Piccola recensione su delle In-Ear DA PAURA!

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

      Piccola recensione su delle In-Ear DA PAURA!

      Ciao bimbi,

      sono sempre stato amante delle cuffie Grado. Possiedo una SR80 ed una SR60 che, insieme alle Sony MDR7506 ed alle Superlux HD681, mi permettono di avere ascolti alternativi in fase di mix, piuttosto onesti e diversificati.
      Per carità, esistono prodotti certamente migliori (a partire dalle stesse Grado RS-1 (o modelli superiori), Audiotechnica, Sennheiser…. Senza parlare delle cuffie planari ed altra roba esoterica… vabbè), ma a me piacciono queste e non costano un rene, quindi chi se ne frega.

      Però non si vive solo di studio, per cui ci sono dei momenti in cui uno vuole ritagliarsi un po’ di tempo per starsene tranquillo ad ascoltare la propria musica preferita, senza stare lì con le orecchie attizzate a capire come hanno applicato il filtro al rullante e come hanno compresso il basso (sappiamo tutti di cosa sto parlando)… Insomma il classico ascolto “per piacere”, magari quando porti il cagnetto a fare la pipì sotto casa.

      Fino a poco tempo fa, indossavo tranquillamente le Grado o le Superlux, collegate al mio fidato e vecchio iPod. Poi ho iniziato a vedere gli sguardi di chi incrociavo per strada e, per evitare di passare per lo scemo del villaggio, ho deciso di orientarmi verso qualcosa di più discreto, da poter utilizzare anche in palestra. E sono entrato nel mondo in-ear.

      La prima scrematura l’ho fatta bypassando i modelli bluetooth: ne ho acquistati vari modelli, ma alla fine mi creavano solo problemi: segnale che si interrompeva, batteria che si scaricava continuamente, cavetto di ricarica che rompeva i coglioni. E, soprattutto, suono penoso. Alla fine le ho dirottate tutte verso mio figlio e mia moglie, molto meno pretenziosi e più pigri di me (e poi il cane a fare la cacca lo porto praticamente sempre io).

      Quindi sono passato ai modelli con cavo e lì si è aperto un mondo. Un mondo, purtroppo, abbastanza costoso, visto che gli unici modelli veramente validi tra quelli che ho avuto modo di provare (posseduti da amici che suonano dal vivo) si sono ridotti sostanzialmente a due: le Shure 535 e le Ultimate Ears. Prezzi folli e probabilmente anche inutili per i miei scopi. Ci sarebbero anche quelle della Grado, ma pure lì si andrebbe su cifre esagerate.

      Stavo quasi rinunciando, finchè un bel giorno non è venuto a trovarmi un caro amico bassista che, a conoscenza della mia “ricerca”, ha tirato fuori dalla tasca queste cuffiette e mi ha detto: “Tiè, ho disinfettato i gommini. Infilatele e ascolta”. Salto da un brano all’altro dei miei riferimenti di vario genere (da Gloria Estefan a Toni Braxton, da Charlie Puth a Post Malone o Dua Lupa, da Alison Krauss a Loreena McKennith, da Ed Sheeran a The Weekend, passando per roba italiana vecchia e nuova) e… Rimango DI MERDA!
      Suono pulito, profondo, tridimensionale, mai affaticante. Insomma bello.
      Tra l’altro molto molto carine da vedere e parecchio solide al tatto.

      Lo guardo e, aspettandomi il classico cazzotto in bocca sul prezzo, gli chiedo “Ma che roba è? Quanto costano?”.
      Sono le KZ-ZS10Pro e costano circa 50 euro su Amazon.

      Mi giro verso il computer e le ordino.
      Preso dall’euforia (e dalla sboronaggine) acquisto anche un barattolo di gomma siliconica Prochima per farmi il calco delle orecchie: un disastro (vi spiego dopo).

      Dopo qualche mese dall’acquisto, voglio specificarvi alcune cose:

      1) Sono cinesissime, ma (stranamente) pare un prodotto uscito bene. C'è anche la possibilità di sostituire il cavo, visto che hanno il sistema di sgancio su entrambi gli auricolari (chi è fissato con queste cose ed è pratico, può costruirsene uno di migliore qualità). Io non ci penso proprio, essendo una vera pippa con il saldatore. Ma è fattibile.

      2) Potete trovarle anche nei vari shops cinesi (Aliexpress, Wish, ecc.) ad un prezzo più basso, ma ATTENZIONE: Da 1 luglio di quest’anno, tutti i prodotti provenienti dai Paesi Extra CEE vengono sottoposti a tassazione alla dogana, a prescindere dal valore. Quindi, alla fine della fiera, andreste a pagarle quanto le paghereste su Amazon. Senza considerare che dovreste aspettare un mese per averle (con Prime ve le consegnano il giorno dopo).

      3) Il primo modello ordinato è arrivato senza una griglietta su un auricolare. Segno che, comunque, il controllo di qualità resta quello cinese… Per fortuna, avendole acquistate su Amazon, ho ottenuto la sostituzione in tempo reale. Se le avessi acquistate in Cina, starei ancora aspettando….

      4) Ho sputtanato mezzo barattolo di gomma siliconica per farmi il calco delle orecchie. Al di là del fatto che mia moglie non mi ha guardato in faccia per una settimana perché, ad ogni tentativo sbagliato (e, fidatevi, sbaglierete un pacco di volte fino ad ottenere un risultato decente ma comunque ridicolo…) partiva un bestemmione. Ma si è rivelato sostanzialmente inutile. Infatti, semplicemente utilizzando i gommini in dotazione (ce ne sono di tre dimensioni), calzano che è una bellezza, isolandovi completamente dal resto del mondo. E non si sfilano mai (le uso per andare a correre senza alcun problema). Insomma fanculo al calco delle orecchie.

      5) Prima di utilizzarle a pieno regime, le ho “rodate” con il mio apposito cd (che utilizzo da sempre, anche per le monitor e le altre cuffie dello studio), lasciando girare alcune tracce particolari per una nottata. Evidentemente i drivers (ah, queste cinesine montano 4 drivers!!!) si sono mollati e le plastiche si sono assestate. Fatto sta che il suono si è aperto.

      6) Ne esiste anche un modello con il microfono (da utilizzarsi con il cellulare). Ma a me non interessava ed ho preso queste. Tra l’altro una volta ho ricevuto una chiamata mentre le avevo collegate al telefono e l’interlocutore mi sentiva lo stesso. Evidentemente il microfono dello smartphone non viene comunque disattivato. Meglio così.

      7) Credo che, nel frattempo, siano usciti modelli nuovi e superiori (mi pare che, attualmente, ve ne sia uno con addirittura 5 drivers), ma con queste non ho ancora avuto il benché minimo problema. Quindi, finché non si romperanno (ammesso che accadrà), andrò felicemente avanti con queste.

      8 ) Le ho utilizzate anche in studio per registrare delle voci. Perfette, comode, isolate (nel microfono non entra niente, neanche tenendo il volume parecchio alto). Mi sono trovato molto meglio con queste che con solite Sony/Akg. Le ho consigliate a tutti i miei amici musicisti (bassisti, batteristi, ecc.).

      CONCLUSIONI (personalissime):

      Sono un ottimo acquisto. Costruite bene (a prescindere dal modello che può uscire sfigato dalla fabbrica, ma può capitare anche con altri prodotti), hanno un prezzo popolare e suonano molto bene.

      Tralasciando la paranoia sul cavetto (comunque piuttosto comune a tutte le cuffiette di questo tipo) che, quando le tirate fuori dalla tasca, dovete storcigliarlo per un quarto d’ora (che palle!), le potete usare dove vi pare.
      Io sono molto soddisfatto e le ho sempre con me.

      Tra l’altro considerato che, benché siano degli auricolari, sono leggermente più grandi e, quindi, piuttosto “visibili”, mi risolve anche l’annoso problema delle “chiacchiere di prima mattina”: Non so se avete presente quando portate a spasso il cane e ne approfittate per starvene per i cavoli vostri ed incrociate la classica vecchia di 80 anni che inizia con “Che bello! E’ maschio? Quanti anni ha? Mangia solo crocchette o anche umido? Posso accarezzarlo?”. Ecco, con queste cuffie infilate nelle orecchie, posso tirare dritto e dare sfogo alla mia latente asocialità (almeno nella prima mezz’ora dal risveglio, quando odio il mondo e non ho voglia di parlare con nessuno).

      Spero possa tornarvi utile. Buona musica a tutti!

      Simonluka

      Post was edited 2 times, last by “simonluka” ().

      Ottima recensione! Vorrei approfittarne per ringraziare da parte di tutto lo staff tutti gli utenti che dedicano del loro tempo al Forum, per aiutare i nuovi utenti per scambiare quattro chiacchere e per creare recensione come questa semplici ma molto interessanti e chiare!

      Grazie a tutti!
      Ciao a tutti

      Mi avete convinto e li ho acquistati. Li ho pagati 35,60€ da Aliexpress e sono arrivati in 11 giorni (acquistati il 9 di sera, transitando dal Belgio sono arrivati il 21 alle 13!). Le tasse erano comprese nell'importo pagato.

      La confezione è semplice ma bella e curata, sembra quella di un telefonino Samsung.
      Al momento, però, il suono non mi piace proprio, mi da addirittura fastidio se alzo un po' il volume per le forti risonanze a 2300, 4700 e 7300Hz. Posso sperare che con il rodaggio si attenueranno? Sono tanti dB, eh!
      Sono abituato alla correttezza delle HD650 e delle ben più economiche ATH-M40X e questi auricolari per ora sono ben lontani!!! :(
      La performanza mi fa dubitare della sapienza.
      Gianluca

      Youtube: goo.gl/522kv4

      simonluka wrote:

      Stranissimo. Quelle che ho preso io, non hanno i problemi che descrivi. Ed anche un mio amico, che ne ha prese addirittura due paia (una anche con il microfono), è molto contento.
      Boh


      Credo che sia un problema comune degli oggetti "cinesi", ovvero in uno stesso lotto può uscire (forse a c**o) una percentuale di prodotto buono o eccelso, e altro scadente.
      Per esempio, compro per 7 euri e 50 un seghetto per potatura quasi per caso. Quando lo provo su un ulivo (legno molto duro) ZIG & ZAG e il ramo cade giù... Minchia... meglio della spada di Goemon in Lupin III.
      Lascio a casa il motosega, con quel seghetto taglio rami di 20cm di diametro come se fossero di burro.
      Ma dopo migliaia di tagli, anche il seghetto di Goemon comincia a perdere colpi, e allora corro su internet e compro una lama di ricambio, ovviamente stessa marca e modello.
      Taglia, si... però... MAH!
      Dove ho lasciato il motosega? :D
      Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!

      BjHorn wrote:

      simonluka wrote:

      Stranissimo. Quelle che ho preso io, non hanno i problemi che descrivi. Ed anche un mio amico, che ne ha prese addirittura due paia (una anche con il microfono), è molto contento.
      Boh


      Credo che sia un problema comune degli oggetti "cinesi", ovvero in uno stesso lotto può uscire (forse a c**o) una percentuale di prodotto buono o eccelso, e altro scadente.
      Per esempio, compro per 7 euri e 50 un seghetto per potatura quasi per caso. Quando lo provo su un ulivo (legno molto duro) ZIG & ZAG e il ramo cade giù... Minchia... meglio della spada di Goemon in Lupin III.
      Lascio a casa il motosega, con quel seghetto taglio rami di 20cm di diametro come se fossero di burro.
      Ma dopo migliaia di tagli, anche il seghetto di Goemon comincia a perdere colpi, e allora corro su internet e compro una lama di ricambio, ovviamente stessa marca e modello.
      Taglia, si... però... MAH!
      Dove ho lasciato il motosega? :D


      Si, sono d'accordo. E' fortemente probabile che sia così
      Adesso sono 13 ore che stanno facendo rodaggio sulla radio. Vedremo...
      Comunque mia moglie già si è fatta avanti per un possibile regalo! :D

      P.s.: in particolare sui microfoni, ho sempre sostenuto che gran parte del costo stia nel garantire la rispondenza alle caratteristiche dichiarate, prima fra tutte la risposta in frequenza, per tutta la produzione. Per ottenere ciò bisogna utilizzare materiali ben selezionati, sempre uguali tra loro, membrane di composizione e spessore perfettamente uniformi e fare un assemblaggio perfetto, quindi fare almeno controlli a campione accertandosi che molto raramente qualcuno non rientri nelle tolleranze stabilite. Il massimo è fare un collaudo completo per ogni esemplare prodotto, scartando quelli fuori tolleranza e allegando la risposta misurata a ogni esemplare messo in vendita.
      La performanza mi fa dubitare della sapienza.
      Gianluca

      Youtube: goo.gl/522kv4

      Post was edited 1 time, last by “Datman” ().

      Su suggerimento dell'amico Datman, ho ascoltato uno sweep 0Hz-20kHz con le cuffiette.
      In effetti si sentono un paio di bump nel range medio alti e alti (diciamo intorno ai 5000 di più).
      Ho quindi fatto una prova un po' empirica: ho collegato al pre (tenuto a palla) un Behringer ECM8000 ed ho registrato la sinusoide, tenendo appoggiato un auricolare alla volta alla capsula del microfono.
      Chiaramente il suono derivato fa cacare (fruscio di fondo pauroso e nulla captato sotto i 100Hz circa), ma un'idea me la sono fatta.
      in effetti, come segnalato da @Datman e come riportato sul grafico della risposta in frequenza delle cuffiette, ci sono alcuni picchi intorno ai 2kH, ai 5kHz e 10Khz.
      Cosa che, comunque, quando ascolto musica per rilassarmi, non mi preoccupa più di tanto.

      Voglio dire: stiamo parlando di cuffiette da poche decine di euro, quindi inutile aspettarsi un ascolto "alta fedeltà" tipo Grado et similia. Certamente possono essere un ascolto alternativo in mix (emulando un ascolto "tipico" odierno, visto che si spendono un pacco di soldi per softwares che emulano tali ascolti), ma non è quella la loro destinazione (almeno per me) Questo mi preme sottolinearlo.
      Personalmente le trovo molto migliori di altre cuffiette sui generis che ho provato finora. Mi isolano bene ed hanno un suono piuttosto pieno, per cui non avrò problemi a provare ad usarle anche in live.
      Non escludo che ci possano essere esemplari difettosi e che non tutti suonino nello stesso modo. Sempre roba cinese da pochi euro è. A me piacciono, rimanendo nell'alveo della loro destinazione e del loro prezzo. Se poi ci sono alcuni picchi in certi range e la risposta non è una linea dritta su tutto lo spettro, stica.
      Un saluto a tutti
      Insonnia... >:( Mi sono messo a programmare in C e adesso scrivo qui...
      Grazie, simonluka, per questa tua precisazione: eviterà che qualcun altro rimanga deluso aspettandosi un suono almeno pari a una ATH-M40X! :)
      Come ho già scritto a simonluka consultandoci tramite messaggi privati, ho trovato due siti con misure effettuate su questi auricolari.
      A parte il picco che sento a 7,3 kHz, questi grafici rappresentano bene ciò che sento:
      reference-audio-analyzer.pro/e…/kz-zs10pro.php#gsc.tab=0

      Ecco, qui ci sono tutti e tre! >:(
      [url='http://crinacle.com/graphs/iems/kz-zs10-pro/']


      La performanza mi fa dubitare della sapienza.
      Gianluca

      Youtube: goo.gl/522kv4

      Post was edited 1 time, last by “Datman” ().