pareri su 2 brani masterizzati

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      pareri su 2 brani masterizzati

      Ciao ragazzi , dopo un po' di tempo di assenza dal forum mi faccio risentire per chiedervi un parere.
      Ho portato allo studio di mastering di un mio amico un paio dei miei vecchi brani, registrati tutti in homerecording. Se vi va ascoltate e datemi un parere sulla qualità finale. E' su un livello che possiamo definire "commerciabile" secondo voi? Trovate i brani nei miei link in firma (Spotify e Soundcloud). Grazie per l'attenzione.
      Ciao, musicalmente mi piacciono, apprezzabili anche i testi, però come registrazioni soffrono di una serie di problemi:
      - effetto eccessivo sulla voce, e anche bruttino, troppo lungo, troppo presente, troppo granuloso, andava bene negli anni 80, oggi senti lavori di Max Gazzè e soci, la voce è praticamente asciutta.
      - eq sulla voce: stessa cosa, troppo sbilanciata sulle medio-alte, con una eccessiva punta di frizzante in alto, poi qui interviene anche l'effetto a coprire (vedi sopra) e quindi non so dire se in parte è colpa anche sua.
      - I suoni sono tutti tendenti alla libreria general midi, fino a quando sono piani digitali e batterie analogiche, se ben gestite, ci può anche stare, ma quando partono le chitarre fintissime è troppo. Se non puoi registrare chitarre vere allora ti raccomanderei di optare per dei buoni sinth per riempimenti e assoli. Anche un pad soft ma onesto è meglio di quegli strings finti.

      I brani secondo me meritano quindi puoi pensare di tornarci sopra con un diverso approccio, riguardo al mastering fatico a esprimermi, ovviamente tende a evidenziare i difetti del brano e non può correggerli, ma non so come è stato fatto e non escludo che in parte proprio il mastering sia colpevole di quella eccessiva pastosità e granulosità che ho sentito su certi suoni.

      Edit: sembro una persona orribile ma dico tutto in termini costruttivi :)
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “Pilloso” ().

      Grazie per il tuo commento, preciso e diretto.
      Apprezzo molto il consiglio sulla voce, in effetti io tendo a mettere troppo effetto e mi rendo conto che devo ascoltare meglio qualche riferimento del genere "cantautorato". Riguardo i suoni ho usato le librerie incluse in Cubase Essentials che immagino non siano proprio il massimo... In effetti avevo in progetto di fare delle registrazioni in studio riarrangiando i brani in chiave acustica e da quello che mi dici forse questo potrebbe essere l'approccio più efficace anche per ottenere un suono più credibile
      Sì può essere un'ottima soluzione, less is more.
      Meglio piano e voce ben fatti che tutti gli strumenti ma con suoni poco credibili.
      Ma già sul tuo cubase, se riesci a procurarti un buon plugin di pianoforte, puoi fare molto, e anche come effetti sulla voce sono certo che ci siano già su cubase degli effetti migliori (o ne trovi di validi free tipo il TAL-reverb), a parte che poi usandone solo un velo si avvertirebbero anche meno le problematiche del riverbero.
      La "regola", in questo genere musicale, è che il reverb dovrebbe esserci ma non sentirsi, e qui sta a te dosare con estrema cura anche variandone l'intensità con le automazioni, a seconda delle parti, ma se c'è solo il pianoforte terrei il reverb della voce sempre molto basso, appena percepibile.
      Con l'eq sulla voce non fare cose esagerate, se non hai certezze sul suono che cerchi, taglia solo le basse sotto i 200 e dai appena poche alte dalle 1000 in su, cercando la frequenza che fa uscire bene la tua voce senza renderla finta, devono essere pochi interventi e leggeri.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Salve Giak,

      non aggiungo altro a quanto (che condivido al 100%) detto da Pilloso. Invece per quanto concerne musicalità in generale , i testi , la melodia e , al netto dei suoni come sottolineato, i brani sono godibili. C'è qualcosa di "particolare" nel mood. A mio modesto avviso quel mood che oggi potrebbe avere il suo pubblico (risposta personale sul concetto di commerciabilità).

      Saluti
      ...Musicalmente Parlando...
      Non ne ho in mente di gratuiti, forse qualcun altro può aiutarti.
      Io uso ormai da anni le librerie di Komplete / Kontakt dove ci sono diversi pianoforti notevoli, anzi a dire il vero, se hai voglia di investire qualcosa in suoni, con Komplete ti porti a casa una libreria di proporzioni mostruose e qualità eccellente a prezzi tutto sommato più che accettabili.
      Siamo ad anni luce dai suoni di Cubase, si intende.
      Prezzi e demo li trovi sul sito Native Instruments, singolarmente costicchiano ma acquistando i pacchetti (Kontakt o meglio Komplete) c'è molta convenienza, e sei a posto per un bel po', alzando il livello dei tuoi arrangiamenti di parecchio.
      Nota: serve un pc un po' decente, ma tutto sommato per gestire una decina di strumenti non sono neanche richieste chissà quali caratteristiche.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.

      pareri su 2 brani masterizzati

      Nota a margine : la chiave acustica è plausibile a patto di fare tracking con strumenti reali e non virtuali.

      A mio modesto avviso ,visto il mood e la necessità di privilegiarne la caratteristica , è comunque possibile ,con un set di VSTi "credibili" e ben gestiti, ottenere un altrettanto credibile risultato.

      In questo senso bisognerebbe curare il mix , mettendo più dentro la voce e schiarendola sul medio alto (dai 4/5k in su) , asciugare il reverbero con un cutoff più aperto verso l'alto ed una coda leggermente più room , dare un corpo più netto alla sezione ritmica con un eq su kick e bass con notch stretto intorno agli 80/100 hz.

      Può diventare pop anche mantenendo la sua peculiarità melodica e timbrica (rispetto alla voce).

      Ripeto : da qui ad un prodotto adatto ad una rotazione in FM il passo non è poi così lungo.

      Evitando , possibilmente , scopiazzamenti di sonorità mainstream già conosciute e impraticabili se si vuole dare personalità ai brani.

      Saluti
      ...Musicalmente Parlando...