Silent Way

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Silent Way

      Uhhh... ieri in un turbinio di eventi casuali, mi sono accaparrato una motu ultralite mk3 da un amico.
      Tra che dovevo prendermi un'interfaccia nuova, e tra i deliri analog, diciamo che sono veramente felice di poterla usare con le mie macchinette...
      Visto che qualcuno qui lo usa, aprirei una specie di discussione generale su questa comodissima applicazione.

      Tipo... leggevo che le uscite della ultralite sparano al max a 3.5V (e in generale i Doepfer stanno sui 5).
      Ho letto che bisogna usare due uscite insieme, con un cavo ad Y, per sommare i voltaggi.
      Io Silent Way non l'ho ancora scaricato (lo faccio stasera), ma guardando i video, mi pareva di capire che indirizzi voltaggi ad un singolo canale.
      C'è invece un'opzione di split?

      Poi stasera faccio qualche esperimentino con Reaktor ghgh :thumbup:
      Ciao Skaio,

      Io l'ho acquistato un po di mesi fa' SW. Che dire, un ottimo software anche guardano il prezzo.
      Funziona bene una volta settato, e non è neanche troppo difficile da capire.

      Io lo uso con una 828mkII.

      Ho misurato i voltaggi in uscita, e dalla mia 828mkII escono circa 4.5V

      io lo uso su 2 uscite, 1 per il controllo di 1 osc e l'altro un cavo sdoppiato per 2 Env.

      Tutto funziona alla perfezione, e l'accordatura è perfetta per 6-7 ottave.

      io ti consiglio di provare un uscita per volta prima di fare cavi a Y e cose strane e fare un po di esperimenti.

      ahhh... e ricordati di fare cavi appositi per SW tagliando l'anello mi pare.. c'è scritto sul sito.

      :thumbup:
      For every complex problem there is an answer that is clear, simple, and wrong.
      oddio, che cavi?!!?
      NON FATEMI SALDARE CAVI!!! ;(

      Cmq ora che dici, mi è venuto in mente di ver letto di gente che usa i cavi insert... dici che basta quello?
      Dai, dai rispondi, che quando esco dall'ufficio devo andare a comprare un paio di jack :thumbsup:
      Avevo saltato il pezzo dei cavi sul sito, credendolo connesso alle schede Ac Coupled.
      Grazie Cardinen... Mi hai salvato da un possibile casino :thumbup:

      Cmq si, parla di usare normali cavi a Y insert...
      Domanda: col fatto che il segnale si sdoppia, per il cavo a y, vuol dire che il voltaggio di controllo si dimezza su ogni lato?

      Lo scoprirò più tardi, nè, ma intanto chiedo... :whistling:

      skaio ha scritto:

      Domanda: col fatto che il segnale si sdoppia, per il cavo a y, vuol dire che il voltaggio di controllo si dimezza su ogni lato?
      No, il voltaggio rimane lo stesso, aumenta la corrente assorbita. Io come ti ho detto prima uso un cavo sdoppiato per 2 env. e funziona.
      Di piu' secondo me la scheda audio non ce la fa'. Volendo si potrebbe usare un buffer per splittare piu' uscite ma è un altro discorso...
      For every complex problem there is an answer that is clear, simple, and wrong.
      Stesso problema con Volta e Motu Ultralite
      Oscillaltori e filtri ok, sequencer tipo Renè non se li fila minimamente. Ho risolto parzialmente con il doepfer A 185-2 tirato a manetta, ma non sono sicuro se sto facendo la cosa giusta. Urge un approfondimento sui voltaggi.
      Cardinen mi sembri molto preparato sul tema. Puoi dire qualcosa a proposito?
      Tanto per iniziare mi inquieta il tema massa ( stai parlando con un zero-informato). Non uso sylent way ma mi chiedevo se non stia sbagliando tutto in fatto di cablaggi. Uso cavi mono da 1/4 ad un 1/8 per i controlli cv. Non mi sembra però di sentire stranezze senza eliminare il gommino sul jack.
      Che mi puoi dire?

      Grazie

      Mr.Green ha scritto:

      Cardinen mi sembri molto preparato sul tema. Puoi dire qualcosa a proposito?
      Tanto per iniziare mi inquieta il tema massa ( stai parlando con un zero-informato). Non uso sylent way ma mi chiedevo se non stia sbagliando tutto in fatto di cablaggi. Uso cavi mono da 1/4 ad un 1/8 per i controlli cv. Non mi sembra però di sentire stranezze senza eliminare il gommino sul jack.
      Che mi puoi dire?
      non ho capito alcuni passaggi (tipo il gommino sul jack ?) comunque:

      Ci possono esseri diversi problemi legati ai voltaggi.
      Uno potrebbe essere che se sono troppo bassi alcuni tipi di inviluppi potrebbero non aprirsi, ad esempio ad un doepfer bastano 3V ma ad un moog ce ne vogliono 5 (numeri a caso). Se i gate provenienti dalla tua scheda audio non sono del voltaggio sufficente gli inviluppi non si aprono.

      Questo applicabile a tutti i moduli che necessitano di voltaggi maggiori.
      In questo caso basterebbe un semplice amplificatore.

      Un altro problema potrebbe essere legato invece alla corrente che magari non basta (l'esempio che ho fatto prima degli inviluppi)
      Mettiamo che hai in uscita un segnale di gate da mandare a 3 inviluppi. il voltaggio è sufficente ma la corrente della scheda audio non ce la fa' a reggere 3 inviluppi.
      In quel caso hai bisogno di un buffer, e a quel punto il limite della corrente è data dal buffer.

      Io non usavo gli inviluppi di SW, ma usavo quelli del mio modulare triggerati da un inviluppo di SW. In pratica usavo un inviluppo di SW come una tensione di gate, con 0 attacco e tutto sustain di modo da avere una tensione fissa (4.5V nel mio caso).


      Invece per la questione di togliere l'anello dei jack è una questione di sicurezza. In pratica usando SW alle uscite si hanno tensioni in continua fisse sia sul polo positivo che su quello negativo del jack. Se si usano jack mono uno dei due poli (l'anello) andrà a massa e c'è il rischio che con il tempo si danneggi qualcosa nella scheda audio; questo è il motivo di cui consigliano di usare cavi stereo con l'anello non connesso.

      Spero di non averti confuso le idee...
      For every complex problem there is an answer that is clear, simple, and wrong.
      Premetto che non ho silent way della expert sleeper. Ho letto su muff dove c'e' una discussione del costruttore che sono in procinto di rilasciare lo ES3 che ha un input ottico Adat che gestisce 8 linee mono. Quindi servirebbe una scheda con la pipe Adat in uscita e forse le vostre Motu la hanno. Per quanto rigurda invece le uscite jack TSR effettivamente c'e' un po ' di casino sull'assorbimento di corrente piuttosto che i voltaggi. Sul sito ci sono link con soluzioni anche strane di buffer e amplificatori come dice cardinen. Per i voltaggi ho visto i cavi con l'elettrolitico ed il diodo, quelli usati per schede audio non dc coupled. Variando i valori si alza la tensione massima in uscita. Io sto studiacchiando se e' possibile adoperare uscite audio normali da rca e sommare gli ingressi con condensatore elettrolitico e diodo. Direi una soluzione "peones".
      Ciao Marco
      Dazed and confused as usual
      Grazie Cardinen
      devo specificare che le mie consocenze sulla corrente sono le seguenti: " non mettere le dita nelle prese perchè prendi la scossa..."

      Di quello che hai detto mi mancano alcuni punti di riferimento e perdonami so che sono cose che per chi mastica la materia sembrano da asilo.
      Come ti dicevo uso un buffer doepfer A 185-2 e al momento sembra essere l'unico modo per controllare via SW il sequencer Renè con un vca lineare niente. Ti chiedo da un punto di vista elettrico, un buffer si differenzia da un VCA lineare su cosa? Supponendo che il voltaggio in entrata per pilotare un modulo sia quello corretto, cos'è? sono gli ampere insufficienti?

      Questa cosa dei voltaggi mi prende da matti, perchè potrebbe essere che lo stesso strumento suoni diverso a seconda della qualità della corrente.

      tron ha scritto:

      ot: ero incuriosito dai vari volta, silent, ma letto questo mi tengo stretto le mie kenton e varie mcv24
      :thumbsup: auguri
      Tron, per te che hai un sacco di synth d'epoca non saprei cosa dire. Io finìora ho avuto un problema solo con sto sequencer delle make noise, ma per il resto Volta funziona benissimo su Eurorack e te lo configuri in un attimo.

      Mr.Green ha scritto:

      Come ti dicevo uso un buffer doepfer A 185-2 e al momento sembra essere l'unico modo per controllare via SW il sequencer Renè con un vca lineare niente. Ti chiedo da un punto di vista elettrico, un buffer si differenzia da un VCA lineare su cosa? Supponendo che il voltaggio in entrata per pilotare un modulo sia quello corretto, cos'è? sono gli ampere insufficienti?
      Non sbagli, un buffer è propio quello di cui hai bisogno.

      Un buffer e un VCA (lineare o log che sia) sono due cose diverse. Un VCA è un amplificatore, un buffer non ha guadagno.
      Nel tuo caso la corrente (in Ampere come dici tu o meglio mA) non è sufficente a pilotare il modulo quindi con un buffer il problema viene risolto.
      Ad es. la tua scheda puo' fornire massimo 5mA su ogni uscita, il modulo ne richiede 20mA (numeri a caso); se inserisci un buffer a quel punto la corrente erogabile dipende dal buffer, che mettiamo abbia 200mA disponibili. In questo caso potresti mandare il segnale a 10 di questi moduli con un solo buffer :thumbup:
      For every complex problem there is an answer that is clear, simple, and wrong.
      Ciao a tutti scusate se rispolvero questa vecchia discussione ma non ne ho trovate di più recenti. Come ho già scritto in in altra pagina io vorrei riuscire a controllare un synt analogico tramite il mio giradischi. In linea di massima ho capito come fare, ma a parte dover acquistare il synt(ma a questo punto uno vale l’altro) quello che manca è un convertitore di segnale audio in CV. Ho una scheda audio noti ultralight mk3, dire che con questo programma(o afoni, ho visto che c’è ne sono altri) potrei riuscire a fare quello che voglio? Ovvero facendo passare il segnale audio del giradischi in ingresso in un Sequencer tradurlo in CV e farlo poi entrare in un synt per controllare i parametri dal giradischi?
      Avendo il mio giradischi l’uscita midi posso fare altro??? Invece di usare il software? Ho visto che di convertitori hardware non ne hanno fatto molti e non se ne trovano più in giro.
      Grazie dell’ayyenzione.