Buongiorno!

    This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

      Buongiorno!

      Ciao a tutti. La musica accompagna da sempre la mia esistenza. Io vengo dal mondo pre-internet, quello che oggi si definisce 'vintage': da ragazzo la mia stanza brulicava di sintetizzatori analogici, registratori multitraccia su nastro magnetico, chitarre, percussioni, e suonavo dal vero... ma sono entrato con grandissimo entusiasmo nell'era digitale, anche perché quello che da ragazzo sognavo, ossia avere un Hammond, o un Moog, un registratore con un numero illimitato di tracce, o un parco strumenti senza limiti, e che all'epoca era impossibile da realizzare (a meno di non essere una rockstar), oggi è realtà. La mia attuale "stanza della musica" brulica ancora di strumenti reali, anche se con la musica ho mantenuto ugualmente un approccio analogico, ossia suono tutto in tempo reale, traccia dopo traccia, e uso un registratore hardware (Korg D3200), di quelli nei quali bisogna attaccare i jack alle entrate come ai vecchi tempi; il pc è fondamentalmente un super-sintetizzatore, ossia una sorgente di suoni e strumenti a cui la creatività attinge. "Pensare analogico e creare digitale" è dunque il mio approccio verso la creazione musicale. Per il resto ho una piccola casa editrice (che pubblica anche libri a tema musicale), e scrivo...
      Benvenuto e grz delle spiegazioni :)
      Mi sa che più o meno saremo della stessa classe (io '60)
      Sono davvero curioso della tua attività come casa editrice anche musicale, io ho scritto un manuale di armonia che ho messo gratuito su lulu.com magari poteva imteressarti...

      Inviato dal mio GT-I9515 utilizzando Tapatalk
      Ciao, grazie del benvenuto. Si, veniamo dalla stessa epoca, piu' o meno, io '63... Musica e libri sono parte integrante della mia esistenza, e se vuoi approfondire cerca Ellin Selae su Google, troverai notizie di entrambe le cose. Mi interessano molto i libri a sfondo musicale, anche se non propriamente la manualistica, che richiede un livello di specializzazione editoriale specifico. Se hai qualcosa da proporre gli dar&ograve; volentieri una occhiata, anche se le cose sono enormemente cambiate negli ultimi anni, tanto per i libri, quanto per la musica...</p>
      Mi accodo al benvenuto anche se qui' sono relativamente "giovane" mi ha fatto piacere leggere cio' che scrivi riguardo a quando si sognava di possedere synth e registratori multi traccia... ho iniziato con una Roland D50 nel lontano 1987 conservando tutte le paghette mensili di quando ho fatto il militare.... ed il mio primo multitraccia erano due piastre a cassetta disastrate.... ahahah il prodotto finale era un bel fruscio con sottofondo musicale .Come dici tu, oggi abbiamo tutto cio' che serve nel nostro PC... ed anche di piu' di cio' che serve!