Somma analogica Toft atb 16

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Somma analogica Toft atb 16

      Ciao a tutti. Sono nuovo in questo sito e anche come tecnico del suono. Avevo una perplessità riguardo la somma analogica. Ho sempre fatto i miei mix all interno di pro tools ma avendo acquistato un nuovo convertitore volevo sperimentare la somma analogica. Le mie domande sono queste:

      Come gestisco i canali? A gruppi o singolarmente? I pan pot vanno fatti nel toft? Se li raccolgo in gruppi come faccio i pan pot? A quanto deve essere il mio segnale nel Main out per rientrare nel convertitore e avere un segnale che sia ancora gestibile con compressione e limiter?
      Grazie per eventuali suggerimenti

      Somma analogica Toft atb 16

      Ciao, per parlare di somma analogica devi avere canali output convertitori = ai canali input mixer .. oppure meno canali output scheda audio .. ma potrai sommare solo gli effettivi canali collegati al mixer . Per livelli e pan pot sei libero di gestire tu la cosa, fedi se abbassate dal mixe sequecer quindi digitalmente oppure acchiappare con la mano il faider del mixer e muoverlo su e giù . Così vale anche per il pan .... vedi tu quale risposta, tra analogica o digitale, ti piace di più .. si tratterà di sicuro di cose iper sottili o nulle per l'orecchio ma significative a livello ergonomico. I gruppi ..... non conosco il mixer in questione ma al massimo ti crei i gruppi in daw e mandati in un canale mixer ... in ogni caso io gestirei i volumi O digital O analog per non ingarbugliarmi .. poi ognuno è libero davvero di fare tutto purché ottenga i risultati .


      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
      Ciao
      Come dice Mollyer le scelte sono soggettive
      Che convertitore usi?
      Comunque io fossi in te lavorerei così:
      assegni nella daw le uscite rispettive che vuoi utilizzare nel convertitore per le singole tracce.
      Esempio traccia 1 la mandi all'uscita 1 del convertitore (mono) oppure 1/2 stereo. Etc.
      Dal convertitore vai fisicamente col cavo (o cavi) dentro un canale del mixer, diciamo il canale 1 (oppure 1/2 se stereo). E così via per quanti canali hai disponibili e vuoi utilizzare.
      Una volta che le tue tracce dalla Daw, anzi diciamo dal sequencer mi raccomando, andranno al Toft puoi processarle come vuoi: hai dei splendidi equalizzatori e un eccellente mixer in generale che ti cambierà, oltre ovviamente l'approccio al mix anche il risultato finale, in meglio o in peggio va a opinioni.
      Hai un ottimo routing: oltre alla somma, ai pre e agli equalizzatori puoi anche sfruttare gli aux per mandare le tracce a canali stereo ove collegare outboard: riverbero digitale o analogico (vedi Vermona Dsr3), compressore stereo, delay, saturatore, etc. Queste mandate processate a loro volta dall'outboard andranno anch'esse a sommarsi ai canali diretti. E molto antro ancora, insomma hai da divertirti.
      Io da purista e con un sistema del genere relegherei il sequencer al solo immagazzinamento di dati. E farei tutto nel mixer, somme, effetti, mandate, monitoring, panning, fadering, etc
      Ciao
      "There was a movie I seen one time, I think I sat through it twice
      I don't remember who I was or where I was bound"