Radio24 e Warner Chapell Music

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

    Radio24 e Warner Chapell Music

    Probabilmente le radio fanno fatica a riempire il palinsesto d'agosto, perciò si inventano soluzioni e programmi un po' fuori dall'ordinario.

    Warner Chapell sembra aver preso possesso di Radio24 per questa (radiofonicamente) noiosa pausa estiva, ed ha piazzato suoi protagonisti e collaboratori in diverse trasmissioni, patrocinando in particolare questa: "Come nasce una canzone", nella quale in ogni puntata uno degli autori stipendiati da WC racconta come si svolge la sua attività.

    Lo segnalo perché può essere parecchio interessante per chi si occupa di musica e di aspetti autorali: dal link si possono ascoltare i podcast delle varie puntate.

    Dal canto mio, oltre a rimarcare la non perfetta riuscita delle puntate finora prodotte (hanno fatto in modo di rendere noiosa la narrazione di un processo creativo tra i più affascinanti, non so come ma ce l'hanno fatta), mi pare sia comunque interessante perché si intravedono molti aspetti sulle attuali logiche di produzione.
    E si potrebbe aggiungere "ahimé".

    Non conosco il motivo di questa joint venture tra R24 e WC, ma sarebbe interessante indagare. Sabato scorso, dopo la trasmissione in oggetto si è continuato a parlare in radio con dei manager di WC, che davano un po' di numeri sulle dimensioni attuali di mercato. La trasmissione credo fosse Radiotube Social Club, ma i podcast non sono aggiornati...

    Radio24 e Warner Chapell Music

    Grazie Lattugo,

    la mattina prima di andare al lavoro , ma anche durante il giorno, seguo spesso questa radio ma non sapevo dell'iniziativa con WC.

    Ho ascoltato un paio di podcast e devo dire che confermo le tue impressioni.

    Una cosa si ostenta più o meno in maniera evidente : che è il merito a premiare con l'ingresso in quell'ambiente. Di questo non ho riscontro personale ma lo dico al di là del fatto di essere autore.

    Le iniziative di gruppo di cui ho sentito parlare , mi riferisco a quella dell'agriturismo , sono invece molto interessanti perché se si sono estinte le sinergie classiche e tipiche della produzione , ebbene , favorire la condivisione anche sotto l'aspetto creativo è certamente positivo.

    Per quanto concerne il sodalizio tra Radio ed Etichetta direi che sullo sfondo di un battage pubblicitario è probabile si stiano innestando altre iniziative volte a "snidare" autori che per una serie di motivi non accedono all'audience del grande pubblico.

    Con quali effetti economici e di carriera è poi tutto da vedere.

    Sono curioso e scettico allo stesso tempo.

    Comunque il mood delle trasmissioni è piacevole. Come sono interessanti alcuni spunti.

    Saluti
    ...Musicalmente Parlando...