo

      Warmuser ha scritto:

      loyuit ha scritto:

      Microfoni flat-response e frequenze - Pagina 5 - Microfoni - Homestudioitalia | Il forum italiano di home recording e strumenti musicali[/url]']Warmuser col tuo budget sul nuovo prenditi reaper, un 57, un 58 e una scheda audio basic due canali. Discutere di altre cose comporta altri budget. E cmq con i due shure si sono registrati album super


      Ho già una Audient id14 + Yamaha HS7, mi mancano i mics.. :/


      L'unica pagliacciata qua, come avrai ben compreso, e' il fatto che non si possa fare un bel disco senza fare un mutuo in banca.

      All'audio serve volume per espandersi, e' vivo e come tale recalma il suo spazio.

      Il luogo che hai sembra piccolo, ottimo. Ti basta solo avere bassi volumi e microfoni in grado di catturarli.

      Se spari suoni ad alti volumi ti ritrovi con registrazioni confuse per via che l'audio, non avendo spazi in cui espandersi, rimbalza sui muri e rientra nei microfoni. Se sei gentile coi volumi la stanza inizia a "suonare con te". Per registrare a bassi volumi ti serve uno o 2 microfoni di qualita' (alta sensibilita') quindi, di nuovo, condensatori a diaframma piccolo.

      Lo strumento che va fuori dal "normale" e' la batteria che acusticamente suona a volumi impressionanti. Nel caso, devi andare a registrarla in un posto "grande", non importa quale sia, basta che vi siano grandi spazi in cui l'audio si puo' espandere liberamente.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “The clown 2.0” ().

      Nuovo

      Peccato che a bassi volumi gli strumenti abbiano una resa timbrica diversa... non stiamo parlando di synth o computer, dove basta abbassare il livello di uscita verso le casse... quando c'è di mezzo un amplificatore che prevede una certa saturazione, oppure anche solo uno strumento acustico, hai voglia a suonare sempre piano! Un pianoforte suonato piano, magari con la sordina, ha un timbro diverso rispetto ad un'esecuzione forte (e il gain di una daw non basta certo a compensare le differenze).

      Poi va fatta una considerazione sul gain staging: su un'esecuzione a basso volume, probabilmente ti troverai ad alzare di più il gain in fase di registrazione mix. E insieme al segnale utile (quello che vuoi registrare) alzerai anche il rumore di fondo... perché, se da una parte riduci il rimbombo della stanza, dall'altra parte stai anche riducendo il rapporto segnale rumore della ripresa.


      Non voglio dire che a casa non si possano fare dei buoni lavori (in fondo è un forum di home recording, in cui partecipano anche dei professionisti, no? io stesso sono un hobbysta...), però bisogna mantenere la giusta prospettiva sulle cose ed essere coscienti di quando si lavora in situazioni di compromesso (e su cosa si stanno facendo dei compromessi).

      In una stanza piccola non terrei i volumi alti però - hey - è già un compromesso... non so se mi spiego...
      Il rispetto si costruisce solo insieme.

      Nuovo

      Va beh, di pulito credo che non ci siano grossi sacrifici. Ma in distorto sono parecchio perplesso, poi cosa intendete con bassi volumi? 74-80dB per me è "basso volume".. xD
      Meno non credo, perché do il mio meglio proprio ad alto volume. Anche se ovviamente ascoltando dall' ampli è una cosa, mentre dalle casse con le registrazioni ahìmé esce tutt' altro.. Diciamo che dovrei trovare un buon compromesso. Anche perché a breve compro un combo nuovo per la chitarra elettrica. MOLTO migliore di quel giocattolo.

      Siccome dispongo di un Ampeg 108 v2 da 20Watt, pensavo di prendere anche il Combo da chitarra con lo stesso Wattaggio. Penso sia appropriato per non avere un' esosità di volume. Dopotutto è di modica potenza.

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “Warmuser” ().

      Nuovo

      Io non so darti una risposta certa. La quantita' di distorsione e' un gusto personale e te la imposti come vuoi.

      Se hai ampli per chitarra valvolari puoi attaccarci un carico per diminuire la potenza che va allo speaker e saturare di piu' il finale di potenza.

      Da bassista, invece, ti dico che si accettano ben volentieri alcuni compromessi. Personalmente prediligo un Ampeg SVT-CL + 410HLF ma credo tu sappia quali volumi necessiti un rig del genere per "funzionare". In passato sostituivo volentieri il mio rig con un Behringer BDI21 buttatto dentro ad una cassa da "PA". In registrazione registro direttamente la DI che emula piu' che discretamente un paio di tipi di amp diversi.

      Il basso, se pulito, non richiede particolari tecniche di microfonazione... le basse frequenze sono, in buona parte, omnidirezionali.

      Detto questo, puoi naturalmente passare a trattare la stanza coi vari pannelli. Io dicevo che, forse, puoi anche fare a meno del tutto di farlo o farlo in maniera fai da te... con divani e tappeti.