Esiste uno studio affidabile?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Esiste uno studio affidabile?

      Salve
      Tempo fa registrai due pezzi.
      Il prodotto non fu assolutamente professionale e loro invece di dirmi i miei difetti "presero" il lavoro lo stesso.
      Io non ho problemi di budget.
      Devo avere un prodotto che possa andare dovunque,da mtv alle radio.
      Non deve suonare bene,ma benissimo.

      Quale è lo studio in Italia per avere una produzione alla Queen (anni 80)?
      Non parlo di musicisti ma di resa globale del suono.
      Possibile che se scarico basi mp3 fatte da americani in casa siano 100 volte superiori a quelli che ho ottenuto io?
      Lo so perché dicono loro stessi che ci mettono poco.

      Sono amareggiato.
      Non so se in Italia si possa fare o debba andare a Londra o Miami.

      Un caro saluto


      adriano celentano forever
      Si ma su YouTube si fa intendere il contrario.
      Poi è chiaro che io non sono i Queen.
      Ma a me interessa un acquisizione della voce e degli strumenti da lady Gaga.
      Ci sono per dire,canzoni arrangiate male,tipo Sanremo,ma che cmq Suonano" strabene!!!!
      Ovvio un arrangiamento aiuta molto.
      Ma non ho problemi in tal senso.
      Devo solo capire dove andare ..Italia o Miami?

      Mi dicono tutt
      "Bastano 1000 a canzone" e va benissimo..
      Peccato che poi i risultati siano da demo.

      Se devo andare su abbey road ci vado e basta..
      Basta coi demo,coi provini,con il mascheramento della voce perché a monte la voce era non adatta..
      adriano celentano forever
      Il titolo del thread è fuorviante.
      Lo studio di registrazione è solo l'ultimo elemento di una catena relativa alla produzione - come ha giustamente detto Mr Red.
      In Italia ci sono (ancora) ottimi studi di registrazione, a tutti i livelli, per lo meno a livello dotazione.
      Non ha senso andare ad Abbey Road di per sé, ha senso andarci con un produttore che sappia tirar fuori il suono che cerchi. E a quel punto probabilmente puoi andare in uno studio italiano.

      La verità è che sempre più penso che lo studio - anche se è l'argomento principale di questo forum - sia davvero al giorno d'oggi un anello ancora importante (tutte le produzioni di un certo peso quali quelle cui tu fai riferimento si fanno in studi più o meno fastosi), ma più per motivi logistici, di comodità, di concentrazione, che non strettamente sonici.
      Chiaro che una bella sala di ripresa, e una regia ben corretta e con dotazione seria siano requisiti importanti, ma per molti motivi, anche in virtù della diffusione dell'home recording negli ultimi 15 anni, si tende qui più a parlare di microfoni o schede o comunque di fonici e molto, molto meno di: musicisti, arrangiatori e produttori.
      Paradossalmente negli ultimi 15 anni hanno acquisito peso e importanza (a livello di un forum, a livello di marketing, a livello di percezione comunque, intendo, perché un professionista sa benissimo quello che sto dicendo) figure come il tecnico di mastering, o il fonico stesso, come già detto, a discapito di quella, fondamentale e centrale, del musicista (inteso sia come autore, come band, che come turnista).

      Pensare di trovare uno studio, qualunque e a qualunque prezzo, che ti faccia una produzione alla Queen (che peraltro non è certo il suono che piace a me, sia detto per inciso, ma qui è questione di gusti) significa non avere chiaro il workflow di una produzione discografica.

      Senza musicisti che abbiano quel suono (e non parlo solo del cantante... la base ritmica (drums/bass/gtr) fa l'80% del suono di un disco rock/pop a mio avviso), e senza un produttore che sappia guidare loro e i fonici verso un determinato suono NON si arriva a quei risultati.
      Ma questa, come si dice, è accademia.

      Che poi sia più probabile trovare le persone giuste per un sound "internazionale" in UK o USA piuttosto che in Italia è assolutamente ( e desolatamente per noi) vero, ma è una considerazione che a mio avviso viene molto dopo il processo di consapevolezza dei propri mezzi e delle proprie esigenze.
      certo il materiale che dai da mixare deve essere di qualità, ma ammettendo che poi tu sia "pronto" con il materiale già registrato in mano per il solo discorso mix (e mastering) io farei così:
      1) estrai ad esempio 1 minuto di un brano per te significativo (in modo che non consegni il brano intero)
      2) carichi (compresse in uno ZIP) le tracce in formato WAV (o AIFF) su Mediafire o altri servizi simili (o su un tuo sito)
      3) contatti i 100/200 studi più rinomati (in italia e all'estero, perchè no) nonchè proponilo anche sui forum e gli dici che non hai problemi di budget (questo è importante) ma vuoi un prodotto al top, che ti serve una offerta per tot_brani e che però ti serve un rought mix per scegliere lo studio a cui affidare il lavoro, con il link da scaricare il file ZIP
      4) si spera che un 5% ti risponda e che tra questi trovi il prodotto che ti soddisfa al 100%, poi puoi valutare anche un compromesso tra qualità massima e convenienza economica

      Esiste uno studio affidabile?

      Avere consapevolezza dove si può arrivare in post produzione con il proprio materiale e non aspettarsi miracoli dallo studio di Mastering e ancor più importante riconoscere un lavoro ben riuscito con il tipo di materiale proposto.
      Cominciate a capire che si paga 3 volte ..riprese, mix, mastering. È buona norma cambiare studio per il Mastrering ( non linciatemi).
      Ultimo e non per questo meno importante,uno staff tipo quello bel film "Be Cool".


      Inviato con Tapatalk pro
      Lasciando stare qualsiasi lavoro mal condotto da terzi, cosa assolutamente normale in questo paese a prescindere dalle attrezzature, vorrei che tu considerassi alcuni punti che evidentemente non contempli.

      Parli di Queen, parli di Lady gaga, parli di prodotti internazionali.

      Qui la prima lacuna, tipicamente italiana, il pensare che basti saper cantare e affidarsi ad uno studio professionale per sfornare prodotti di livello.
      E' una credenza da mercatino rionale.

      Per sfornare prodotti di livello devi essere TU a quel livello, prima ancora di varcare uno studio e parlare di qualità sonica.
      Aver conosciuto una realtà diversa dalla tua, aver maturato esperienze al di fuori del tuo paese, aver capito che la realtà non è solo bianco o nero, ma composta da infinite sfumature.
      Aver acquisito personalità vocale che ti porta ad essere te stesso senza continui e inconsci clichè, emulazioni, tecnicismi, artifici. Aver sviluppato la capacità di emozionare oltre ogni didattica e tecnica.
      Avere cultura musicale di stampo internazionale.
      Avere la consapevolezza che il primo arrangiatore sei tu.
      Essere in grado di suonare e relazionarti con altri musicisti, saper suonare in una band, saper improvvisare, sapere tenere il palco, aver sviluppato feeling e sintonia di gruppo.

      F. Mercury e Lady Gaga sono due personaggi la cui grandezza risiede più nelle capacità estranee dal saper cantare.
      Il saper cantare, ovvero essere degli artisti con la voce, diventa un corollario logico e naturale.
      Sono le competenze e capacità umane che fanno la differenza.

      Ti risulta tutto troppo pretenzioso ed esigente?
      Lo è, sicuro, ma se vuoi pensare di confrontarti con i migliori devi essere altrettanto.
      E' stato così anche per loro quando non erano nessuno.

      TUTTO il resto, viene dopo. Il produttore, gli studi, Abbey Road, i budget.

      Abbey Road che sarebbe l'ultimo studio a cui affidarsi per realizzare risultati alla Lady gaga, per la cronaca.
      Altra cosa che dovresti sapere.

      Il mio consiglio è:
      - Step 1: rifletti su quanto ti è stato detto qui dentro e chiediti se non sei nella classica situazione italiana "io canto e ho dei pezzi ben arrangiati (cioè te lo stai dicendo tu, ndr), mi basta trovare dei musicisti e pagare uno studio prrrrro".

      - Step 2: se ritieni di avere buone carte da giocare, trova un produttore. Qui in italia, per quello che vuoi fare tu, è un'impresa, i migliori sono sconosciuti.
      Un produttore bravo non è colui che ti dice, costo tot a canzone, e magari manco ti ha mai sentito cantare. Siamo ancora ai mercatini rionali. E' l'italianata.
      Un produttore è qualcuno che 8 volte su 10 ti rimanda a casa con l'obiettivo di ritornare più consapevole e preparato, vocalmente parlando. O qualcuno che è dotato di intuizione e vede tra i rovi il fiore.

      - Step 3: tutto il resto viene dopo, perchè se sei arrivato qui e sei capace di emozionare soltanto dicendo A, le rose fioriranno.

      Per un risultato serio, ad occhio e croce ti ritroveresti all'estero a realizzare il lavoro, soprattutto il mix. In italia non esiste nulla che possa competere con Lady Gaga. Manca la mentalità, gli uomini, non i mezzi, siamo fermi alla Caselli.

      Pensieri sempre miei.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio

      dancok ha scritto:

      Per un risultato serio, ad occhio e croce ti ritroveresti all'estero a realizzare il lavoro, soprattutto il mix. In italia non esiste nulla che possa competere con Lady Gaga. Manca la mentalità, gli uomini, non i mezzi, siamo fermi alla Caselli.



      Condivido ma l'importante è che non passi solo questo concetto, di per sé - se avulso dal contesto - limitante e poco costruttivo.
      Tutto il resto del tuo discorso (che è poi quello che ho detto anche io, e cioè anzitutto la centralità del musicista) lo quoto in pieno.

      Esiste uno studio affidabile?

      Tra le cose più importanti io reputo la collaborazione cliente e stidio e disponibilità massima per trovare insieme la giusta formula senza fretta !!
      E i costi accessibili .. Ce ne sono tanti di studi così :) .. I nostri ad esempio :) :)


      Inviato con Tapatalk pro

      mollyer ha scritto:

      E i costi accessibili .. Ce ne sono tanti di studi così .. I nostri ad esempio


      Però questa non è la centralità della cosa.
      E' solo quel tutto sommato piccolo segmento che riguarda la registrazione e il missaggio.
      Tutto il resto sta prima (perché senza l'artista con le caratteristiche giuste non si inizia neppure) e, ahimé, anche dopo, perché puoi essere la nuova Lady Gaga ma senza promozione non vai da nessuna parte.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “grungelizer” ().

      Che tecnicamente Lady Gaga e Justin Bieber debbano essere il riferimento per chi vuole produrre musica mainstream da un lato è un dato di fatto (almeno oggi) ma dall'altro è anche il motivo per cui, non sviluppando il proprio sound, pochi nuovi soci riescono ad iscriversi al club di chi produce musica a quei livelli.
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...

      mollyer ha scritto:

      Ma lasciamo stare Lady Gaga

      :).



      Io ho cercato di riferirmi al thread starter, come credo sia giusto fare.

      Mai entrato in un negozio o in uno store online per comprare qualcosa di Lady Gaga, l'ultimo CD che ho acquistato è "Lonerism" dei Tame Impala, credo che difficilmente ci siano, in campo rock/pop, dischi più lontani come tipo di produzione.

      Esiste uno studio affidabile?

      Sì certo .... Ma il 3D starter ha associato artisti a studi che non erano compatibili, come ha fatto notare Dancok... Comunque sono d'accordo su quanto scritto in precedenza .. La mia era una battuta :)


      Inviato con Tapatalk pro
      dico la mia...prima di affidarsi a uno studio ascolta i loro lavori...gli studi "professionali e seri" mettono a disposizione l ascolto dei loro lavori su soundcloud o sul proprio sito per verificarne la qualita...ascolta quello che sanno fare e scappa da quelli che non ti fanno ascoltare i loro lavori.
      Altra cosa....un lavoro serio e professionale richiede almeno una settimana e piu di lavoro...diffida da chi ti propone lavori in 3 giorni e un chachet che sia minimo 1500 euro a traccia...diffida da prezzi o tempi inferiori se vuoi un singolo che possa competere con prodotti da radio o mtv o altro.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “andrea82” ().

      paulboss ha scritto:


      Devo avere un prodotto che possa andare dovunque,da mtv alle radio.



      Vado controcorrente.

      Pagando le persone giuste puoi tranquillamente arrivare ad un risultato che possa andare da mtv alle radio. Ci sono esempi in tal senso, perciò non si scopre niente di nuovo. Nel caso ti possono anche scrivere la canzone, non è un problema, anche lì basta pagare. Anzi, se ti presenti con una canzone "poco radiogenica" le cose si possono pure complicare.
      Certo, lascio da parte ogni considerazione artistica, ma formalmente per avere un prodotto che "possa andare in radio" basta pagare.

      Il problema è "quanto", perché i budget illimitati non esistono.

      Comunque in una discussione come questa il primo paletto da piantare bene per terra è il concetto di qualità, altrimenti si parte per voli un po' fuorvianti, a mio avviso. Io mi sono rifatto alla tua affermazione "cosa mi serve per avere un livello di qualità sufficiente per andare in radio?", ma se vuoi declinare meglio quel che cerchi, sarà di aiuto per tutti i partecipanti.

      Lat.
      Un pacchetto di passaggi radio, non facciamo gli ipocriti, costa dai 10 ai 30mila euro al mese.
      Se si vuole fare musica a livello industriale non è neanche tanto come investimento pubblicitario.
      Più che altro, una volta compratosi un nome (COME FANNO TUTTI), bisogna chiedersi se si ha veramente voglia di passare la vita in furgoni, traghetti, aerei, motel, pensioncine, dormire poco, guidare molto, litigare in continuazione, etc etc.
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...