Costa tanto ma vale poco

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    Ottima idea.


    MBHO / Haun MBP 603 con capsule KA 200 N (cardioidi) per la bellezza di 956€ a coppia. molto inferiori a OKtava 012 moddati, li ho confrontati con un amico proprio di recente. molto rumorosi anche. (e il preamp Oktava non è niente di che)

    Audio Technica AT4081 ..... tanto rumore di fondo molto più che Beyerdynamic M130/160 che sono ribbon passivi. meglio i secondi

    Fudo40 wrote:

    Meh.... Lecito pero' forse un po' affrettato

    Beh, se pensi a quanti modi esistono per spendere meglio quei 3000 euro mentre l'arnese in questione è ancora di tendenza sui forum, non aspetti che qualcuno di credibile lo screditi, te ne liberi subito finché ci recuperi tutta la somma spesa.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Pilloso wrote:

    Fudo40 wrote:

    Meh.... Lecito pero' forse un po' affrettato

    Beh, se pensi a quanti modi esistono per spendere meglio quei 3000 euro mentre l'arnese in questione è ancora di tendenza sui forum, non aspetti che qualcuno di credibile lo screditi, te ne liberi subito finché ci recuperi tutta la somma spesa.

    Fare la lista della spesa e trading di outboard in base alle tendenze dei forum puo' essere pericoloso, il mio punto pero' non era propriamente solo quello.

    Bella idea per il thread! :thumbup:
    Antelope MP8d : inizialmente attorno ai 2000 euro, io l'ho preso scontato del 50% da strumenti musicali, provato e restituito in giornata. Pre che hanno un buco tra i 100 e i 200 Hz, mi hanno poi spiegato che è dovuto al fatto che usano un convertitore da home cinema, che di proposito inserisce quel dip, per una migliore separazione tra i bassi profondi e le frequenze della voce. Assurdo... è meglio anche una Clarett. Non vale nè 2000 nè 1000.
    Bene, dopo questi primi utilissimi interventi io la sparo grossa...
    E nella speranza di non far partire un flame nomino nientemeno che Sua Maestà PROTOOLS!

    Sono convinto che passati oramai da tempo gli anni d'oro in cui era irraggiungibile in termini di performance, ora trovo che il rapporto prezzo/qualità di questa DAW sia assolutamente sconveniente rispetto a varie altre soluzioni.

    Ma facciamo che ognuno dice la propria senza per questo far partire discussioni che hanno già occupato ampi spazi altrove?

    Flavio (ex fbin) wrote:

    Bene, dopo questi primi utilissimi interventi io la sparo grossa...
    E nella speranza di non far partire un flame nomino nientemeno che Sua Maestà PROTOOLS!

    Sono convinto che passati oramai da tempo gli anni d'oro in cui era irraggiungibile in termini di performance, ora trovo che il rapporto prezzo/qualità di questa DAW sia assolutamente sconveniente rispetto a varie altre soluzioni.

    Ma facciamo che ognuno dice la propria senza per questo far partire discussioni che hanno già occupato ampi spazi altrove?

    Ahahahahahahaah... Sfondi una porta aperta (e sono utente pt) XD
    Posto ovvieta':
    Pro Tools ha fatto/sta facendo un giro di 180 gradi negli ultimi anni.
    Ormai costa molto molto molto meno di un tempo e rimane comunque una buona daw.
    Per assurdo il rapporto q/p e' cresciuto nel tempo. Io non uso pt dalla prima ora ma circa 10 anni fa facevo avanti indietro tra sistema pt hd7 (non mio) e un sistema pt m-powered 8 (mio) e c'era da ridere per non piangere.
    Da anni la forbice sistema hd/hdx e sistemi nativi si e' chiusa un bel po' e banalmente parlando la politica commerciale di avid permette di aver un discreto software a due lire e se non ti piace cancelli l'abbonamento e chi si e' visto si e' visto.

    Che poi la maggior parte delle daw al giorno d'oggi siano assolutamente utilizzabili e' sotto gli occhi di tutti.

    Quello che mi fa sorridere e' che una delle daw piu' osannate degli ultimi anni, specialmente online, sia quella con la politica commerciale piu' unica che rara, al netto di quando utilizzabile sia. :D

    Fudo40 wrote:

    Quello che mi fa sorridere e' che una delle daw piu' osannate degli ultimi anni, specialmente online, sia quella con la politica commerciale piu' unica che rara, al netto di quando utilizzabile sia.

    E sarebbe?
    Comunque è un po' il destino di tutti i software della "vecchia guardia" diventare dei carrozzoni obsoleti che continuano a costare troppo, mentre i nuovi costano poco e sono pensati per la praticità.
    Basti vedere Affinity, la licenza full costa quanto una sola rata di un solo software Adobe, e gli fa anche il derrière a strisce.
    Idem Blackmagic DaVinci che sta seppellendo Premiere.
    Io allora aggiungo alla lista Cubase, che non è un'eccezione alla regola.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Fudo40 wrote:

    Buy Me (4), (3), (2), (1), Still Evaluating, Click. XD

    Pensa io che scemo che ho comprato la licenza nel 2012 e l'ho ricomprata l'anno scorso appena è uscita la nuova versione.
    Software che ti invogliano a ricompensare i programmatori, se comprendi il valore di un ottimo software.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Pilloso wrote:

    Fudo40 wrote:

    Buy Me (4), (3), (2), (1), Still Evaluating, Click. XD

    Pensa io che scemo che ho comprato la licenza nel 2012 e l'ho ricomprata l'anno scorso appena è uscita la nuova versione.
    Software che ti invogliano a ricompensare i programmatori, se comprendi il valore di un ottimo software.

    Gran bella daw, non discuto, veramente. A volte la uso pure io.
    Pero' non spariamo sulle altre varie croci rosse e non proponetelo come la miglior cosa capitata nell'audio digitale dalla formulazione del teorema di nyquist e shannon! XD
    Se ci fosse una statistica pagamenti/download per quanto riguarda reaper magari ne rimarrei stupito o magari ti scopriresti tra le mosche bianche.
    Il concetto di pagare un prodotto non e' particolarmente nuovo. Direi che e' venuto appena dopo il concetto di baratto.
    Quindi bravo tu ma niente applausi! :D

    Ps. non facciamo degenerare il thread che puo' essere informativo ed interessante, o magari non focalizziamoci solo su daw - perche' entrati in quel tunnel: reaper puo' tranquillamente vincere a mani basse. XD
    Non penso di essere una mosca bianca e il concetto di pagare non mi è nuovo, quindi non mi aspetto nemmeno gli applausi :)
    A quanto ne so, pare che questa politica di Reaper paghi dei frutti, chiedere poco a tutti e lavorare bene è un concetto che andrebbe diffuso.
    Mi spiace per chi pensa che un software valga poco perché cosata poco.
    Davinci è gratuito ed è universalmente riconosciuto come il migliore per la color correction sui video, tra i migliori anche per montaggio e tutto il resto.
    Blender è gratuito e potensissimo, ci fanno interi film di animazione in 3d e sta facendo ricredere molti utenti di software storici e carissimi.
    Non so cosa intendessi con la prima frase che ho quotato, sul fatto che ti fa sorridere che la daw più osannata sia quella con la politica più unica che rara.
    Come vedi in altri settori c'è chi i software li regala, eppure sono allo stesso tempo oggettivamente migliori di concorrenti da 1000 e passa euro.
    Bisogna anche schiodarsi dalla mentalità per cui un software si diffonde perché costa poco e non perché è valido, può essere entrambe le cose.

    P.S. questo per chiudere a mia volta l'OT, nel senso che sui software a volte ci sono politiche che a noi sfuggono e i prezzi non sempre corrispondono alla qualità, motivo per cui su questo 3ad parlare di software è un po' difficile, finiremmo tutti per sentenziare su programmi o plugin che costano troppo per le nostre aspettative o rispetto alla concorrenza che ha scelto politiche commerciali differenti.
    Siamo tutti sulla stessa Bark.

    Pilloso wrote:

    Non penso di essere una mosca bianca e il concetto di pagare non mi è nuovo, quindi non mi aspetto nemmeno gli applausi :)
    A quanto ne so, pare che questa politica di Reaper paghi dei frutti, chiedere poco a tutti e lavorare bene è un concetto che andrebbe diffuso.
    Mi spiace per chi pensa che un software valga poco perché cosata poco.
    Davinci è gratuito ed è universalmente riconosciuto come il migliore per la color correction sui video, tra i migliori anche per montaggio e tutto il resto.
    Blender è gratuito e potensissimo, ci fanno interi film di animazione in 3d e sta facendo ricredere molti utenti di software storici e carissimi.
    Non so cosa intendessi con la prima frase che ho quotato, sul fatto che ti fa sorridere che la daw più osannata sia quella con la politica più unica che rara.
    Come vedi in altri settori c'è chi i software li regala, eppure sono allo stesso tempo oggettivamente migliori di concorrenti da 1000 e passa euro.
    Bisogna anche schiodarsi dalla mentalità per cui un software si diffonde perché costa poco e non perché è valido, può essere entrambe le cose.

    P.S. questo per chiudere a mia volta l'OT, nel senso che sui software a volte ci sono politiche che a noi sfuggono e i prezzi non sempre corrispondono alla qualità, motivo per cui su questo 3ad parlare di software è un po' difficile, finiremmo tutti per sentenziare su programmi o plugin che costano troppo per le nostre aspettative o rispetto alla concorrenza che ha scelto politiche commerciali differenti.

    Mai detto che reaper vale poco, anzi ho scritto e lo ripeto: gran bella daw.
    Non conosco nessuno dei software che hai nominato, anche perche' non mi occupo di video. Se sono gratis e spaccano il c**o, fortunato chi fa post-produzione video e li usa.
    Per la cronaca ti ho risposto anche se in modo forse un po' ermetico - la politica commerciale di reaper non devo certo spiegarla io. Software non gratis ma potenzialmente utilizzabile al 100% senza cacciare una ghella. Che qualcuno paghi mi sembra sia tendente all'ovvio tanto quanto il fatto che qualcuno non paghi.
    Bisogna anche schiodarsi dalla mentalita' una cosa e' nuova, costa poco/potenzialmente e' gratis allora c'e' solo quello e buttiamo via tutto quello che e' venuto prima. :D
    No al fondamentalismo delle daw! Ognuno fara' un po' quello che gli pare! :thumbsup:

    Direi che possiamo chiudere questa parentesi....

    Pilloso wrote:

    Davinci è gratuito ed è universalmente riconosciuto come il migliore per la color correction sui video, tra i migliori anche per montaggio e tutto il resto.

    OT
    Giusto per la precisazione, è gratuita la versione Resolve, mentre la versione Studio (che offre numerosi strumenti indispensabili per lavori specifici, uno su tutti la gestione avanzata di filmati provenienti da pellicola, un retime più accurato, etc.) non lo è, anche se il prezzo resta competitivo. Lavorando con Davinci (Studio) tutti i giorni, e alternandolo da anni con Premiere, posso aggiungere che i due software sono profondamente differenti e dal mio punto di vista non intercambiabili.
    Se è vero che Resolve Studio ha strumenti di color correction e noise reduction (ad esempio) di straordinaria potenza è altresì vero che in un flusso di tipo professionale è difficile fare a meno della completa integrazione con software Adobe quali After Effects, e d'altra parte a livello di formato di output le possibilità di Premiere sono senz'altro superiori. Davinci, software affetto da numerosi bug per lo meno fino alla versione 14 - poi oggettivamente è molto migliorato - mostra inoltre degli strani comportamenti in situazioni specifiche, ad esempio nella gestione di file interlacciati (non è qui il caso di entrare nei dettagli), così come, d'altra parte, ad ogni aggiornamento di Premiere è bene incrociare le dita che siano state mantenute compatibilità con driver di schede video, etc.

    Invece trovo che Reaper (che ormai ha sulle spalle un certo numero di anni e non può più essere ritenuto un software "nuovo") abbia davvero preso il meglio di altre DAW (Prottols, Cubase e Logic), per cui una volta passato a Reaper non ho mai sentito la necessità di avere un software alternativo, fatta eccezione di alcuni test con Harrison Mixbus e, strettamente per il live, con Ableton.
    Chiuso OT

    Flavio (ex fbin) wrote:

    Pilloso wrote:

    Non penso di essere una mosca bianca e il concetto di pagare non mi è nuovo

    e siamo già in due di mosche bianche. Per cui già meno rare e 'preziose' :thumbup:


    dai l'ho comprato anche io. :) non siamo così pochi...
    Stessa cosa per qualche plugin tonebooster e Harrison AVA, che funzionano anche se non li compri ma ti annoiano con un avviso ad ogni apertura. In fondo hanno un rapporto qualità prezzo così conveniente che a un certo punto ti pare anche giusto pagare, e non essere d'altro canto più annoiato dai nag screen.