Ripensare la mia catena d'audio

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

    Ripensare la mia catena d'audio

    Ciao a tutti,

    mi scuso subito se ho postato nella sezione sbagliata, ma nessuno dei sub-forum mi sembrava adatto per una questione cosi generale. Chiedo qui perché culturalmente e affettivamente vengo più da questo forum e da chi "produce" musica piuttoso che dal mondo di chi ne "fruisce", e anche perché l'argomento è a cavallo tra i due mondi...

    Sono orfano da anni del mio set-up musicale che comprendeva un'interfaccia audio M-Audio Audiophile Firewire, un piano elettrico Kawai MP4 e due casse dB L160, un Mixer Yamaha MG8/2FX oltre che ad un MacbookPro che utilizzavo per suonare in giro con dei VST o che utilizzavo per registrazioni casalinghe.

    Dico orfano perché a causa del lavoro che mi ha spinto a viaggiare all'estero diversi anni, mi ritrovo a distanza di qualche tempo e ormai "stabile" a voler riprendere e coltivare questa bellissima passione che è la musica, nella produzione, nell'ascolto, nell'esecuzione.

    Vorrei in realtà ripensare da zero il mio modo di fruire la musica: a casa, suonando in giro, in viaggio. Posso contare su:
    - Casse per suonare: dB L160
    - Tastiera MP4
    - Mixer Yamaha MG8/2FX
    - MacbookPro 13'' Touch USB C/Thunderbolt 3

    La scheda audio M-Audio invece non sarà più utilizzabile ;( perché impossible a farla funzionare a livello di connessioni (Firewire 400 -> USB C) e Driver (OSX 10.13.3, kernel panic con driver compatibili, funzionalità limitate)

    Stavo pensando al setup per ASCOLTARE:
    In viaggio:
    - DAC portatile wireless o almeno compatibile con entrata Lightning dell'iPhone e USB A/C + cuffie
    - Oppure cuffie wireless con buon DAC integrato

    A casa:
    - Amplficatore DAC multi streaming (come Yamaha WXA-50 per capirci) + Casse passive
    - DAC + Casse attive
    - Un mini-hifi di qualità e taglio la testa al toro, ma hanno DAC di qualità ?
    - Scheda audio che utilizzo per suonare in giro con DAC di qualità + casse monitor (mi piace il suono neutro ma non saranno troppo "spoglie"?)

    Per SUONARE
    - Tutto quello che ho già
    - Una buona scheda audio Thunderbolt3 a latenza quasi-0 e ottimi convertitori DAC/ADC


    Voi cosa fareste ? ?( Sia come "strategia" che come consigli di componenti/marche ? Contando anche che non mi piace avere doppioni, e il budget non è infinito...
    Ciao la scheda audio thunderbolt ormai è abbastanza diffusa perciò sono disponibili diversi modelli. Se punti ad una qualità buona puoi cercarti alcuni modelli apogee.
    Per ascoltare in viaggio una buona cuffia e secondo me puoi iniziare ad utilizzare l'uscita cuffia del macbook, se poi non ti soddisfa allora provvederai ad acquistare un dac apposta.
    Sull'ascolto a casa beh dipende se vuoi hi fi o monitor studio x mixare
    Ciao,
    le apogee mi stimolano molto solo che per il mio range ci sono le Duet/Quartett con DAC ESS di qualità, ma che vanno su USB 2 che per la latenza 0 è pessima...
    Viceversa le apogee con Thunderbolt 2 (le Element ?) sono costose e non mi sembra abbiano I/O MIDI...

    Degli ultimi Macbook (il mio!) dicono che hanno messo un DAC penoso...

    Ecco per le casse da casa, a me piace il suono fedele, per quello che è. Pero' se prendessi dei monitor da studio (tipo le classiche Yamaha HS5) per ascoltare musica "normale", la sentirei piatta e "spoglia" o sarebbero adatte ? E poi sarebbero passive vero ?

    kiodos ha scritto:

    le apogee mi stimolano molto solo che per il mio range ci sono le Duet/Quartett con DAC ESS di qualità, ma che vanno su USB 2 che per la latenza 0 è pessima


    Affermazione molto opinabile.
    Usb2 è in grado di lavorare perfettamente a latenza zero.
    La Tb fa molto trend ma non è fondamentale come credi tu.
    La Duet2 e la Quartet sono schede veramente eccellenti sia per preamplificazione sia per conversione
    Per un approccio "mobile" non esiterei ad optare per queste o per le nuove Element
    Ciao
    ...The lovers will rise up
    And the mountains touch the ground...

    Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “loyuit” ().

    Forse "pessima" è una parola esagerata, pero' a suo tempo avevo visto la differenza tra collegare la tastiera in USB 2 direttamente al PC con driver beta a promessa "latenza 0" ed invece collegarla MIDI alla m-audio firewire . I driver miglioravano di molto la situazione base ma la latenza si sentiva eccome, mai avuto problemi a suonare dal vivo invece con la firewire...

    non è tanto la velocità di trasmissione da quanto capisco, la USB 2 come la 3 ce la farebbero benissimo, ma piuttosto la sincronia di invio/ricezione dati senza tempo di attesa che firewire e thunderbolt non hanno. Infatti se fosse per me mi terrei la firewire anche poco di "moda" che pero' non posso collegare...

    Per il resto sono d'accordo con te
    Guarda la Usb2 ti gestisce benissimo una tastiera (probabilmente molte di piu) a latenza zero.
    Per farti un esempio Rme che non è proprio l'ultima arrivata continua a produrre schede audio Usb2 Usb3. La mia Adi2 Pro è usb ed è uscita l'anno scorso.
    E lo fa perchè ritiene l'Usb in grado di gestire benissimo le funzionalità delle schede Usb che produce.
    Molto di recente è uscita la DigiFace Usb, schedina digitale bellissima dalle dimensioni tascabili che ho avuto il piacere di provare per qualche settimana.
    Ebbene è Usb e gestisce 64 canali adat piu due analogici (Cuffie).
    Se hai problemi di latenza guarderei ai driver, al buffer, alla frequenza di campionamento e alla mole di tracce, plugin e vst che stai usando quando riscontri il problema
    Ciao
    ...The lovers will rise up
    And the mountains touch the ground...

    Il messaggio è stato modificata 8 volte, ultima modifica da “loyuit” ().

    Solo per essere sicuro che intendiamo la stessa cosa, per me latenza è il tempo totale per fare :

    Tastiera MIDI OUT --> Interfaccia audio MIDI IN --> Computer --> Sequencer --> Strumento virtuale + effetti etc --> BUS audio computer --> Scheda Audio --> Casse

    ignoranza mia, gli strumenti virtuali sono processati dalla CPU o dal DSP della scheda audio ?
    Si è anche quella.
    I vst li processa la cpu del computer
    A che frequenza di campionamento lavorì? 44,1 48 96 etc..?
    Il buffer nella Daw (che Daw è?) a quanto è settato?
    ...The lovers will rise up
    And the mountains touch the ground...
    Eh allora non si può capire...
    Comunque per tutte le tue soluzioni: mobile, casa, etc io opterei per un unico setup: buona scheda audio stereo (2 input microfonici e due output) e due casse attive tipo Genelec 8020 o 8030 che oltre a essere buoni monitor sono anche molto belle da ascoltare in un approccio audiophile.
    ...The lovers will rise up
    And the mountains touch the ground...

    Ripensare la mia catena d'audio

    Erano 64-128 samples... ok grazie per il suggerimento , prendo nota ! Mi sto ancora informando sulla storia della latenza

    Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “kiodos” ().

    Forse sono io ma mi sto chiedendo perché le interfacce thunderbolt per la grande maggioranza non hanno I/O MIDI...ma perché ?
    Solo poche eccezioni, a memoria solo la Zoom TAC-2R e la Clarett thunderbolt

    Invece le Apollo, Apogee, e pure la Zoom 2 non ce l'hanno
    Si ma comunque la scheda audio usb 2.0 con ottimi driver viaggia alla grande senza cercare necessariamente prodotti thunderbolt.
    Tutto dipende ovviamente da che vst utilizzi. Alcuni vst hanno più latenza e la scheda audio ci può fare ben poco. Prendi ad esempio omnisphere è pesantissimo, in live potrebbe essere un po un rischio da utilizzare se non si ha un pc iper potente, idem kontakt quando carica certe librerie giusto per citare 2 software molto comuni. Inoltre se utilizzi plugin aggiuntivi tipo eq compressori riverberi delay limiter ecc si sommano tutte le latenze dei vari processi e ti ritrovi con latenze effettive anche di 20 30ms
    Grazie a tutti per i consigli, ho capito un po' di più...

    Meglio privilegiare schede con buoni driver e DSP integrati per gli effetti .

    Per cui sono indeciso ora sulla Apogee Duet, la RME Babyface Pro e di backup una UA Apollo . Penso opterò per la seconda visto la sua celebre stabilità e bassa latenza