Mi date un parere ?

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Ciao! L'ho ascoltato varie volte e ho sempre la sensazione di qualcosa che non va, ma ci torno dopo! Mi pare un buon lavoro, non ho gli ascolti (nè l'esperienza) per entrare in dettagli tecnici, diciamo che faccio parte del 90% degli ascoltatori abituali di musica.
      Quello che si deve sentire si sente, anche se la/le chitarre sotto la strofa le terrei un pelo più basse, e faccio fatica a capire cosa fa il basso, anche se c'è. Poco intelligibile! Ma come dicevo, non ho gli ascolti adeguati e la mia K240 è fuori in trasferta!
      Il rullante invece mi pare sempre troppo presente, troppo preciso, troppo uguale. Soprattutto all'inizio del brano terrei la batteria più scarna, non so se hai messo delle ghostnote su qualche pezzo, ma mi da senso di confusione, soprattutto quando la chitarra fa quei "levare" veloci, c'è la sensazione di un leggero fuori tempo.

      Parlo di "peli nell'uovo", niente di catastrofico per intenderci! :)
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Ciao.
      ho ascoltato l' originale per farmene un'idea.
      Dunque sommariamente:
      chitarra troppo presente e basso non leggibile come ti ha già fatto notare BjHorn.
      Poi secondo me, non funziona la batteria.
      Originale con spazzole con lievi accenti in levare come da tecnica standard ma sempre in battere (passatemi il termine-non sono un batterista)
      Tua versione, bacchette e tutti i colpi in levare che a mio avviso non centrano niente e creano quella sensazione che qualcosa non gira per il verso giusto.
      Opinioni personali naturalmente
      Ciao
      Ciao,
      a livello di esecuzione niente male, mi piace molto la tua voce e anche come la usi.
      Riguardo gli strumenti noto anche io che c'è qualche raddoppio ritmico che sulle prime non mi convince, e un po' troppa regolarità dall'inizio alla fine, specie nella batteria che diventa un poco monotona.
      Quello che mi piace meno è l'eq o mastering, sento troppe altissime frizzanti e metalliche, e molta confusione sulle basse, con qualcosa nel mezzo che pare un po' svuotato.
      Forse in generale hai cercato troppo il loudness saturando, io farei un piccolo passo indietro e cercherei un sound più naturale e acustico, come ci si aspetta da un pezzo del genere, e tornerei a guarda la curva di eq finale dove probabilmente qualcosa è sfuggito. In più pulirei nella zona delle medio-basse tagliando fuori frequenze che non servono e cercando di dividere il "fuoco" degli strumenti su frequenze diverse.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Innanzitutto grazie per aver ascoltato ed analizzato il brano. Dopo aver letto i vostri post sono andato a riascoltare il brano per cercare di correggere quanto mi avete suggerito.
      Innanzitutto il basso, credo che il problema fosse il compressore in sidechain con la cassa ( ma anche un po' l'equalizzazione ed il volume). Ora dovrebbe sentirsi meglio spero
      Riguardo il raddoppio ritmico, credo fosse causato dalla chitarra acustica strummed sulla quale c'era un leggero disallineamento rispetto a tutto il resto. Ho cercato per quanto possibile di correggerla (allineando meglio gli eventi midi), ma non sono sicuro al 100% di esserci riuscito. In alternativa l'unica soluzione sarà registrarla da un'esecuzione reale.
      Sulle percussioni in generale non ho cambiato granchè.... magari ci proverò nei prossimi giorni. Ho solo regolato un po' il volume del rullante ed ho attivato il roundrobin per variare un po' le intensità delle battute.
      Anche riguardo il mastering ho effettuato delle variazioni che spero abbiano migliorato il brano

      questo è il brano finalizzato :


      Va un po' meglio ?
      Grazie ancora a BJHorn, Helvetico e Pilloso per i graditissimi consigli

      Il messaggio è stato modificata 3 volte, ultima modifica da “SalvatoreB” ().

      Mi sembra molto meglio ora, per un insieme di fattori, ma manca ancora qualcosa.
      Nella zona 3000-5000 e forse anche sopra, sento un vuoto, manca un po' di respiro, non so se sei intervenuto in mastering o se hai scavato nelle tracce, ma bisognerebbe restituire quelle frequenze da qualche parte.
      Visto che sento ancora sacrificata la voce (forse un po' troppo compressa e ovattata) potresti provare a ridurre la compressione per recuperare un po' di naturalezza, e anche a darle un po' di medio-alte, è bene che resti in evidenza e col volume attuale, ma appunto le manca un po' di trasparenza.
      La batteria è troppo protagonista e diventa martellante, la abbasserei tutta in proporzione.
      Altro problemino è che ora non sento il basso, c'è appena un'ombra, ma dovrebbe avere un suo spazio.
      Se cercarlo nelle basse o alzarlo tutto ti gonfia l'intero low-end e si confonde con la cassa, in alternativa prova a cercare anche una puntina di corda, magari diventa più intelligibile e trovi le note anche senza spingere tanto sul volume.
      Ultima cosa, può darsi che un eccesso di riverbero confonda il tutto, ora che hai pulito inizio a sentirlo, prova ad asciugare un pochino su ciascuna traccia, vedrai che non guasta. Toglilo del tutto sulle basse, lasciane giusto un po' sulla chitarra, meno sulla batteria e quasi dimezzato sulla voce.
      Inizia così, solo se senti che si asciuga troppo, comincia a ridarne, ma tieni conto che se spingi di compressione in mastering, il riverbero si evidenzia quindi finirai per averne sempre più di quello che senti in mix, ovvero stai pure basso che tanto torna fuori.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Scusami Pilloso, per la fretta avevo caricato il brano con la traccia basso in mute. Ecco perchè era sparito. L'avevo messo in mute per ascoltare meglio quali altri strumenti interferissero.
      Come mi hai consigliato ho abbassato il volume di tutta la batteria, ed ho alzato leggermente il volume della chitarra acustica che si sovrappone in parte al rullante, e forse lo rende meno fastidioso nella sua ripetitività.
      Ho abbassato i livelli di riverbero, su voce, chitarre ... e anche quel po' di riverbero che di solito metto sul master
      Riguardo la voce ho regolato la compressione multibanda , e mi sembra sia piu' chiara adesso (era forse eccessivamente compressa sulle alte)
      Ho corretto anche il pitchblend della fender overdrive, che in alcune note glissate andava fuori (problema di vsti credo)
      Questo ne è venuto fuori, rimangono da correggere sulla voce, un paio di imprecisioni (me ne sono accorto ora che si sente meglio):

      Va meglio ?
      Tutto molto più equilibrato ora a livello di volumi, ma sento ancora una curva un po' troppo "a sorriso", con altissime metalliche e artefatte sia su voci che piatti, e basse che sento ribollire, non so se sul mastering o solo sullo strumento basso, nella versione senza il basso non le sentivo così fastidiose, quindi forse sono solo sulla traccia. Sono gonfie e confuse, quindi conviene tagliare sul basso tutto quello che c'è sotto i 50Hz, ammesso che anche sul master bus non ci sia un altro eq che spinge le basse, o un compressore multibanda, ecc.
      E in generale ancora sento un eccesso di compressione e un po' troppo effetto.
      Come regola tieni conto che se usi i VSTi, dovresti mettere il compressore solo sulla voce (e in quantità tale da non rovinarla) e riguardo i riverberi, devono esserci ma non sentirsi, un equilibrio delicato in cui solo il tuo orecchio può dire quando stai facendo bene.
      E' una cosa che dovresti sentire anche tu confrontando con qualche brano di riferimento, se ascolti pezzi del genere sono molto più nitidi, asciutti, non cercare il volume a tutti i costi e non mettere compressori dove non servono, o non faranno altro che ovattare il tutto e sarà come ascoltare il pezzo con le orecchie foderate.

      Sul master se hai usato un compressore per strumenti, o lo cambi con un limiter pensato apposta per il master bus, o lo riduci drasticamente e lasci che faccia solo un po' di effetto "glue".

      Di più non saprei dirti, bisognerebbe mettere mano al progetto per limare i dettagli uno per uno, già hai migliorato molto ma puoi fare ancora meglio se riesci a farti un'idea più precisa del sound ideale ascoltando altri brani e mirando a ottenerlo sul tuo, ma devi avere ben presente com'è per sentire le differenze al volo.
      Anche gli ascolti sono molto importanti, non so cosa usi ma forse se non ti saltano all'orecchio le cose su cui intervenire, potresti necessitare di monitor più precisi. Le cuffie possono aiutare per un raffronto, a patto che siano di qualità e non pompate sulle basse.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Grazie ancora Pilloso, ho cambiato alcune cose nello stesso brano. Ho optato per un altro tipo di basso perchè forse cosi' si sente meno il problema sulle basse. Ho comunque tagliato con un hpf intorno ai 60hz.
      SUlla voce ho alleggerito ulteriormente il riverbero ed ho cambiato la compressione per farla uscire piu' nitida.
      Ho variato anche l'equalizzazione del bus drum , riducendo le alte e le altissime
      Anche il mastering ci metteva molto di suo sulle frequenze alte, ho cambiato alcuni valori per ovviare a questo problema e non ho chiacciato molto il segnale
      Le modifiche sono state tante, spero di non aver stravolto l'equilibrio che c'era prima
      La traccia è questa:
      (Ho sovrascritto la precedente)
      Dimenticavo, i diffusori che uso sono gli hs8 della yamaha, pero' purtroppo non ho una stanza insonorizzata per un ascolto ottimale.

      Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “SalvatoreB” ().

      Gli ascolti sono buoni, in generale mi piace tutto di più, salvo il basso che purtroppo sento ancora esagerato, ha quasi esclusivamente delle basse quindi non credo si tratti solo di ridurlo di volume, ma bisognerebbe lavorare sulla sua curva, e forse il mastering ci mentte ancora del suo nell'ingrossarlo, purtroppo così è sgradevole, invadente, copre il resto che invece ora mi pare stia suonando bene.
      Siamo tutti sulla stessa Bark.
      Ciao, ti do un parere del tutto personale : secondo me ci sono diverse cose che non vanno (ho ascoltato solo il tuo ultimo mix). C'è una grande sensazione di pastone... non c'è separazione tra gli strumenti e tutto è faticoso all'ascolto, poco intellegibile. Più in particolare penso che dovresti:
      - togliere il sidechain da cassa e basso. Secondo me si sente solo la cassa, il basso sparisce, inghiottito probabilmente dal sidechain con la cassa.
      - equalizzare diversamente la cassa dandole più punta e smagrendola un po', e inoltre abbassarla un po' di volume
      - alzare il volume del rullante
      - abbassare di un bel po' il volume dei pad sottostanti.
      - sostituire in generale ogni compressione in sidechain con strumenti come il trackspacer di Wavesfactory oppure Melda Mspectraldynamics: molto più trasparenti.
      - equalizzare diversamente la voce e rivedere i suoi riverberi. Mi pare generalmente mediosa.
      - anche le chitarre mi sembrano troppo mediose e affaticanti all'ascolto, ma certamente non sono un esperto di chitarre elettriche...
      - dovresti anche secondo me curare meglio il posizionamento e la separazione nello spazio dei diversi strumenti attraverso i riverberi (diversi) non soltanto con il pan. Usando diversi tempi di predelay, diversi tipi di riverbero (il plate per allontanare, l'hall per 'alzare', le early reflections sulla voce per dare presenza, eccetera...)

      Naturalmente è solo un mio parere, non so se ho ragione o meno... è solo quello che proverei io.
      Ciao, mi permetto, non tanto sulle tecniche musicali dove varie impostazioni andrebbero più vitalizzate, ma è su quanto "cattura" la voce che mi vorrei soffermare, che comunque, qualunque sia la destinazione del provino, credo sia la prima cosa in assoluto. Credo che queso sia un brano che vada più interpretato che cantato (chiaramente tu non sei De Gregori ok), più recitato melodicamente. Così l'impressione che arriva è che siano frasi senza impatto, senza convinzione, arrivano indecise, insomma arrivano semplicemente "cantate" quasi in modo automatico. Credo che sia importante convincere chi ascolta a seguire il testo, così come se stessi raccontando una cosa importante che deve coinvolgere e deve attirare chi ti ascolta, in pratica devi essere tu più convinto mentre racconti/interpreti il testo.
      Perdona la critica poco tecnica ma credo sia più importante. In bocca al lupo

      lenzozero ha scritto:

      Ciao, mi permetto, non tanto sulle tecniche musicali dove varie impostazioni andrebbero più vitalizzate, ma è su quanto "cattura" la voce che mi vorrei soffermare, che comunque, qualunque sia la destinazione del provino, credo sia la prima cosa in assoluto. Credo che queso sia un brano che vada più interpretato che cantato (chiaramente tu non sei De Gregori ok), più recitato melodicamente. Così l'impressione che arriva è che siano frasi senza impatto, senza convinzione, arrivano indecise, insomma arrivano semplicemente "cantate" quasi in modo automatico. Credo che sia importante convincere chi ascolta a seguire il testo, così come se stessi raccontando una cosa importante che deve coinvolgere e deve attirare chi ti ascolta, in pratica devi essere tu più convinto mentre racconti/interpreti il testo.
      Perdona la critica poco tecnica ma credo sia più importante. In bocca al lupo

      Tranquillo, sono io che ti ringrazio per questi appunti che proverò a correggere nelle prossime registrazioni. So già che non sarà facile... ma imparando a riconoscere il problema vedrò di migliorare l'esecuzione. Grazie

      SalvatoreB ha scritto:

      The clown 2.0 ha scritto:

      Mi piace molto quello che fai.

      Ma tipo, ribaltare il banco? cioe' fare la cover mantenendo la musica ma stravolgendone completamente i suoni?

      Figata...

      Perdonami, non ho capito il commento, mi suggerisci di modificare i suoni dei vsti ?


      Tanto la "vibrazione" del brano sai qual'e', la conosci bene.

      Dei "suoni" originali, che te ne fai? Rifai tutto a tuo gusto e dove c'e n'acustica metti un piano e viceversa.

      Mi date un parere ?

      Una cover pedissequa non mi ha mai convinto. Rispettando la lettura melodica e armonica bisognerebbe metterci del proprio in tutti i sensi.

      Tanto detto quotando e condividendo quanto dice The Clown.

      Per quanto concerne il lavoro di produzione mi associo quasi integralmente a Gobbetto del quale condivido la visione.
      ...Musicalmente Parlando...

      The clown 2.0 ha scritto:



      Tanto la "vibrazione" del brano sai qual'e', la conosci bene.

      Dei "suoni" originali, che te ne fai? Rifai tutto a tuo gusto e dove c'e n'acustica metti un piano e viceversa.


      E' una cosa che faccio quando non trovo un suono simile all'originale che mi convinca, pero' al momento cerco sempre di attenermi per quanto possibile al brano di partenza, anche per poter avere un confronto affidabile. Non lo escludo comunque in futuro

      luigi864 ha scritto:

      Una cover pedissequa non mi ha mai convinto. Rispettando la lettura melodica e armonica bisognerebbe metterci del proprio in tutti i sensi.

      Tanto detto quotando e condividendo quanto dice The Clown.

      Per quanto concerne il lavoro di produzione mi associo quasi integralmente a Gobbetto del quale condivido la visione.


      Certo Luigi, al momento sono i fase di apprendimento, è proprio per questo che vi ho chiesto riscontri, e vi ringrazio per le gradite risposte