Sub o non Sub? Questo è il problema!

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      New

      Buona sera a tutti. Ho quasi smaltito la "batosta". E inizio a pensare seriamente di riportare il sub al negozio. Ho ancora la possibilità di poterlo fare. In questo modo evito di dover domare ulteriori modali sotto i 50hz. In fondo mi sono chiesto; ne varrebbe la pena tenerlo per frequenze così basse?
      Beh, vorrei effettivamente sondare anche quelle frequenze. Ma data la mia situazione forse dovrei accettare questo compromesso.
      E qui riparto con la mia solita domanda: voi cosa ne pensate?
      ( anche se dai vostri commenti immagino già quale possa essere la risposta...)
      P.S.: Scusate, sto diventando paranoico. Me ne rendo conto.

      New

      come ti hanno detto persone più preparate di noi, aggiungere il sub aggiunge solo problemi a quelli che hai già. sul sondare quelle frequenze dubito che sia richiesto un'attenzione lì in basso, a meno che tu non abbia specifiche necessità.

      se posso guardare al mio personale ludibrio, prenderei il sub solo per sentire vibrare tutto in basso. :D
      ma lo spegnerei per lavorare.

      New

      dade86r wrote:

      E inizio a pensare seriamente di riportare il sub al negozio. Ho ancora la possibilità di poterlo fare


      Imho, faresti solo bene.

      dade86r wrote:

      vorrei effettivamente sondare anche quelle frequenze. Ma data la mia situazione forse dovrei accettare questo compromesso.


      Data la tua situazione, allo stato attuale non "sondi" in ogni caso quelle frequenze, perché la stanza te le restituisce totalmente falsate.

      dade86r wrote:

      voi cosa ne pensate?


      Chiaramente dipende dai generi trattati e dalle finalità, ma personalmente credo che, in linea di massima, avere un ascolto che ti scenda in modo lineare fino a 50-60Hz possa già metterti perfettamente nelle condizioni di "lavorare" e di lavorare benissimo.
      Per controllare il range 20 - 50Hz, dotati di una buona cuffia ed impara a conoscerla.

      Chiaro che se vuoi fare mastering e farlo seriamente, o se vuoi fare mix di musica elettronica a certi livelli, un main esteso all'interno di una regia dall'acustica lineare diventa indispensabile. Ma bisogna essere realisti e fare i conti prima di tutto con ciò che siamo e con il nostro target/meta, poi con ciò che si ha e che si può fare.

      dade86r wrote:

      P.S.: Scusate, sto diventando paranoico. Me ne rendo conto.


      Figurati. I forum sono qui per questo :)

      Personalmente, a prescindere dalla restituzione del sub che per me è un passo necessario, farei un test empirico per comprendere l'affidabilità dei tuoi monitor: una misurazione con mic da misura a 10cm dal centro di Woofer e Tweeter, più poi una ad una 50ina di cm all'incrocio tra WF e TW, per capire quale sia la reale "curva" dei tuoi monitor.
      Da lì capirei se quell'andamento può per te a monte essere ok o meno. Se lo è le tieni, se non lo è inizi a ragionare sia sull'acustica che sul cambio dei monitor.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      New

      Grazie, @PAPEdROGA, chiarissimo come sempre.

      Allora, ho definitivamente preso una decisione.
      Domani andrò a riportare indietro il sub. Al posto suo prenderò Sonarworks Reference 4 con relativo mic di misurazione. Ma non lo userò subito. Prima voglio cercare assolutamente di risolvere qualche grattacapo sull'acustica della stanza.

      A tal proposito, @PAPEdROGA ho fatto le misurazioni che mi consigliavi sulle monitor( con un microfono Rode NT1-A).
      Te le allego così mi dici cosa ne pensi, ma temo proprio che queste KRK deficitano un pochino troppo.

      Un'altra prova che ho fatto, che volevo mostrarvi, riguarda due basstrap con 25 cm di lana di vetro cô resistività al flusso 6000 Pa. s/m2 e pannello forato frontale. Queste basstrap sono state calcolate e progettate per assorbire proprio le frequenze dei 100 hz(circa).
      Infatti, come vi dicevo, pensavo che queste frequenze fossero in cancellazione di fase.
      Per prova ho provato a togliere il pannello frontale delle basstrap e a rimetterlo. Il tutto con relative misurazioni dx/sx.
      Nella mia "beata ignoranza" mi pare notare che comunque FANNO. Nel senso che, come vi dicevo(ed è quello che mi ha fuorviato) effettivamente con questi assorbitori recupero un decibel circa. Però preferirei farle vedere anche ad un occhio esperto.
      Perciò vi allego anche quelle.
      Grazie.
      Images
      • MONITOR SINISTRO.png

        52.13 kB, 800×481, viewed 7 times
      • MONITOR DESTRO.png

        50.5 kB, 800×481, viewed 5 times
      • confronto pannello MDX.png

        51.8 kB, 800×782, viewed 6 times
      • confronto pannello MSX.png

        55.29 kB, 800×782, viewed 8 times

      Post was edited 2 times, last by “dade86r” ().

      New

      senza scendere nei dettagli perchè non è il mio campo, e per parlarne in maniera molto generica e superficiale se il problema nei mediobassi dipendenti da risonanze ambientali non li risoverai nemmeno con monitor da 10.000 euro. se "pompi" a quelle frequenze le risonanze cancelleranno cmq l'enfasi sino ad arrivare ai limiti fisici dei trasduttori saturando l'ambiente generando battimenti e comb filter incontrollabili. aggiungendo una terza variabile (il sub) non fai che aumentare le variabili. sopratutto con piccoli monitor economici la risposta in frequenza nel range basso viene "drogata" accordando il sistema con enfasi risonanti che restituiscono "la sensazione" dei bassi ma che in effetti infangano tutto il range con ritardi di gruppo elevati. alla fine è sempre vero il detto: "ciò che spendi appendi".

      in linea di massima, sopratutto in piccoli ambienti, meglio indirizzarsi su sistemi chiusi o con reflex anteriore ed in ogni caso cercare di stare lontano della parete di fondo.

      Post was edited 1 time, last by “serpava” ().

      New

      dade86r wrote:

      ho fatto le misurazioni che mi consigliavi sulle monitor( con un microfono Rode NT1-A)


      Prendi un mic da misura e rifalle con quelle. Un Behringer ECM8000 costa 35€, non abbiamo scuse per non averlo :)

      Un punto cruciale, per me, in fase di studio e sviluppo di una regia e/o di un trattamento acustico in generale, è limitare ed isolare le variabili, per poter avere il maggior controllo possibile.
      Se parti utilizzando un microfono inadatto hai una variabile a monte di tutto. Direi che non è il caso.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      New

      Ok, comprato Sonarworks al posto del sub.
      Ma non l'ho installo ancora. Prima voglio risolvere più problemi possibili sulle cancellazioni di fase della stanza.
      Ho usato il mic di misura di Sonarworks per effettuare misurazioni più precise, come giustamente suggerito da @PAPEdROGA
      Le misurazioni riguardano:
      Monitor SX / Monitor DX
      -a 10 cm dal tweet
      -a 10 cm dal woofer
      -a 50 cm dall'incrocio tra woofer e tweet
      Cosa ne pensate?

      Inoltre ho effettuato misurazioni con/senza pannello forato frontale di due basstrap con 25 cm di lana di vetro con resistività al flusso 6000 Pa. s/m2. Queste basstrap sono state calcolate e progettate per assorbire proprio le frequenze dei 100 hz(circa).
      Sembrerebbero funzionare. Ho una cancellazione proprio in quel range di frequenze. E togliendo e rimettendo il pannello la differenza si vede. Dunque, a quanto pare, ho la necessità di assorbirle il più possibile giusto?
      Oppure è necessario anche focalizzarsi su quel "piccolo" picco sui 60hz?
      Grazie.
      Images
      • Monitor SX.png

        57.27 kB, 800×557, viewed 3 times
      • Monitor DX.png

        58.88 kB, 800×557, viewed 5 times
      • Monitor SX con_senza pannello.png

        58.58 kB, 800×697, viewed 5 times
      • Monitor DX con_senza pannello.png

        57.95 kB, 800×697, viewed 4 times

      Post was edited 1 time, last by “dade86r” ().

      New

      Ok, molto meglio, situazione più chiara.

      I pannelli qualcosa fanno. Non è il giorno e la notte, ma qualcosa in quel punto fanno.

      A me sembra davvero strano che sia WF che TW risultino così full range... E' come se le KRK non avessero un crossover. Ma vabbè, questo è un problema relativo ai monitor e noi ci stiamo concentrando su altro.

      Riguardo l'andamento delle basse, una domanda: che distanza hai dalla parete frontale? Ovvero quanta distanza c'è tra il retro dei monitor e la parete alle loro spalle?
      La seconda informazione, conseguente, è sapere quanta distanza c'è, invece, con le pareti laterali.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      New

      @PAPEdROGA hai ragione, a pensarci è strano il full range di TW eWF. Però mi sembra di aver misurato tutto correttamente. Forse il motivo è anche perché sono nel lato corto della stanza.
      I monitor sono distanti 90 cm dalle pareti laterali.
      Per quanto riguarda la parete di fronte al punto d'ascolto invece, i monitor si trovano praticamente a ridosso, a 50 cm calcolando dal woofer e tweeter, e ho aggiunto dei "cuscini" di 20 cm di lana di vetro tra il muro ed i monitor. Ho provato a misurare anche ad una distanza maggiore ma i problemi sembrano moltiplicarsi.
      A 100 cm dal muro ad esempio, ho un -7 decibel per tutto il range da 120hz in giù, e -6/-7 anche oltre i 200hz.
      In questo modo invece i 60hz li recupero così come i 200hz ma mi ritrovo una scompensazione di 15 decibel nei 100 hz.
      Inoltre vorrei anche sottolineare che non ho delle pareti in cemento bensì, siccome sono in un container, mi ritrovo pareti poco spesse. Questo è assolutamente fondamentale sottolinearlo.

      New

      dade86r wrote:

      Ho provato a misurare anche ad una distanza maggiore ma i problemi sembrano moltiplicarsi.


      Sì, era facilmente ipotizzabile.
      In situazioni simili, imho, è sempre meglio tenere i monitor più vicini possibile alla parete di fondo. Avrai un bump generale delle basse, ma l'andamento sarà più lineare e la fase più corretta.

      A questo punto, un intervento semplice, poco costoso e poco invasivo, potrebbe essere quello di sostituire i cuscini di 20cm di lana dietro i monitor con dei semplici hanger, ovvero fogli di legno (spessore ok indicativamente da 0.6 a 1.5cm) con lana di vetro incollata sui due lati del foglio di legno. Andrebbero appesi e tenuti sospesi, ma per la mia esperienza anche poggiati a terra lavorano dignitosamente.
      Puoi fare tutta la parete frontale così, più un pannello sulla sx ed uno sulla dx. In questo modo occupi meno spazio ma scendi più in basso nel trattamento, o meglio lavori maggiormente sulle basse.

      A questo, se non li hai, puoi unire dei semplici superchunk nei due angoli frontali.

      Già con questi pochi interventi dovresti avere un miglioramento sensibile.
      Sostanzialmente vai ad avvicinare ulteriormente i monitor alla parete di fondo e sostituisci le "trappole" attuali con sistemi che lavorano meglio in gamma bassa. Il tutto spendendo poco e con sistemi di facile realizzazione.
      Un pensiero ce lo farei.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      Post was edited 1 time, last by “PAPEdROGA” ().