CONSIGLIO MICROFONO E SCHEDA AUDIO - RAP

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      CONSIGLIO MICROFONO E SCHEDA AUDIO - RAP

      Ciao a tutti.
      E’ da pochissimo che mi sto interfacciando nel mondo della registrazione fatta in casa ed avrei bisogno di alcuni consigli utili, in modo da poter mirare i miei acquisti e non sperperare soldi invano.Vi espongo di seguito la mia situazione cercando di essere più preciso possibile.
      Faccio musica rap insieme ad un altro ragazzo che si occupa di fare le produzioni con un MAC e con programmi all’avanguardia per il mio genere. Ci avvaliamo di un altro ragazzo (purtroppo distante geograficamente) il quale ha una discreta esperienza nell’ambito della post produzione. Proprio lui mi ha consigliato di acquistare una strumentazione per la registrazione fatta in casa, in modo da potergli inviare le tracce già registrate e per non avere uno sperpero del denaro e del tempo in studi di registrazione. Premetto che non abbiamo bisogno di un suono professionale, ma di un suono che possa avvicinarsi ad una buona qualità con un low budget (circa 400 euro, anche di più magari scavando nell’usato), dato che una buona mano ce la potrebbe dare la post produzione.

      1) Nelle varie discussioni, ho appurato che uno dei migliori microfoni per il mio genere, qualità prezzo, è il RODE NT1A. Me lo consigliate?
      Premetto che non ho una voce caldissima, piuttosto sottile. Pertanto vi chiedo se può essere un microfono utile al mio scopo. Ho letto che ad esempio per rendere una voce più calda è molto consigliato un APEX 460. Naturalmente da novello non so se stia dicendo delle idiozie.

      2) Quale potrebbe essere una buona scheda audio, qualità prezzo, da consigliarmi?

      Ho letto che delle volte per un buon risultato è consigliabile avere più una buona scheda audio che un buonissimo microfono.
      Io cercherei il mix perfetto, qualità prezzo, che possa darmi il migliore risultato possibile.
      Spero di esser stato chiaro e spero di trovare una buona riposta al mio dilemma. Grazie in anticipo
      Ciao, il budget è limitato ma qualcosa di buono si fa.
      Come microfono sono io quello che spesso consiglia il Rode NT1a, perché ha un'ottimo rapporto qualità/prezzo e in quella fascia è difficile trovare di meglio.
      Lo trovi anche in kit con filtro antipop e sospensione elastica, tutte cose che servono assolutamente, quindi punta sul kit.
      Alcuni preferiscono l'NT1 (non A), non so se esista anche questo in kit.
      L'Apex costa il doppio e non credo che come primo microfono un valvolare sia una buona scelta, specie con un budget limitato. E' un microfono che a quanto ne so dà frutti quando viene modificato, ma fossi in te non mi imbarcherei in questa impresa.

      Come scheda audio nella fascia economica ho avuto una buona esperienza, con la Focusrite Scarlett 2i2 (2nd o 3rd generation).
      Aggiungi un'asta microfonica, un buon cavo per il microfono e siamo a circa 300 euro.
      Avrai però bisogno anche di qualcosa per ascoltarti, se il mix non lo fai tu, è sufficiente un buon paio di cuffie, almeno per sentirti mentre registri e per editare un minimo il materiale che invierai agli altri ragazzi.
      Io consiglio le AKG K240 studio, fantastiche per tanti impieghi e molto durevoli.
      Questa sarebbe la mia lista della spesa per iniziare, naturalmente ci sono alternative che altri utenti magari ti consiglieranno.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Concordo col cagnolone di sopra!
      Ma oltre a questo, conta parecchio anche l'ambiente dove registrerai la voce, che deve essere il più silenzioso possibile, e che sia abbastanza "secco" da non registrare anche "l'aria" che c'è tra la voce e il microfono, ovvero riverberi o risonanze strane.
      Per capire se un'ambiente è adatto puoi provare a battere le mani o schioccare le dita, se senti che la stanza "reagisce" creando echi o rimbombi allora ti devi adoperare per renderla più asciutta e che il microfono riprenda solo la tua voce. Ci sarà tempo DOPO per aggiungere riverberi o altri effetti.
      Per "seccare" l'ambiente a volte ci vuole davvero poco, oltre a giocare con la distanza mic/voce e le varie angolazioni per limitare le "esse" e le vocali dure (p), puoi aggiungere delle coperte alle pareti, cuscini ovunque, armadi aperti, materassi e perfino gli amici tuoi (a patto che restino muti), oltre ovviamente ai trattamenti dedicati proprio a questo, ma li bisogna aprire il portafogli.
      Molto spesso una cameretta arredata è già abbastanza secca di suo, perchè mobili letti o altro "spezzano" il suono evitando che rimbalzi a lungo sulle pareti.
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!

      simonluka wrote:

      lo Shure SM7 B

      Giusto, assolutamente da considerare, certo incide parecchio suo suo budget, ma si trova anche nell'usato, limitando "i danni".
      Riguardo l'acustica sottolineo anche io che è opportuno ricavarsi almeno un angolo di stanza con tende e altri materiali che attutiscano i riflessi, perché registrare coi rientri dà risultati veramente poco professionali e fastidiosi all'ascolto, basta poco, materiali di recupero come tappeti appesi alle pareti, materassi, ma cavandosela col fai da te si può anche costruire qualche pannello con lana di roccia e altri materiali fonoassorbenti.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Perfetto tutto molto chiaro. In pratica il Dio denaro è decisamente importante per fare una cosa quantomeno decente.
      Se ho capito bene lo SHURE di cui sopra, è un microfono che consigliano tutti...e che ha quasi sempre un feedback molto positivo da parte di chi lo acquista, Unico neo...attendere un pochetto,,,per rimpinguare le tasche.
      Anche la Focusrite è molto consigliata quindi suppongo che mi butterò davvero su quella.

      Inoltre chiedo...
      1) Se mai dovessi acquistare questo benedetto RODE NT1A, senza avere però la stanza trattata...la sua silenziosità la fa da padrona ugualmente?
      O è necessario che la stanza venga minimamente trattata?

      2) In più...dovrei acquistare uno schermo fonoassorbente da mettere davanti? Può essere utile o è del tutto inutile?
      Se è utile potreste consigliarmi qualcosa da prendere?

      3) Ancora...per quanto riguarda il cavo del microfono, devo comprarne uno nuovo...non è sufficiente quello che esce dal microfono RODE NT1A?

      4) In ultimo...sapreste consigliarmi qualche asta microfonica solida? Perchè leggo in giro che molte hanno dei difetti, sono fragili o non sono capaci di sostenere il peso del mic.

      Grazie a tutti per i consigli
      1) Il Rode di suo è silenzioso, ma anche sensibile in quanto mic a condensatore, quindi il rumore è quello dei riflessi che cattura dalla stanza, davvero sgradevoli al riascolto e impossibili da eliminare. Ma il trattamento può essere qualcosa di assolutamente artigianale: armadio aperto, materasso, tappeto grosso sulla parete, e così via.
      P.S.: non significa che lo Shure SM7 non voglia il trattamento, ma solo che è un po' meno sensibile all'ambiente, quindi è consigliato quando non c'è trattamento, chiaro che se c'è un po' di trattamento ne giova anche lo Shure come qualsiasi altro microfono, non esiste un microfono che non risenta per nulla di una stanza con troppo riverbero.

      2) Se c'è un pochino di trattamento (vedi sopra) lo schermino per mic è anche evitabile, altrimenti aiuta, ma fino a un certo punto. Invece il filtro antipop (quello tondo che si mette davanti) è indispensabile per tutti i condensatori.

      3) Il microfono non ha un cavo incorporato, non ricordo se il kit Rode ha anche il cavo, nel caso ovviamente va bene quello del kit.

      4) Di aste buone conosco le Hercules, qualità e solidità un po' sopra la media, altrimenti Proel un po' più economiche e con caretteristiche nella media, magari evita roba senza marca e troppo economica.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      mark88 wrote:

      Io invece te lo sconsiglio l' SM7B se la scheda (il preamp) sarà la Scarlett terza generazione.
      56dB di guadagno sui preamp sono troppo pochi per lavorare con quel microfono.


      Stavo proprio pensando a questo, e visto che il budget è ristretto torno al mio consiglio iniziale, col Rode, e con un minimo di trattamento con materiali di fortuna per attenuare un po' di riflessi. In una cameretta già arredata di solito non serve aggiungere molto.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      OTTIMO.
      Audient...tipo?

      1) mi hanno consigliato anche questo preamplificatore...Behringer UMC404HD? A parte la possibilità di avere più entrate...è migliore qualitativamente rispetto alla focusrite?

      Inoltre...ho un ennesimo dubbio per situazioni che mi si sono presentate:

      2) mi hanno proposto a buon prezzo e in condizioni pari al nuovo un RODE NT2a...meglio dell'NT1A?

      3) mi hanno proposto sempre alle stesse condizioni di cui sopra (ad una cifra più alta naturalmente) un ASTON ORIGIN.

      Consigli...delucidazioni?

      Grazie in anticipo...sempre troppo gentili

      stefmast wrote:

      OTTIMO.
      Audient...tipo?

      1) mi hanno consigliato anche questo preamplificatore...Behringer UMC404HD? A parte la possibilità di avere più entrate...è migliore qualitativamente rispetto alla focusrite?

      Inoltre...ho un ennesimo dubbio per situazioni che mi si sono presentate:

      2) mi hanno proposto a buon prezzo e in condizioni pari al nuovo un RODE NT2a...meglio dell'NT1A?

      3) mi hanno proposto sempre alle stesse condizioni di cui sopra (ad una cifra più alta naturalmente) un ASTON ORIGIN.

      Consigli...delucidazioni?

      Grazie in anticipo...sempre troppo gentili


      il Rode.

      Audient iD22 se puoi, iD14 altrimenti
      1- Nonostante oggigiorno i pre amplificatori usati nelle interfacce cosiddette economiche sono di gran lunga migliori di quelli usati una decina di anni fa ti consiglierei di usare la Focusrite.

      2-Se puoi acquistare il microfono NT2A a buon prezzo sarebbe la scelta giusta in quanto questo tipo di microfono oltre alle altre modalità ha la possibilità di essere usato in Omni, Figura 8 e cardioide.
      Per quanto riguarda la qualità, i due microfoni sono pressapoco uguali. Il NT1 ha un considerevole boost sui 200hz circa mentre il NT2 un discreto boost intorno agli 800hz e riproduce meglio le frequenze oltre i 10KHz.

      3- L'Aston origin ha in generale le stesse specificazioni del NTA2 (riproduzione da 20hz fino a 20KHz) e da nuovi costanoentrambi all'incirca la stessa somma +/- intorno ai 280 euro.

      La considerazione generale è in ogni caso la seguente: nel segmento in cui devi effettuare la tua scelta le differenze sono minime. Quel che in effetti conta è la conoscenza di molti fattori collaterali che influiscono in modo a volte negativo sul modo in cui effettui le tue registrazioni. Cerca di seguire dei tutorial on-line che ti illustreranno l'uso del tuo DAW (programma per registrare) e il management dei tuoi segnali in entrata, registrazione ed in uscita.
      =O Per poter valutare la tua forza e quella di chi ti stà di fronte devi prima imparare a capire ed accettare le tue debolezze 8)