Rode Classic II con alte "metalliche"

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      A mio parere, ma posso sbagliare, quel suono che senti è caratteristico del Rode.
      Un po' tutti i Rode sono tendenzialmente brillanti, il Classic non fa eccezione, anche se ha decisamente più equilibrio e musicalità rispetto ai fratellini minori.
      Quindi, se questa è la premessa, c'è una buona probabilità che montando la valvola originale la risposta per te un po' metallica delle alte rimarrà. Quindi avrai una valvola nuova ma un suono probabilmente molto simile ed una problematica non risolta.
      Personalmente proverei direttamente a prendere una valvola diversa. Probabilmente non JJ, perché ovunque io abbia montato le JJ ho riscontrato una certa curva a sorriso... ma magari partirei con una Electro Harmonix che, per la mia limitata esperienza, è generalmente più morbida e tonda e che trovi a prezzi contenuti.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Sono un po' in dubbio Pape, in particolare per le tante testimonianze sui forum stranieri del fatto che solo certe valvole di qualità garantirebbero dettaglio e silenziosità di quel tipo.
      Riguardo le alte sono proprio io che ho voluto un mic dal suono arioso, perché ho la voce un po' nasale e quindi cercavo qualcosa che si contrapponesse alla mediosità dei Neumann, che su di me non rende al meglio.
      Ma quello che sento non credo sia un problema di "taratura" o di carattere del mic, è proprio che se intervengo sulle alte con uno shelf di pochi db sento già un suono metallico che manco l'NT2, quindi ho percepito qualcosa che non va. Come confermava inizialmente Alessio, può essere che la valvola stia dando i primi segni di cedimento, ho controllato ed è l'originale GE JAN, considerando che ha lavorato anni in una radio, presumo abbia molte ore sulle spalle.
      In generale il mic suona veramente bene e mi piace tanto, anche il modo in cui prende le sibilanti e tutto il resto, solo quando si toccano le alte in eq si avverte qualcosa che non sarebbe anomalo solo su un Neewer. Senza eq può apparire normale ma a un ascolto attento si potrebbe intuire che non è al 100%.
      Vorrei a tutti i costi mantenere questo suono ma allo stesso tempo accertarmi che anche le alte siano piene come previsto, e che consentano di lavorarci senza fare stranezze, sempre sperando che il difetto non sia dovuto ad altro.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Sì qualche prova la voglio fare, ma se sono valvole così diverse come faccio a sentire se un difetto leggero resta? La capsula è stata sostituita 2 anni fa con un'originale nuova dall'assistenza ufficiale.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ma guarda, visto che è così difficile da trovare, col rischio che tra qualche tempo l'assistenza ufficiale non la fornisca più, forse vale comunque la pena di procurarsene una, tanto è un mic che vorrei tenere.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Prendila, montala, vedi se risolvi. Se non risolvi e vuoi recuperare la spesa te la ricompro io, che ho da poco preso un Classic II che mando in giro per l'Europa per far registrare con un barlume di decenza band che altrimenti mi manderebbero voci fatte con il cantatu
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      PAPEdROGA wrote:

      che ho da poco preso un Classic II che mando in giro per l'Europa per far registrare con un barlume di decenza band che altrimenti mi manderebbero voci fatte con il cantatu

      Sei un santo :)
      Grazie, ma io comunque penso che la terrei, vista questa esperienza non me la sento di restare con un mic del genere e senza una valvola di ricambio.
      Proprio adesso sto facendo un test più attento, con diversi livelli di eq.
      A mic acceso da pochi minuti non sembra che si senta tanto quello che avevo percepito, riprovo tra un po' appena è bello in temperatura, però non può essere un'impressione perchè già mi era capitato su un clone 1073 con il suo eq integrato, e domenica stessa cosa con un avalon 2022 + eq plugin, se viene fuori qualcosa di interessante lo posto anche.
      Edit: quando l'ho aperto ne ho approfittato per togliere due peletti e altro pulviscolo dalla capsula, si vede che è nuova e non so come si sia sporcata, io l'ho usato due volte e l'ho sempre coperto. Non so se la sporcizia potesse contribuire a generare qualche fastidio sulle alte, magari no.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      p.s. dato che nel tuo mic viene usata solo 1/2 valvola se fosse colpa del tubo potresti far spostare i contatti dal triodo in uso all'altro triodo, così risolveresti senza comprare una valvola nuova, è una modifica facilissima che chiunque sappia usare un saldatore ti può fare
      Dunque dunque, rifatte prove approfondite anche a mic caldo, sapendo già cosa aspettarmi, non è che ho avvertito tutto questo dramma. Certo sono alte in evidenza, e l'eq le rende un po' più vetrose di quanto mi pacerebbe (specie i non lineari tipo SSL4000), ma evidentemente è il mic che suona così, non credo valga la pena di postare ste prove perché non rivelano nulla di eccezionale.
      Rispetto al mic acceso da pochi minuti, la differenza a caldo (mezz'ora) è chiaramente nella quantità di armoniche, e quello è il contributo della valvola, è palese, tra la prima prova e la seconda è come aggiungere armoniche con un saturatore.
      Attendendo ancora di più, il suono tende ad arrotondarsi ulteriormente, scaldandosi anche sulle basse, ma parliamo di finezze appena percepibili.
      Il suono che viene esaltato dall'eq è chiaramente quel tipo di risonanza sulle alte, che inizialmente mi ha spiazzato un po', a dire il vero però oggi non mi sembra così strano, almeno non in questa misura, non so se la pulizia della capsula abbia contato qualcosa, non era nulla di osceno, solo un peletto e due bruscolini.
      Facendo uno sweep con un eq lineare, le risonanze un po' fastidiose si sentono a 5,2K, 6K e qualcosina attorno agli 8K, ma parliamo di valori esasperati che metterebbero in crisi qualsiasi mic.
      Forse alla fine l'allarme è rientrato, ma una valvola ci rifletto un attimo e valuto se prenderla per il futuro.

      @Radioman la modifica di cui parli si fa sulla valvola o sullo zoccolo?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      PAPEdROGA wrote:

      Quindi problema rientrato, bene così

      Penso di sì, scusate il falso allarme, quello che non mi tornava è che dentro un mix in effetti non è facile tirare fuori molta più "aria" di quelle che c'è già da flat, senza andare subito verso un suono troppo sottile pungente, forse sono troppo abituato all'U87ai che ha molte informazioni nascoste in quella gamma e risponde finché vuoi alzare, ma la cosa poi l'ho letta anche su un forum inglese e quindi pare essere la normalità, allo stesso tempo mi pare proprio che le prove passate avessero una resa peggiore, non so se anche staccarlo dal suo cavo, aprirlo e pulire la capsula possa avere aiutato, boh...

      PAPEdROGA wrote:

      Ci confermi che è un microfono assolutamente sottostimato?

      Assolutamente, e anche i pochi che non sono d'accordo, al massimo dicono che non è adatto a tutti i lavori, ma cosa lo è? Pur non essendo un grande intenditore, sento un suono ricco e dettagliato che sembra fantascienza rispetto ad altre cose blasonate come un U87ai. Certamente diversi mic nascono per diversi scopi e hanno storie diverse, quindi non sto a fare paragoni diretti e ingiusti, ma è tanto per dire che un presunto mito inseguito da tutti non mi ha mai sorpreso per resa, eppure tiene il valore, mentre il Rode oggi lo compri a un terzo del prezzo originale, seppure ce ne siano pochi in circolazione, e fa davvero tanto.
      Non sono abituato a parlare di "magia" per un microfono, ma se chi lo fa intende quello che credo, direi che una sua magia ce l'ha, e penso che per trovare alternative del genere occorra salire fino a dei Neumann valvolari, sappiamo però cosa costano.
      Per ora lo sto apprezzando sull'Avalon a trasformatori (AD2022) che a sua volta è trasparente e dettagliato con una lieve spinta agli estremi di banda, viene una bella combo.
      Molti citando anche Adele lo trovano ben abbinato al 6176, a me è risultato fin troppo "creamy", forse troppe valvole assieme stroppiano, non saprei, probabilmente le alte in quel caso si ammorbidiscono e guadagnano più dolcezza, ma su tutto il resto ho percepito un colore raddoppiato, sulle voci femminili forse ha più senso.
      Mi riprometto di provarlo più a fondo sul 1073, sulle prime non mi ha colpito ma neanche contrariato, è un pre che chiede il suo spazio e forse valorizza più se stesso che colore e dettagli del mic.
      Tu su quali preamp lo preferisci?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao Pilloso,
      mi sono letto tutto il thread e ti confermo, almeno dalle impressioni che hai descritto (una take sarebbe stata molto più esaustiva) che il Rode HA le caratteristiche che ti "preoccupavano" all'inizio. Il suono della 6072 GE, specialmente senza un adeguato warm-up (a mio avviso ben più dei 30 minuti di cui spesso si parla) abbinato alla capsula del Classic tendono al "vetroso". Devi effettuare un warm-up serio e abbinare il microfono ad un pre che smussi leggermente i transienti.
      E' un gran bel microfono il Classic ma va un attimo "domato" come tanti altri in quello stile... vedi Manley Gold su tutti...
      Ciao,
      Mauro
      P.S. il mio studio è sempre aperto... e ho parecchie valvole vintage se vuoi fare dei test.
      "Qualsiasi cosa tu faccia, falla con stile" F. Mercury
      Ciao carissimo, di nuovo, piacere di rivederti su queste pagine.
      Sì mi sono fatto un po' la stessa idea, e nell'usarlo abitualmente ha iniziato a piacermi di più, tra l'altro sulla mia voce un po' chiusa aiuta parecchio e con interventi davvero minimi in eq arrivo a un suono pronto in un baleno.
      Certo appena si vanno a toccare le alte in eq tira fuori le unghie e sembra quasi che qualcosa non vada, dopo mezz'ora di warm-up diventa un poco più mansueto e le armoniche più ricche, ma ancora non si può scherzare con le sue alte, se con il Neumann ero abituato a fare uno shelf con leggerezza per dare aria, qui invece metto una campana morbida attorno agli 8k e lascio stare sopra, ne ha già di sua in abbondanza.
      Magari in tempi più sereni ci ritroveremo a fare qualche test sui nostri bei giocattolini :)
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao,
      è sempre importante il punto di partenza sonoro da cui si parte. Sei abituato da una vita al tuo U87Ai (dico al TUO volutamente perchè negli ultimi anni c'è una certa inconsistenza per quanto riguarda Neumann) e il tuo confronto parte da lì quindi è normale che il Rode Classic ti sembri metallico. Ma le alte frequenze nel Rode non devi proprio toccarle, con il giusto pre vengono smussate e poi il consiglio più importante: impara a cantare "sfruttando" le caratteristiche del microfono. Questo vale per qualsiasi microfono, compreso l'U87Ai.
      Il microfono è il tuo strumento in quel momento, non puoi pensare di cantare come se non avessi davanti nulla. Molti cantanti lo fanno e vedo tecnici impazzire per questo.. con mille problemi risolvibili con un minimo di consapevolezza da parte del cantante o, meglio, un minimo di professionalità.
      Ricordati che un cantante non è una persona che una mattina ha deciso di iniziare a cantare. Un cantante è molto molto di più.
      Ciao,
      Mauro
      "Qualsiasi cosa tu faccia, falla con stile" F. Mercury
      Ciao,
      intendo che dal 2000 in poi è noto che la ripetibilità delle capsule Neumann non è più così garantita. Vuoi perchè hanno aumentato i parametri di tolleranza, vuoi per scelta ma la maggior parte delle capsule (in particolare la K870 quindi U87Ai, TLM67, U67re, ecc... ma ultimamente anche la K49) soffrono di diaframmi troppo tesi che tradotto in suono significa meno low end e soprattutto un low end non rilassato ma duro e compresso, una zona media che trasduce male i segnali complessi (vedi sibilanti o esplosive, o un twang di una Fender, ecc...). In altre parole tutti i problemi noti dei nuovi U87Ai...

      "Problemi" solo per qualcuno perchè per altri tecnici sono tutte caratteristiche che piacciono.. quindi non voglio assolutamente giudicare. Quindi prendi quello che scrivo con un PER ME grande come una casa. ok? E tra l'altro, malgrado queste note differenze con il passato rimangono ancora le capsule che, a mio avviso, trasducono meglio emozione e musica...

      Ciao,
      Mauro
      "Qualsiasi cosa tu faccia, falla con stile" F. Mercury