MOVION - Album 2015 masterizzato da Papedroga (Post Rock)

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      MOVION - Album 2015 masterizzato da Papedroga (Post Rock)

      Ciao ragazzi,
      volevo sottoporre alle vostre orecchie sopraffine il primo album della mia band: MOVION.
      L'omonimo album è stato pubblicato il 1 Maggio 2015, prodotto per ora su CD, verrà distribuito anche in vinile e in tape.

      Un ringraziamento speciale va a Papedroga, utente veterano di questo forum che si è occupato della fase di Mastering. Vorrei taggarlo in qualche modo, ma non so come si fa! ;(

      Qui trovate l'album su Bandcamp. E' in free download.

      Qui potete trovare una recensione di Impatto Sonoro sull'album.

      Un paio di videoclip: Vacuum --- Achille, the Turtle and Misfortune

      Qui l'album su Amazon, casomai vi venisse la folle idea di donare un euro.

      Qui su Spotify, casomai foste in giro col cellulare.


      TUTTI I TIPI DI COMMENTO SONO BEN ACCETTI


      Buon ascolto!!
      e buona serata


      angi
      ----------------->MOVION<-------------------
      Ciao,
      avevo ascoltato i tuoi pezzi quando li avevi postati in un altro tread ed ora ho ascoltato questi.
      Credo sia più utile per te ricevere qualche critica che commenti positivi automatici per cui spero di non urtarti oltre dovuto, fermo restando che sono critiche personali, assolutamente non per forza condivisibili.

      Trovo che per un genere come il vostro il disco suoni piatto e molto molto freddo, a tratti plasticoso.
      Manca molta della dinamica richiesta in un contesto post rock come questo, considerando anche il potenziale dei pezzi che per'altro trovo interessanti.
      C'è troppa compressione generale che frena gli inviluppi dei climax e appiattisce gli exploit di distorsione.

      Non conosco le motivazioni ne i vostri gusti in merito ma trovo che la batteria non c'entri nulla con l'anima dei pezzi (parlo del sound), oltre a suonare piccola, compressa in malo modo e decisamente poco naturale, con poca aria e respiro.
      Questo è un genere dove la naturalezza generale, soprattutto della batteria, dovrebbe far da padrone, anche se vengono adoperate scelte al limite dell'ascoltabilità (come molti dischi di riferimento del genere).

      Sento troppo processing digitale che ha destrutturato parte del suono dei singoli elementi, sia in cut che in boost.
      Ci sono dei boost forzati impressi su basi di partenza (dei singoli elementi) che probabilmente non avevano la struttura per reggerli.
      Tutto molto forzato, tutto poco naturale.

      Sono problemi di mix e di acquisizione.
      Fermo restando che siamo un genere dove c'è ampissimo margine di manovra, panning e bilanciamenti li trovo anche corretti e coerenti.

      I pezzi sono interessanti, alcuni più di altri, non è facile proporre qualcosa di originale oggi in ambito post, quindi bravi.

      Spero di non averti urtato visto che l'intenzione è esattamente l'opposto. E comunque è tutto imho.
      Ciao

      Dan
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      <p>Ciao Dancok,</p>

      <p>ti ringrazio molto per il commento: le critiche fanno sempre bene.</p>

      <p>Ti do ragione sulla maggior parte dei punti.&nbsp;</p>

      <p>Per quanto riguarda il fatto che il disco suoni freddo, vorrei innanzi tutto specificare che il disco &egrave; stato interamente autoprodotto nella fase di riprese e mixaggio. Gli strumneti sono stati ripresi nella nostra saletta, e gli strumenti di acquisizione sono unicamente stati la mia Maudio Firewire 1814 &nbsp;e il mio pc portatile.</p>

      <p>Questo gi&agrave; ti spiega come mail il suono sia molto digitale: il suono &egrave; stato acquisito direttamnte dalla scheda audio, senza passare per nessun mixer o pre analogico (&egrave; stato acquisito utilizzando direttamente i pre della scheda audio), dal momento che non dispongo di nessun banco analogico.&nbsp;</p>

      <p>Stesso discorso vale per il mixaggio, che &egrave; avventuto esclusivamente tramite plugin.</p>

      <p>So che il fatto di non possedere alcuna attrezzatura hardware sia un limite, ma purtroppo il nostro budget per la registrazione era assai limitato, e come primo disco abbiamo dovuto arrangiarci con le nostre conoscenze, un pc portatile e una scheda audio.</p>

      <p>Qual'&egrave; lo strumento che trovi particolarmente plasticoso?</p>

      <p>Riguardo alla poca dinamica non saprei cosa dire... a me sembrava ce ne fosse, e dalle recensioni che stiamo ricevendo la dinamica ci viene riconosciuta come una peculiarit&agrave; del nostro sound..&nbsp;</p>

      <p>La batteria volevo che suonasse diversa dalla solita batteria grossa e molto riverberata dei gruppi post rock, ho cercato di dare alla batteria un sound un po' pi&ugrave; percussivo, pi&ugrave; tribale se vuoi, dal momento che &egrave; questa la mia concezione di sound. Ovviamente non sto dicendo di esserci riuscito, ma motivavo solo il perch&egrave; tu magari sia rimasto spiazzato dal sentire una batteria cos&igrave; lavorata su questo genere.</p>

      <p>Sicuramente il massiccio processing digitale ha un po' compromesso la naturalit&agrave; del sound, ma partivo da tracce nude molto poco aperte e di bassa qualit&agrave;, dati i mezzi con cui sono state riprese.</p>

      <p>Come hai scritto anche tu, sono problemi di mix e di acquisizione.</p>

      <p>Sicuramente se mai incideremo un altro disco lo faremo in studio, oppure attrezzandoci di una strumentazione di acquisizione migliore.&nbsp;</p>

      <p>Ti ringrazio molto per il commento e per essere stato sincero, i commenti come il tuo sono quelli che aiutano a migliorare!</p>

      <p>&nbsp;</p>

      <p>Detto questo, nessun altro vuole dire qualcosa?</p>

      <p>&nbsp;</p>

      <p>Ciao!</p>

      <p>&nbsp;</p>

      <p>angi</p>
      ----------------->MOVION<-------------------
      Ciao Angi,
      non preoccuparti, le principali cause le hai già scritte tu e questo è segno di consapevolezza.
      Si, capisco il discorso sulla batteria e il tuo sforzo a renderla più tribale.
      Avrei lavorato più di eq che di compressione, sfruttando anche gli ambienti o ricreandoli ex-novo, il che non significa necessariamente bagnare la batteria.

      Per rispondere alla tua domanda, l'effetto plastica lo sento un pò su tutto. Sento lo sforzo di ottenere un sound particolare sulle chitarre, che non sono affatto malvagie ma hanno poca profondità.
      Il risultato generale è che i mix rimangono fermi incastonati nei monitor, troppo incollati, con poco spostamento d'aria.
      E' vero che ci sono degli sbalzi dinamici ma non suonano liberi ed aperti, non ti strattonano per la maglietta.
      Non è questione di schiacciamento da mastering (ci sono album graficamente schiantati ma con percezione dinamica incredibile), è questione di spostamento d'aria.

      Concentrati su un ascolto generale senza troppo focus sugli elementi, sentirai come i pezzi innescano continuamente una compressione un pò artefatta che limita il suono e non lo butta fuori dai monitor. La compressione dovrebbe esserci ma senza farsi scoprire.
      La batteria è sicuramente quella che ne risente di più.

      Quanto ai pezzi rinnovo i complimenti, alcune idee mi sono piaciute, questa tipologia di post rock è stata sviscerata in lungo ed in largo, non è facile proporre cose interessanti. Ma su questo siete stati capaci.
      Se avete qualche data in zona fai sapere che vengo a sentirvi volentieri. : - )

      Ciao
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      Angi ho ascoltato su Spotify e devo dire che mi piace molto il genere.
      Stavo per scrivere che secondo me si sentiva la mancanza di un banco, che il suono era poco analogico in genere, quando ho letto nel tuo post che appunto è stato mixato ITB.
      Devo confermare un po' ciò che ha scritto Dancok, purtroppo il digitale ha un grande limite, quando mixi ti sembra tutto bello, poi senti quelli mixati in analogico e ti accorgi appunto della qualità della compressione diversa, che il suono e le dinamiche respirano di più, che il nocciolo del suono lo senti nelle viscere...ecc..!!
      Sono stato troppo crudele..??...no dai spero che tu possa mixarlo in un bello studio in analogico un giorno..!
      Tanti auguri..!
      Pro Tools, Studio One Pro, Antelope Orion 32, Urei LA4, Focusrite ISA430 MK2, DBX 160SL, Tascam MX2424, Tascam da78-hr, Drawmer 1968 Mercenary Edition, Drawmer 441, Sommatore MCI R500, TC Electronics Finalizer Plus, Yamaha NS10, Yamaha HS50, Focal CMS 65, Aphex 204 Aural Exciter & Big Bottom, Schoeps CMC6MK2-MK4, Neumann Km184, Aphex 460, Oktava Mk012, Akg 414Tl2, Audix Drum set.
      Scusate se mi permetto, ragazzi... Qui si parla della mancanza di belle console e cose varie, quando il thread starter ha espressamente detto di aver realizzato tutto da soli, nella loro saletta, utilizzando esclusivamente una scheda M-Audio.
      Niente ambienti dedicati, niente attrezzatura di livello, no mic, no pre, no hardware di nessun tipo, esperienze e conoscenze da amatori, di persone probabilmente al secondo mix della loro vita, e qui si parla della mancanza di un bel banco?
      A me sembra un attimino assurdo.

      Io, piuttosto, come tra l' altro ho già avuto modo di fare, farei i complimenti ai ragazzi per la loro bella vena creativa, per la loro notevole voglia di fare e di fare nel migliore dei loro modi possibili, per l' essere riusciti a tirare fuori comunque un prodotto che si lascia ascoltare "senza fastidi e distrazioni", senza che dei limiti tecnici impediscano di cogliere contenuto e potenzialità e, poi, li inviterei (anche qui, come già fatto) ad approfondire la materia per il futuro ed iniziare a ragionare su degli investimenti, che possono riguardare l' acquisto di materiale e l' acquisizione di esperienza o il trovare uno studio adatto alle loro esigenze.

      Deto questo, rinnovo i complimenti alla band, che ha sfornato brani interessanti all' interno di un panorama musicale purtroppo un po' decadente.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer
      Sono d'accordo...
      basta con sto discorso itb/otb
      @robe1972 stai facendo passare dei messaggi completamente sbagliati sull'argomento analogico e digitale (qua e in altri thread)...chi ti legge e deve imparare, rischia di assimilare solo disinformazione.

      Non mi allungo perché Pape ha già contestualizzato il tutto......
      Non diamo la colpa al digitale, quando i risultati non ci soddisfano...la prima vera variabile è la competenza di chi ci mette le mani dietro + l'acustica + microfoni.
      Lo dico a tutti.
      Il tenore delle mie risposte non c'entra nulla con quanto scritto da Robe1972, tanto meno condivido il contenuto per come è stato espresso.

      Se poi si preferisce vedere la cosa diversamente non posso farci nulla.

      Da parte mia i complimenti alla band non sono mancati e credo che Angi lo sappia benissimo.
      Analog and digital mixing.
      Blues Cave Studio
      Beh io ragazzi l'ho detto subito che mi piace il genere e sottolineo che in un mondo di piattume musicale generale e per me anche nauseante, tanto di cappello a chi come Angi fa MUSICA..!!
      Detto questo, io non credo che il mio pensiero sia molto lontano da quello di Dancok.
      Scusa Dancok, hai detto di compressione un po' artefatta, che dovrebbe esserci, ma non sentirsi.
      Di eq non soddisfacente...e di poca profondità se non ricordo male.
      Beh ma queste non sono cose che si risolvono con del bell'hardware?
      Poi io volevo solo dire la mia in base alla mia esperienza...!!!
      Anche io ho avuto gli stessi risultati per diverso tempo e non capivo il perché.
      Poi mi sono munito di compressori, eq e somma analogica e quasi d'incanto certe cose sono migliorate e di molto.
      Pape non metto in dubbio il loro lavoro come musicisti...parlo da musicista classico (in genere siamo quelli considerati più cattivi...:-)..) anzi..e senza dubbio l'aver registrato con il minimo sindacale ed aver ottenuto questo... è mooolto apprezzabile.
      Gobert...io e te credo che saremo sempre agli antipodi su questo discorso ITB/OTB, ma questo mi fa piacere...maggiore confronto accresce la conoscenza..!
      Ripeto comunque ciò che ho scritto per concludere il mio post precedente.
      Magari un giorno, se riterranno, potranno andare con le loro tracce in un bello studio ...io spero analogico (gusto personale) e rifare il mixaggio con banco e macchinari che potranno regalare più profondità, eq meno digitale, compressione più gradevole e amalgamare il suono in modo impeccabile..!
      Credo e spero di non aver offeso nessuno...:-)!
      Pro Tools, Studio One Pro, Antelope Orion 32, Urei LA4, Focusrite ISA430 MK2, DBX 160SL, Tascam MX2424, Tascam da78-hr, Drawmer 1968 Mercenary Edition, Drawmer 441, Sommatore MCI R500, TC Electronics Finalizer Plus, Yamaha NS10, Yamaha HS50, Focal CMS 65, Aphex 204 Aural Exciter & Big Bottom, Schoeps CMC6MK2-MK4, Neumann Km184, Aphex 460, Oktava Mk012, Akg 414Tl2, Audix Drum set.

      robe1972 ha scritto:

      Magari un giorno, se riterranno, potranno andare con le loro tracce in un bello studio ...io spero analogico (gusto personale) e rifare il mixaggio con banco e macchinari che potranno regalare più profondità, eq meno digitale, compressione più gradevole e amalgamare il suono in modo impeccabile..!


      Io invece non gli consiglierei MAI di prendere il loro materiale e portarlo a rimissare, ma di potere, un domani, avere la competenza, la voglia e la possibilità di lavorare nel migliore dei modi in ripresa, in strutture ed ambienti dedicati, con strumentazione ben selezionata e qualcuno che possa seguirli passo passo ed ottimizzare e realizzare ogni loro idea.
      POI gli auguro di trovare qualcuno che possa saper tradurre in un gran mix le grandi riprese di gran musica che avranno realizzato.
      Ma se mancano queste basi, il resto sarebbe (per quella che è la mia, ahimé costante, esperienza in merito) del tutto superfluo.
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer

      PAPEdROGA ha scritto:



      ... la voglia e la possibilità di lavorare nel migliore dei modi in ripresa, in strutture ed ambienti dedicati, con strumentazione ben selezionata e qualcuno che possa seguirli passo passo ed ottimizzare e realizzare ogni loro idea.
      POI gli auguro di trovare qualcuno che possa saper tradurre in un gran mix le grandi riprese di gran musica che avranno realizzato.


      Se questo mai succederà auguro loro di poter recuperare l'investimento ingente che avranno sostenuto.

      Lat.

      MOVION - Album 2015 masterizzato da Papedroga (Post Rock)

      Dico questo perché da una parte c'è chi parla di banconi analogici e chi parla della mancanza di dinamica, aria e tutto ciò per cui è necessario un certo tipo di qualità a monte (leggi: investimento e/o spesa) e dall'altra chi all'opposto calca l'accento sull'entità della spesa e sul suo probabile non recupero.
      In pratica, sommando i due concetti: band, datevi alla pesca.
      Bellissimo. :)
      Giampiero Ulacco
      Mixing Engineer

      PAPEdROGA ha scritto:

      Dico questo perché da una parte c'è chi parla di banconi analogici e chi parla della mancanza di dinamica, aria e tutto ciò per cui è necessario un certo tipo di qualità a monte (leggi: investimento e/o spesa) e dall'altra chi all'opposto calca l'accento sull'entità della spesa e sul suo probabile non recupero.
      In pratica, sommando i due concetti: band, datevi alla pesca.
      Bellissimo. :)

      Il musicista è sempre stato, storicamente, un morto di fame.
      Poi è arrivata l'industria discografica e, per un certo periodo, sono girati i soldi e qualcuno si è arricchito.
      Oggi, che la zizzinella è finita, possono permettersi di campare di musica solo i professionisti più bravi (spesso facendo grossi sacrifici) o i figli di papà che potrebbero permettersi di fare qualsiasi cosa gi passi per la testa.
      Detto questo non sarebbe male evitare di perdere di vista ciò che, spero per tutti, sia stata la motivazione iniziale a prendere una chitarra, un microfono, una daw e tutto quello che li circonda, ovvero la passione.
      Le mie foto...
      SenzaLegge
      Il mio soundcloud

      Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...