Aria - Mix in Progress

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Aria - Mix in Progress

      Ciao a tutti,
      vorrei un vostro parere, consigli, critiche, ecc... su questa mia auto produzione con la quale sto cominciando ad entrare nel mondo dell'home recording e del mix.
      Il brano è ancora incompleto perchè mancano tutti i soli di chitarra sparsi quà e là (suono la chitarra ma questo brano esige una capacità che non ho).
      Il cantato ed il parlato sono fatti da me ( :whistling: ).
      So già che è pieno di magagne e vorrei però prima sentore i vostri pareri per vedere se coincidono con i miei, ci si avvicinano o sono completamente diversi.
      Il mix è stato fatto dopo aver fatto il render in place delle tracce dei vst, la daw è Cubase 8 Artist, le chitarre sono tutte reali, il resto sono vst.

      Grazie a tutti.

      soundcloud.com/marcezmonticus/aria
      Asus X53S i7 4core 12Gb RAM SSD500 + HDD256 _ Steinberg UR28M _ Novation SLMKII 61 _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ synth Cazio VZ8M _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e

      Moderatamente Ottimista
      Eh... le magagne ci sono purtroppo!
      Comunque tutto filava abbastanza liscio, con qualche "licenza poetica/armonica" che non tanto si capisce (passaggio da 0.33/0.35) ma che ci può pure stare... ma poi... hai cominciato a cantare!
      Francamente, come diciamo noi a sud... "Nun'è cosa tua!"
      Il tuo cantato è troppo acerbo e ingenuo per poter reggere il confronto con quello che hai messo giù. I passaggi da nota a nota, il portamento, come usi la voce, proprio non va.
      Però qualcosa c'è, e se proprio vuoi continuare devi assolutamente prendere lezioni di canto, da uno bravo!
      Consiglio sempre, in questi casi, di rivolgersi a dei professionisti che hanno studiato canto lirico, perchè, con le dovute eccezioni di qualche raro esempio "talentuoso", sono tra i pochi ad aver studiato COSA succede a livello fisico (dentro), la voce purtroppo è uno strumento nascosto alla vista.
      Tornando al brano, a parte che si capisce che ti piace un certo prog anni settanta (e a chi non piace...) mi scontro spesso con queste batteria "da griglia", ovvero troppo troppo precise, matematicamente ineccepibili (appunto).
      Con tutta la serie di colpi che il tuo batterista virtuale scatena, mi aspetterei qualche minimissimo tentennamento, qualcosa non clinicamente sincronizzato, come per esempio a 0.50, dove è abbastanza scoperta e cassa e piatto viaggiano insieme, troppo preciso.
      Le riprese della voce, cantato e parlato, anche qui ci sarebbe da dire, ma lascio la palla a chi ne sa molto più di me, io mi limito alla superfice.
      Bel pezzo in ogni caso, mi piace!
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      Intanto grazie per la franchezza.
      Premessa generale (non per giustificarmi) diciamo che per me è un divertimento, un p.assatempo, anche se ciò non toglie che debba essere fatto con criterio
      Capitolo canto.
      Chiaramente non sono un cantante e non ho mai studiato canto (mi piacerebbe ma non ho il tempo per dedicarmici), mi sono sempre limitato a fare i coretti nelle cover band :P , purtroppo dovrei rivolgermi a chi lo sa fare meglio di me, ma siccome non ho mire "commerciali" mi accontento (per ora), un po' come per i soli di chitarra.
      Capitolo Batteria
      In effetti questo aspetto è ancora più evidente ed è quello più difficile da limare, fin dall'inizio mi sono posto il problema se mettere ogni tanto fuori griglia i colpi di rullante o di cassa ma perderei del gran tempo e ci verrei matto, così ho deciso di lasciare tutto così com'è e tanti saluti.
      Diciamo che mi serve più che altro per impratichirmi con il mix, l'uso dei riverberi e dei delay, degli EQ e dei compressori, provando nel tempo ad aggiungere qualità all'attrezzatura.
      Grazie per il complimeto finale.
      Asus X53S i7 4core 12Gb RAM SSD500 + HDD256 _ Steinberg UR28M _ Novation SLMKII 61 _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ synth Cazio VZ8M _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e

      Moderatamente Ottimista
      Devi giustificare poco o nulla!
      Il prodotto, a livello compositivo, è buono! A me piace. Indubbiamente sei ispirato da epoche passate ma sei riuscito a non cadere nella banalità! Il tutto (ovviamente) secondo il mio gusto.
      Sei anche riuscito a metter su una batteria robusta (non parlo di suoni ma di come si muove seguendo il pezzo) che è valida, se non fosse per il problema descritto nel primo commento. A questo proposito potresti seguire due metodi, uno parecchio lungo e non so quanto fattibile nel tuo caso, e un'altro più semplice, ma che non so se ne disponi.
      Quello lungo che seguo io quando (raramente) scrivo batterie è; suonarla!
      Sulla mia triton ho un sacco di set di batteria, ne scelgo qualcuno con i suoni che più mi ispirano, e la registro con i ditini! Parto da cassa e rullante, poi hi hat (servono tanti ditini) tom e piatti, e infine effetti vari.
      Non uso sempre lo stesso campione, soprattutto sul rullante. Dato che ne ho almeno 7 o 8 dello stesso rullante ogni tanto vario, e ne uso uno che è praticamente lo stesso suono, ma suonato con mano diversa, o angolazione diversa, o più al centro. Soprattutto quando sono due o più colpi ravvicinati.
      Una volta messe giù le tracce, se sono molto storte le quantizzo leggermente, ma non troppo! Proprio per non diventare un robot!
      Quello corto dipende dalla tua daw, e la capacità di quantizzazione!
      Uso Sonar x3, e manco ho controllato se c'è, ma sui prodotti più vecchi potevo scegliere una quantizzazione che "umanizzava" scegliendo un tipo di groove, il quale, a seconda della percentuale di effetto, spostava dinamiche e tempo di quel pochissimo che bastava per non renderla precisissima.
      Insomma, il senso è: vale la pena lavorarci perchè il prodotto vale.
      Sempre con franchezza e sempre "secondo me"!
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!
      All'inizio ero tentato anch'io dal suonare la batteria pezzo per pezzo, passaggio per passaggio, però ho poi desistito. Non tanto per il tempo che ci si impiega ( :S ) quanto per il fatto che la resa mi sembrava ancor più "meccanica" che non utilizzare le librerie toontrack che comunque derivano da riff e session suonate da professionisti della batteria e riportati in midi files che hanno un minimo di "fuori griglia" che non so se è dovuto ad un effetto humanize fatto in post produzione o se è il vero colpo del batterista.
      Sta di fatto che mi sono dimenticato dell'opzione "quantizzazione umana" che Cubase ha al suo interno. Poco male ho ancora i files con gli eventi midi e provo a smanettare quelli.
      Sono qui per cercare di migliorare.
      Asus X53S i7 4core 12Gb RAM SSD500 + HDD256 _ Steinberg UR28M _ Novation SLMKII 61 _ Cubase 10 Pro _ Nord Electro 6D _ Yamaha Pacifica 112J _ Digitech RP 380XP _ mic Behringer C1 _ Presonus Faderport _ synth Cazio VZ8M _ IK Multimedia ILoud MicroMonitor _ Cuffia Grado SR60e

      Moderatamente Ottimista