Collegare Drum machines synth e keyboards al mixer e scheda audio

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Collegare Drum machines synth e keyboards al mixer e scheda audio

      ciao a tutti,

      sono nuovo e spero di scrivere nella giusta sezione; premetto che non ho ai usato un forum, quindi perdonatemi!

      Ho un gran bisogno di alcuni chiarimenti su cosa è necessario ( o essenziale avere) per poter connettere gli strumenti che sto comprando.
      A breve, dopo aver raccolto una bella cifra per poter dar vita ad un piccolo home studio, finalizzerò i miei acquisti per poter dedicarmi alla produzione di musica elettronica.

      Vi elenco ciò che ho e che ho intenzione di comprare così potrete darmi consigli a riguardo:

      TR-09
      Sh-01
      Microfreak Arturia
      Electribe er1
      Yamaha Dx200
      e naturalmente Ableton

      Ho intenzione di prendere un Mackie 16 canali ( perchè consigliato) e una buona scheda audio ( non bado a spese ) e un sequencer che probabilmente sarà una MPC100 o una PYRAMID SQUARP.

      La domanda è: Come connetto il tutto in modo da poter produrre "live" registrando su ableton e poi naturalmente editare il tutto ?


      So che avrò bisogno di un midi hub ma non ho ben capito il motivo.

      Spero mi possiate aiutare e chiedo scusa in anticipo per la mia ignoranza a riguardo.
      È la prima volta che mi cimento in qualcosa del genere anche se ho anni di esperienza su ableton e con le singole macchine.


      GRAZIE IN ANTICIPO

      CESARE :D :D :D
      Il midi serve sostanzialmente per due cose:
      - mandare delle sequenze di note dal pc alle macchine (esattamente come se scrivessi delle sequenze per pilotare i virtual instruments)
      - fornire il midi clock per sincronizzare le macchine dotate di sequencer interno (es: TR-09).

      L'interfaccia midi ti serve per aggiungere gli ingressi e le uscite midi al pc (che poi verranno utilizzati dalla daw, nel tuo caso Ableton Live).
      Nel tuo caso, puoi scegliere di acquistare un'interfaccia midi multiporta (quindi con tanti I/O quante le macchine che devi collegare; in questo caso ciascun strumento ha la propria porta dedicata), oppure aggiungere un'interfaccia 1x1 a cui poi aggiungi una "midi thru box" per "splittare" il segnale verso tutte le macchine. Personalmente tendo a preferire la prima soluzione, perché il protocollo midi è un po' lento ed è seriale (quindi con le porte dedicate c'è meno rischio di avere "ingorghi") e perché in questo modo posso scegliere se mandare il clock a tutte le macchine o solo alcune; di contro la thru box è una scelta praticamente obbligata se usi un sequencer hardware dotato solo di una o due uscite midi.

      Oppure puoi prendere un'interfaccia midi che abbia delle funzioni anche come router in modalità standalone, tipo la Motu Micro Express oppure la iConnectivity mio10, così un eventuale sequencer hardware può pilotare direttamente le macchine e al tempo stesso può farlo anche Ableton Live (io ho fatto una cosa del genere in cui Cubase pilota tutti i miei synth e al tempo stesso ho anche una master keyboard che può suonare le varie macchine senza dover accendere il pc - rimpiazza la tastiera con un sequencer hardware e sei a cavallo). Io ti consiglierei questa soluzione e, visto il numero di macchine, ti indirizzerei direttamente verso un'interfaccia con almeno 8 midi out (con le macchine che hai citato, con una Motu Micro Express saresti già al limite).

      L'unica potenziale criticità è capire chi sarà il master per il midi clock, ma credo che Ableton Live funzioni sia da master che da slave (ma non ne sono certo al 100% perché non è tra i software che uso - tanto per dire, Cubase può essere solo master) e, nel caso Live sia il master, capire se il sequencer hardware usato come slave ritrasmette il clock alle macchine a valle.


      Quanto al mixer, se è per suonare live è un conto, altrimenti penso sia meglio entrare direttamente in una buona scheda audio (magari multicanale), perché è tutto più pulito. Se mixer deve essere, cercalo dotato di direct out, in modo che puoi comunque registrare tutti i canali separatamente (se hai una scheda multicanale), invece di dover lavorare in più passate).


      Per quanto riguarda i synth che hai scelto, li hai già acquistati? Perché sono un po' scettico su un paio di scelte:
      - Roland TR-09: è una bella macchinetta, però l'interfaccia è molto piccola e, soprattutto, ha solo un'uscita analogica (quindi il massimo che puoi fare è dividere i suoni in due gruppi tra L e R... è limitante!); inoltre credo che sia già fuori produzione (non mi sembra che si riesca a trovare nuova sui vari negozi online). Io non vendo la mia :) , però è ferma da quando ho preso la TR-8S.
      - Roland SH01: intendi la Roland Gaia SH-01 o la Roland Boutique SH01A? La prima non mi entusiasma come suono (però ha tanta polifonia e ci tiri fuori abbastanza suoni "standard"); mentre nel secondo caso direi che è decisamente meglio se lo puoi pilotare da un'uscita midi dedicata (in modo di poter escludere selettivamente il midi clock solo su questa macchina), perché la puoi sincronizzare anche con un segnale analogico tramite l'ingresso "ext clk in" (e a questo scopo puoi usare l'uscita trigger della TR-09 - o della TR-8S, che ti consiglio - e programmare i pattern del clock... aggiungi lo swing che imposti sulla macchina master e capisci che ci fai delle cose che non sono facilissime da ottenere se la SH01A fosse sincronizzata tramite midi clock... se come sequencer hardware scegli lo Squarp Pyramid, penso che anche questo possa essere usato per fare questi giochini col trigger, mi pare di capire che abbia anche le uscite CV oltre a quelle midi).


      Inoltre, se prendi un mixerino per poter suonare "live", ti consiglierei di mettere in conto anche uno o due effetti da poter collegare alle mandate aux oppure da mettere in insert su qualche synth, tipo un delay o un riverbero (magari prova a guardare il Memory Boy della Electro Harmonix oppure il Boss DD-7, tanto per dare qualche spunto).
      Il rispetto si costruisce solo insieme.

      sin night wrote:

      Quanto al mixer, se è per suonare live è un conto, altrimenti penso sia meglio entrare direttamente in una buona scheda audio (magari multicanale), perché è tutto più pulito. Se mixer deve essere, cercalo dotato di direct out, in modo che puoi comunque registrare tutti i canali separatamente (se hai una scheda multicanale), invece di dover lavorare in più passate).


      Quoto quanto detto da Sir Night e aggiungo che potresti anche valutare un mixer digitale (di 16 canali a buon mercato ormai se ne trovano diversi), in particolare intendo quelli che sono anche scheda audio, così con un unico oggetto e molti cavi in meno, avresti un'interfaccia con i fader per regolarti al volo i volumi degli strumenti nei live, ma anche un'uscita usb o firewire per registrare tutto in multitraccia senza bisogno di acquistare una scheda audio, che anche se grandina, da sola difficilmente avrebbe tutti gli ingressi che ti servono.
      Inoltre avresti già qualche effetto dignitoso a bordo, in particolare i delay e qualche riverbero che magari ti evitano di acquistare subito pedalini e altri aggeggi esterni.
      Nel live è importante anche ottimizzare ed evitare un montaggio che duri ore, che ti richieda una montagna di bagagli da spostare, e che ti risparmi più cablaggi possibili, per ridurre al minimo gli imprevisti.
      Io conosco i Presonus Studiolive della prima generazione, mi sono trovato benone per dei lavori a teatro (registravo sempre 16 tracce separate per ore consecutive, mai un problema), anche la qualità mi sembrava buona, ma se cerchi preamp più sofisticati, magari ci sono anche delle alternative.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ringrazio entrambi per i consiglI!
      sin night: Ho già da tempo la 09 e certamente come dicdvi non è il topo per i live ma ancora buona per cacciare fuori belle batterie a casa.
      E per Sh intendevo la boutique, ho dimenticato di scriverlo!

      Sono molto propenso a prendere un sequencer quindi penso sarà obbligatorio avere un midi hub a questo punto.

      Pilloso: per quanto riguarda il mixer a 16 canali allora un mackie dovrebbe andar bene, ottimo anche per poter metterci su un paio di pedali come dicevi.

      PS: forse mi son spiegato male ma per live al momento intendo poter produrre senza dover star seduto difronte il mio laptop; questo mi farebbe venir noia..

      in poche parole vorrei un setup simile a quello che vi posto qui giù tramite il link youtube.

      cesaremuraca wrote:

      Pilloso: per quanto riguarda il mixer a 16 canali allora un mackie dovrebbe andar bene, ottimo anche per poter metterci su un paio di pedali come dicevi.


      Mi pare sia l'unica cosa che non ti abbiamo consigliato....

      cesaremuraca wrote:

      PS: forse mi son spiegato male ma per live al momento intendo poter produrre senza dover star seduto difronte il mio laptop; questo mi farebbe venir noia..


      Per produrre cosa intendi? In genere si intende registrare.
      Se invece intendi solo esibirti live senza occuparti di registrazioni, allora un mixer analogico Mackie può andare benone.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      In quel video (e anche gli altri di quel canale) ho l'impressione che il grosso sia programmato su Ableton Live e che il tizio si limiti a lanciare qualche click e a giocare col track mute della mpc1000... :| Ho l'impressione che sulla mpc1000 che ci siano principalmente campioni di batteria, anche se in un video sembra usarla per far partire anche una linea di basso (quindi probabilmente la sta usando sia come campionatore che come sequencer midi).


      Ho qualche dubbio, invece, su quale sia la macchina che fa da master per il midi clock. A tal proposito, ho appena fatto un paio di prove collegando in cascata le macchine per evitare il ricorso ad una midi thru box:

      1) TR-8S (master) -> MPC500 -> SH-01A: configurando la MPC500 come slave, si sincronizza alla TR-8S ma non ritrasmette il midi clock al proprio midi out (e quindi il sequencer interno della SH-01A non parte e non si sincronizza... in compenso posso sincronizzarla con un cavetto trigger che va dalla TR-8S alla SH-01A, col vantaggio che così riceve anche lo swing della TR-8S). Lo swing della MPC500 in questo caso funziona (ho provato a modificare il timing al 69% e poi ad usare il note repeat con degli hi-hat).
      Se avessi messo una thru box tra il midi out della TR-8S e il midi in delle altre macchine, avrei potuto sincronizzare tutte le macchine come slave della TR-8S.
      La MPC500 in questo caso funziona bene anche come sequencer midi (ho creato una parte midi che suona la SH-01A). La MPC1000 vedo che ha due ingressi midi, quindi penso che a uno si possa collegare una master keyboard per suonare mentre l'altra viene usata per il sync; nel caso della MPC500 invece è solo uno e quindi serve una tastiera che ritrasmetta il midi clock (credo che la Keystep lo faccia) oppure usare una merge box (insomma con una macchina limitata come la MPC500 ci sono delle complicazioni).


      2) MPC500 (master) -> TR-8S -> SH01A: la TR-8S ritrasmette il midi clock quando utilizzata come slave (scorrevo i menu e mi pare ci sia anche un'opzione apposta... metto mano raramente a quelle cose!) e tutte le macchine vanno in sync, però la TR-8S perde la funzione swing quando viene usata come slave e suona rigida come un robot... per me è un compromesso che non posso accettare.


      Dovendo incorporare Ableton Live in un setup come quelli descritti sopra, probabilmente lo userei come slave della TR-8S per non perdere lo swing di quest'ultima (anche se l'idea di usare una daw come slave non mi entusiasma perché preferirei che lo strumento "più preciso" - la daw - dirigesse tutti gli altri)


      Opinioni personali, eh...
      Il rispetto si costruisce solo insieme.
      Tanto per rendere l'idea meglio che a parole (perdonate la pessima qualità dei video):

      - TR-8S come master che fornisce il clock alla MPC-500 che a sua volta pilota la SH-01A con una sequenza midi (musicalmente penosa... perdonatemi, ma non mi trovo a suonare le note con i pad! :thumbdown:)




      - TR-8S che fornisce il clock al sequencer interno della SH-01A. Prima il sync avviene tramite midi, poi tramite clock analogico: notare come cambia il comportamento della SH-01A rispetto allo swing (shuffle).


      Il rispetto si costruisce solo insieme.