Strano articolo sul futuro del recording

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    A me non dispiacerebbe...ma non parlavo dell'Xrack in se, quanto dell'idea di integrare processi analogici nella daw con il total recall, e magari la possibilità difare delle modifiche al volo attraverso una GUI...imho sarebbe proprio una figata...
    Giuseppe Novella
    Live, Mixing & Recording Engineer
    Originally posted by cubasemastersx
    Ragà...dai...vale anche per HW...ma voi avete mai sentito 2 LA2A??? Io si...erano uguali in tutto, ma non nel suono...ricordo che erano di due annate diverse, ed erano il giorno con la notte...


    Scusa, va bene la moda dell'analog e sta isteria del vintage però... :walli:

    metti caso che io e te siamo miliardari e compriamo una Ferrari ciascuno. Scegliamo di andare sull'usato, facciamo una GTO che fa tanto Magnum PI, una macchinina piccola (credetemi che è piccola :]), che privilegia il piacere di guida quindi più che altro adatta al misto, non a fare record di velocità. Tutti e due la compriamo per quella caratteristica in particolare.

    Poi ci incontriamo e scopriamo che la mia fa i 300 mentre la tua solo 210... però la tua ha molto più scatto perchè è stata prodotta in anni diversi ed è stata tarata meno sulla velocità massima. Tu che dici, secondo te io che ho comprato una cosa e alla fine ne ho un'altra sono contento ed entusiasta della variabilità ed imprevedibilità :lolli: del vintage o mi incazzo a bestia perchè ho speso centinaia di migliaia di euro in una macchinetta che nel misto sarà più lenta rispetto alla tua che ti è costata uguale ed è lo stesso modello? :smoky:

    Dove sta scritto che sta cosa è un pregio, ma siamo matti?! :(

    Non siamo mica tutti CLA che possiamo permetterci di "collezionare" compressori a sbanfo per avere molte sfumature sonore, ma cavolo, se voglio un LA2A dev'essere quello, se ce ne sono di diversi, mettigli una sigla per distinguerli però ognuno con quella sigla dev'essere uguale e riconoscibile, come l'hai detta tu sembra un pò alla sperindio:
    "compriamo un LA2A e speriamo che suoni come quello che avevo sentito quella volta..."


    Io capisco che ancora ci teniamo stretti gli HW, ma non bisogna essere nemmeno così chiusi di mente.
    Mi ci metto anch'io che, parlando di synth (sono le cose che più mi interessano dato che sono più sulla produzione che sul mixing), ho preso un monofonico analogico usato a sintesi SOTTRATTIVA (sottolineo che è uno dei tipi di sintesi più vecchi che ci siano, alla faccia del progresso tecnologico) con i filtri che sono COPIATI da altri, un pò d'implementazione midi ed è un rack. Senza tutta sta isteria dell'analogico il vero valore di mercato sarebbe si e no 200 euro, io l'ho pagato 800, e per carità, allo stato delle cose purtroppo LI VALE.
    Certo è che non mi vado a prendere un coso di 30 anni di una nota marca che inizia con M solo perchè suona un pò più fat, senza preset, senza midi, ancora più limitato del mio, col rischio che prendo un bidone, che ha bisogno di manutenzione e che devo farmi il segno della croce ogni volta che schiaccio un tasto affinché emetta suoni senza avere problemi.

    Per ora l'analog è irrinunciabile se non vogliamo abbassare gli standard rispetto al passato (involvere sarebbe alquanto imbarazzante :roll2:) ma non chiudiamoci la mente... questo penso io :smoky:


    see yaa" :birra:
    youtube - facebook - soundcloud
    Pop - Hip hop - Elettronica
    Originally posted by Silve


    Scusa, va bene la moda dell'analog e sta isteria del vintage però... :walli:

    metti caso che io e te siamo miliardari e compriamo una Ferrari ciascuno. Scegliamo di andare sull'usato... ECC ECC ECC....




    Isteria Vintage?? In Italia penso che qualsiasi studio, definibile come tale, abbia un LA2A, o un simile (tipo l'Antony DeMaria)...non tanto per il vintage...quanto per il suono e le applicazioni, così come il 1176...non c'è bisogno di essere CLA per averne uno...se ci pensi, la vera isteria da vintage ce l'hanno quelli che si scaricano i plugin crackati dal web credendo di migliorare i propri mix semplicemente tramite l'emulazione dell'HW XXX...Che poi...le emulazioni sono quello...emulazioni...

    E basta con questa diatriba (che stai portando avanti solo tu in questo 3d) HW e SW si completano a vicenda, l'uno eccelle dove l'altro pecca e viceversa...perchè ancora impelagarsi su discorsi così sterili?

    :birra:
    Giuseppe Novella
    Live, Mixing & Recording Engineer
    Originally posted by cubasemastersx
    Originally posted by Silve


    Scusa, va bene la moda dell'analog e sta isteria del vintage però... :walli:

    metti caso che io e te siamo miliardari e compriamo una Ferrari ciascuno. Scegliamo di andare sull'usato... ECC ECC ECC....




    Isteria Vintage?? In Italia penso che qualsiasi studio, definibile come tale, abbia un LA2A, o un simile (tipo l'Antony DeMaria)...non tanto per il vintage...quanto per il suono e le applicazioni, così come il 1176...non c'è bisogno di essere CLA per averne uno...se ci pensi, la vera isteria da vintage ce l'hanno quelli che si scaricano i plugin crackati dal web credendo di migliorare i propri mix semplicemente tramite l'emulazione dell'HW XXX...Che poi...le emulazioni sono quello...emulazioni...

    E basta con questa diatriba (che stai portando avanti solo tu in questo 3d) HW e SW si completano a vicenda, l'uno eccelle dove l'altro pecca e viceversa...perchè ancora impelagarsi su discorsi così sterili?

    :birra:



    Non è HW vs SW... perchè io sto parlando in base alla discussione e a quello che ho letto nel link, quindi rispetto alle prospettive future, dato che il trend qui è ridere tutti delle cose che questo signore ha scritto, che sì, sono discutibili a tratti, però mi ha sorpreso la chiusura mentale...

    io infatti con l'esempio della ferrari non volevo dimostrare che il software è meglio dell'hardware ma che la diversità tra apparecchi dello stesso modello che dovrebbero essere uguali non può passare per un pregio :Aa. Sarà bello avere la sensazione di possedere qualcosa di unico, sarà bello spippolare con le manopole e non ho mai messo in discussione l'attuale superiorità però... cavolo, un pò più di apertura...
    penso che se degli appassionati come noi avessero letto una discussione come questa 15 anni fa avrebbero avuto di che ridere... :sbonk:
    youtube - facebook - soundcloud
    Pop - Hip hop - Elettronica
    ma io lo scriverei volentieri qualcosa di interessante,o almeno ci proverei..il fatto è che vengo proprio demotivato quando scorrendo il topic inizio a leggere cose già trite e ritrite di cui non se ne può veramente più parlare..cioè,preferirei parlare di rettiliani,fine del mondo,scie chimiche e nuovo ordine mondiale..capito?

    L'articolo l'ho compreso in parte dato il mio inglese tristerrimo :(
    Di certo la tendenza generale non mira alla qualità.

    bastano 3 lettere: MP3
    fine del discorso... :roll2:

    Poi basta accendere la radio e sentire le cazz@te che vengono trasmesse, un accozaglia di melodie stupide, testi che ricordano i pensierini delle elementari, suoni compressi al massimo e di più.

    Credo che in un prossimo futuro i nostri computer tenderanno ad essere privi di software e anche di hard-disc tutto verrà delegato ad enormi hosting e a software che gireranno via internet. Di come quasto influenzerà la musica non ne ho idea... ma vista la tendenza generale non credo ci sarà nulla di che rallegrarsi.
    Originally posted by Marino76
    Di certo la tendenza generale non mira alla qualità.

    bastano 3 lettere: MP3
    fine del discorso... :roll2:

    Poi basta accendere la radio e sentire le cazz@te che vengono trasmesse, un accozaglia di melodie stupide, testi che ricordano i pensierini delle elementari, suoni compressi al massimo e di più.

    Credo che in un prossimo futuro i nostri computer tenderanno ad essere privi di software e anche di hard-disc tutto verrà delegato ad enormi hosting e a software che gireranno via internet. Di come quasto influenzerà la musica non ne ho idea... ma vista la tendenza generale non credo ci sarà nulla di che rallegrarsi.


    :applauso:
    Giuseppe Novella
    Live, Mixing & Recording Engineer
    ragazzi anche io stavo per scrivere " ma silve ... che palle !!!! "

    poi invece ho letto la pagna precedente fino in fondo ... e cavolo ho cmbiato idea :

    secondo me lui non sta portando avantio nessuna stupida diatriba , tanto che ha premesso che al momento non ce n'è .. forza con le macchine " vecchie" non per le manopole o perchè c'è sopra scritto bob . M .. ma perchè il suono è superiore .
    ma se prima o poi davvero la potenza di calcolo digitale riuscisse ad arrivate ad un livello tale da emulare " con approssimazione ridotta quasi a zero " ( testuali parole ... regà più chiaro di così non si può ) qualunque macchina che al momento ci fa sbavare come cani dvanti alle crocchette vintage ?

    allora ben venga , dai , poche p@lle

    nota bene : il mio post scritto direttamente nei commenti all' articolo parla chiaro , non sono ne un fanatico delle " macchine " ( minghia , matrix ) ne dei plug . lavoro coi plug perchè questo posso permettermi al momento , tutto qui .

    insomma sto post è solo per dire che in questo topic non ci ho visto nessuna polemica da parte di nessuno e che anzi l' ho trovcato molto interessante nei suoi sviluppi , nient'affatto diatriba sterile , anzi .

    scusate sono un po sbronzo , ma nonostante l' italiano non molto compiuto credo di essermni espresso chiaramente


    8) ciao gente , fate i bravi
    Buy our Super Duper Funcoolizer Top Notch LImited Edition : dettaglio estremamente basso, rumore e ultrahigh guadagno.
    _insult notecontrol inc. on soundcloud and get a great djset for free
    Credo che in un prossimo futuro i nostri computer tenderanno ad essere privi di software e anche di hard-disc tutto verrà delegato ad enormi hosting e a software che gireranno via internet.

    si...tenderanno.
    Anche se ne' ho gia' provati parecchi quelli privi di software comunque qualcosa avranno.
    Dischi certamente ridotti ma non sono sicuro che questi enormi hosting diventeranno cosi' enormi perche' la gente comunque qualcosa a casa se lo vorra' tenere.
    Gia' i data center di google e facebook sono enormi e numerosi ma vedrai che non conterrano tutti i c***i nostri ;)

    Di come quasto influenzerà la musica non ne ho idea... ma vista la tendenza generale non credo ci sarà nulla di che rallegrarsi.

    Ripeto che questo dell'articolo non ha idea di cosa sia la latenza nel suonare e di come anche una futuribile rete di TLC sara'.
    Stiamo parlando di millisecondi ...mai provato una scheda audio che ha una latenza di poco superiore a quella che serve per suonare a tempo? :D
    Lo dico da uno che con la rete "fiisica" riesce a portare a casa la pagnotta :)

    Altro discorso sono: PC performanti piccoli e ..azzi e mazzi vari , migliori strumenti VST, e processi di produzione e distribuzione della musica.
    Gia' ora molte cose sono fatte in remoto.

    insomma sto post è solo per dire che in questo topic non ci ho visto nessuna polemica da parte di nessuno e che anzi l' ho trovcato molto interessante nei suoi sviluppi , nient'affatto diatriba sterile , anzi . scusate sono un po sbronzo , ma nonostante l' italiano non molto compiuto credo di essermni espresso chiaramente

    :sbonk: grande Notecontrol!!...chiarissimo :meta:
    Originally posted by Marino76
    Di certo la tendenza generale non mira alla qualità.

    bastano 3 lettere: MP3
    fine del discorso... :roll2:

    Poi basta accendere la radio e sentire le cazz@te che vengono trasmesse, un accozaglia di melodie stupide, testi che ricordano i pensierini delle elementari, suoni compressi al massimo e di più.

    Credo che in un prossimo futuro i nostri computer tenderanno ad essere privi di software e anche di hard-disc tutto verrà delegato ad enormi hosting e a software che gireranno via internet. Di come quasto influenzerà la musica non ne ho idea... ma vista la tendenza generale non credo ci sarà nulla di che rallegrarsi.


    La musica di massa è da sempre così, credo dicessero lo stesso dei beatles, e di chiunque abbia catturato le folle incuranti della musica in se, ma appassionate al motivetto. E'chiaro che vedere i tokio hotel et similia da fastidio un pò a tutti, penso. Ma le melodie stupide non sono certo da addossare ai nostri tempi.


    Riguardo il discorso hw-sw, io sono d'accordissimo con chi dice che ora come ora l'analogico ha elementi inimitabili dal digitale, ma sono anche fortemente convinto che il digitale prima o poi lo soppianterà. Quando introdussero i sequencer, immagino che i più erano scettici e non avrebbero mai immaginato che avrebbero preso il largo e raggiunto livelli funzionali così alti, ebbene oggi credo ne siamo tutti schiavi (con le dovute eccezioni). Si è sempre di natura scettici al progresso, ma esso ha sempre superato limiti che non si credevano possibili.

    Arriviamo sulla luna e non riusciamo a imitare l'"inimitabile calore di una valvola"?

    Secondo me sono discorsi che lasciano il tempo che trovano, è solo un altro gradino che verrà, presto o tardi superato, IMHO (che ci sta sempre :D)

    Post was edited 1 time, last by “Kik” ().

    Originally posted by notecontrol
    ragazzi anche io stavo per scrivere " ma silve ... che palle !!!! "

    poi invece ho letto la pagna precedente fino in fondo ... e cavolo ho cmbiato idea :

    secondo me lui non sta portando avantio nessuna stupida diatriba , tanto che ha premesso che al momento non ce n'è .. forza con le macchine " vecchie" non per le manopole o perchè c'è sopra scritto bob . M .. ma perchè il suono è superiore .
    ma se prima o poi davvero la potenza di calcolo digitale riuscisse ad arrivate ad un livello tale da emulare " con approssimazione ridotta quasi a zero " ( testuali parole ... regà più chiaro di così non si può ) qualunque macchina che al momento ci fa sbavare come cani dvanti alle crocchette vintage ?

    allora ben venga , dai , poche p@lle

    nota bene : il mio post scritto direttamente nei commenti all' articolo parla chiaro , non sono ne un fanatico delle " macchine " ( minghia , matrix ) ne dei plug . lavoro coi plug perchè questo posso permettermi al momento , tutto qui .

    insomma sto post è solo per dire che in questo topic non ci ho visto nessuna polemica da parte di nessuno e che anzi l' ho trovcato molto interessante nei suoi sviluppi , nient'affatto diatriba sterile , anzi .

    scusate sono un po sbronzo , ma nonostante l' italiano non molto compiuto credo di essermni espresso chiaramente


    8) ciao gente , fate i bravi


    Grazie notecontrol :], iniziavo un pò a sentirmi crocifisso :lolli:
    youtube - facebook - soundcloud
    Pop - Hip hop - Elettronica
    Originally posted by Tehone
    ,preferirei parlare di rettiliani,fine del mondo,scie chimiche e nuovo ordine mondiale..capito?



    Apri un thread ti prego :hey:
    In a time of universal deceit, telling the truth is a revolutionary act.
    Focusrite saffire, Audiotechnica at4033 se, Audiotechnica ATH-M40 fs, Akai mpc 1000, Technics SL- 1200, Behringer VMX - 100, Adam A3X, Beyerdynamic DT990 pro, Sony Acid Pro 6.0.

    SOUNDCLOUD
    Entro nel discorso volentieri dicendo la mia, che spero non ripeta il già detto. In tal caso chiedo venia.

    Se non ho compreso male qui c'è chi dice che l'hardware sarà per sempre imbattibile e chi invece riflette su una ipotetica - probabile quanto incredibile - direzione che potranno prendere i software di gestione del suono.
    Pareri discordanti, entrambi legittimi

    Vorrei però richiamare ora l'attenzione di voi, che certo ne sapete più di me su questo fronte, sul PERCHE' esistono questi hardware, definiti storici, e perché sono moltissimi i plug-in che tentano di emularli.
    Ripeto, io sono l'ultimo arrivato in questo stra(ordinario)no mondo, ma una idea me la son fatta, forse a causa degli studi filosofici e sociologici, per altro di bassa lega.
    Il perché, anzi uno dei motivi -forse il più superficiale- è presto detto: il suono che la maggior parte degli utenti di musica agogna è quello partorito da queste macchine. Si, sto parlando proprio di codici tecnico-artistici accettati e considerati in modo inequivocabile come lo standard alto della produzione atta all'ascolto musicale.
    La faccio corta perché non mi va di scrivere papiri che continuano a ripetersi. L'errore a mio avviso è capire incosciamente questo - perché tutti capiscono il motivo per cui i plug cercano di simulare gli hw; emulare non è nient'altro che tentare di riprodurre quel che è accettato come professionale, no? - ma volersi ostinare a pensarlo come un concetto fisso.
    E cioè: OGGI l'utenza ha certe precise esigenze e aspettative sonore, nate e coltivate in un preciso momento storico della tecnica audiofila, le quali, se vengono soddisfatte, danno al prodotto finito l'aspetto "professionale" che tutti cerchiamo.
    Solo che queste esigenze e queste aspettative, IRRIMEDIABILMENTE, CAMBIANO con il passare del tempo.
    Oggi viene considerata batteria una somma di campioni, ieri era una batteria vera con close mic, l'altro ieri una batteria ripresa con due microfoni. E domani? Eh, chi può dirlo cosa accetteranno i nostri figli come "riproduzione di una batteria"?

    Andando più in profondità, e se si vuole si potrebbe ragionare ancora, è che stiamo vivendo in un periodo caotico, di vero cambiamento, e il cambiamento non si può fermare, al massimo si può cercare di capire. Ma anche questo è assai difficile.
    Non so cosa riserverà il futuro e sinceramente nemmeno mi interessa. Quello che so -o almeno sono certo, soggettivamente- è che questo futuro vedrà utenti con nuove esigenze sonore, magari totalmente suonanti da pc o magari solo da hw nuovissimo e completamente opposto al precedente. So che i dischi del 2000 suoneranno come vecchissimi, superati, perché -guardiamo in faccia alla realtà- anche i mix seguono le mode ed è giusto e bello che sia così. So che già ora alcuni quattordicenni ascoltano i Beatles e non riescono ad arrivare al terzo minuto perché "non si sente bene" abituati come sono alle produzioni di oggi.
    Poi gli fai sentire una Rigby coverizzata con i suoni moderni e dicono "chi ha scritto 'sto capolavoro"?!

    Ed eccoci all'epilogo: la realtà è che l'arte è PURO CONTENUTO, veicolato attraverso codici accettati, con l'ausilio di strumenti atti alla migliore comprensione del contenuto stesso.
    Ed è questa "arte" ad essere immortale, quella che sorpassa i secoli, forse perché -come dice il Frova- semplicemente umana.
    Il resto è veramente strumento al servizio di.
    E se devo guardare al futuro, mi piace pensare che gli strumenti cambieranno, ma la volontà di un uomo di dire la sua no.

    Grazie a chi a letto fin qui. 8)
    Reparto Elettroacustica
    Audiosoluzioni - Fonoincisioni

    Post was edited 1 time, last by “ghila” ().