Riconoscete questo microfono?

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Riconoscete questo microfono?

    Qualcuno riesce a riconoscere marca e modello di questo microfono?


    Un'altra domanda è: se con tale gnoccolona (canzone voce e sound) a uno viene in mente di guardare il microfono, è segno di malattia preoccupante?
    Ho provato a microfonare la voce in un modo simile.
    Ho usato uno shure beta 87c, che dovrebbe avere caratteristiche abbastanza simili (cardioide, condensatore).
    Ho messo il monitor perfettamente dietro quindi teoricamente meglio di come hanno posizionato il suo che è posizionato di lato ;)
    In casa fischia sui tweeter abbastanza facilmente, anche se va detto che in casa c'è il soffitto mentre sul grande palco no.
    Sapete dirmi se c'è qualche metodo per migliorare la riduzione del feedback?
    Spegnere gli ascolti mentre registri?
    A che ti serve monitorarti in casa?


    Giusta domanda visto che il forum tratta di home recording :D
    Ho chiesto perchè questa microfonazione mi interessa per i live. La voce microfonata così è molto più interessante che con il microfono in bocca.
    Parlo di situazioni acustiche, dove non c'è per forza un gran volume sul palco. Però in questi video la cantante ha un bel po' di strumenti attorno, non mi pare un palco silenziosissimo.
    Strumenti attorno è un conto, casse che rimandano la voce è un altro.
    Dove sono posizionate le tue? Se alle tue spalle, fischieranno quasi certamente, salvo particolari accorgimenti, ma quello migliore è metterle davanti a te, dove appunto deve stare una spia, così non spara segnale nella capsula del microfono.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Sì è quello che ho provato, spia esattamente a 180° dietro il mic. E fischia facilmente, anche perchè per cantare a 20 cm e captare bene tutta la voce ci vuole un bel gain.
    Forse la vera differenza è tra essere in casa con le riflessioni soffitto/pareti, ed essere su un palco all'aperto, o cmq in un teatro con il soffitto molto alto e insonorizzato.
    Sì certamente l'ambiente fa la sua parte, e il microfono è molto sensibile, ma forse anche nei volumi non è tutto a posto, ci sono tanti localini con un palchetto misero e basso in cui monti tutto alla buona senza avere un fischio, quindi mi sembra strano che tu abbia un problema tanto evidente in casa.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Appunto. Vorrei migliorare l'espressivitá del canto usando una microfonazione che permetta una certa libertà, invece che cantare come costretto dai limiti tecnici della microfonazione. :)
    É sempre un compromesso fra le due cose, ma in questi video (soprattutto il secondo) la cosa é portata molto all'estremo.

    Se guardate il video, la Krall sta a 20 cm e si permette anche di cantare piano. Il mic riprende dei suoni che, nella mia esperienza, ho ottenuto solo in studio cantando in cuffia.
    Proprio nel senso che col microfono vicino alla bocca alcune parti del timbro vocale scompaiono molti dB sotto l'emissione che esce dalla bocca. Invece a distanza sono molto più vicini e il suono è naturale.

    fabriguitar wrote:

    P.s. se fate caso a video di Frank Sinatra, di solito accampagnato da orchestra, tiene spesso il mic quasi verticale all'altezza del petto.


    Sinatra con un acuto ti accappottava se gli stavi a meno di 2 metri.
    Prova a sentire zarrillo mentre scalda la voce nel dietropalco, pare che gli abbiano montato una coppia di fbtmax4 in gola. Sono voci possenti già da se, non appena passano in modalità "canto". Niente a che vedere con i cantanti "normali" o paranormali.
    I microfoni bisogna usarli in una certa maniera (ovvero vicini), i video sono belli, ma dietro potrebbero esserci sistemi di monitoraggio antifeedback e ingegnieri del suono che noi utenti normali possiamo solo sognarci (ritardi, giochi di fase, ecc ecc)
    Resistance... is futile. We are KORG, so you'll be synthetized!

    BjHorn wrote:

    dietro potrebbero esserci sistemi di monitoraggio antifeedback e ingegnieri del suono che noi utenti normali possiamo solo sognarci (ritardi, giochi di fase, ecc ecc)


    Chiedevo proprio se ci fosse qualcuno che sa di queste cose, infatti. Urlare nel microfono tenendolo contro le labbra, chiaramente riduce il feedback. Ma non é detto che valorizzi la voce.

    BjHorn wrote:

    potrebbero esserci sistemi di monitoraggio antifeedback e ingegnieri del suono che noi utenti normali possiamo solo sognarci (ritardi, giochi di fase, ecc ecc)

    Sono cose non tanto difficili da applicare, ma vi assicuro che in qualsiasi club i musicisti anche con poche competenze buttano roba a caso e funziona senza tanti fischi.
    E' chiaro che se parliamo di rock peso, volumi alti e mille microfoni sul palco, le cose si complicano, ma non riesco davvero a credere che in una stanza, con un microfono solo che punta dalla parte opposta alle casse, ci possano essere tutti questi feedback.
    Probabilmente la stanza è vuota, non trattata, e il volume molto più alto di quello che si percepisca.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.