Novel Of Sin - Extinguish

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      PAPEdROGA wrote:

      Eheheh si può fare!
      Solo che winrar mi ha fatto qualche casino e non riesco a ritrovare il backup delle tracce flat di questo progetto.
      Se faccio come per le chitarre e carico il flat di un altro brano? (che si trova già su youtube, quindi evitiamo pure che la band mi si inc...avoli :D )

      Si certamente, poi va bene anche un urlaccio eh :D

      PAPEdROGA wrote:

      Ok. Ma, in tutto ciò, qualcosa sulla produzione la potresti anche dire, eh... :D

      Hai ragione, scusa :D
      Inutile dire che suona molto bene e moderna, senza nulla da invidiare a quelle americane più blasonate. L'unico dubbio è che forse le chitarre sono davvero troppo in faccia, anche per il genere, però c'è anche da dire che questo non preclude l'intellegibilità degli altri strumenti, quindi direi che si tratta solo di una questione di mio gusto personale. Anche il rullante mi lascia qualche dubbio, come diceva Joe Novella, perché nel mare di chitarre emerge quasi solo la sua parte alta e quindi sembra avere un filo poco corpo.
      Ma intendiamoci che il mix suona comunque benissimo, eh, riuscissi ad arrivare ad un risultato buono anche solo la metà farei i salti di giUoia! :D

      PAPEdROGA wrote:

      Ciao Giuseppe. Grazie mille per l' ascolto ed i pareri :)
      E di che, è un dovere. :D


      PAPEdROGA wrote:

      Come detto, non mi sono occupato delle riprese né dei reamp. Solo mix.
      Se non ricordo male, la scelta del suono di ripresa delle chitarre è stata fatta direttamente dalla band.
      Le registrazioni piuttosto scure, quindi, derivano dalle loro scelte... salvo poi passarmi dei riferimenti con chitarre tutt' altro che scure.
      Quindi grossa parte del lavoro è stata cercare di portare il suono di chitarre e basso verso quel sound che avevano in mente... suono che, per lacune tecniche in fatto di ripresa (del tutto normali e comprensibili, a mio parere, non essendo loro dei tecnici di ripresa :)), era un bel po' lontano dal target.
      Quindi diciamo che la scelta di tenerle scure hai dovuto rivederla poi in mix, per avvicinarti ai riferimenti dati dalla band, di chitarre non-scure.


      PAPEdROGA wrote:

      Gli eq utilizzati nel progetto, sia in pre che in mix, sono davvero molti... all' incirca una decina, ed i punti di intervento chiaramente sono molti di più.
      Sì, ho utilizzato il Pultec di AlexB, sia per aggiungere corpo (shelving sulle basse) che per dare apertura (boost di 4 o 5dB sui 4k con campanatura medio stretta).
      In più, sempre di Nebula, ho utilizzato l' emulazione dello shelving sulle alte dell' SSL (sempre di AlexB)... sui 3 - 4dB di boost.
      Insieme a questi interventi c'è una serie sterminata di tagli a campanatura stretta per controllare le risonanze, e qualche taglio a campana media per modellare il suono. Ad esempio, per dirne una, riaprendo ora il progetto vedo un -12dB@380Hz Q2.7. Interventini minimali, quindi... :D
      -12dB direi che è davvero minimale. ;)

      Utilizzi l'Electri-Q per gli interventi di pulizia e sculpting? O un misto tra Waves Lin-EQ, Sony Oxford ed altri come 'in passato'?

      Per il resto vedo che ci hai preso gusto col Nebula per gli interventi un po' più "colorati". :D
      Dopo aver avuto modo di provarlo in più occasioni, ritieni sia davvero superiore (per suddette operazioni) ai vari altri plug-in?


      Giuseppe [giubis]

      Post was edited 1 time, last by “giubis” ().

      dissident wrote:

      Ma intendiamoci che il mix suona comunque benissimo, eh, riuscissi ad arrivare ad un risultato buono anche solo la metà farei i salti di giUoia! :D


      Beh, perché arrivare alla metà? Paga ed avrai il 100% :D
      Scherzo ovviamente :)

      dissident wrote:

      Anche il rullante mi lascia qualche dubbio, come diceva Joe Novella, perché nel mare di chitarre emerge quasi solo la sua parte alta e quindi sembra avere un filo poco corpo.


      Sì, sono d' accordo. Il rullo è un filo sotto quanto lo avrei posizionato e con un suono un po' differente... ma a volte a certe richieste delle band non si può dire di no ;)

      dissident wrote:

      L'unico dubbio è che forse le chitarre sono davvero troppo in faccia


      Per come la vedo io, una chitarra elettrica non è mai troppo in faccia :D


      Ok, qui lo stem della voce (ho recuperato i backup):

      - Vox Flat

      - Vox Mixed

      Anche qui ad RMS differenti... occhio alle casse.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      giubis wrote:

      Utilizzi l'Electri-Q per gli interventi di pulizia e sculpting?


      Purtroppo Electri-Q non è stabile su Nuendo4 e successivi. Quindi no, non lo utilizzo più da un bel po'... e mi dispiace.
      Uso un mix di vari eq, a seconda del tipo di operazione.

      giubis wrote:


      Per il resto vedo che ci hai preso gusto col Nebula per gli interventi un po' più "colorati". :D


      Decisamente. :)

      giubis wrote:

      Dopo aver avuto modo di provarlo in più occasioni, ritieni sia davvero superiore (per suddette operazioni) ai vari altri plug-in?


      A mio parere non c'è paragone. Alcune librerie suonano davvero molto bene e "naturali".
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      PAPEdROGA wrote:

      Purtroppo Electri-Q non è stabile su Nuendo4 e successivi. Quindi no, non lo utilizzo più da un bel po'... e mi dispiace.
      Uso un mix di vari eq, a seconda del tipo di operazione.
      Hai mai provato a questo proposito l'Apulsoft apEQ? Molto simile all'Electri-Q come interfaccia, a me sembra vada benone. Buono anche il DMG Equality, se conosci. :)


      PAPEdROGA wrote:

      A mio parere non c'è paragone. Alcune librerie suonano davvero molto bene e "naturali".
      Prima o poi le proverò ste librerie. A quanto pare EQ SSL e Pultec stanno diventando un must. :D
      Peccato per l'interfaccia, la trovo un po' macchinosa (quel poco che ho visto nella versione Nebula 3 Free).

      Tornando al mix: sul basso come hai operato?
      Si è scelto di tenerlo incollato alle chitarre, una sorta di 'estensione', o si propendeva più per separazione?
      Immagino comunque solite cose in catena: vari stadi di EQ, vari stadi di compressione e magari saturazione (azzardo un Decapitator, che sul basso in 'Thump' è fantastico :D ).

      Giuseppe [giubis]

      giubis wrote:

      Hai mai provato a questo proposito l'Apulsoft apEQ?


      Sì. Sinceramente non mi è mai piaciuto.
      Se non ricordo male, già la sua semplice apertura modificava il timbro della traccia tagliando parte delle alte. Ma in generale non mi piaceva il suo intervento.
      Magari poi sbaglio ed è il miglior eq al mondo :)

      giubis wrote:

      Buono anche il DMG Equality, se conosci. :)


      Certo. Anche a mio parere è un bell' eq.

      giubis wrote:

      sul basso come hai operato?
      Immagino comunque solite cose in catena: vari stadi di EQ, vari stadi di compressione e magari saturazione (azzardo un Decapitator, che sul basso in 'Thump' è fantastico :D ).


      Esattamente. Fatta eccezione per il Decapitator, che non ho utilizzato.
      Il basso era su due tracce (microfoniche). Da lì andava in un buss con eq e compressione (molto spinta). Dal buss entrava, in parallelo, in un altro buss... con HPF ed LPF, distorsione (badbuss stillwell) e compressione... per tirare fuori "la corda".

      giubis wrote:

      Si è scelto di tenerlo incollato alle chitarre, una sorta di 'estensione', o si propendeva più per separazione?


      Si propendeva per... quello che ci stava meglio... ovviamente secondo il mio e loro gusto. Magari per altri sarebbe stato l' esatto opposto. :)
      Alla fine il tipo di approccio generale è stato "a muro". Quindi prediligendo l' amalgama generale alla separazione. Idem per il basso.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios

      PAPEdROGA wrote:

      Sì. Sinceramente non mi è mai piaciuto.
      Se non ricordo male, già la sua semplice apertura modificava il timbro della traccia tagliando parte delle alte. Ma in generale non mi piaceva il suo intervento.
      Magari poi sbaglio ed è il miglior eq al mondo :)
      O magari sbaglio io e hai ragione tu. Lo proverò con più attenzione. :)

      PAPEdROGA wrote:

      Esattamente. Fatta eccezione per il Decapitator, che non ho utilizzato.
      Il basso era su due tracce (microfoniche). Da lì andava in un buss con eq e compressione (molto spinta). Dal buss entrava, in parallelo, in un altro buss... con HPF ed LPF, distorsione (badbuss stillwell) e compressione... per tirare fuori "la corda".
      Quindi bus parallelo filtrato, distorto e compresso.

      Riguardo il Bad Buss Mojo, confermi che non c'è un manuale d'utilizzo?
      Ok che basta spippolare un po', ma tutti quei controlli non mi sembrano così immediati.

      Giuseppe [giubis]

      giubis wrote:

      Riguardo il Bad Buss Mojo, confermi che non c'è un manuale d'utilizzo?


      Credo che l' ultima volta che ho aperto un manuale è stato per montare un mobile Ikea 5 o 6 anni fa... ;)

      Grazie mille Grunge e Classic :)
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      eh eh , grande lavoro ! suona davvero bene .
      che pezza :) non è il mio genere ( anzi non lo è più ) ma spinge come pochi .. complimenti :

      mia figlia appena l'ha sentito è scappata piangendo dalla madre :)

      edit.
      domanda
      come è stata ripresa la batteria ?

      Post was edited 1 time, last by “SyntaX” ().

      Quindi batteria programmata a mano?
      Per il bus parallelo sul basso hai quindi doppiato le due tracce di basso? Non ho capito
      "chi è tello ptuno?"="cos'è questo profumo?"

      crj wrote:

      Quindi batteria programmata a mano?


      Yes.

      crj wrote:

      Per il bus parallelo sul basso hai quindi doppiato le due tracce di basso? Non ho capito


      No, ho creato due gruppi. Nel primo gruppo entrano le riprese di basso, trattate con eq, comp ecc. Da qui, in send (in questo caso a 0 pre-fader), il basso (già processato nel primo gruppo) va in un altro gruppo in cui è stato filtrato e distorto.
      Così avevo due fader (due gruppi): uno per il basso "clean" e l' altro per la parte distorta... poi bilanciati per tirare fuori "la corda" (dal secondo gruppo).
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Ok,molto chiaro,grazie! Come hai fatto per rendere chiara la separazione tra basso e chitarre? C'è un punto in cui le frequenze dei due strumenti si sono accavallate ,immagino, quindi gli interventi saranno stati mirati in questo senso visto che sembra ben netta la separazione. Quelle chitarre cattivone avranno ciucciato parte dello spettro... Non so se mi sono spiegato bene

      Inviato dal mio GT-S5660 usando Tapatalk
      "chi è tello ptuno?"="cos'è questo profumo?"
      Certo, ti sei spiegato benissimo. Il problema è che davvero non saprei risponderti.
      Non credo di aver mai fatto un' operazione pensando "ora separo basso e chitarre". Credo invece che l' unico intento, almeno per quanto mi riguarda, è di far suonare bene gli elementi, sia separatamente che insieme. Il fatto che poi i due elementi risultino più o meno separati è una diretta conseguenza.
      Giampiero Ulacco
      Producer - Engineer


      Personal WebSite

      Hologram Studios
      Ciao Pape,
      lavoro perfetto, nulla da eccepire. Complimenti per la "mano" :)

      Volevo farti una domanda riguardo il trattamento della batteria: trattandosi di vst, credo tu abbia esportato in audio le singole tracce al centro, fatto il panning dopo, etc etc. Dato che si tratta di suoni precotti (e in questo includo anche compressione ed equalizzazione), come ti sei rapportato in mix con questi suoni?

      Grazie anticipatamente.