Sennheiser HD600 + Ampli Neve rnhp

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Sennheiser HD600 + Ampli Neve rnhp

      Ciao a tutti, premesso che valgono sempre i discorsi sull'importanza di avere una buona acustica, una buona dimensione per la regia e buoni ascolti ecc ecc. Io sono nell'impossibilità al momento di avere queste 3 condizioni, presuppongono un investimento che al momento non posso fare.
      Non mi sono trovato male fino ad ora ad alternare ascolto su monitor e in cuffia, ma vorrei fare un upgrade di queste ultime dato che al momento mi trovo a lavorare con delle akg 141 mk3, vorrei passare alle hd600 delle quali ho sentito parlare molto bene, e abbinarci un degno amplificatore dato che fino ad ora ho lavorato con l'uscita cuffie del mixer mackie onyx 24.4. e avevo pensato, sempre leggendo recensioni, al Neve rnhp.
      Pensate possa essere una buona accoppiata?

      Non lavoro per produzioni di alto livello, perlopiù sono clienti della sala prove o ragazzi dell'ultima ora che vogliono emergere,
      diciamo che per l'amplificatore se fa il suo dovere sono disposto a spenderci di più della hd600 che in questo caso tengo come decisione già presa per esperienza non direttissima, ma parlando con ingegneri del suono (diverse persone) che la usano quando fanno dei lavori di mix fuori lo studio e ci si trovano molto molto bene.
      La mia curiosità è appunto l'accoppiata, e un'alternativa al Neve se c'è qualcosa di meglio che costi uguale o meno.

      Su questo forum ho letto diverse volte l'utilizzo delle NS10 con amplificatori che costano 10 volte i monitor, se vale la pena
      I Lake People sono validi
      Oppure puoi valutare una Adi2Pro che ti darebbe, credo ma non so che scheda audio hai, un upgrade di conversione e molto altro oltre a due ottime uscite cuffia che ho confrontato con qualche amp dedicato e ho deciso di continuare ad utilizzare perchè non ho notato grosse differenze, soprattutto da un punto di vista di monitoring.
      Detto questo, l'rnhp ha il suo fascino
      come convertitore AD/DA ho una motu 24 i/o, probabilmente anzi sicuramente non è al pari della Adi2Pro che avevo già preso in considerazione per questa situazione.

      Ho visto che su mercatino ci sono un paio di Adi2 in vendita a 350 euro, è paragonabile alla recente che nuova sta a 990 euro?
      Ciao, ad oggi a cosa colleghi le cuffie?
      Non so se il parallelismo con un ampli per casse sia valido, in questo caso. Le NS10, seppure con risultati diversi, pare funzionino benone anche con un T-Amp da 50 euro, ovvio che per me la soluzione sta nel mezzo ossia un buon finale hifi, che si trova facilmente nell'usato per 200 euro, contro i 400 delle NS10 usate, quindi non è detto che un ampli debba costare più dell'arnese che fa suonare.
      Al di là di tutto ti consiglio anche di fare almeno un trattamento base fai-da-te, con 300 euro di materiale puoi tappezzare mezza stanza di pannelli in lana di roccia, non sarà una cosa completa e definitiva, ma dal nulla farà una differenza abissale, fidati.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      ciao pilloso, il trattamento è stato preso in considerazione molto attentamente, ma la stanza che posso usare è più di controllo che altro: 4/5 mq, forma ad L, due vetri a destra e sinistra per avere un occhio nelle sale, forma quasi cubica dell'ambiente, in pratica il peggio che si possa avere e tentare di trattarla non è solo mettere della lana di roccia. ho in programma di fare una sala ibrida, ho una stanza di 24 mq molto adatta, a marzo avevo anche le risorse economiche, ma poi hanno chiuso tutto e ho dovuto impegnare quelle risorse per tenere in piedi l'attività. quindi se tutto va bene se ne riparla il prossimo anno.

      adesso le collego all'uscita cuffie del mixer mackie onyx 24.4.
      il discorso sull'ampli è che sono disposto anche a spendere più delle cuffie se vale veramente la pena e ottenere un valore in più solo dall'ampli. sennò ovviamente va bene anche spendere meno

      grazie!
      Non voglio insistere né farti i conti in tasca, ma dei pannelli generici li riutilizzi in qualsiasi ambiente, e se ti aspetti miglioramenti significativi da un preamp cuffie da 500 euro, per continuare a fare una pratica poco raccomandabile ossia il mix in cuffia, che comunque ti porterà fuori in qualunque condizione, non so, io soprattutto se le liquidità sono contate le investirei diversamente.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Una provocazione
      : )
      Ma se e dico se, nella media, gli ascolti più fedeli sono quelli in cuffia proprio perchè, quando si ascolta in casse, solitamente si ascolta con cassettine da pochi euro o/e in ambienti problematici, perchè ostinarsi a lavorare in monitor?
      E di qui un'altra domanda conseguente: se io faccio un mix in cuffia oppure faccio un mix in monitor, quale dei due mix suonerà meglio in cuffia?
      Se ne è parlato tante volte, e per motivi oggettivi l'ascolto in cuffia è limitativo, chiunque passi da cuffia a casse durante il mix può sentire una chiara differenza, soprattutto nella percezione del panorama stereo ma anche molto altro.
      Più volte mi sono trovato, alle prime esperienze, ad arrivare a un mix avanzato in cuffia, e seppure le cuffie siano quelle che ancora uso oggi con soddisfazione, era evidente il distacco dalla realtà dell'ambiente, i lavori avevano degli errori oggettivi dovuti all'impossibilità di percepire alcuni elementi nel modo dovuto, la cosa che più mi sorprendeva era un rapporto sballato dry/wet con gli effetti, che dalle casse cambiava completamente.
      Poi chiaro che nell'impossibilità di missare in un ambiente decente, se uno ha già le cuffie gli consigli di continuare in cuffia, ma dipende anche dal contesto professionale o meno, qui Danny parla di "tenere in piedi l'attività" quindi fa intendere di non voler fare per gioco, e allora ci vuole una stanza accettabile.
      Se poi aggiungiamo che è in procinto di spendere 500 euro di ampli cuffie + cuffie buone, non conviene forse comprare un po' di pannelli e tende pesanti per quelle finestre?
      Fossero soldi miei farei così, poi ciascuno è libero di fare come crede.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      sull'ultima domanda risponderei cosi: suonerà meglio il mix fatto con l'ascolto migliore, che cambierà da persona a persona e dal suo setup.

      il mix in cuffia non è vietato, ho visto fare un mix in digitale e in cuffia da un ingegnere del suono venuto meglio di quello pubblicato e fatto precedentemente da lui stesso in analogico e nella sua regia (non faccio nomi ma è una persona quotata).
      ci vogliono le capacità è chiaro, ma uno incompetente farà mix brutti anche sui monitor

      la mia attività vede lo studio come terzo business e come servizio accessorio al momento, non essendo attività principale le risorse sono limitate
      a parte i discorsi sulla scelta di lavorare in cuffia o meno, l'ho premesso nel primo post che la condizione migliore sarebbe un'altra, ma nell'impossibilità attuale di poterlo fare non voglio precludermi di lavorare per progetti di clienti amatoriali usando una buona attrezzatura per il monitoraggio in cuffia, e proprio perché non si tratta di 100 euro volevo puntare a qualcosa che aiuti il lavoro, quindi amplificazione e risposta sulle frequenze con enfatizzazione quasi nulla
      Sì ma penso che parliamo di eccezioni e la filosofia non aiuta a superare i limiti tecnici, scusa la franchezza.
      Certo se conosci un paio di cuffie da 30 anni e sai dove perdono rispetto alle casse, puoi compensare e cavarci qualcosa di buono, ma lavori sempre in compensazione.
      Il tuo Onyx al massimo aggiungerà 1 db qua e là, probabilmente neanche quello, e magari neanche guasta, tanto anche le cuffie è raro che siano lineari, io non farei grosse spese in quel frangente per poi scoprire che tutto resta più o meno com'era.
      Penso che un buon salto di qualità lo faresti già passando a delle K240 Studio o a delle Beyer se preferisci, senza cercare cuffie esoteriche e ipercostose, le K141 sono notevolmente al di sotto delle sorelle maggiori e già passando a qualcosa di meglio cambia parecchio il risultato.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Pilloso wrote:

      Se ne è parlato tante volte, e per motivi oggettivi l'ascolto in cuffia è limitativo, chiunque passi da cuffia a casse durante il mix può sentire una chiara differenza, soprattutto nella percezione del panorama stereo ma anche molto altro.


      Essendo infatti, l'ascolto in cuffia e l'ascolto in monitor, completamente diversi, proprio perchè la stereofonia in cuffia può essere percepita in hardpanning mentre in monitor no e aggiungendo l'interazione ambientale, determinante nell'ascolto in monitor e assente in cuffia, quello su cui ponevo il dubbio è: un mix fatto su monitor suonerà necessariamente meglio anche in cuffia? Oppure forse un mix fatto in cuffia sarà meglio ottimizzato per l'ascolto in cuffia?
      Una produzione deve cercare necessariamente un compromesso di ascolto? Cioè è meglio che una cosa suoni accettabile su qualsiasi supporto e in qualsiasi situazione: auto, cuffie, audiofilia, supermercato, telefonino (senza cuffie), etc oppure potrebbe essere preferibile una ottimizzazione della produzione per diversi tipi di ascolto?
      Perchè una canzone non viene prodotta in diverse versioni, o almeno due: una ottimizzata per l'ascolto in casse e una ottimizzata per l'ascolto in cuffia? Ripeto: siamo proprio sicuri che un mix fatto in monitor suoni meglio ascoltato in cuffia di un mix fatto in cuffia per essere ascoltato in cuffia?

      Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

      Sì, siamo proprio sicuri, perché sui monitor percepisci una componente che in cuffia manca, quindi un lavoro fatto sui monitor suonerà meglio anche in cuffia.
      E' un po' come dire "un dipinto fatto con gli occhiali sarà bello anche per i miopi?"
      Lo sarà, nei limiti delle possibilità, ma di certo non si può dire che è meglio dipingere senza occhiali per fare un dipinto che si veda meglio senza lenti.
      In ogni caso devi sapere esattamente cosa stai facendo.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Io rimango dell'idea che gli ascolti cuffia e casse siano due mondi completamente diversi.
      Quindi non sono d'accordo che ciò che è stato mixato per l'ascolto in casse suoni necessariamente meglio anche in cuffia.
      Un esempio tra tutti: l'hard panning.
      Se mixo in casse un hard panning non sarà mai percepito come verrà percepito in cuffie. Perchè nell'ascolto in cuffie è possibile escludere completamente una delle due orecchie dall'ascolto, in casse ciò non è possibile.
      Due mondi diversi.
      Ma le mie sono opinioni.
      Ciao
      Certo che alcuni effetti saranno esaltati, quando c'è la volontà di esaltarli.
      Ma l'immagine che si compone al centro, nell'ambiente lo fanno le casse e l'ambiente, con le cuffie deve farlo il tuo cervello, ma visto che elementi come la voce sono i più importanti in un mix, lavorare su quelli in un immagine composta artificialmente è pericoloso, tutto qui.
      Per non parlare delle frequenze molto basse che nell'ambiente inizi a percepire con le ossa e in cuffia per forza di cose non percepisci, e siamo solo all'inizio delle differenze che portano fuori strada.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.