jerry Garcia

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      jerry Garcia

      Negli anni mi sono sempre di più allontanato da un'idea "pop" della canzone avvicinandomi al mondo della jam. Vero che spesso o tra amici o ancora peggio nei locali prevale una certa propensione dei musicisti (non mi tiro fuori ...) ad imporre un qualcosa di già stabilito ma quando la spontaneità e l'ascolto tra musicisti (tutti, non solo il più bravo) prende il sopravvento allora si entra in un mondo davvero magico. Capita sovente nel jazz , molto raramente nel rock e affini se si esclude certo blues rigorosamente in dodici battute (massimo rispetto, ci tengo a precisare...) o qualche classiconie in cui è praticamente impossibile allontanarsi dai soliti clichè. Viene spesso criticato il mondo delle jam in quanto inconcludente, campato per aria, freakettone etc etc però è anche vero che sentendo un gruppo che fa brani originali spesso si nota molta meccanicità frutto di ore e ore di prove per arrivare a una soluzione finale che nel giro di poco tempo perde tutta la freschezza di una bella idea iniziale. Un pò come se si coverizasse se stessi all'infinito :)
      Volevo con questo solo arrivare a parlare dell'interpretazione di un brano perchè mi sembra che sia più PERSONALE una buona interpretazione di un brano altrui che non riproporre nota per nota (o quasi...) un brano proprio a meno che non sia così bello e originale da catturare davvero l'attenzione. Pare, a proposito, che negli anni 80 Jerry Garcia sia riuscito, suonado insieme a uno stanco e un po annoiato Bob Dylan, a infondegli nuova linfa vitale. Dylan lo ha pubblicamente ringraziato perchè da quel momento in poi è riuscito a risuonare le SUE canzoni come fosse la prima volta. Non solo, è partito con quel famoso Never Ending Tour che dura tuttora (non lo so ma mi piace pensare che non sia andato a ritirare il premio nobel perchè aveva un concerto chissadove :) ). E pazienza se il pubblico non riesce a cantare all'unisono con iil proprio idolo il ritornello di un pezzo famoso.
      Tornando a Jerry Garcia tutta la sua vita musicale è sempre stata improntata alla condivisione con altri musicisti, non solo i Grateful Dead ma tanti altri progetti dal folk alla fusion. E' un mondo che mi affascina perchè sembra un pozzo senza fine.
      Non so perchè mi è uscita questa cosa, non scrivo spesso, forse è solo un'omaggio a un grande artista che amo. Buone feste a tutti