Cuffie per chi indossa occhiali da vista

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Cuffie per chi indossa occhiali da vista

    Ciao a tutti,

    avendo da poco la necessità di portare gli occhiali da vista per tutta la giornata, vorrei un consiglio su quali sono i modelli di cuffie che potrei acquistare che siano comode da indossare.
    Quelle che utilizzo adesso (AKG Y50), premono sull'orecchio e quindi sull'asticella dell'occhiale. Già dopo un po' iniziano a dar fastidio.
    Le AKG K240 si appoggiano bene sulla testa grazie alla loro sospensione morbida, e fanno pochissima pressione sulle orecchie, mai avuto un problema con gli occhiali, ma le trovo comodissime in linea generale, per lavorare tante ore senza noie.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    Ci sono alcune cuffie che per stare in posizione fanno pressione sulle orecche, altre che invece si appoggiano alla testa e distribuiscono il peso in modo omogeneo senza stringere, bisogna capire con quale "specie" si ha a che fare.
    Vedo che le tue sono cuffie pieghevoli, non so bene pensate per quale uso, penso per l'ascolto in movimento e non per lo studio. Probabilmente vertono proprio sulla pressione sui lobi in modo da isolarti meglio quando sei in giro.
    In qualsiasi negozio di musica un po' fornito potresti provarne altre e sentire come adericono alla testa, con alcuni modelli noterai subito la differenza.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Pilloso wrote:

    Ci sono alcune cuffie che per stare in posizione fanno pressione sulle orecche, altre che invece si appoggiano alla testa e distribuiscono il peso in modo omogeneo senza stringere, bisogna capire con quale "specie" si ha a che fare.
    Vedo che le tue sono cuffie pieghevoli, non so bene pensate per quale uso, penso per l'ascolto in movimento e non per lo studio. Probabilmente vertono proprio sulla pressione sui lobi in modo da isolarti meglio quando sei in giro.
    In qualsiasi negozio di musica un po' fornito potresti provarne altre e sentire come adericono alla testa, con alcuni modelli noterai subito la differenza.


    In effetti hai ragione, il mio modello preme sull'orecchio. Dovrò orientarmi quindi su cuffie circumaurali che avvolgono tutto l'orecchio.

    sammy wrote:

    Dovrò orientarmi quindi su cuffie circumaurali che avvolgono tutto l'orecchio.

    Non farti ingannare, anche se sono circumaurali possono essere sia di un tipo che dell'altro.
    Alcuni modelli Superlux, per esempio, hanno i padiglioni praticamente identici alle K240 eppure pressano parecchio lateralmente. Bisogna provarle o rischi di trovarti con lo stesso problema.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.
    io ho anche un paio di k141 che presi quasi 10 anni fa per suonare in cuffia e ora quando le uso hanno quasi la tendenza a scendere perchè si sono slargate, senza contare che dovrei cambiargli i padiglioni per si sono logorati!

    Comunque anche le audio technica ath m50x sono pieghevoli ma non sono "da passeggio".
    Con questo voglio dire che la "pieghevolezza" non è sinonimo di passeggio. quindi guarda bene!
    Penso che un po' di fastidio ci sia sempre quando si indossa una cuffia e si indossano gli occhiali e che sia anche un po' una questione di abitudine.


    Con le k141 mk2 il fastidio è sempre stato minimo (e si è ridotto nel tempo, man mano che la cuffia "cedeva"... o che io ci facevo l'abitudine); personalmente preferisco montare i padiglioni in velluto perché li trovo più morbidi e comodi rispetto a quelli in finta pelle (ma sono differenze minime). Non so se le k141 siano ancora in vendita (temo di no), ma credo che le stesse considerazioni valgano per i modelli simili che AKG ha nel proprio catalogo.

    Possiedo anche le DT-770 e forse sono leggermente più comode in quanto non poggiano sul padiglione auricolare ma lo racchiudono (comunque non è che le k141 facciano chissà che pressione sui padiglioni delle orecchie) e, pertanto, non premono sulle stanghette degli occhiali solo sulla parte antistante all'orecchio (mentre con una sovraurale la stanghetta viene premuta anche tra il cranio e i padiglioni auricolari... questo in genere mi provoca un po' di fastidio in più).
    Le considerazioni sulle DT-770 credo valgano anche per gli altri modelli della serie (DT-880 e DT-990).


    In linea di massima, preferisco le circumaurali rispetto alle sovraurali per il modo in cui poggiano, però poi bisogna provare i singoli modelli, ci sono tanti fattori in gioco, ad esempio il peso della cuffia (le k141, a mio avviso, sono molto leggere... ed è un bel plus!) e forse anche il tipo di occhiali (i miei hanno le stanghette relativamente larghe; non so che effetto faccia indossare le cuffie con un paio di occhiali con una montatura molto sottile, di quelli che hanno le stanghette che sembrano un filo di metallo...)

    Sempre generalizzando, sarei un po' diffidente verso le cuffie da dj (o simili): la mia esperienza con questo tipo di cuffie è molto limitata (sostanzialmente solo quando andavo a fare acquisti in alcuni negozi per dj e ascoltavo i dischi), ma in linea di massima ho sempre preferito le cuffie da studio in termini di comodità.
    Per la cronaca, possiedo anche un vecchio paio di AKG dall'aspetto simile alle Y50 e sono tra le cuffie che indosso meno volentieri (ma va anche detto che non amo proprio utilizzare le cuffie, tant'è che ascolto quasi esclusivamente con le casse).


    Opinioni personali, eh...
    Il rispetto si costruisce solo insieme.

    sin night wrote:

    Penso che un po' di fastidio ci sia sempre quando si indossa una cuffia e si indossano gli occhiali e che sia anche un po' una questione di abitudine.


    Con le k141 mk2 il fastidio è sempre stato minimo (e si è ridotto nel tempo, man mano che la cuffia "cedeva"... o che io ci facevo l'abitudine); personalmente preferisco montare i padiglioni in velluto perché li trovo più morbidi e comodi rispetto a quelli in finta pelle (ma sono differenze minime). Non so se le k141 siano ancora in vendita (temo di no), ma credo che le stesse considerazioni valgano per i modelli simili che AKG ha nel proprio catalogo.

    Possiedo anche le DT-770 e forse sono leggermente più comode in quanto non poggiano sul padiglione auricolare ma lo racchiudono (comunque non è che le k141 facciano chissà che pressione sui padiglioni delle orecchie) e, pertanto, non premono sulle stanghette degli occhiali solo sulla parte antistante all'orecchio (mentre con una sovraurale la stanghetta viene premuta anche tra il cranio e i padiglioni auricolari... questo in genere mi provoca un po' di fastidio in più).
    Le considerazioni sulle DT-770 credo valgano anche per gli altri modelli della serie (DT-880 e DT-990).


    In linea di massima, preferisco le circumaurali rispetto alle sovraurali per il modo in cui poggiano, però poi bisogna provare i singoli modelli, ci sono tanti fattori in gioco, ad esempio il peso della cuffia (le k141, a mio avviso, sono molto leggere... ed è un bel plus!) e forse anche il tipo di occhiali (i miei hanno le stanghette relativamente larghe; non so che effetto faccia indossare le cuffie con un paio di occhiali con una montatura molto sottile, di quelli che hanno le stanghette che sembrano un filo di metallo...)

    Sempre generalizzando, sarei un po' diffidente verso le cuffie da dj (o simili): la mia esperienza con questo tipo di cuffie è molto limitata (sostanzialmente solo quando andavo a fare acquisti in alcuni negozi per dj e ascoltavo i dischi), ma in linea di massima ho sempre preferito le cuffie da studio in termini di comodità.
    Per la cronaca, possiedo anche un vecchio paio di AKG dall'aspetto simile alle Y50 e sono tra le cuffie che indosso meno volentieri (ma va anche detto che non amo proprio utilizzare le cuffie, tant'è che ascolto quasi esclusivamente con le casse).


    Opinioni personali, eh...


    Come suonano le DT770? Sulle basse che risposta in frequenza hanno?
    Il produttore dichiara una risposta in frequenza dai 5Hz ai 35KHz.
    europe.beyerdynamic.com/dt-770-pro.html

    Secondo me suonano bene, dettagliate; le basse non mancano... sicuramente ci sono cuffie più dettagliate, anche nella stessa serie DT (le DT-770 sono cuffie chiuse: in linea di principio, le cuffie aperte sono più lineari e "fedeli")... a confronto, le k141 hanno un suono meno "hi-fi", con meno basse (sulle DT-770 forse sono anche un po' troppo presenti).

    Dipende dall'uso, io ho ascoltato qualche modello in negozio e ho scelto in base al mio gusto (e anche di quanto era disponibile in quel momento)... però non mixo in cuffia, mi servono giusto qualche volta per monitorarmi o se sono costretto a non utilizzare le casse, ma non ci faccio nulla di "critico" e nel complesso mi va bene anche un tipo di ascolto che magari è leggermente meno bilanciato rispetto ad altri modelli.
    Però le mie k141 mk2 sono ancora con me da più di 10 anni, sono abbastanza vissute (ho dovuto anche cambiare i padiglioni e le spugne) ma le DT-770 non sono riuscite a metterle completamente da parte...

    Opinioni personali, eh...
    Il rispetto si costruisce solo insieme.