Qualità audio bluetooth da smartphone a autoradio

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

    Qualità audio bluetooth da smartphone a autoradio

    Ciao ragazzi,
    mi dareste un parere, motivato tecnicamente, sulla qualità dell'audio trasmesso via bluetooth da uno smartphone, ad esempio verso l'autoradio della macchina?
    E' giusto assumere che la traccia audio digitale venga trasmessa in perfetta integrità via bluetooth senza alcuna perdita di informazioni e senza disturbi? Se così fosse non ci sarebbe differenza nel far suonare la stessa traccia inserita nell'autoradio tramite una chiavetta USB o un cd, giusto?
    Oppure si aggiungono delle fonti di degradazione o disturbo col bluetooth?

    Voglio semplicemente capire se ascoltando musica in macchina tramite bluetooth dal cellulare mi perdo qualcosa a livello di qualità oppure no (ovviamente facendo il paragone con la stessa traccia con la stessa compressione mp3 ma montata ad esempio su un CD: sono consapevole del fatto che la qualità audio di ciò che si ascolta da Spotify o su Timmusic sia al massimo di 320 Kbps)
    Per ora ho fatto alcune prove di confronto e non ho notato alcuna differenza..

    ultima domanda: meglio tenere al massimo il volume del cellulare quando si ascolta tramite bluetooth, oppure non ha importanza?

    Grazie per le risposte!
    buona giornata

    Angi
    ----------------->MOVION<-------------------
    Non so risponderti sul quesito se tramite bt vengano trasmesse (e correttamente) o meno tutte le informazioni, però ascoltando un normale mp3 in cuffia dal mio telefono (che è un normalissimo Samsung Core2) il processing è pesante.
    Non so dirti se sia questione di player (io uso quello di default) o di stadio di uscita. però il segnale risulta ampiamente manipolato.

    La sensazione è che i produttori intervengano sul segnale con lo scopo di permettere un ascolto intelligibile nelle più varie condizioni o di tipi di materiale diverso, o semplicemente nel tentativo di migliorare l'esperienza uditiva dell'utente.
    A prescindere dal risultato il sugo è che un telefono difficilmente può essere considerato come un buon dispositivo di riproduzione.

    Almeno il mio.

    Lat.
    Ciao Lattugo,
    beh, mi sa che però tu stai parlando di una situazione ben diversa da quella che ho descritto io: tu parli di ascoltare in cuffia con le cuffie collegate all'uscita cuffie del telefono! Sono d'accordo anche io che in quel caso l'audio è fortemente manipolato: risente dell'amplificazione dell'uscita cuffie di un cellulare, che non può che essere deleteria.. (per motivi immagino sia tecnici che legati alla volontà di rendere l'ascolto intellegibile, alla fine quell'uscita viene utilizzata anche per collegare l'auricolare per telefonare).

    La situazione a cui mi riferivo io però è ben diversa, si tratta solo di comunicazione via bluetooth tra smartphone e autoradio. Qui non c'è di mezzo nessun convertitore DTA..
    ----------------->MOVION<-------------------

    angi ha scritto:



    La situazione a cui mi riferivo io però è ben diversa, si tratta solo di comunicazione via bluetooth tra smartphone e autoradio. Qui non c'è di mezzo nessun convertitore DTA..


    Sisi, ho ben capito.
    Ma il mio punto è che temo che la manipolazione del segnale avvenga prima della conversione per i motivi che ti ho esposto.
    Ho paura che la ricerca della fruibilità nelle condizioni più disparate spinga i progettisti ad alcune soluzioni che impattano sul segnale alla fonte, indipendentemente dal routing finale.

    Non ho certezze al riguardo, e la mia esperienza è molto limitata. Ho ascoltato (sempre il mio telefono) anche tramite un headset bluetooth non proprio entry level, e il risultato è stato il medesimo.

    Non so se valga per ogni cellulare, o per qualsiasi tipo di equipment. Però le mie considerazioni generali rimangono le stesse: non credo che un telefono possa essere una fonte affidabile se si cerca un ascolto di un certo tipo.
    Troppe variabili e nessun controllo su di esse.