Problema Krk Ergo con VXT4

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Problema Krk Ergo con VXT4

      Ciao ragazzi, vi racconto la mia situazione per vedere se qualcuno può aiutarmi...
      Ho da poco acquistato la mia seconda krk ergo. La prima la uso in studio ormai da un paio d'anni e corregge molto bene le mie adam p33a, quindi so bene come "funziona" la correzione della ergo.
      Quella nuova invece l'ho comprata per lo studietto personale che ho in casa, dove ho le krk vxt 4 come monitor.
      Appena installata ho fatto la calibrazione con il software apposito ed è andata a buon fine. Quando ho ascoltato il suono corretto dalla ergo ci sono rimasto male: è come se mettesse in Low cut piantato intorno ai 80hz molto marcato...cioè proprio sega via tutte le basse delle vxt4 (e chi la ha sa bene che seppur piccole sono piuttosto gonfie sotto). Mettendo l'ergo in modalità globale al posto di focus la situazione migliora leggermente, ritornano un po' di basse però rispetto al suono con la ergo in bypass mi pare sia addirittura peggio. Ho provato a rifare la calibrazione tipo 7-8 volte e il risultato non cambia. Ho anche aggiornato firmware e software ma niente rimane uguale...alla fine ho gettato la spugna e ho scritto alla krk però ancora non ho avuto risposte....voi che fareste? Help....

      Grazie
      Vasco
      Guarda ti assicuro che so bene come suonano le canzoni (soprattutto quelle mixate da me...) e c'è proprio un cut esagerato, la ergo tende si a sgonfiare le basse ma lo fa "pulendole" e il risultato è una bella separazione nelle basse frequenze, non un taglio. Ti assicuro che sotto sparisce tutto, sembra di ascoltare dalle avantone...
      Nada, ho provato col microfono dell'altra ergo e il risultato è lo stesso, basse tagliate di netto. La cosa veramente strana è che in focus mode taglia, mentre se lo metto in global è molto più simile al bypass....invece la ergo che ho in studio da focus a global cambia pochissimo, e da quanto ho letto è normale che sia così. Boh, potrebbe essere la ergo difettosa? mmm sto impazzendo...se avete consigli su altre prove da fare vi ringrazio...

      Ah, inoltre ho visto dal pannello software dell'ergo cal che il valore di correzione della stanza è sempre intorno ai 50....mi sembra un po' altino non capisco veramente come possa essere possibile dato che la stanza suona anche piuttosto bene da sola....

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “WiSP!” ().

      guarda mi è arrivata l'ergo 2 giorni fa, stesso identico problema: in basso mi ha tagliato di netto, non capisco se è il trauma per la diversa risposta ma così non riesco proprio a lavorare, sotto i 100/80 non ho controllo ma perchè sento veramente poco. Ho una stanza trattata decentemente di cui ero già molto soddisfatto, l'ho presa proprio per quello in quanto in giro avevo letto che lavora bene in ambienti già trattati in cui deve correggere solo delle sbavature. boh, che tristezza!
      eh hai ragione cerco di farla il prima possibile, altra questione: io esco dall'spdif out della rme fireface 800 e entro nell'ergo. Secondo voi è meglio la conversione DA dell'rme o dell'ergo; adesso direte "ascolta e diccelo tu" è solo che sto andando un po in paranoia già con la correzione che mi fa e o paura di non essere obbiettivo, magari qualcuno mi dirà che la conversione di una delle due dovrebbe essere palesemente migliore dell'altra.

      WiSP! ha scritto:

      Sì, mi sembra logico, non l'ho ancora fatto perché è un problema togliere quello che ho in studio.


      Puoi fare il contrario: provare in studio l' ergo di casa. Che poi credo sia quello che suggeriva Sonicologico.

      Comunque devo dire che anche io ho riscontrato comportamenti particolari da parte di Ergo. Ne ho posseduti ed utilizzati tre ed all' interno dello stesso ambiente apportavano modifiche differenti... e non sempre propriamente migliorative.
      Per questo credo ti convenga testarli entrambi all' interno dello stesso ambiente, con la stessa coppia di ascolti, e capire se hanno comportamenti differenti o meno.

      Marbo87 ha scritto:

      altra questione: io esco dall'spdif out della rme fireface 800 e entro nell'ergo. Secondo voi è meglio la conversione DA dell'rme o dell'ergo


      Credo che il tuo collegamento sia quello "più corretto".
      Non ne sono sicuro al 100%, ma a logica mi viene da pensare che ergo abbia un suo DSP interno per la modifica del segnale, che opera quindi in digitale e che quindi richiede una conversione AD-DA del segnale che gli daresti in pasto se uscissi da un LR analogico della Fireface.
      Collegandolo tramite Spdif, invece, gli fornisci già un segnale digitale, che lui potrà elaborare e convertire (una sola volta) in analogico.
      In ogni caso l' ultimo anello della catena sono i suoi convertitori. A questo punto tanto vale bypassare conversioni precedenti.
      Credo.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer
      ad oggi ancora non sono riuscito a fare la prova. Comunque dopo 2 anni di lavoro con l'ergo in cui mi son trovato benissimo è stata un po' una doccia fredda, e penso che il problema non sia la ergo ma un qualche problema "umano" di calibrazione...come se a determinate risposte in frequenza in fase di calibrazione la ergo tagli di netto le basse. Mah...
      Vasco, hai provato a invertire l'ordine di calibrazione, ossia - dopo la misurazione 1- andare in senso opposto a quanto specifica la figurina delle 4-5 misurazioni?

      Dico questo perchè nel mio studio di cubatura più grande uso Ergo da diversi anni e funziona molto bene, e ci entro in SPDIF facendo quindi una conversione unica.
      Poca differenza tra bypass e Global, ma anche Focus. Per la cronaca in quesllo studio, anche se per forza di cose adattato e non progettato da zero, ho 11 absorber, 6 diffusori, eccetera eccetera...

      I convertitori dell'Ergo sono gli stessi della Digi 192 i/o, non fanno per nulla schifo...

      Quello che riscontri è strano, e ugualmente come ti avevo detto via mail, ho un cliente che l'ha comprato da poco e l'ha tarato da solo in una stanza molto trattata, e anche lì mi dice ha riscontrato un taglio eccessivo delle basse.

      Tra un paio di settimane vado a fare una misurazione, poi ti so dire, prima non ce la faccio. :)


      CIAO

      8) Teetoleevio
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !
      Allora sta mattina ho provato a ricalibrare l'ergo e mi sono fermato alle 4 calibrazioni anche se mi diceva che ero al 97%. il risultato è nettamente migliorato ora le basse ci sono e si sentono, sicuramente come detto dagli altri sono meno (ma credo sia giusto così). Come detto nel precendente post con l'altra calibrazione avevo continuato a posizionare il mic fino ad arrivare al100%, forse è sbagliato?

      Ps: una cosa non mi è chiara, nel foglio in cui spiega le varie fasi di calibrazione, chiama la focus position "position 1" mentre il software per la calibrazione ti chiede prima di fare una misurazione nella focus position, poi per la seconda misurazione ti chiede di metterlo nella "position 1" se rispettassi quello che mi dice di fare dovrei ripetere la calibrazione nello stosso punto due volte, ma mi sembrava strano e quindi sono passato agli altri punti. Che ne pensate? spero di essermi spiegato bene.
      Teeto non ho ancora provato a fare la calibrazione al contrario (mi sembra...), proverò sicuramente anche se avrò fatto una cosa come 10-12 calibrazioni in modi differenti, tipo inclinando in modo diverso la capsula del cal mic (che dovrebbe essere omni ma ho letto su internet che in realtà è un cardioide allargato -_- ) mettendo il mic in posizioni molto diverse ecc ecc, sempre lo stesso risultato del low cut esagerato. Non vorrei che sia collegato a qualcosa delle VXT 4...se riesci a scoprire qualcosa fammi sapere :D

      Marbo87 le calibrazioni vanno fatte la prima in posizione focus e poi fatta quella inizi con la prima posizione (ovviamente non quella focus). Io ho sempre fatto così e con l'ergo in studio è tutto perfetto. Per il risultato ovviamente le basse le avrai sempre un pochino più "asciutte", da non confondere con un cut però, non è che piazzi la ergo in correzione focus e non senti più le frequenze. La correzione migliore te la fa, a mio avviso, quando la differenza tra bypass e focus ti da un'intelligibilità nettamente superiore tra cassa e basso, e inoltre il basso si linearizza notevolmente durante il cambiamento di nota. Se il risultato che raggiungi è questo allora ti è andata bene :D
      Wisp, prova a fare una calibrazione lasciando il microfono sempre nella posizione di ascolto. Giusto per tentare di capire da cosa possa dipendere quel tipo di risposta.

      E' possibile che nel tuo ambiente domestico l' RT60 sulle basse in punti distanti dallo sweet spot sia molto alto e che l' Ergo, per correggere, decida di asciugare il più possibile in basso.
      Se così fosse, facendo una calibrazione quasi esclusivamente nelo sweet spot dovresti incorrere in cancellazioni minori.

      Giusto un' idea. Nulla di più.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer
      Ok ho lavorato tutto il pomeriggio con la nuova calibrazione e il risultato mi sembra ottimo, rispetto a prima non ho un taglio ma come dice wisp una maggior intelligibilità nelle basse. La differenza a questo punto sembra il numero di calibrazioni: troppe calibrazioni evidentemente portano l'ergo a un lavoro molto drastico. wisp hai provato a fermati alle sole 4 calibrazioni?
      Bravo Marbo. :thumbsup:
      Bravo hellas. :thumbsup:


      8) Teetoleevio
      Produrre o mixare un brano in una stanza non trattata acusticamente equivale a correre di notte in autostrada a fari spenti: non vedi un razzo. :D
      Non è colpa tua, è che semplicemente non senti bene quello che stai facendo, anche se hai 10 Distressor. TRATTA LA TUA STANZA ! Dai retta a zio Teeto !