Sistema cuffie e amplificatore per mixing, mastering e ascolto

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Sistema cuffie e amplificatore per mixing, mastering e ascolto

      Ciao a tutti
      Da qualche tempo mi sono focalizzato sul lavoro in cuffia
      Credo, a mia personalissima opinione, che sia il modo più fedele di ascolto non risentendo dell'ambiente.
      Amo ascoltare in cuffia.
      Certamente ha dei limiti rispetto all'utilizzo dei monitor giusti in un ambiente giusto.
      Ma con molta esperienza non dubito che si possano fare dei buoni lavori anche lavorando con un sistema di headphones e amplificatori adeguati.
      Attualmente utilizzo Dt990 e Dt770. E la Adi 2 Pro Rme che ha un'ottima amplificazione per cuffia e due uscite dedicate. Volevo potenziare le mie possibilità di ascolto diversificando e quindi avendo maggiori riferimenti, con un nuovo amplificatore da collegare alla Adi2 via audio (eviterei Dac, non necessito di ulteriori conversioni) e un nuovo paio di cuffie.
      Qualcuno di voi ha esperienza in ambito mixing e mastering utilizzando cuffie?
      Conoscete un buon modello di cuffie e un buon amplificatore?
      Stavo guardando le classiche Hd600, Hd650. E come ampli il nuovo Rnhp.
      Avete voglia di dare qualche consiglio secondo la vostra esperienza su questi e altri modelli?
      Grazie
      Ciao

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      Partendo dal presupposto che fare missaggio e soprattutto mastering in cuffia è "vietato" o quantomeno sconsigliato, e continuando a presumere che tu lo sappia bene, io l'amplificatore lo userei solo per tentare di "correggere" le inevitabili mancanze che comporta l'uso delle cuffie rispetto a monitor e ambiente adeguato, altrimenti userei l'uscita cuffie della scheda senza ulteriori "filtri" che potrebbero modificare anche in maniera importante l'ascolto finale.

      Comunque la cosa interessa anche me! :thumbup:
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Quoto BjHorn e alle cuffie da considerare aggiungo le AKG 240 Studio che rispetto a tutte le altre trovo più naturali e "vicine" al suono dei nearfield, oltre al fatto (altrettanto importante) che sono estremamente comode da portare anche per ore.
      Ma un ultimo ascolto dalle casse (e anche più di uno) è indispensabile per fare le ultime correzioni e chiudere un lavoro evitando errori grossolani.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao ragazzi
      Uso anche i monitor
      Ma resto un fan dell'ascolto in cuffia, che preferisco sempre.
      Per come sia indipendente dall'ambiente di ascolto e per il posizionamento dei componenti il mix nella stereofonia.
      Le uscite cuffie della Adi2 le uso per Dt770 e Dt990
      Non mi va di staccarle e attaccarle continuamente.
      Attaccherei un amplificatore cuffie a una delle due uscite stereo posteriori e lo dedicherei a un terzo ascolto cuffie.
      Guardato le 240.
      Le approfondisco.

      io l'amplificatore lo userei solo per tentare di "correggere" le inevitabili mancanze che comporta l'uso delle cuffie rispetto a monitor e ambiente adeguato, altrimenti userei l'uscita cuffie della scheda senza ulteriori "filtri" che potrebbero modificare anche in maniera importante l'ascolto finale.


      Le due uscite cuffie sono impegnate
      E comunque suppongo includano un amplificatore.
      Perchè un amplificatore per cuffie esterno dovrebbe essere un compromesso rispetto a quello interno alla scheda?
      Non potrebbe essere invece migliore per la gestione impedenze e per il gain? E permettere un miglior ascolto anche per quanto riguarda il monitoring?
      Semplicemente l'uscita cuffie della scheda audio, a maggior ragione se è RME o qualcosa di pari livello, è un riferimento di ottima qualità, quindi è la cosa migliore a cui puoi collegarti e qualcosa di esterno può facilmente essere peggio, a meno che non si faccia una scelta con estrema attenzione.
      Gli amplificatori esterni sono spesso prodotti economici, quindi non aspettarti la stessa qualità dell'uscita cuffie dall'interfaccia audio da rack tipo Behringer, Samson, Alto e così via.
      Non saprei cosa consigliarti di paragonabile a quello interno, probabilmente devi puntare al migliore che trovi in termini di produttore e fascia di prezzo.
      Un consiglio che posso darti, nel caso tu non disponessi di un controller per casse, è qualcosa tipo il Mackie Big Knob, che di fatto è un mixerino (attivo o passivo a seconda della versione) dove la componentistica è di buon livello e preserva la dinamica del suono in ingresso, il mio (prima versione) ha 2 uscite cuffie quindi funge sia da controller per 3 coppie di casse, sia per 2 cuffie con volume separato per ciascuna.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao Pillo
      Parlavo di un buon preamplificatore per cuffie come, suppongo, il RNHP o similari.
      Se costa un terzo della mia scheda e fa solo quello mi aspetto che lo faccia meglio.
      Vorrei ottimizzare l'acquisto concentrandomi su un preamp che faccia solo quello che mi serve.
      Quindi che amplifichi egregiamente e che sia interfacciabile con qualsiasi cuffia, parlando di impedenze.
      Un uscita basta, mi interessa un canale ottimizzato per il monitoring che sia il più flat possibile.
      Come canali da tracking e ascolto ho già i due della scheda.
      Il Big Knob come altri monitor controllers include funzionalità che non mi servono.

      loyuit wrote:

      Parlavo di un buon preamplificatore per cuffie come, suppongo, il RNHP o similari.

      Beh sì credo proprio che un prodotto di questo tipo faccia un lavoro senza compromessi.
      Ma davvero usi da solo tutte queste cuffie a rotazione? Non ti converrebbe focalizzarti su 1 o max 2 modelli per avere un riferimento più solido in mix? Giusto per capire il motivo per cui le alterni spesso.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Dt770 prevalentemente in tracking
      Dt990 prevalentemente in ascolto ( project studio in mixing etc ma anche ad uso multimediale in generale)
      Pensavo a un ulteriore canale headphones da dedicare espressamente al mixing e al mastering, che abbia specifiche e caratteristiche ottimizzate in tal senso e da usarsi in parallelo ai monitor.
      Posso dirti che i grafici contano ben poco.
      Prendi le Superlux, hanno un grafico fotocopiato da quello dei modelli celebri che imitano, ma il suono è completamente diverso, con certe mancanze che le cuffie "serie" non hanno.
      Certo, per 30 euro fanno anche troppo, però intendo che le frequenze contano fino a un certo punto, giusto se vuoi sapere se una cuffia nasce "pompata" sulle basse per fare (in gergo) la cuffia da dj, ma tutto il resto è da scoprire.
      Idem per le casse che idealmente (tranne rari casi) tendono tutte al flat (con fisiologiche irregolarità qua e là) ma poi vanno ascoltate per capire veramente come reagiscono nelle varie situazioni, in particolare come esce la voce ma anche una questione di definizione e trasparenza sulle varie frequenze, ossia qualcosa di fondamentale per cui non esiste grafico.
      Ci sono casse dove tutto suona bene, e casse che ti mettono in risalto qualcosa, e magari sulla carta hanno la stessa curva, questione di materiali, caratteristiche fisiche e tanto altro.
      Pensa che recentemente sono tornato alle NS10, le uniche che di sicuro non sono flat, eppure ho capito che riesco a missare bene solo con quelle.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Post was edited 1 time, last by “Pilloso” ().

      Eh...ci sta.
      Però una cuffia volevo prenderla e le 880 sembrano essere più flat delle 990 e delle 770 e più consigliate per mix mastering.
      Mi sa che resterò in casa Beyer e prenderò quelle.
      Poi certo, come trasla un mix lo si verifica e si impara a rapportarsi con cuffie e monitor di conseguenza.
      Ma volevo quelcosa che partisse senza troppe enfatizzazioni altrimenti con 770 e 990 sarei già a posto.
      Vediamo.
      Ciao
      Intendevo che Grado fa prodotti di fascia molto alta, salvo qualcosa che si pone nella stessa fascia di prezzo delle Beyer.
      Però le conosco solo di reputazione, era giusto un consiglio per prendere in eseme prodotti che a detta di chi li usa sono più indicati per lavori di fino.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Conosco anche io le Grado di fama
      Ma non vorrei fosse solo boutique
      Credo che Beyer faccia comunque cuffie di livello molto professionale.
      Però ci do un'approfondita.
      Ciao Pape
      Tu cosa usi se è lecito sapersi?
      : )
      Sono anni che medito l'acquisto delle 650 o delle 600 (più flat nella risposta in frequenza).
      Come scrivevo più su vorrei continuare ad usare, prevalentemente, le 770 per il tracking, le 990 come ascolto hifi e vorrei aggiungere un paio di cuffie definitive per lavorare con la daw in mixing affiancando i monitor. Tu mi consigli le 650? Le 880 leggevo che sono diverse dalle 990 e dalle 770 e vengono consigliate tra le tre per lavorare in mixing e mastering.
      E un ampli dedicato lo ritieni opportuno? La Adi2 Pro ha un ottimo amp per cuffia ma le cuffie sono tre quindi o trovo uno splitter/switcher appropriato passivo oppure se devo staccare e riattaccare preferisco acquistare, già che ci sono, un ampli esterno dedicato, anch'esso non necessariamente stellare ma comunque di livello professionale.

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      Non è detto che ti devi fissare su quei modelli, nemmeno io comprerei mai una cuffia da 2000 euro.
      Però Pape ti consigliava le SR60 che costano meno delle tue Beyer, e anche delle SR80 si parla bene, siamo ancora attorno ai 100 euro.
      Certo le cuffie sono cose molto personali ma almeno dove si possono provare puoi fare veramente una prova che ha senso, visto che diversamente dalle casse non risentono dell'ambiente in cui le testi, così con quache ascolto comparativo potresti renterti conto di come suonano.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Sistema cuffie e amplificatore per mixing, mastering e ascolto

      loyuit wrote:


      Ciao Pape
      Tu cosa usi se è lecito sapersi?
      : )
      Sono anni che medito l'acquisto delle 650 o delle 600 (più flat nella risposta in frequenza).
      Come scrivevo più su vorrei continuare ad usare, prevalentemente, le 770 per il tracking, le 990 come ascolto hifi e vorrei aggiungere un paio di cuffie definitive per lavorare con la daw in mixing affiancando i monitor. Tu mi consigli le 650?


      Io non uso praticamente mai le cuffie. Solo in ear per ascoltare musica in giro di tanto in tanto.

      Occhio a giudicare “più flat” una cuffia perché il grafico è più lineare. Non è assolutamente detto che un grafico più lineare significhi un ascolto più lineare.

      Edit: Non consigliavo le SR60 ma le 650. Quindi non Grado ma Sennheiser.
      Inutile dire che la scelta è estremamente soggettiva.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer