Mixer o preampli ?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      @loyuit
      Ti ringrazio ma sto cercando le giuste parole per potermi spiegare al meglio :)
      Non conoscendosi e poi scrivendo è molto facile, per me , incappare in qualche errore :)

      Mi incuriosisce e non poco la tua proposta dello Speck...oggetto che prima d'oggi ignoravo l'esistenza.
      Talmente mi incuriosisce che mi piacerebbe poterlo sentire e magari fare un confronto diretto con il mio
      preamplificatore che conosco molto bene.....almeno mi potrei rendere conto delle sonorità e quali differenze
      ci sono tra un oggetto pro ed un buon, per me , preamplificatore HIFI. Premetto se sulla carta c'è la stessa
      analogia e la stessa differenza che con i diffusori HIFI ....il gioco è fatto...

      Grazie ancora

      Maurizio
      Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai idea !!
      Bah probabilmente il tuo preamplificatore è piu pro del mio mixer. Diciamo che lo Speck come ogni altro line mixer non ha lo scopo di amplificare ma di creare un routing
      , splittare e sommare ció che arriva dagli input in uno o piu output.
      Poi nello Speck c'è la possibilità di gain e attenuazione sugli input e sul master line e cuffia.
      Peró parliamo di 24db. Un preamplificatore solitamente viaggia minimo sui 60db. Quindi lo Speck o un line mixer in genere dovresti vederlo come uno split un pochino piu evoluto e raffinato con molte possibilità in più. Se opti per un mixer classico avrai anche preamplificazione microfonica e line
      sugli input, solitamente dai 50db in su, equalizzazione, send return per mixare effetti con il segnale, etc etc.
      Ma se cerchi piu trasparenza possibile un mixer del genere te lo sconsiglierei. Ripeto io valuterei un line mixer di pregio e il piu trasparente possibile o uno split passivo affiancato da un ampli
      stereo sul canale dove servisse.
      E non saprei nemmeno se un preamplificatore microfonico avrebbe senso.
      L'opzione di una ottima Dac tipo Adi2 Dac, Lavry, Benchmark, Burl etc e passare a un ascolto da digitale abbandonando l'approccio di ascolto da analogico sarebbe una strada che considererei.
      Ciao
      Premi Indovina
      Buon 2018

      @loyuit
      Non conoscendo il tuo Speck non posso dire e non ho detto nulla , anzi come precedentemente scritto , mi piacerebbe poterlo sentire e confrontare con il mio preampli visto che non ho mai avuto l'occasione di poter sentire qualcosa di pro.
      Il mio è un buon preamplificatore HIFI niente di più.....purtroppo il limite dei preamplificatori, non tutti ma quasi, è il limite degli ingressi bilanciati. Inoltre i preamplificatori HIFI , non tutti ma quasi , tendono a colorare , ad addolcire il suono e quelli entry level si " mangiano " una parte del segnale..... quindi il tuo consiglio del line mixer è da prendere in considerazione. Sul fatto poi dei mixer stesso discorso.... dipende con cosa lo confrontiamo.....buoni mixer si mettono dietro premplificatori hifi da nomi blasonati......naturalmente un buon mixer confrontato con il tuo Speck .....il mixer le prende di santa ragione....ma non conoscendo questi oggetti mi piacerebbe approfondire l'argomento.

      Maurizio
      Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai idea !!

      maurizio_m ha scritto:

      Buon 2018

      @loyuit
      Non conoscendo il tuo Speck non posso dire e non ho detto nulla , anzi come precedentemente scritto , mi piacerebbe poterlo sentire e confrontare con il mio preampli visto che non ho mai avuto l'occasione di poter sentire qualcosa di pro.
      Il mio è un buon preamplificatore HIFI niente di più.....purtroppo il limite dei preamplificatori, non tutti ma quasi, è il limite degli ingressi bilanciati. Inoltre i preamplificatori HIFI , non tutti ma quasi , tendono a colorare , ad addolcire il suono e quelli entry level si " mangiano " una parte del segnale..... quindi il tuo consiglio del line mixer è da prendere in considerazione. Sul fatto poi dei mixer stesso discorso.... dipende con cosa lo confrontiamo.....buoni mixer si mettono dietro premplificatori hifi da nomi blasonati......naturalmente un buon mixer confrontato con il tuo Speck .....il mixer le prende di santa ragione....ma non conoscendo questi oggetti mi piacerebbe approfondire l'argomento.

      Maurizio


      Io (perdonatemi) faccio un po' fatica ad inquadrare l'esigenza.
      Se ho ben capito, tu avresti bisogno di un attrezzo come questo, cioè uno scatolo che ti permetta di selezionare le diverse sorgenti, e di attenuare il segnale in modo da regolare il volume.
      Il prodotto linkato non lo conosco, vedo solo che il produttore lo descrive come ultra trasparente, completamente passivo e "true-bypass" con il potenziometro a zero attenuazione. L'oggetto in questione è in grado all'occorrenza anche di alzare il livello del segnale (ed è a tutti gli effetti un pre), ma c'è da valutare se tu hai bisogno di portare il tuo segnale sorgente a livelli ottimali operativi a seconda del device che sta suonando, phono a parte che quello ha bisogno ovviamente di un preampli dedicato.
      Per prima cosa c'è da rispondere perciò a questa domanda: i tuoi device escono ad un livello di linea ottimale per essere usati con una coppia di monitor attivi? Se la risposta è che alcuni di loro hanno bisogno di un innalzamento del livello è necessario un pre, altrimenti può essere sufficiente una connessione point to point fatta come si deve e un attenuatore passivo di qualità.

      Francamente non riesco a capire chi ti proponga convertitori DA.
      Né, cosa c'entri il discorso degli ingressi bilanciati. Né l'inserimento nel percorso di un line mixer, che per quanto buono possa essere sarebbe controproducente rispetto all'obiettivo "trasparenza", specie se lavora a canali singoli e non a coppie stereo. Se poi citiamo anche mixer di vocazione studio con stadi di preamplificazione singoli perdo completamente il fine del discorso, perché ogni canale inserirebbe più o meno randomicamente ritardo, colore, distorsione armonica e chi più ne ha più ne metta su ogni singolo segnale allontanando irrimediabilmente dall'obiettivo.

      Dove sbaglio?
      @Lattugo
      Scusate se sono stato fin qui poco chiaro.
      Ci riprovo....
      Io posseggo varie sorgenti....registratori a bobine, lettore cd, giradischi, dat e piastre di registrazione.
      Attualmente come diffusori posseggo una coppia di diffusori attivi senza nessun tipo di regolazione e
      dei monitor attivi K+H 098 con alcune regolazioni ( regolazione di sensibilità e regolazione basse frequenze ).
      Complata il mio impianto un preamplificatore HIFI con due ingressi bilanciati xrl e 4 ingressi sbilanciati RCA.
      Posso tranquillamente collegare le varie sorgenti ai diffusori K+H perchè avendo la regolazione di sensibilità posso usare questa opzione come regolatore di volume mentre non posso farlo sugli altri diffusori.
      La mia esigenza......
      Sarebbe quella di poter trovare un mixer, uno splietter o qualsiasi altra cosa che mi permetta di collegare tutte le mie sorgenti in maniera definitiva senza fare di continuo il classico stacca - attacca.
      Al tempo stesso vorrei, senpre se possibile, un dispositivo che permettesse al segnale di passare in maniera più lineare possibile senza che lo stesso dispositivo si " mangi il segnale "........ oppure se ne " mangi " il meno possibile...
      Questa sarebbe la mia attuale esigenza..... ho provato nel mio impianto un mixer soundcraft folio ma il risultato non è stato dei milgiori come non lo è stato dei migliori i vari preamplificatori HIFI provati fino ad ora....infatti attualmente ho il mio preamplificatore che tra quelli da me posseduti è quello che mi piace di più....
      Quindi magari l'oggetto che ha proposto il forumer " loyuit " ovvero lo Speck X.Sum potrebbe essere l'uovo di colombo per le mie esigenze......ed anche in questo cosa non conoscendo tale oggetto....chiedo consigli a voi..
      Spero di potermi essere spiegato .....

      Maurizio
      Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai idea !!
      Si stanno proponendo opzioni
      Quella della Dac è un opzione che ovviamente sottintende un passaggio ad ascolti da digitale: computer-dac-monitor.
      Quella del line mixer con canali stereo vocato alla trasparenza potrebbe essere un altra opzione, piu particolare e leggermente piu caratterizzante ma perchè no, anche affascinante. Un minimo di caratterizzazione da trasformatore se di qualità puó rendere il segnale piu vitale e ricco rispetto alla trasparenza più perfetta
      Quella del mixer classico è stata sconsigliata. Lo scatolo proposto da Lat è un'altra ottima alternativa accostabile a quella dello split Kramer con in piu l'attenuatore effettivamente fondamentale.
      Peró mi sembra di aver capito che Maurizio necessiti anche di un canale stereo amplificato e non soltanto di una sorta di patchbay
      Naturalmente avendo Maurizio delle esperienze e delle pretese di un certo livello l'unico vero giudice puó essere lui.
      Premi Indovina

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “loyuit” ().

      @loyuit

      Al tuo line mixer Speck posso essere collegate direttamente le sorgenti ? Penso di si ....
      e sempre dallo speck è possibile collegare direttamente i monitor? Penso di si

      Alla fine dei salmi mi servirebbe solo ed esclusivamente un oggetto alla quale posso connettere tutte le mie sorgenti e posso avere un uscita per i monitor......avendo la possibilità di regolare il volume......

      Maurizio
      Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai idea !!
      Io mi chiedo: perché pagare una fila di attenuatori quando di fatto ne serve solo uno?

      Ti serve un line mixer quando hai bisogno di miscelare insieme più segnali, e non mi sembra questo il caso siccome ogni sorgente dovrà essere ascoltata da sola, perciò a parità di qualità teorica il costo da sostenere dovrebbe essere moltiplicato per il numero di canali disponibili nel mixer: non è un controsenso?
      Se poi l'obiettivo è avvicinarsi al true-bypass, con un mixer devi passare attraverso due stadi (canale e main), e forse solo in caso di potenziometri discreti saldati punto a punto puoi pensare di avvicinarti al concetto, ma non è certo il caso del X-Sum, mi pare.

      Quanto allo stadio di preamplificazione, confermato che il TS ricerca la connessione diretta sorgente>diffusore, occorre capire SE serve o meno, come dicevo nel post precedente. Se non è necessaria, qualsiasi cosa che mettiamo in mezzo al percorso del segnale allontana dal risultato desiderato.
      Come del resto anche l'attenuatore passivo, ma chiaramente qui entra in gioco la qualità del componente selezionato.

      Teoricamente la soluzione più semplice sarebbe una cosa come questa senza nemmeno attenuatori passivi di mezzo. Se la realizzazione è fatta come si deve (io non sono in grado di giudicarlo, specie da una foto), questo scatolotto non dovrebbe fare altro che fungere da mero selettore del percorso dei segnali, e se cavi, connessioni e punto-a-punto sono fatti bene, il flusso scorrerà integro da un apparecchio all'altro.

      I miei due cent.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Lattugo” ().

      Si Lattu ha ragione
      Se lo scopo è avvicinarsi al true bypass e in piu non hai alcuna esigenza di miscelare, lo Speck non c'entra molto. A me piace molto come suona, anche per il mero ascolto.
      Mettere del bel analogico tra la sorgente e le casse aggiunge sempre qualcosa di vitale al segnale.
      Peró appunto, per una trasparenza assoluta c'entra poco.
      Ciao
      Premi Indovina
      dico la mia
      uno di questi ebay.it/itm/SWITCH-SELETTORE-C…m-USCITA-RCA/371792596171 eventualmente fatto modificare per sostituire alla presa minijack una coppia di RCA, seguito da ebay.it/itm/Mackie-Big-Knob-Passive/401426163284 a cui collegare una eventuale sorgente bilanciata. Se il livello di uscita delle varie sorgenti è sufficiente a pilotare a pieno volume le casse attive (basta fare una prova collegandole dirette e sentendo il volume) è una soluzione più che trasparente, in quanto passiva, ad un prezzo iperragionevole
      Fai una scatoletta metallica con uno di questi
      electronicsurplus.it/product/6…i-in-lega-di-argento.html
      e un po' di prese da pannello, oppure cavetti lunghi quanto serve fino alla sorgente e connettori volanti. Con un 22x4 puoi commutare segnali bilanciati.

      Per segnali sbilanciati (che vanno benissimo in ambiente domestico, con cavi lunghi anche 2 o 3 metri; anzi, c'è in mezzo qualche cosa di meno) puoi anche usare due comuni commutatori 2 vie 6 posizioni e poi selezionare uno dei due con un deviatore doppio, per un totale di 12 sorgenti.
      Gianluca
      Youtube: goo.gl/522kv4

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “Datman” ().

      Ciao

      la prossima settimana avrò la possibilità di poter provare due oggetti ....uno splitter della leitch con 12 ingressi bilanciati ed una uscita sempre bilanciata....essendo un semplice splitter è necessario l'uso del preamplificatore.....l'altro un grass valley sempre con 12 ingressi bilanciati e un uscita bilanciata ed inquisto caso non è necessario il collegamento ad un preamplificatore.... Vediamo cosa succederà...

      Maurizio
      Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai idea !!
      Ciao
      Per i modelli .....non vorrei dire baggianate....
      il grass valley dovrebbe essere il ten ......quello con i due v-meter a led in alto a sinistra e la manopola del volume
      in basso a destra......

      Leitch non saprei

      Entrambi hanno come ingressi ed uscite solo due connettori bd25 quindi bisogna costruirsi i cavi...ma questo per me non è un problema.....anzi....

      Maurizio
      Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai idea !!
      Per quello che mi hanno spiegato e soprattutto per quello che ho capito il grass valley dovrebbe essere un contenitore metallico con due sezioni totalmente separate....una audio ed una video....
      hanno in comune solo lo stesso alimentatore .....

      Questo è quello che penso di aver capito....comunque uno di questi è ancora usato in una radio locale delle mie zone.....

      Maurizio
      Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai idea !!