Guida alla scelta dei monitor

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      scusa ho risposto senza leggere bene la tua domanda... Neafield perchè in un home studio immagino che non sarai seduto a metri dalle casse quindi meglio Nearfield.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons
      devo fare una piccola premessa:
      la scelta dei monitor è a mio avviso la faccenda più delicata in assoluto di tutto l'ambaradan connesso agli studi.
      Nella attuale cultura un po' trash si pensa spesso di acquistare un prodotto basandosi sulla notorietà o su qualche recensione quando in realtà non si sa ascoltare. Quindi la premessa è in sostanza che se non si sa ascoltare un prodotto vale l'altro, tutti possono andare bene. Il processo corretto invece dovrebbe essere quello di individuare le limitazioni del proprio sistema e cercare un'alternativa che risolva il problema di cui abbiamo percezione... fino ad avere nuovamente la necessità di andare oltre. Processo lungo, tedioso e dispendioso ma è l'unica alternativa al chiamare un'azienda e farsi fare una regia certificata spendendo carrette di euro. Quindi: quanto è grande la regia? Come suona? cosa è in grado di contenere come risposta in frequenza e spl? Che libertà (o vincoli) ho per l'installazione? Quale genere musicale prediligo? Casse Attive o Passive?
      Se hai ammettiamo 1500€ per una coppia di monitor attivi vuol dire che puoi prendere solo un 2 vie, che puoi guardare l'usato anche e che ti conviene partire dall'analisi dei soliti noti: Genelec, Dynaudio, PMC, Neumann (ex K&O) e Focal. Per molti marchi blasonati prenderai un entry level o un usato, poichè col budget sei nella terra di nessuno, sopra i prodotti consumer ma abbastanza sotto ai prodotti boutique per comprare il nuovo. Alternativa è pensare invece in modo più hi-fi. Comprare un buon finale e delle buone casse è una strada che ti consente di evolvere in maniera più gradata ed approfondita.
      se vendete il database mi incazzo.
      partendo dalle misure, se hai una stanza 3X3 sai che avrai problemi anche se la fai diventare 2x2 riempiendola di assorbente. In caso di limitazioni fisiche magari ti servono coni più piccoli, molto vicini e basso spl. Se hai un 6x5 puoi installare dei main a parete e trattare a regola d'arte.
      se vendete il database mi incazzo.
      100dB sono, per mixare decisamente alti
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons
      100dB SPL non è per niente un valore basso :D

      Secondo me, non si può fissare un valore a prescindere.
      Inoltre il volume andrebbe variato durante il missaggio, anche in base a cosa stai facendo/valutando.

      Dipende. Intanto ognuno sopporta la pressione diversamente.
      Cosa a cui fare ben caso e da non sottovalutare. E' facile stancarsi e perdere l'oggettività d'ascolto, ti basta poco tempo se esageri.
      Bisogna imparare a conoscersi un po.

      Poi sempre secondo me varia in base alla stanza.

      In breve è una questione personale.
      Ho sempre sentito pareri estremamente diversi.

      C'è chi dice tra i 77/80...chi dice 85...90...Si gioca al lotto.
      100 non l'ho mai sentito dire da nessuno, però.

      Anche se...è noto che certi personaggi lavorano a volumi molto molto alti...ma secondo me lo fanno con i Main, in stanze molto grandi e per brevi periodi.

      Post was edited 1 time, last by “Sky Crawler” ().

      il livello medio consigliato per me, 8 ore è < 90 dB spl. Nella posizione media del mio controller con un brano finito sono sugli 85/87. Nella tua stanza hai le due modali principali a 90 e 140 senza contare l'altezza che sarà sempre tra 100 e 150 Hz. Se puoi mettere le casse staccate dal muro di fondo, anche 1 metro, 1.5, tipo è una valutazione da considerare. Se devi stare azzeccato alla parete di fondo con le casse a 40 cm dagli angoli mi sa che c'è poco da fare. Ti converrebbe cercare a quel punto dei monitor con DSP per tentare di risolvere ed avere un ascolto decente ma i budget sono molto diversi.
      se vendete il database mi incazzo.
      ah calma, io con SPL non intendevo il volume d' ascolto, quello anche io sto sempre intorno agli 80. parla del dato proprio delle casse di massima pressione..ho capito male io!

      si gia adesso sono staccato dal muro di circa un metro e mzzo anche se volevo spingermi di 50 cm per recuperare un pittino di spazio perchè non ci sto più
      Provo a buttarti un consigli al volo. Valuta tu se dargli peso o meno.

      Usa due coppie di monitor, una già ce l' hai, non particolarmente performante, valuta tu se prendere solo una seconda o se sostituire anche quello che hai.
      Due coppie, dicevo: una nearfield, possibilmente con poche basse, qualcosa in stile NS10; un' altra midfield, generosa in basso, in stile Genelec 1031.

      Tieni i midfield praticamente attaccati al front wall. Su questo, il front wall, metti giusto un minimo di materiale per assorbire medie e alte, quindi o uno strato di lana o anche del piramidale spesso.

      Hai 240cm di lato se non ho capito male e 400 di lunghezza... apri i midfield di 180cm, tu ti piazzi a 160cm dal front wall. Avrai sui lati lo spazio per fare due grossi chunk, che sono importanti.

      Tratta più che puoi il backwall e piazza i nearfield a max 120cm dal tuo punto d' ascolto. Se resti dentro i 90 anche meglio... l' ascolto sarà meno piacevole ma più preciso e dettagliato.
      In mix userai i near per l' ascolto principale ed il controllo focalizzato nel range medio ed alto, per le basse ed un po' di gasamento switchi sulle midfield.

      Con questo punto di partenza in linea di massima puoi già essere messo sufficientemente bene da iniziare a capire cosa fai, che non è poco.
      Da qui poi con il tempo valuterai come implementare, se aggiungere delle trappole, se cambiare di volta in volta una coppia o l' altra di monitor, se aggiungere un dsp/sw di analisi a correzione acustica, ecc ecc

      Valuta tu.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer

      Website
      è molto interessante questa soluzione! ma purtroppo ora non ho budget per delle midfield!

      Magari per ora provo a tenere 2 coppie di near affiancate tra cui le mie vecchie. quando poi avrò disponibilità integrerò con le mid e farò sparire le alesis.

      Però stiamo andando OFF TOPIC..magari apro un thread più specifico sul mio caso.

      Guida alla scelta dei monitor

      Usa dei near come mid. Più in là farai l upgrade

      La sostanza è di avere ascolti con buona estensione in basso più distanti e contro la parete frontale, ed ascolti con meno basse posizionati vicini. In questo modo minimizzi l influenza ed importanza della resa delle basse nella tua regia, relegando io controllo delle basse ai monitor addossati al frontwall, che in una stanza non trattata ad hoc avranno per forza di cose una resa più lineare e reale di un qualsiasi altro posizionamento.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer

      Website
      Scusate, ne approfitto per chiedere qualche info in più anche io, perché mi interessa direttamente.
      Dato che dai test che faccio mi ritrovo un piccolo "buco" sui 50Hz (più marcati in uno dei due ascolti che ho) mi chiedevo: la distanza dal backwall va misurata dal muro o dai pannelli?
      Perché io dietro ho dei pannelli (autocostruiti sotto indicazioni di Teeto) e la distanza al momento è di 70-75 cm dai pannelli e di 105-110 dal muro e quindi mi domandavo se quel buco sui 50 può dipendere dal posizionamento dei monitor.
      I monitor sono sul desk (disaccoppiato con ISO), non sugli stand.
      Diciamo che è più una "fisima" che un'esigenza reale perché sono più che soddisfatto di come suona lo studio, però volevo approfondire meglio la questione anche solo per capire.
      grazie a chi risponderà :)

      Post was edited 1 time, last by “spanck” ().

      Sarà un'interferenza monitor/parete.
      Almeno che Teeto non ti abbia suggerito dei pannelli in cemento armato, devi fare riferimento alla distanza woofer/parete :)

      Comunque per toglierti il dubbio, segnati la posizione esatta e sposta il monitor di qualche cm (avanti, indietro, destra e sinistra, in alto, in basso) e ti accorgi subito se e quale parete interferisce.
      Sostanzialmente, dovresti vedere con quali spostamenti la freq. trasla (tieni un analizzatore attivo ed un microfono che cattura un rumore bianco o rosa).




      Post was edited 2 times, last by “gobert4” ().

      scusate l'intrusione
      il mio primo ed unico post, sono state le presentazioni.
      da allora ho cercato di leggere il più possibile, mi sembra l'unica cosa fattibile.
      perciò volevo ringraziarvi per questa utile e molto piacevole, per me, discussione.
      grazie...