Ascolti di cartone (Auratone, Avantone e altri)

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Grazie DB
      Sono completamente sprovveduto di amp e casse passive tranne per quanto riguarda i vecchi hifi all inclusive.
      Come wattaggi etc, al di la del modello, quale amplificatore sarebbe più adeguato?
      Tutto é Soggettivo
      metto alla tua attenzione anche le JBL Control 1 PRO.
      sicuramente tecnicamente diverse dalle auratone ma se lo scopo è quello di avere un ascolto concentrato su delle frequenze ristrette rispetto ad un set di monitor nearfield con coni più grandi, proprio quello fanno.
      Però non posso fare un contronto con le auratone perchè non le ho mai usate.
      Paolo Piovesan
      “I’ve certainly spent many hours with finicky artists trying different vocal mics, all of which sound remarkably similar, and all I have to say is that I felt it was a waste of time.”
      – Alan Parsons
      In attesa del raffronto da parte di DB, segnalo che in rete ci sono delle review che includono le nuove Auratone, le vecchie, e le Avantone.
      Tutte le recensioni sono più o meno concordi nel dire che le nuove Auratone non sono esattaente come le vecchie, ma si avvicinano molto e comunque sono decisamente più accurate e convincenti delle Auratone.
      La parte un po' meno concorde sta sugli estremi di banda, un articolo dice che le nuove Auratone abbiano una estensione leggermente più generosa rispetto alle vecchie, un altro dice invece che le vecchie avrebbero un poco più di basse.
      Bisognerebbe anche vedere come sono state tenute queste vecchie di raffronto e se suonino a loro volta tutte uguali.
      E di fondo resta sempre un interrogativo: siamo sicuri che casse usate degli anni 80, con tutte le incognite su coni che hanno macinato tanti km, siano più attendibili di casse nuove dopo un bel rodaggio? Se vogliemo metterci in casa un nuovo riferimento bisogna anche guardare un po' avanti e pensare quali delle due potrebbero garantirci un ascolto ancora attendibile tra altri 10-20 anni.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Indicativamente sembrano loro, ma con qualche riserva sulla maggiore estensione in frequenza.
      Interessante questa doppia intervista, in cui uno dei S.E. dice che appena collegate le nuove Auratone al posto delle NS10 sullo stesso finale, sembrava di sentire ancora le NS10. L'effetto si è ridotto collegando le nuove Auratone sul finale delle vecchie Auratone, probabilmente meno performante.
      Ulteriore riprova che il finale svolge un ruolo importante, ma anche che il più raffinato potrebbe non essere la scelta migliore per questo tipo di ascolto, specie se vogliamo proprio il suono medioso della vecchia edizione.
      Sui forum ho trovato gente divisa, tra chi dice che preferisce alla grande le vecchie, e chi perfino che sta usando le vecchie come piedistallo per le nuove :D
      Saranno evidentemente diverse, come è normale che sia visto che, se ho ben capito, i coni delle originali non si possono più fare, però sono probabilmente la cosa più vicina che si possa realizzare oggi, e resta sempre il dubbio: non è che le vintage abbiano perso un po' di estensione col tempo?
      In questa altra comparativa c'è anche un grafico dello spettro (nuove, vintage e Avantone a confronto).
      Escludendo le Avantone, non mi pare che le differenze tra le diverse Auratone siano così marcate, se pensiamo che è un prodotto nuovo confrontato con uno usato per quarant'anni.
      Poi ovvio che la differenza sta nelle piccole cose e l'orecchio può percepire un fuoco diverso da quello che mostra un diagramma, quindi resto in attesa di un ascolto vostro.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Aggiungo che già di versioni degli anni 80 ne vedo di molto diverse tra loro, per fattura, per connessioni sul retro e per cono, tanto basta per chiedersi se messe a confronto suonino uguali: finché non si sa con quali vengono raffrontate le nuove, difficile dare un verdetto esclusivo.
      Davvero curioso di un vostro parerere, quando potrete sentirle, certo bisognerà essere un po' elastici.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Avevo aperto una discussione a riguardo ma è passata inosservata.

      Anche io stavo pensando di appropriarmi delle 5C, nuovo modello.
      Le nuove sono la replica del modello uscito nel 1985.

      Da quello che sono riuscito ad intuire, le Avantone non hanno nulla a che spartire sia con le vecchie che con le nuove Auratone.
      Fanno "quella roba li" ma...non così bene.
      Dovrebbero essere un po pienotte sulle mediobasse e le medie non sarebbero definite nello stesso modo.

      Seguo il thread con interesse...
      @saglio In attesa di chi le ha confrontate, provo a risponderti per quello che ho letto: le Avantone sono imitazioni nate idealmente per accaparrarsi i clienti lasciati a spasso da Auratone, ma hanno una resa differente.
      In uno dei link che ho postato sopra, dove c'è il grafico, l'autore dell'articolo evidenzia che nella fascia media le Avantone (linea rossa) sono molto irregolari e poco attendibili: in effetti da 1khz in su la Avantone ha dei continui saliscendi con picchi e valli anche superiori ai 10db, invece le Auratone (sia vintage che nuove) per quanto non siano piatte sono molto più regolari.
      Questo dovrebbe tradursi in una maggiore affidabilità all'ascolto che non lascia buchi di frequenze proprio nella zona in cui quel genere di ascolti deve fare il grosso del lavoro.
      Peccato perché le Avantone si presentano davvero bene, la versione attiva ha un prezzo onesto e sarebbe molto pratica.
      Evidentemente produrre ascolti di cartone è meno banale di quanto possa sembrare, non basta un cubetto di legno e un cono.
      Edit: dagli 800 ai 1200 le Avantone avranno 20db di escursione, un po' troppo per farci affidamento...
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      Imho partire dal concetto che questo tipo di ascolti serva per focalizzarsi sulle medie è fuorviante. Sono casse che hanno tutto, basse medie ed alte e su cui ascolti tutto.
      Chiaramente le basse e le alte risulteranno molto indietro rispetto al range medio, ma sono presenti ed interagiscono con la risposta della cassa.
      Ovviamente non ti metterai ad equalizzare le sub sulle auratone, però se il basso è fuori controllo lo senti anche lì... o meglio, un basso fuori controllo aiuterà a farle suonare male, ti farà storcere il naso e chiedere "cosa non sta funzionando nel mix?"... mentre magari un monitor con un bel basso gonfio può, con lo stesso basso, farti gasare e convincerti che il mix stia andando bene.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer
      Ho già scritto qualche post fa che passare dalle Auratone alle NS ti fa sembrare che le NS siano sbilanciate (cosa tra l' altro vera, ma questo si sa).

      Sono ascolti del tutto diversi, una via contro due vie, risposta dinamica ed in frequenza del tutto diversa. Non direi proprio che possano considerarsi doppioni.

      Il fatto poi che possano o meno aiutare in mix credo sia soggettivo. Io le ho date via perché mi piaceva tanto ascoltarle ma non le usavo molto in mix, in quel periodo cercavo qualcosa di esteso e fedele che potesse completare le NS. Ora che ho un ascolto esteso ed abbastanza fedele, probabilmente le Auratone le apprezzerei e sfrutterei di più.
      Però alla fine credo siano sempre casse da check, ci controlli qualcosa, magari ti aiutano in qualche livello, non ci missi a lungo e non ci prendi troppe decisioni. Almeno se non sei abituato e ci lavori da una vita. Personalmente le utilizzavo più per fare editing senza stancare troppo le orecchie che altro. Ma qualcosa di magico nel loro ascolto c'è... la fase così precisa, il focus così marcato... sono delle mini godurie :)
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer
      Infatti poi ho riletto e corretto il mio post, scusa :)
      Comunque il lato affascinante di quello che ho letto questi giorni è proprio la testimonianza di chi ci ha missato i pezzi quasi per intero, usando i full range per la parte che avanzava, quindi un po' la nostra filosofia ma al contrario.
      Certo che erano anche altri tempi e di full range in giro c'era poco, l'ascolto principale nelle case dei fruitori di musica era il conetto della tv a tubo catodico, la radio a cassette, l'autoradio con 2 o 4 speaker in tutto.
      Oggi anche in un auricolare da pochi euro hai il full range, nei sistemini economici da pc o tv hai il sub, però sarebbe bello fare una prova di mix "alla vecchia" e vedere fin dove si arriva solo con quel riferimento.
      Io mi sono accorto che quando missavo solo su NS10 ero più efficace, ora le Adam mi fanno sentire tutto e bene ma tendono a portarmi fuori, molte cose suonano bene a prescindere, prendere certe decisioni su qualcosa che non fa stonare gli "intrusi" è comunque difficile.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.