Upgrade studio per migliorare la qualità.

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Upgrade studio per migliorare la qualità.

      Upgrade Studio, soluzioni qualitative per il tacking e il mixingCiao, mi chiamo Beppe. Vorrei migliorare la qualità del mio lavoro e chiedere aiuto per evitare errori.

      Attualmente il cuore del mio studio è costituito da un iMac, Logic Pro X, una scheda audio Digidesign 003 rock e un mixer Zed 420.

      Lo studio è usato essenzialmente per taking e al mixing, quindi arrangiare per lo più brani originali. L'anello debole di questa catena è sicuramente scheda audio obsoleta. Per migliorare la situazione avevo pensato di una di queste soluzioni:

      1) Mantenere lo Zed 420, vendere il 003 e comprare un convertitore AD / DA di ottima qualità. Uscire dal mixer tramite le directout , entrare negli IN del convertitore e da lì a Logic Pro X. Di fatti eliminare la scheda audio dalla catena e usare un convertitore per interfacciare il mixer (a cui sono collegati gli strumenti e i microfoni). Questa soluzione mi fa fare un grande salto di qualità? Tali convertitori mi consiglia? Almeno 16 in / out? In questa fase non ho la necessità di registrare simultaneamente più tracce, potrebbe andare bene un bel convertitore magari a 2 canali?

      2) Vendite Zed 420 e la Digi 003 e prendere un Qu- 16 o Qu-24 e e farne il cuore del mio studio: scheda audio, convertitore, mixer e DAW controller. Cosa pensate di questa soluzione? mi regala più qualità rispetto alla prima? Parlo di mixer a 16 o 24 tracce per una questione di comodità, e cioè...avere già impostati la maggior parte delle tracce e non dover togliere e mettere cavi. aver già collegati i 7/8 microfoni per la ripresa della batteria, aver già dedicato 2 canali per la ripresa delle chitarre elettriche tramite microfoni, dedicare un canale al basso, 2 o 3 canali alle tastiere, synth o pianoforti (anche via midi), dedicare alcuni canali alle voci e via dicendo. Avere in buona sostanza un banco già pronto sul mixer e controllare ogni le varie tracce di Logic con il mixer.

      3) Abbinare allo Zed 420 la sua interfaccia nativa ICE 16 (che però è più live oriented) ma convertitori dell'Ice16 sono meglio o peggio dei convertitori dei mixer Qu?

      Non ho grandi esigenze di suonare dal vivo, in fondo io scrivo e arrangio le mie canzoni o quelle degli altri, al massimo ho organizzo piccole sessioni live in studio per provare gli arrangiamenti o i live con cantanti o gruppi, da qui l'esigenza di avere un mixer.

      Avrei bisogno di una configurazione che mi permettesse di gestire al meglio la fase di ripresa e mixaggio in studio, così come per pezzi dal vivo in studio, sperimentare, quando necessario.

      Avete suggerimenti per me? soluzioni alternative a quelle che ho pensato? consigli? dritte? esperienza da condividere?

      PS non ho parlato espressamente di costi, ma è chiaro che devo contenermi, diciamo che ho un budget di circa 1000 € (se tengo il mio mixer) o 2000 € (se do via il mixer) da poter spendere. Ma vorrei non far cavolate, per questo chiedo a chi ha esperienza.

      Grazie molto coloro che vogliono darmi un aiuto.

      Beppe
      Sei sicuro che l'anello debole sia la scheda obsoleta?
      Non avrà convertitori all'ultimo grido ma non credo siano nemmeno scarsi, cambiando quelli non otterresti miglioramenti così tangibili.
      Direi invece che ti mancano dei pre di qualità, se hai solo quelli del tuo mixer, che per quanto dignitoso, non si possono considerare all'altezza di una catena audio eccellente.
      Ma se ti serve il mixer per le prove in studio non posso neanche dirti di venderlo.
      Però ti raccomanderei di aggiungere dei pre di qualità da collegare direttamente alla scheda audio, senza intermediari.
      Se invece puoi fare a meno del mixer e ti servono tanti ingressi per registrare diversi strumenti in simultanea, direi che potresti venderlo e comprare dei pre di qualità superiore.
      Un prodotto con 8 pre molto validi a prezzi onesti può essere il Focusrite ISA 828, non una macchina esoterica, ma decisamente di taglio professionale. Collegandolo alla digi003 potresti fare poi da quella il monitoring degli ingressi per getire gli ascolti in studio, ma non conosco il suo sw quindi non dico altro.
      Però non hai specificato che strumenti registri, anche voci? Con quali microfoni? Quante cose devi riprendere simultaneamente? Fai anche batterie?
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Altrimenti, se vuoi tenere il mixer e toglierti il dubbio dei convertitori, con 1000 euro nell'usato trovi l'Apogee AD16-X, fino a pochi anni fa un grande standard nella fascia alta, ed ancora oggi superiore al 99% dei convertitori inclusi nelle interfacce audio, con 16 ingressi. Però come detto non mi aspetterei un grande cambiamento. Io lo userei entrando in ottico nella Digi 003, altrimenti occhio perchè per collegarlo direttamente al pc devi dotarlo anche della sua scheda di espansione che comunque trovi sempre usata a prezzi accessibili.
      Oppure vendi la Digi 003 e compri un'interfaccia con convertitori al top che integri anche pre validi, prima su tutte la Universal Audio Apollo, che ti dà anche accesso al mondo dei plugin per UAD.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Pilloso ha scritto:

      Sei sicuro che l'anello debole sia la scheda obsoleta?
      Non avrà convertitori all'ultimo grido ma non credo siano nemmeno scarsi, cambiando quelli non otterresti miglioramenti così tangibili.
      Direi invece che ti mancano dei pre di qualità, se hai solo quelli del tuo mixer, che per quanto dignitoso, non si possono considerare all'altezza di una catena audio eccellente.
      Ma se ti serve il mixer per le prove in studio non posso neanche dirti di venderlo.
      Però ti raccomanderei di aggiungere dei pre di qualità da collegare direttamente alla scheda audio, senza intermediari.
      Se invece puoi fare a meno del mixer e ti servono tanti ingressi per registrare diversi strumenti in simultanea, direi che potresti venderlo e comprare dei pre di qualità superiore.
      Un prodotto con 8 pre molto validi a prezzi onesti può essere il Focusrite ISA 828, non una macchina esoterica, ma decisamente di taglio professionale. Collegandolo alla digi003 potresti fare poi da quella il monitoring degli ingressi per getire gli ascolti in studio, ma non conosco il suo sw quindi non dico altro.
      Però non hai specificato che strumenti registri, anche voci? Con quali microfoni? Quante cose devi riprendere simultaneamente? Fai anche batterie?



      Parlavo dei Qu 16 o 24 perchè mi permetterebbero una praticità enorme. Da un lato fanno da scheda audio, per cui sfrutto il mixer per registrare, sfrutto i suoi effetti di cui si parla un gran bene, in secondo luogo fungerebbe da DAW controller e quindi in fase di mixing potrei operare per la maggior parte da mixer e non da mouse, in terza analisi se organizziamo piccole sessioni per provare qualche pezzo, per sperimentare qualche arrangiamento insieme ad altri musicisti ho un mixer che mi permettere di provare live direttamente in studio. Questo è quello che mi ha fatto propendere per gli A&H serie Qu.
      Hai chiesto di migliorare la qualità, non la praticità.
      Se resti su mixer di quella fascia la qualità non cambia perchè pre e convertitori sono poco distanti da quelli a bordo della tua Digi 003, magari perfino inferiori.
      Non hai ancora risposto a che tipo di qualtà cercavi e che tipo di limiti senti, ma per iniziare devi almeno sapere cosa cerchi.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      La cosa più scarsa della Digidesign Rack 003 sono proprio i convertitori, mentre ha discreti pre. Quindi forse è l'anello più debole. Ma per un upgrade, meglio andare per ordine:
      trattamento acustico > mic > pre > convertitori > daw e plug in. E allo stesso livello di importanza del trattamento acustico, metterei i monitor.
      Ma saranno comunque convertitori sopra la media... però qui la questione è più complessa: lui vuole fare suonare tutti i musicisti assieme, attraverso un mixer, ed occasionalmente registrare.
      Non parliamo quindi di mic da studio perchè ha accennato ad una situazione live / sala prove.
      E resta sempre il mixer, di buona marca ma non certo all'altezza dei pre dedicati.
      Deve ancora chiarirsi le idee visto che parla di voler passare a convertitori migliori (tra l'altro con un budget limitato per prodotti di fascia alta) e poi cita un mixer digitale con convertitore integrato, che non sarà mai a livello di quelli dedicati o di quelli a bordo delle interfacce audio di razza.
      Se si vuole sia la qualità, sia fare suonare tutti assieme, ed il budget è limitato, bisogna trovare un compromesso accettabile.
      Per questo suggerivo un'interfaccia di fascia alta come UA o RME, con almeno 4 pre a bordo da usare per gli elementi più importanti tra cui la voce, e lasciare il mixer a tutto il resto (tastiere, chitarre, batteria ecc.
      Se compri solo un convertitore hai comunque bisogno dell'interfaccia, e non aggiungi nessun pre migliore di quelli del mixer.
      L'interfaccia nuova è l'occasione per rinnovare un po' tutto, convertitori in primis, ed avere 4 pre superiori a tutti quelli che usi attualmente.
      Poi sarebbe il caso di fare i conti in modo più preciso su quanti canali totali ti servono, quali sono gli strumenti in genere, e tanto altro che non ci hai detto.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ragazzi grazie per le risposte, provo ad esser più preciso, forse avete ragione ho scritto tante cose e serve un compromesso.

      Cerco di sintetizzare in ordine di importanza:

      1) lo studio è orientato essenzialmente al taking e al mixing per cui la cosa più importante per me è avere su Logic delle tracce audio di qualità, per poi essere mixate. Lo studio (40 mq) è trattato acusticamente con pannelli fonoassorbenti di diverso spessore (25 cm, 50 cm, in legno e
      lana di roccia ) pareti, soffitti, angoli, tappeti...il progetto è stato realizzato da una ditta di Bergamo . come microfoni ho alcuni SM57 e 2 NT2-A a condensatore della Rode. Per le chitarre ho una testata Brunetti Singleman calcolare. Come Pre per la voce utilizzo un Pre valvolare
      Robbie della Blue. Non ho attrezzature di qualità eccelsa lo so, ma non credo di essere preso malissimo alla fine.

      2) Spesso capita di fare in studio delle piccole Jam per provare gli arrangiamenti o per sperimentare insieme, ecco il mixer a più canali mi serve essenzialmente per spippolare con effetti è macchinette varie per trovare i suoni insieme ai musicisti, ma non ho necessità di registrare in multitraccia simultaneamente.

      3) il mixer digitale farebbe da controller DAW e finalmente mi eviterei di usare il mouse, ma potrei agire direttamente da mixer in fare di miraggio appunto.

      Le mie priorità sono queste....e devo trovare un compro,esso... avessi 100000 euro prenderei super Pre, super convertitori è un controller dedicato....ma sono povero! Hihihihihihihih
      Ok la situazione è un po' più chiara, però non ho capito bene se questa qualità in più ti aspetti di averla sempre passando attraverso un mixer, perchè come ti dicevo può essere il collo di bottiglia, assieme all'interfaccia che comunque malaccio non è.
      Ovvio che se cambi interfaccia o prendi un ottimo convertitore ma poi fai passare quasi tutto su mixer, la qualità te la perdi per strada, e non pensare che il mixer digitale suoni meglio del tuo attuale, al massimo darà maggiori possibilità per la situazione di sala prove "live" ma non è un elemento da mettere dentro una catena audio seria se vuoi qualità senza compromessi.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Pilloso ha scritto:

      Ok la situazione è un po' più chiara, però non ho capito bene se questa qualità in più ti aspetti di averla sempre passando attraverso un mixer, perchè come ti dicevo può essere il collo di bottiglia, assieme all'interfaccia che comunque malaccio non è.
      Ovvio che se cambi interfaccia o prendi un ottimo convertitore ma poi fai passare quasi tutto su mixer, la qualità te la perdi per strada, e non pensare che il mixer digitale suoni meglio del tuo attuale, al massimo darà maggiori possibilità per la situazione di sala prove "live" ma non è un elemento da mettere dentro una catena audio seria se vuoi qualità senza compromessi.


      è esattamente il mio dilemma....cioè Pre e convertitori de Qu sono migliori di quelli che uso ora? Sui le credo siamo la, alla fine lo Zed 420 è una gran bella macchina con ottimi Pre.

      Vendo tutto e prendo una Apogee Element 88?
      Scusa ma se vendi tutto cosa te ne fai di una interfaccia con soli 8 ingressi analogici? Ti bastano?
      Devi farti un po' di chiarezza perchè stiamo vagando alla cieca.
      Prima di tutto: se l'esigenza è il mixer per gestire diversi musicisti in simultanea, ma resti su mixer del genere, non puoi avere la qualità top in registrazione. Sono pre buoni per un mixer nella media, ma non paragonabili a quelli di un'ottima interfaccia audio, ed in particolare ai pre dedicati che si usano negli studi di registrazione: questa è altra roba.
      Secondo: se per prove/live usi il mixer, ma poi per registrare le tracce importanti le scolleghi dal mixer e ti colleghi direttamente all'interfaccia audio, allora sta bene, cambi la tua Digi 003 con una Apollo o Apogee e sei al top sia come convertitori sia come pre integrati nelle schede audio. A quel punto puoi avere il mixer che vuoi, da usare solo per monitorare i musicisti e collegarli tutti assieme, ma per registrare in qualità devi scavalcarlo ed entrare dritto nella scheda audio.
      Per ascoltare anche le cose che registri puoi sempre usare il routing della scheda per uscire da quei 4 canali e tornare al mixer, così potrai gestire sul mixer anche loro allo stesso modo degli altri ignorando il fatto che passano dalla scheda.
      Questo secondo me è il migliore compromesso possibile, vendi solo la Digi003 e passi ad una diversa interfaccia migliore sia come convertitori che come pre, ma non aspettarti comunque i miracoli. Non so che qualità ti aspetti ma quella professionale si ricava da pre dedicati di fascia alta, e microfoni sempre di livello top, chiaramente sono spese importanti.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Il problema è che vorrei tutto al top e spendere poco! Per cui le sparo anche grosse, scusami!

      La coperta è corta, da qualche parte devo cedere, c'è poco da fare, altrimenti finisce come dici tu che cambio gli elementi ma la qualità alla fine resta quella più o meno.

      Di tutto quello che ho scritto dove potrei cedere in qualche modo è i live in studio! Voglio dire avendo una scheda audio con più ingressi potrei benissimo provare qualcosa direttamente da Logic o al più prendere un moderino senza moltissime pretese e usarlo solo per quello.

      Andare di Apogee (che mi ispira più di Universal Audio) e magari col tempo affiancargli dei pre di qualità... e se trovo un controller esterno per Logic lo uso per mixare....
      Occhio che quella Apogee ha 8 ingressi e solo 2 uscite analogiche (il resto in digitale).
      Cosa abbastanza limitativa perchè con altre schede potresti entrare con diversi strumenti e mic direttamente su scheda ed uscire dal retro per tornare al mixer e gestirteli come vuoi tu per gli ascolti, e registrarli senza il mixer di mezzo, appunto.
      Una scheda con cui fai questo è ad esempio la RME UFX che ha 4 pre di qualità + altri 4-6 ingressi diretti + almeno 8 uscite da rimandare al tuo mixer, ed un sistema di routing del segnale col suo software leggerissimo col quale già da solo potresti gestirti tutti gli ascolti.
      Ovviamente anche i convertitori sono al top e non mancano diverse connessioni ottiche e digitali.
      Anche la Apollo a seconda delle versioni ha dotazioni simili.
      La Apogee è della stessa qualità ma molto limitata con le connessioni, non saprei che farmene di un'interfaccia tanto costosa con due sole uscite analogiche. Ha senso se aggiungi delle uscite digitali ulteriori, con spese extra ovviamente.

      Ma ribadisco: non hai ancora spiegato quale sarebbe la qualità che cerchi, cosa non ti convince nelle tue registrazioni, ecc.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.