Domandone...

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Domandone...

    Buonasera a tutti,
    Sono veramente molto molto indeciso su quale DAW buttarmi. Non ne conosco nessuna ma vorrei dedicarmi con metodo ad imparare una, cioè ad imparare una nuova materia...
    e magari tra 4 anni dire: ho fatto un ottimo investimento! :)
    Grazie
    perché è il più giovane, perché è il più economico pur essendo completo, perché si discosta concettualmente dagli altri e, secondo me, se partissi da un software come quelli con una mentalità paleolitica come la mia faresti un po' fatica ad ingranare se dovessi cambiare in seguito.
    Anche io sono uno che raccomanda sempre Reaper, dopo 12 anni su Cubase è stato un piccolo sforzo cambiare abitudini, ma in 2-3 mesi già apprezzavo i vantaggi rispetto ai sw tradizionali.
    I punti di forza come detto sono parecchi, e ti consente di fare prove con una demo senza limitazioni, poi se vorrai registrarlo costa davvero poco, è sia per PC che Mac, in continua espansione, quindi un buon investimento di sicuro che negli anni vedrai crescere assieme alla tua esperienza e potrai portarti dietro su qualsiasi piattaforma.
    Leggero e flessibile ma potentissimo, e stabile come una roccia.
    E' anche abbastanza diffuso per condividere esperienze in rete e ha perfino un forum tutto suo, ma anche qui trovi diversi utenti.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Vero...una pecca...io ho lavorato circa 10 anni su Sonar ( e prima ancora su Cakewalk, e se andiamo nella preistoria su Notator Logic quando ancora era della E-magic e su Amiga...ma qui siamo nel paleolitico) , Wavelab e parecchia altra robetta su windows, quando ancora ci voleva un mese per settare i driver asio in modo decente ed i campionatori erano un miraggio da far girare sui Pentium...Per cui ho sicuramente una visione distorta di windows che oggi pare davvero stabile e utilizzabile anche da chi non è uno "smanettone". Dal canto mio, pero', sono uno che ha speso molti eurozzi per farmi il mio primo Logic Pro, e devo dire ( stiamo parlando parlano comunque dei primi anni 90) che era guardata come prodotto "home", perché in sala si usava sempre e solo ProTools HD...e qualche altro software oggi scomparso. Ho aggiornato ( e incazzandomi non poco avendo speso 15 anni fa parecchi eurozzi) a Logic X...e sono molto invidioso di chi ha pagato un'applicazione davvero completa in tutto "solo" 220 euro... Paragonato ai costi delle librerie professionali che sono in giro, non è alto come costo. Dipende sempre da cosa ci vuoi fare. Pur non avendo sala d'incisione io, negli anni con logic, ho fatto delle produzioni di rispetto per me e i miei amici, con qualche selezionato plug-in ( che a volte è costato più di quello che costa ora Logic ) e con una curva d'apprendimento molto molto veloce. Ma qui si apre la solita diatriba : usa quello con cui ti trovi meglio ( io per esempio CUBASE non l'ho mai digerito e per questo ai tempi ero abbastanza un appestato). E ora passiamo al legarsi alla piattaforma MAC. Oggi, rispetto a 10 o 15 anni fa, il gap tra Mac e Windows si è ridotto, poco dal punto di vista di prezzo ( una buona macchina windows costa ancora molto meno di un mac, ma non così tanto come in passato), molto dal punto di vista affidabilità, in quanto windows ha fatto buoni passi per rendere il sistema stabile. Ma da quando ho switchato 15 anni fa ( mi hanno regalato un piccolo MacBook)...mi sono affezionato a questa linea...e mi sono trovato sempre molto bene. Oggi, anche nei live, non ho alcun problema a gestire parecchia roba anche molto pesante...ed un sistema operativo come macOS mi garantisce affidabilità totale ( ma questo penso sia un mio retaggio culturale ormai ). Sinceramente, pero', col bagaglio di roba che ti dà Logic puoi fare davvero tutto....io ho foto l'upgrade da una settimana ( ho resistito con Logic 9 fino a quando è stato possibile) ma ho visto che se avessero dato tutto quel ben di Dio che danno oggi 20 anni fa, probabilmente avrei risparmiato 3/4000 euro di plug-in e virtual Instruments. Ovviamente e solo la mia miserrima opinione. Buona musica a tutti.
    IMAC PRO 2018 - Imac 21.5 -I5 - 8o MacBook Pro 16 8o - LOGIC X :thumbup: Sup Drummer2-EZ Drummer ( tutti) Guitar Rig 5, I4,Kontakt -IPAD AIR, Trillian - Aj Guitar Mod Gibson - SILENT GUITAR SLG200N
    Se devi farne un uso massivo con molte tracce, molti plugin e vsti peró non saprei dirti. Io ormai lo uso soltanto per la somma, il panning,i volumi, i fade in e fade out e i riverberi in send. Qualche eq e comp raramente. Per il resto registro strumenti microfonati. Comunque Retro Synth, Ultra Beat e Drum Kit Designer li ho sempre trovati, quando li usavo, eccellenti. Come Compressor, gli eq, Tape Delay, Space Designer, Chroma Verb e Amp Designer. Logic offre molto. E attualmente ha un prezzo abbordabile. Essere legati a Mac per me é ancora un vantaggio.
    Ciao

    Post was edited 1 time, last by “loyuit” ().

    Esatto....ma non si tratta di essere fan del Mac o meno....si tratta di vedere con cosa ti trovi meglio. Son qui da oltre 15 anni e di guerre MAC/PC se ne son viste davvero troppe. Ogni medaglia ha il suo rovescio. Sempre. In un senso e nell'altro. IO sia per lavoro che per hobby lavoro con tutto. In ambito musicale, avendo lavorato con entrambi , mi sono trovato meglio con Logic. Altri lo odiano, altri dicono Reaper, piuttosto che altri 10 DAW diverse....ognuno è fan di ciò per cui si trova meglio. IO mi trovo meglio con Logic. una volta si diceva IMHO....o mi sbaglio ? Peace and Love
    IMAC PRO 2018 - Imac 21.5 -I5 - 8o MacBook Pro 16 8o - LOGIC X :thumbup: Sup Drummer2-EZ Drummer ( tutti) Guitar Rig 5, I4,Kontakt -IPAD AIR, Trillian - Aj Guitar Mod Gibson - SILENT GUITAR SLG200N
    Aggiungo i miei 2 cent: imparare l'uso di un sequencer richeide mesi, anche anni di utilizzo e sperimentazioni, e ci si porta questo bagaglio appresso finché si può contare su quello strumento, che impareremo a usare in modo automatico, con scorciatoie e trick, per fare un sacco di lavori.
    L'investimento principale è il nostro tempo, che diventa know how su *quello* strumento (ma anche un sacco di progetti realizzati in quel formato che potremmo sempre avere bisogno di riaprire e modificare), per questa ragione, nella scelta è bene guardare a quale prodotto / combinazione hw-sw può garantirci continuità negli anni, non mi riferisco a qualcosa che si compra una volta sola e non si tocca più, perché è difficile, ma intendo piuttosto un sistema che garantisce aggiornamenti, espansioni, compatibilità ampia, apertura alle tecnologie in arrivo, che insomma ci tranquillizzi sul fatto che continuerà a crescere assieme a noi e che qualunque cosa accada (inclusa la fine di un sistema operativo) possiamo continuare a usarlo senza pagare in prima persona per scelte aziendali altrui.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Mi trovo molto d'accordo, anche se è sempre più raro perchè anche quel marketing che teneva al riparo da aggiornamenti continui di hardware e software ( vedi chi operava con i G5 che sono durati decenni con sistemi operativi sempre compatibili) oggi si è adeguato e quindi sia in ambito Windows che MacOs abbiamo continuamente la preoccupazione di comprare software o plug-in pregando che le "terze parti" aggiornino in tempo reale la compatibilità. Altrimenti ( e su questo sono testimone diretto) se aspettiamo ad aggiornare, ci troveremo a dover rinunciare a quel determinato "suono" o "effetto", non più compatibile ( un esempio su tutti l'estromissione dei 32 bit che ha mandato in pensione una valanga di plug-in, e su alcuni poco venduti nessuno ha fatto la versione a 64) . Faccio un esempio personale : pigramente non avevo mai aggiornato Kontakt 4 e la sua libreria di suoni . Mi piacevano così, integrati da tante altre. Kontakt 4 non è supportato da Logic x, e non ho potuto tenere Logic 9 sulla nuova macchina con Catilina...obbligato a "migrare" su Logic X...che, ovviamente non ha alcuna possibilità di integrare plug in o virtual Instruments a 32 bit. Fregato. Persi anni di ricerca di "cio' che mi piaceva"...ed adeguati progetti ai nuovi plug in...e non senza spendere sempre qualcosa. Il mercato comanda. Anche se trovi cio' che ti piace, non è affatto detto che lo potrai avere per sempre. Il rischio del "cambiamento" è dietro l'angolo...sempre...e non sempre è migliore.
    IMAC PRO 2018 - Imac 21.5 -I5 - 8o MacBook Pro 16 8o - LOGIC X :thumbup: Sup Drummer2-EZ Drummer ( tutti) Guitar Rig 5, I4,Kontakt -IPAD AIR, Trillian - Aj Guitar Mod Gibson - SILENT GUITAR SLG200N

    Il Gian wrote:

    ( un esempio su tutti l'estromissione dei 32 bit che ha mandato in pensione una valanga di plug-in, e su alcuni poco venduti nessuno ha fatto la versione a 64)

    Si tratta appunto di affidarsi a un sistema che continua a farti funzionare anche i plugin 32 bit, e altre cose che altri sw considerano obsolete ma sono assolutamente valide...

    Il Gian wrote:

    Kontakt 4 non è supportato da Logic x

    Ecco, sono appunto queste le situazioni che mi fanno sorridere, per fortuna mi sono estranee :)
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Ogni scelta ha i suoi pro e i suoi contro...purtroppo sono abbastanza convinto, pero', che se si usa la DAW nella sua interezza per una produzione semi-completa, sia veramente difficile non incorrere in questi incidenti, a prescindere dal sistema. Una chitarra mi resterà uguale sempre...maturerà il legno, e probabilmente, se la curo bene, vivrà la sua vita interamente con me migliorando anche il suono. Una macchina no. Dovrò' sempre aggiornarla, se voglio avere maggiore capacità di editing, maggiori opzioni, sfruttare nuovi suoni, avere campioni più definiti e reali....insomma la ricerca non si ferma ed ha bisogno di un continuo aggiornamento. E per questo si è schiavi delle scelte di chi produce sia macchine che software. E qualche cosa si perde lungo la strada, se si vuole che tutto funzioni bene. La "compatibilità universale" troppo spesso si è scontrata con funzionamenti approssimativi a discapito della vera affidabilità. La scelta è nostra, appunto, basta averne la piena consapevolezza, e sapere esattamente che cosa vogliamo. Potremmo anche usare la macchina come uno strumento ( Nessuno mi ha obbligato a cambiare da un iMac 21,5 a in MacBook Pro 16 ) rinunciando pero' a nuove possibilità che prima non c'erano. E non ci sarebbero state conservando le vecchie compatibilità e stabilità, probabilmente. Ma non essendo programmatore non mi permetto di giudicare cose che non conosco. Cio' che so è che sono disposto a rinunciare a qualcosa di vecchio, seppur buono, in cambio di qualcosa di nuovo, se pero' è ottimo. Dipende da che parte pende la bilancia. E la logica mi dice che avere tutto non è possibile. Se c'è chi riesce ad ottenerlo, buon per lui. Io, vittima delle mie scelte, purtroppo non ci sono riuscito.
    IMAC PRO 2018 - Imac 21.5 -I5 - 8o MacBook Pro 16 8o - LOGIC X :thumbup: Sup Drummer2-EZ Drummer ( tutti) Guitar Rig 5, I4,Kontakt -IPAD AIR, Trillian - Aj Guitar Mod Gibson - SILENT GUITAR SLG200N