Microfono sensibile e silenzioso per strumenti acustici in ambienti non trattati

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Microfono sensibile e silenzioso per strumenti acustici in ambienti non trattati

      Ciao a tutti
      Avrei bisogno di un microfono da abbinare a un 737 per registrare la chitarra acustica e il basso acustico.
      Il 737 è un pochino rumoroso e i dinamici che ho attualmente, soprattutto il 441, tirano su troppo noise.
      Ho avuto in passato il 103 che ha un self noise molto basso e potrebbe essere l'ideale in questo contesto ma anche molto versatile e utilizzabile in altri, esempio la voce.
      Però gli ambienti dove lo userei potrebbero anche essere non trattati e ricordando la sensibilità del 103 non vorrei possa essere problematico.
      Quindi vi chiedo: voi per avere un eccellente rapporto segnale rumore su una chitarra acustica che microfono utilizzereste se il pre comunque non è dei più silenziosi e gli ambienti in cui si utilizzerebbe potrebbero non essere ideali acusticamente?
      Grazie
      Tutto é Soggettivo
      Ciao,
      a me sinceramente sembra il gatto che si morde la coda...

      Ti serve un microfono poco sensibile per registrare un segnale senza ritorni ambientali, però nel contempo ti serve molto segnale per contrastare il noise level del preamp...

      Io non vedo molte possibiità; serve qualcosa di molto selettivo. Io penserei ad un condensatore ma con una buon isolamento che eviti il più possibile i rientri indesiderati.
      Saluti Mirco.
      ...le macchine non aggiungono nulla all'anima della musica.

      mirco_band wrote:

      Ti serve un microfono poco sensibile per registrare un segnale senza ritorni ambientali, però nel contempo ti serve molto segnale per contrastare il noise level del preamp...

      Io non vedo molte possibiità; serve qualcosa di molto selettivo. Io penserei ad un condensatore ma con una buon isolamento che eviti il più possibile i rientri indesiderati.



      Ciao Mirco
      Esatto
      Conosci un condensatore con queste caratteristiche?
      Tutto é Soggettivo
      Eh, sì che è rumoroso!

      Noise microphone EIN: -116dB, 22Hz to 22kHz unweighted

      Sono 10~12dB di troppo! Se proprio non vuoi sostituirlo, dovresti amplificare un po' (15~20dB) il segnale del microfono con un altro preamplificatore molto trasparente con un EIN=-126~-128dBV.
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4
      Lo faccio col Grace quando registro in mono. Entro in line nel 737 ed é ok. Ma mi interessa su chitarra acustica e voce utilizzare contemporaneamente M101-Md441 e 737-con un mic con le caratteristiche che dicevo. Che mi permetta in certi contesti di tenere il mic almeno a una trentina di centimetri dalla sorgente e avere sempre un buon rapporto segnale rumore. Sostituire il 737 non mi sembrerebbe saggio vista la sua qualità. Peró vorrei trovare il mic dinamico perfetto da abbinarci.
      Tutto é Soggettivo

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      E' un bel dilemma.
      In genere più alzi il tiro sui condensatori, più migliora il rapporto segnale/rumore ma anche la sensibilità va in proporzione o quasi.
      Ti direi U87ai che ha di particolare un grande volume, tanto che su tutti i pre mi costringe ad abbassare abbastanza il gain rispetto a qualsiasi mic fosse collegato prima, però è anche dannatamente sensibile.
      Su piani inferiori, ma comunque degno di nota, un AT4040, non ha certo quel volume che ti consente di tenere il gain più basso che con un altro condensatore, ma essendo transformerless ha un suono estremamente pulito e neutro che anche nelle riprese ambientali di strumenti acustici tante volte mi ha aiutato, però è anche vero che se il fruscio viene dal pre, saranno ben pochi i microfoni in grado di aiutare.
      Immagino tu stia tenendo conto del fatto che un qualsiasi condensatore, anche fetecchia, già di base richiede molto meno gain di un dinamico, perché quando lavoro coi dinamici anche io tiro su del gran fruscio su qualsiasi pre, solo per raggiungere un livello di segnale un minimo decente, ma con un condensatore anche economico il problema non si pone su nessuno dei miei pre.
      Domanda, visto che parti dai dinamici: hai mai provato quegli accrocchi che si collegano ai mic dinamici per elevare il segnale?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao Pillo
      Si il dilemma è propio quello: mi piace moltissimo il 737, molto versatile col suo eq e il suo comp, ma di recente sono diventato univocamente anche un fan dei dinamici sia per come suonano e rispondono ai transienti sia per come limitano le problematiche ambientali. Ma la poca sensibilità dei dinamici rispetto ai condensatori necessita di alzare molto il pre che se a sua volta non è molto silenzioso di suo non permette di mantenere silenzioso il segnale.
      Come scritto su, credo, il 441 col Grace si sposa benissimo sia in close miking sia microfonando a 30-50 cm dalla sorgente. Anche su sorgenti deboli come una chitarra acustica riesco a ottenere un eccellente rapporto segnale rumore. Col 737 e il 441 sono costretto al close miking. Con l'altro dinamico che utilizzo attualmente riesco a stare a un 25 cm di distanza e ottenere registrazioni piuttosto clean ma cercavo qualcosa di più high end e che comunque mi permetta di arrivare a 40-50 cm di distanza dalla sorgente mantenendo il segnale pulito.
      Potrei riprendermi il Tlm 103 che ha un self noise bassissimo e una sensibilità altissima. Ma poi dovrei vedermela con l'ambiente. Ho avuto anche Re20 e Md421 che magari funzionerebbero, non so. Oppure prendere un altro Grace M10 o un Cloud Filter da interporre tra mic e 737 e sarebbe forse la soluzione migliore seppur dispendiosa: avrei un canale Grace M101- Md441 e un canale Grace M101-737-M441 con un rapporto segnale rumore in generale eccellente e problematiche ambientali molto limitate.
      Però se trovassi un microfono che abbia le caratteristiche di un dinamico per quanto riguarda l'ambient rejecting e che sia abbastanza sensibile da essere abbinato al 737 senza doverne impegnare tutto il gain con conseguente aumento del noise, permettendomi anche riprese a 40-50 cm da una chitarra acustica per esempio, potrebbe essere la soluzione ideale e meno dispendiosa che mi eviterebbe l'acquisto di un altro M101 e di un altro Md441.
      Tutto é Soggettivo

      Post was edited 2 times, last by “loyuit” ().

      I condensatori di fascia economica hanno una buona resa senza una eccessiva sensibilità, certo sono già più sensibili dei dinamici.
      Però scusa torno a chiederti se hai provato gli accessori per "pimpare" il segnale dei dinamici, perché ultimamente mi ci sono imbattuto diverse volte, costano qualche decina di euro e dovrebbero darti un segnale in uscita simile a quello di un condensatore, se risolvono quel problema forse fanno proprio al caso tuo.

      Edit: una ulteriore alternativa: cose tipo lo Shure Beta 87, condensatore stretto per live, comunque sempre con il segnale di un condensatore, ma con una sensibilità ridotta all'utilizzo che si fa di un mic live, quindi credo più in direzione di un dinamico per voce.
      Edit2: e comunque se è per riprendere strumenti acustici, catturare una zona limitata e moderare la sensibilità, se proprio deve essere condensatore direi a capsula stretta, di certo quelli con capsula da 1" sono quelli che pescano di tutto e più pensati per voce che per strumenti.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      Pilloso wrote:

      I condensatori di fascia economica hanno una buona resa senza una eccessiva sensibilità, certo sono già più sensibili dei dinamici.
      Però scusa torno a chiederti se hai provato gli accessori per "pimpare" il segnale dei dinamici, perché ultimamente mi ci sono imbattuto diverse volte, costano qualche decina di euro e dovrebbero darti un segnale in uscita simile a quello di un condensatore, se risolvono quel problema forse fanno proprio al caso tuo.


      Quali sarebbero?
      Io conosco Cloud Filter ma costa molto di più.


      Edit: una ulteriore alternativa: cose tipo lo Shure Beta 87, condensatore stretto per live, comunque sempre con il segnale di un condensatore, ma con una sensibilità ridotta all'utilizzo che si fa di un mic live, quindi credo più in direzione di un dinamico per voce.
      Edit2: e comunque se è per riprendere strumenti acustici, catturare una zona limitata e moderare la sensibilità, se proprio deve essere condensatore direi a capsula stretta, di certo quelli con capsula da 1" sono quelli che pescano di tutto e più pensati per voce che per strumenti.


      Ho avuto in passato Km184 e Mc930 ma preferisco sulla chitarra degli ldc tipo 414 o 103. E comunque vorrei rimanere sui dinamici che preferisco sotto altri aspetti.
      Tutto é Soggettivo

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      Mannaggia non lo trovo più, comunque quello che avevo visto era un cilindretto nero del diametro di un XLR o poco più, lungo sui 10 cm, da attaccare direttamente dietro al microfono e poi al cavo.
      Non so se richieda un'alimentazione phantom, forse sì, sarà una via di mezzo tra un preamp e una DI.
      Fatto apposta per risolvere il problema dei dinamici che richiedono gain molto alti su tanti preamp.
      Cercando con "mic boost" ho trovato degli scatolotti che fanno un po' lo stesso lavoro, ma non quello, che mi pare di ricordare non avesse regolazioni, al massimo un selettore ma non un potenziometro di gain.
      Come tutte le pubblicità mi ha seguito per giorni su Facebook e tornerà quando non mi servirà.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Come ti dicevo conosco di nome Cloud Filter che, posto tra il mic e il pre dovrebbe aggiungere, credo, 20db di gain.
      Viene usato con ribbon e dinamici e credo sia ciò che intendi tu.
      Però il mio dubbio rimane su come va a modificare il sound e il resto.
      Cioè un pre interagisce col microfono e determina parecchie cose sulla risultante, non è solo una questione di rumore o silenziosità ma anche di headroom, di colore, di calore, di tridimensionalità, di risposta ai transienti, di morbidezza, di definizione, etc.
      Quindi se il 737 lo trovo high end nel mio contesto per i requisiti appena elencati e trovo high end anche l'Md441 al seguito metterci altre cose in mezzo non so quanto possano interferire e come. Un Grace M101 tra 737 e Md441 lo uso e so che è un valore aggiunto. Ma ha un altro prezzo chiaramente.
      Però ecco, se lo scopo è avere più gain pulito allora probabilmente prenderei un altro Grace e non ci penserei più: avrei 70 db di gain clean stellari e un preamp a tutti gli effetti da utilizzarsi anche da solo. Però se esistesse un mic dinamico da abbinare al 737 direttamente, eccellente su strumenti acustici e voce e che sia abbastanza sensibile da potersi usare, quando servisse, a medie distanze dalla sorgente, diciamo 40-50 cm, pur permettendo di mantenere un rapporto segnale rumore accettabile, sarebbe la soluzione migliore.
      Tutto é Soggettivo

      loyuit wrote:

      Però il mio dubbio rimane su come va a modificare il sound e il resto.
      Cioè un pre interagisce col microfono e determina parecchie cose sulla risultante, non è solo una questione di rumore o silenziosità ma anche di headroom, di colore, di calore, di tridimensionalità, di risposta ai transienti, di morbidezza, di definizione, etc.

      Sulla falsa riga ho trovato anche questo, comunque sì, era di questo genere il prodotto che avevo visto.
      Riguardo le modifiche al timbro, beh di certo sono tutti dettagli che cambiano anche se cambi microfono :)
      In realtà però molte sono caratteristiche intrinseche del microfono che non credo possano variare troppo, la risposta ai transienti ad esempio la fa la capsula, così come altri valori, un pre può al massimo valorizzarli, ma non credo che un aggeggio passivo e senza regolazioni, nemmeno un potenziometro, possa introdurre chissà quali peggioramenti.
      Magari vedi se trovi qualche recensione per capire quanto intervengono sul suono, qualcuno li avrà pure provati...
      Diversamente non vedo molte altre soluzioni oltre quelle già citate, mi sa che questi accessori nascano proprio perché i dinamici sono tutti accomunati dal limite di cui parli.

      Per concludere: non si è parlato per niente dell'SM7, non so quanto "spinga" come volume, però lo vedo usare spesso sulle voci anche da nomi noti, e penso che in qualche modo dovranno pure preamplificarlo senza tirare su del fruscio, forse è un mic che in questo senso dà una mano, ma è solo un'idea, andrebbe provato.
      Visto che sul forum qualcuno ce l'ha sicuramente, si può chiedere un parere sul segnale che manda a un pre, rispetto ad altri dinamici più comuni, giusto per sapere se potrebbe darti qualche vantaggio in quel senso.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Io ho un preamplificatore inline che non è nè il Fethead nè il Cloudlifter, ma questo qui, un po' più economico:

      ebay.it/itm/Microphone-preampl…bb2dbb:g:P90AAOSwktJcuRcW

      Però l'ho usato solo con il relativo microfono ribbon dello stesso russo (RM-BIV 3), non ne so parlare granché. Mi sembra sia di buona qualità ma non l'ho mai provato sui dinamici. Il venditore sostiene che influisca positivamente sul timbro di un dinamico, oltre ad aumentare il gain, ma ovviamente dovrei fare qualche prova per dirti se è vero...
      Di certo su gearslutz i prodotti di questo russo hanno un'ottima reputazione, e in effetti questo suo ribbon mi piace molto.

      Post was edited 1 time, last by “gobbetto” ().

      Pilloso wrote:

      Sulla falsa riga ho trovato anche questo, comunque sì, era di questo genere il prodotto che avevo visto.
      Riguardo le modifiche al timbro, beh di certo sono tutti dettagli che cambiano anche se cambi microfono
      In realtà però molte sono caratteristiche intrinseche del microfono che non credo possano variare troppo, la risposta ai transienti ad esempio la fa la capsula, così come altri valori, un pre può al massimo valorizzarli, ma non credo che un aggeggio passivo e senza regolazioni, nemmeno un potenziometro, possa introdurre chissà quali peggioramenti.
      Magari vedi se trovi qualche recensione per capire quanto intervengono sul suono, qualcuno li avrà pure provati...
      Diversamente non vedo molte altre soluzioni oltre quelle già citate, mi sa che questi accessori nascano proprio perché i dinamici sono tutti accomunati dal limite di cui parli.


      gobbetto wrote:

      Io ho un preamplificatore inline che non è nè il Fethead nè il Cloudlifter, ma questo qui, un po' più economico:

      ebay.it/itm/Microphone-preampl…bb2dbb:g:P90AAOSwktJcuRcW

      Però l'ho usato solo con il relativo microfono ribbon dello stesso russo (RM-BIV 3), non ne so parlare granché. Mi sembra sia di buona qualità ma non l'ho mai provato sui dinamici. Il venditore sostiene che influisca positivamente sul timbro di un dinamico, oltre ad aumentare il gain, ma ovviamente dovrei fare qualche prova per dirti se è vero...


      Ciao
      Fondamentalmente credo siano dei pre alimentati dalla phantom.
      Se influiscano o no sul segnale boh....però i transienti come tutto il resto sono in qualche modo "gestiti" anche in fase di preamplificazione.
      Altrimenti non esisterebbero preamplificatori più "morbidi", più definiti, etc.
      Il mic credo abbia l'esclusiva del pattern, dell'effetto prossimità e di tutto ciò che riguarda il suo rapporto spaziale con la sorgente.

      Per concludere: non si è parlato per niente dell'SM7, non so quanto "spinga" come volume, però lo vedo usare spesso sulle voci anche da nomi noti, e penso che in qualche modo dovranno pure preamplificarlo senza tirare su del fruscio, forse è un mic che in questo senso dà una mano, ma è solo un'idea, andrebbe provato.
      Visto che sul forum qualcuno ce l'ha sicuramente, si può chiedere un parere sul segnale che manda a un pre, rispetto ad altri dinamici più comuni, giusto per sapere se potrebbe darti qualche vantaggio in quel senso.


      Bel microfono, sarebbe interessante approfondirne le caratteristiche rapportato a diversi preamplificatori e se è utilizzato solo in close miking o anche a distanze medie di ripresa
      Tutto é Soggettivo

      New

      Mattia non so se ti può essere utile ma la scorsa settimana mi sono trovato a registrare una soprano dalla voce molto chiara in una stanza molto riverberante e cercavo un microfono scuro da abbinarci... Ho usato il beyer m160 (ipercardioide) e ne sono stato entusiasta, però con il gain dell'asp880 a 60dB (e per fortuna fruscio zero).
      Mi sa che ti serve anche un nuovo pre.

      New

      Ciao Marco
      Fan Beyer here
      La coppia ribbon M130 e M160 mi ha sempre affascinato parecchio ed è sempre stata nella mia wishlist.
      Entrambi classici ed è quello che cerco, un mic classico da abbinare a un altro super classico come il 441.
      Anche il Made in Germany è molto apprezzato.
      Attualmente il 160 è rimasto appetibile mentre il pattern del 130 a 8 non lo valuterei.
      Il 160 però, come ogni ribbon, solitamente ha una discreta impedenza e come sensibilità necessita di preamplificatori adatti.
      Sul mio Grace sarebbe perfetto ma per quello ho il 441 di cui sono completamente soddisfatto.
      Sul 737 potrebbe funzionare ?
      Il tuo Audient dovrebbe avere varie impedenze in input selezionabili. E un noise floor più basso. Sul gain siamo li.
      La tua sorgente sarà stata sicuramente potente. Lo vedresti il 160 su sorgenti più soft acustiche tipo una chitarra acustica o una voce jazz/folk molto blanda?
      Come sound è scuro e poco arioso ma morbido e denso?
      Un parallelo col 421 che mi ricordo hai provato e con l'Sm7b, mi sembra fossi tu che lo usavi abbinato a un Solo 110 ?
      Ps
      Bella stanza di recording, complimenti.
      Tutto é Soggettivo

      New

      Sì il 160 mi è molto piaciuto ma necessita di molto gain. Sull'audient l'ho tenuto su High al massimo del guadagno ma è un pre con un rumore bassissimo (ein -127.5dB).
      Il 421 molto più chiaro e pronto ai transienti, mentre il 160 ha ammorbidito perfettamente una soprano molto brillante.
      Ho anche l'sm7b ma non l'ho ancora utilizzato su riprese più ambientate, ma a naso lo vedo più brillante e aggressivo.

      Secondo me ti troveresti bene su una sorgente meno sonora, calcola che registravo musica antica quindi niente volumi alti ma molta dinamica fino al sospiro. Appena rientro la settimana prossima ti mando qualcosa.

      Post was edited 1 time, last by “mark88” ().