consigli per scrivere una hit

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Non difficile quanto sembra, te lo assicuro! ^^

    Comunque lo fanno pure lento.. Appena mi ricordo come si chiama un certo violinista lo posto io un video interessante! :D
    Violinista H-Pirla Scelto
    RME 802 - Apollo Twin - Cubase 11 - Uad Satellite Quad - Adam A5x Sub7 - Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
    di questo passo andiamo avanti all'infinito. Ognuno continuerà a postare pezzi secondo il proprio gusto, rivendicando la catcchyosità del pazzo. Lo so che non sarete d'accordo, ma fino a prova contraria, teorie markettare a parte, il pezzo catchy è quello che vende. Poi ci sono pezzi che rimangono nel tempo e altri che si consumano in una stagione.



    p.s. spero che i vostri esempi di pezzi hit non siano come "chissene frega", che a parte la tipa al minuto 1,28 non ho trovato nulla di buono. Spero riusciate a fare qualcosa di meglio per il nostro gioco, altrimenti non c'è gusto... vincere facile :D :whistling:

    Post was edited 1 time, last by “IlanRe” ().

    IlanRe wrote:

    p.s. spero che i vostri esempi di pezzi hit non siano come "chissene frega", che a parte la tipa al minuto 1,28 non ho trovato nulla di buono. Spero riusciate a fare qualcosa di meglio per il nostro gioco, altrimenti non c'è gusto... vincere facile :D :whistling:


    Occhio che questo può essere considerato flame.
    Ok parlare di catchy e catchate, ma cerchiamo di non dimenticarci educazione e buon gusto.
    Grazie
    Ciao
    Giampiero Ulacco
    Producer - Engineer


    Personal WebSite

    Hologram Studios

    IlanRe wrote:

    di questo passo andiamo avanti all'infinito. Ognuno continuerà a postare pezzi secondo il proprio gusto


    Appunto, non si può parlare in assoluto di pezzo più o meno catchy perché è una cosa soggettiva.
    L'ascolto è influenzato da altri fattori ambientali, personali del momento, affinità emotivo caratteriali (e anche modaioli e visual, purtroppo).
    Dici di lasciar stare per un attimo le teorie markettare, ma poi usi come principale metro di misura le "vendite".
    Sappiamo tutti che il mercato musicale (vendite) mette in campo determinate leve e non solo quella del catchy; è proprio di quello che si parla nel 3d, dei vari elementi (tra cui anche, e non solo, il catchy) e dello spazio che detengono nella composizione una hit.
    Una melodia può essere semplice o semplicistica, c'è una bella differenza.
    miciomiao

    PAPEdROGA wrote:


    Occhio che questo può essere considerato flame.
    Ok parlare di catchy e catchate, ma cerchiamo di non dimenticarci educazione e buon gusto.
    Grazie
    Ciao
    C'è differenza tra il dire "quel pezzo NON è" oppure "quel pezzo non l'HO trovato". Personalmente trovo quel pezzo "chissene frega" molto dozzinale, come canzone e come testo. La produzione non la giudico perché non ne ho le competenze.

    Riguardo alle teorie "markettare", forse mi sono spiegato male, ma intendevo quelle teorie secondo cui una qualsiasi canzone può essere portata al successo e vendere milioni di copie anche solo grazie ad una buona strategia di marketing. Queste teorie possono fare comodo a chi non ha talento e non accetta serenamente la cosa, creandosi così una scusante per la propria mediocrità. Succede lo stesso per tutti i campi: "<io non ce l'ho fatta, quindi tutti quelli che ce la fanno non sono meglio di me ma piuttosto hanno avuto agganci e fortuna ecc...>" Gli stessi poi raramente apprezzano artisti universalmente conosciuti e famosi, e sono soliti ad apprezzare artisti quasi sconosciuti ritenendoli spesso superiori a quelli conosciuti: evidentemente si riconoscono in quelli non conosciuti...mah!? Freudiano direi.

    L'unanimità è una cosa rara anche in natura, figuriamoci nella classificazione del pezzo catchy. Per questo è ovvio pensare che il pezzo catchy è tale quando supera un determinato numero di copie vendute. Non regge più nemmeno la storiella secondo la quale un pezzo può essere bello ma rimanere sconosciuto se non è spinto dalle major. Siamo nell'era di internet, e dal momento che un brano entra nel circuito del Tubo (e simili), se è bello gli ascolti e gli apprezzamenti aumenteranno inevitabilmente in modo esponenziale. Se non è catchy al limite avrà pochi estimatori di nicchia.

    Vorrei aggiungere una cosa secondo me molto importante: l'interprete, l'artista (la persona fisica) è un elemento importantissimo, secondo solo al valore del pezzo stesso. Sono convinto che spesso il carisma di un artista è anche la misura con cui ne viene valutato il lavoro (forse l'ho già scritto). Ma ovviamente alla base ci deve sempre essere un lavoro fatto bene

    Post was edited 2 times, last by “IlanRe” ().

    IlanRe wrote:

    PAPEdROGA wrote:

    Riguardo alle teorie "markettare", forse mi sono spiegato male, ma intendevo quelle teorie secondo cui una qualsiasi canzone può essere portata al successo e vendere milioni di copie anche solo grazie ad una buona strategia di marketing. Queste teorie possono fare comodo a chi non ha talento e non accetta serenamente la cosa, creandosi così una scusante per la propria mediocrità.


    Una qualsiasi no, ma è un dato di fatto che delle 5 P del marketing mix solo una riguarda quello che vendi, le altre riguardano tutt'altro.
    Se vuoi puoi provare a confutare teorie economiche globalmente riconosciute da decenni, altrimenti devi accettare la cosa: un qualsiasi prodotto o servizio venduto sul mercato deve sottostare a certe regole, oggi più che mai.

    IlanRe wrote:

    Non regge più nemmeno la storiella secondo la quale un pezzo può essere bello ma rimanere sconosciuto se non è spinto dalle major. Siamo nell'era di internet, e dal momento che un brano entra nel circuito del Tubo (e simili), se è bello gli ascolti e gli apprezzamenti aumenteranno inevitabilmente in modo esponenziale. Se non è catchy al limite avrà pochi estimatori di nicchia.

    </io>

    Internet è solo uno dei tanti mezzi, non l'unico. E non è un caso che i successi planetari che spopolano su youtube siano solitamente prodotti confezionati da produzioni tutt'altro che amatoriali; i video più visti di sempre a quanto pare portano le firme di Eminem ft Rihanna, Shakira, Justin Bieber, etc
    Fino ad arrivare all'ultimo ma non ultimo Gangnam style.
    Secondo te hanno successo perché sono orecchiabili? Oppure, girando il concetto: diventano famosi perché tutti li guardano su youtube oppure youtube è solo un volano innestato da altro?
    Perché sarà un caso, ma dopo che la BBC ha dato la notizia che il video di Gangnam style è stato il più cliccato di sempre, in meno di 24 ore è passato da 806 milioni a 812 milioni di visualizzazioni.. Un caso?
    Oppure avere una produzione alle spalle che riesce a farti passare anche solo per 1 minuto al telegiornale nazionale influisce molto di più di una strategia di marketing virale in rete?

    Presento questi concetti in questa maniera brutale, ma se vuoi si può approfondire soprattutto per il discorso del marketing mix a cui tengo molto e che, per quanto banale, permette di decodificare qualsiasi strategia di vendita di qualunque azienda, discografiche comprese.
    Violinista H-Pirla Scelto
    RME 802 - Apollo Twin - Cubase 11 - Uad Satellite Quad - Adam A5x Sub7 - Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500
    ok, va bene il marketing, però il discorso è che quando si arriva ad investire milioni di dollari/sterline/euro in un prodotto significa solamente che l'investitore crede fortemente in quel prodotto. In america, come in inghilterra, i produttori investono in gruppi che hanno già un forte seguito. com'è stato per i Beatles, che erano già delle star locali prima di conoscere Epstein. E' come per il pubblico nelle trasmissioni televisive: i produttori televisivi usano il pubblico in sala come monito per la risposta del pubblico a casa. Alla base di tutto però è necessario avere un prodotto già vincente in partenza. Da quello che leggo qui dentro mi sembra di capire che invece basterebbe prendere un qualunque mediocre musicista, farlo passare in tv, radio ecc... e questo diventa inevitabilmente una star da milioni di copie 8| la domanda è... ma ci credete veramente? Tra l'altro, per pensare questo ci vuole una bassissima considerazione della gente, e personalmente non credo che la gente sia così stupida e senza gusto.

    per esempio questo: youtube.com/watch?v=8UVNT4wvIGY ... su quattro album all'attivo, solo un singolo brano, dell'ultimo album, l'ha lanciato a livello internazionale, raggiungendo 352 milioni di visualizzazioni su you tube e oltre 5 milioni di copie vendute solo negli usa. Perché solo con un unico pezzo, su 4 album?

    Post was edited 1 time, last by “IlanRe” ().

    IlanRe wrote:

    Da quello che leggo qui dentro mi sembra di capire che invece basterebbe prendere un qualunque mediocre musicista, farlo passare in tv, radio ecc... e questo diventa inevitabilmente una star da milioni di copie 8| la domanda è... ma ci credete veramente? Tra l'altro, per pensare questo ci vuole una bassissima considerazione della gente, e personalmente non credo che la gente sia così stupida e senza gusto.


    Sì, ci credo veramente. Perché, hai qualche dubbio a riguardo?
    Credi che un bravo musicista senza le possibilità di una grande produzione alle spalle possa avere più fortuna di uno mediocre che partecipa ad Amici o X-Factor?
    Purtroppo non è così, nemmeno mettendoci la rete, youtube, facebook e quello che vuoi (tutti abbiamo questa idea del fatto che la rete sia l'occasione per tutti, ma non è vero! Alla fine i video più visti e le pagine più cliccate sono quelle di prodotti/persone che sono famose per cose che riguardano altri contesti rispetto ad internet..).

    Alla base di tutto però è necessario avere un prodotto già vincente in partenza.

    Certo, ma ti ricordo che il prodotto è solo uno dei fattori che entrano in gioco.
    E non puoi dire che "è necessario" perché nessuno ha la sfera magica per sapere che un prodotto andrà bene.
    I flop commerciali sono sempre in agguato.

    i produttori investono in gruppi che hanno già un forte seguito
    I produttori investono in gruppi che -potenzialmente- possono avere seguito e successo commerciale. Quelli che già ce l'hanno (a livello "locale") hanno solo più possibilità di essere notati, tutto qua.
    Violinista H-Pirla Scelto
    RME 802 - Apollo Twin - Cubase 11 - Uad Satellite Quad - Adam A5x Sub7 - Tannoy System1000 - Lucid 88192 - Hairball 1176 RevD - UA 710twin - Drawmer1969 - Vitalizer Mk2-T - Lindell Audio Pex500

    Post was edited 1 time, last by “Angix” ().

    IlanRe wrote:

    Per questo è ovvio pensare che il pezzo catchy è tale quando supera un determinato numero di copie vendute.
    Allora converrai con me circa quello detto prima: questo è un esperimento fallito in partenza! :D
    Non saremo né io né tu né nessun altro a decidere se il pezzo è catchy, ma è una sorta di collettività a farlo, anche al posto nostro e purtroppo a volte a nostro discapito.

    IlanRe wrote:

    Spero riusciate a fare qualcosa di meglio per il nostro gioco, altrimenti non c'è gusto... vincere facile
    Va bene, batti questo! :D


    Scherzi a parte, quanto al discorso marketing e internet non posso che sostenere la posizione di Angix: il fatto che prodotti scadenti, non solo musicali, con un buon supporto mediatico abbiano più possibilità di successo mi pare sotto gli occhi di tutti. Internet poi è un mare enorme, pieno di pesci, e il fruitore medio ha una rete da pesca con maglie troppo grandi: raccatta solo i pesci grossi.

    PAPEdROGA wrote:

    IlanRe wrote:

    p.s. spero che i vostri esempi di pezzi hit non siano come "chissene frega", che a parte la tipa al minuto 1,28 non ho trovato nulla di buono. Spero riusciate a fare qualcosa di meglio per il nostro gioco, altrimenti non c'è gusto... vincere facile :D :whistling:


    Occhio che questo può essere considerato flame.
    Ok parlare di catchy e catchate, ma cerchiamo di non dimenticarci educazione e buon gusto.
    Grazie
    Ciao


    IlanRe forse hai fatto confusione con i thread
    Se hai commenti da fare, di qualunque tipo ma si spera comunque costruttivo (perché non siamo qui a giocare) sei pregato di farlo nell'apposito thread, grazie :)
    Angix, non stiamo valutando la bravura e/o le spinte degli interpreti più o meno bravi di Xfactor, si parla della capacità di scrivere canzoni da hit. Inoltre il discorso non è centrato sul bravo musicista ma sul bravo songwriter, quello che scrive le hit. Quindi ribadisco che credo fortemente che un bravo songwriter, quelli di talento, al di là della bravura tecnica ed esecutiva, sia in grado di arrivare molto in alto, partendo da zero e con la sola spinta del proprio talento. Ovvio che poi il discorso marketing e l'intervento delle major fanno il resto, però alla base rimane sempre e solo il talento e la capacità di scrivere hit. Stiamo discutendo e sollevando dubbi su delle ovvietà, e dal mio punto di vista vedo tutto questo come una difesa psicologica molto...Freudiana, appunto.


    Dici che nessuno ha la sfera magica per sapere a priori se un pezzo è catchy o meno, invece ti dico semplicemente che un produttore che sa fare il suo lavoro (quindi non tutti, solo quelli bravi) è anche in grado di stabilire se un pezzo sarà una hit o meno. Mi ricordo di aver letto che quando i Beatles finirono di registrare Please please me, George Martin accese l'interfono e disse: ragazzi, abbiamo la nostra prima hit. Veggenza, colpo di fortuna? no, semplicemente competenza.

    Cremateo, come per il discorso del valore statistico del pubblico negli studi televisivi, più persone saranno coinvolte (direttamente e indirettamente) in questo gioco e più attendibile sarà la valutazione che stabilisce il livello del pezzo. Se saranno coinvolte 100 persone, e 70 esprimeranno apprezzamenti per il medesimo pezzo, ovvio che questo ha qualcosa in più degli altri, e quindi potenzialmente catchy.

    Il fruitore medio (questo poveretto) può anche raccattare solo pesci grossi, ma come li raccatta li può anche ributtare in mare se questo prodotto alla fine non è soddisfacente.


    Inoltre, Gotye non era un pesce grosso, però vedo che avete evitato tutti di esprimervi a riguardo. Così come per i quattro ragazzi americani.

    Post was edited 1 time, last by “IlanRe” ().

    IlanRe wrote:

    p.s. spero che i vostri esempi di pezzi hit non siano come "chissene frega", che a parte la tipa al minuto 1,28 non ho trovato nulla di buono. Spero riusciate a fare qualcosa di meglio per il nostro gioco, altrimenti non c'è gusto... vincere facile
    OK, non ci siamo. Questa non è una critica costruttiva postata nel 3d apposito della presentazione del brano, ma un attacco gratuito nei confronti di un utente del forum. Riporto in staff e si deciderà il da farsi. Pertanto invito a cambiare i termini del tuo atteggiamento sin da ora.

    Ripeto, se hai qualche critica costruttiva ben venga, il fatto che non ti piace in toto sono gusti, la derisione su un altro 3d in forma del tutto gratuita è flame.

    lordadb wrote:

    OK, non ci siamo. Questa non è una critica costruttiva postata nel 3d apposito della presentazione del brano, ma un attacco gratuito nei confronti di un utente del forum. Riporto in staff e si deciderà il da farsi. Pertanto invito a cambiare i termini del tuo atteggiamento sin da ora.

    lordadb wrote:

    Ripeto, se hai qualche critica costruttiva ben venga, il fatto che non ti piace in toto sono gusti, la derisione su un altro 3d in forma del tutto gratuita è flame.
    Ok, chiedo scusa per la derisione gratuita. Andrò nel thread dedicato ad esprimere una mia opinione costruttiva.

    Detto questo, rimando al mio ultimo post.
    "Catchy" vuol dire letteralmente "orecchiabile" ed è un termine preciso e musicale.
    Non è sinonimo di successo commerciale ed è relativo al bagaglio culturale di chi ascolta.

    Brani di musica tradizionale indiana che possono essere ben poco "catchy" alle orecchie di un occidentale sono invece orecchiabilissimi per chi in quella cultura è cresciuto, mentre se vivessimo in certe zone dell'africa avremmo la passione per i tempi composti e canticchieremmo tutti in 13/8.

    Tutta la nostra musica tradizionale da ballo è catchy, vale per sia per "Romagna mia" (che è una hit) che per tutto il resto del repertorio che non è proprio da classifica.
    Il problema degli autori è capire a cosa serva l'orecchiabilità.
    Nel caso della musica da ballo serve a non distogliere l'attenzione di chi balla dal tempo, mentre nel caso dell'autore di successi internazionali serve a raccattare come potenziali fruitori anche coloro che di cultura musicale (e generale) ne hanno poca. Insomma, ad estendere la base, il bacino di utenza.

    Nel pop di oggi è una pratica diffusa: roba semplice semplice, che rimanda magari a modelli già noti... e via con i motivetti simil anni '50, il clone di Mina, il clone della Winehouse che era il clone di qualcun altro e così via... in modo che l'ascoltatore si accontenti di un prodotto standardizzato.

    E agli autori è richiesto di scendere a questo livello, poi ci sarà chi lo fa coscientemente... un genio come Trovajoli ti mette nello stesso musical "Una formica è solo una formica", poi ti lancia l'hook universale di "Aggiungi un posto a tavola", per dire... e chi scrive robe semplici perché non sa scrivere altro.

    Lat.