Cuffie chiuse: monitoraggio in sala di ripresa

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Cuffie chiuse: monitoraggio in sala di ripresa

      Mi domandavo, nella situazione di una sala di ripresa dove ci sarà:
      -batteria microfonata
      -cantante con microfono condensatore
      -bassista in DI -> scheda audio
      -tastiere
      -chitarrista che suona su un amplificatore in una sala attigua microfonato e che non si sentirà in sala.
      (ci interessa registrare tutti assieme, niente sovraincisioni)


      che cuffie usereste? (monitoraggio tutto in cuffia, dal routing diretto della scheda audio RME, preamp per cuffie multiplo)

      Io pensavo alle Beyerdynamic DT770 (le 250 Ohm). Al batterista pensavo di far comprare le DT770M (più isolate dall'esterno). Mi chiedevo se era il cavo di prendere a tutti le DT770M o se avete altri modelli da consigliare.


      p.s. cerco anche consigli su un amp per cuffie multiplo. io ho visto in uso il Samson S.amp con 4 DT880 da un grosso tecnico del suono... e suonava molto bene.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “mark88” ().

      Con una cuffia chiusa ognuno avrà più libertà di avere un ascolto isolato. D'altro canto da musicista seppur abituato alla cuffia noto come spesso si suoni meglio con una cuffia più aperta. Ad esempio con gli in ear sei isolatissimo ma il felling vien meno. Infatti alcuni si fanno fare in ear apposta, con la possibilità di gestire apertura verso l'esterno.
      Cmq cavolate a parte le dt770 sono ottime e comodissime da tenere anche per 3 ore si fila
      Sicuramente la differenza é notevole bisogna vedere poi come si trova il tuo batterista e cosa gli rimandi in cuffia se non ho capito male vuoi fare una ripresa il più possibile live. Se però non sentì bene corri il rischio di vanificare tutto. Noi di solito registriamo la traccia di batteria senza cantante per evitare i rientri, basso e chitarra hanno nella testata un'uscita bilanciata che permette di non attaccare anche la cassa e le tastiere naturalmente senza problemi. Usiamo tutti le cuffie o gli earmonitor. Il batterista ha anche il click in cuffia, ma suonando con tutti ha un minimo di tiro in più sul tempo. Poi teniamo buona solo la batteria è rifacciamo tutto il resto
      No noi faremo tutto assieme. Proviamo spesso e prepariamo i brani a sezioni mettendo insieme un mattoncino alla volta.
      L'amplificatore di chitarra sarà in un'altra stanza microfonato. Ci sarà il cantante in sala ma il posto è piuttosto grande e arioso.

      Il mix per il monitoraggio lo faccio dal totalmix della RME con low cut/eq e riverbero per tutti. Per il riverbero probabilmente mi porterò dietro il Lexicon hardware.

      Barzogti ha scritto:

      Io uilizzerei cmq un mic dinamico per la voce così ci canta vicino, stare alla giusta distanza dal mic con a fianco un batterista infuriato la vedo bene come room aggiuntiva della drum ahaha :D
      Un sm7 o anche un semplice e funzionalissimo sm58

      bravo questa è una questione che volevo approfondire meglio in un altro thread... ma visto che ci siamo.

      Shure Beta 58? l'sm7b lo ho sentito nominare spesso ma a meno di trovarlo usato lo vedo fuori budget
      Io pensavo di usare un Rode nt1a o un Se2200a che abbiamo a disposizione.
      ma accetto tutti i consigli perchè mi sto muovendo su un terreno che conosco poco.

      la batteria l'ho già registrata quindi non mi preoccupa più di tanto.


      diciamo che siamo piuttosto bravi. proviamo continuamente e io - di professione sono un orchestrale - cerco di lavorare molto sull'assieme del gruppo e applicare il lavoro che faccio solitamente con i gruppi da camera nel gruppo prog che porto avanti nel tempo libero con questi amici.

      quindi l'idea è registrare assieme. niente click, niente sovraincisioni, niente doppie chitarre perchè le faccio con la tastiera dove ci sono.

      sto pensando a come fare per ottenere il massimo dal materiale che abbiamo:
      RME UFX e Audient ASP880. 9 microfoni alla batteria (la cassa dovrò farla senza doppio mic), voce, ampli di chitarra microfonato (in altra stanza), tastiere. monitoraggio in cuffia dal totalmix fx della RME (vedi a cosa mi torna utile!) con i dovuti low cut/eq e comp sulle tracce che necessitano (basso e cassa soprattutto). il riverbero, visto che non è particolarmente riuscito sulla UFX, da un lexicon mx200 che tengo in un angolo usando altri 2canali della rme.

      cosa ho tralasciato?

      Il messaggio è stato modificata 2 volte, ultima modifica da “mark88” ().

      mark88 ha scritto:

      quindi l'idea è registrare assieme. niente click, niente sovraincisioni, niente doppie chitarre perchè le faccio con la tastiera dove ci sono.


      Vuoi mettere mixare live con un buon mixer ed entrare in stereo in scheda?
      Sarebbe da vero purista...
      Tu mi dirai: ma allora che me ne facevo di 18 canali di coversione AD?
      Un mio conoscente registra la classica con due soli mic stereo e un convertitore stereo.
      Altro approccio senza compromessi da editing posticci
      Anyway purismo a parte hai già veramente molto quindi non hai tralasciato nulla per lavorare a livelli eccellenti (acustica della sala di recording e capacità permettendo)
      Ciao

      And the movement in your brain
      Sends you out into the rain.
      (Nick Drake)

      Il messaggio è stato modificata 3 volte, ultima modifica da “loyuit” ().