Giorgia - "Il mio giorno migliore"

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. More details

    TONIGHT wrote:

    gli eiffel sì e canova no?... e mettiamo gli eiffel accanto ai prodigy? 8| boh...
    era per fare un esempio di vere novità introdotte nell'ambito dance (da parte degli effeil65) e nell'ambito dell'elettronica ( da parte dei Prodigy), mi sono spiegato male: non volevo metterli assieme. Quello che volevo dire è che nonostante la canzone abbia preso da entrambi i due generi, in realtà non ha niente di innovativo perchè linee melodiche e sound non hanno nulla di nuovo, anzi giurerei di aver già sentito questo motivetto da qualche altra parte...
    "I can see much cleaner now i'm blind"
    ho sentito sto pezzo alla radio (quando sto sotto esame mi accompagna per tipo 10 ore al giorno...) prodotto,ovviamente di altissimo livello. Mi sta spaventando sta cosa: le hit pop di quest'estate (oltre a giorgia ho sentito pure dolcenera,jovanotti per parlare degli italiani...) si stanno buttando tutto sul modello: cassa-basso-cassa-basso, synth qua e la e vocoder a palate e tante altre piacevoli applicazioni della musica elettronica...non sò se è colpa dei molti djs che si stanno buttando nel pop, però si sta verificando quell'evento (direi ciclico a questo punto) della metà dei '90 dove si era esasperato con questo concetto talmente tanto da sentirsi il "tunz" pure nello spot del detersivo...snaturando il genere.

    ...magari sò pippe mentali che mi faccio... :whistling:
    Paragonare gli Eiffel 65 ai Prodigy in termini di impatto sulla cultura musicale elettronica (per quanto io NON sia un grande fan dei Prodigy e mi senta più legato alla scuola elettronica delle decadi 70-80) non è a mio avviso giusto nei confronti dei Prodigy, ma qui si va ampiamente OT.
    Secondo me è un prodotto di alta qualità ed è importante saper distinguere dal "tunz tunz" da tre loop di Loopmasters e un pad in ducking con la cassa, e un lavoro fatto con maestria ed esperienza nonchè CURA DEI DETTAGLI.

    Non ho promosso il "saper FARE di tutto un po' " nel senso assoluto (ovvero il diventare arrangiatori per tutti i gusti) ma sapere perlomeno di cosa si parla e dare ascolti attenti alla profondità del lavoro d'altri, premettendo e sottolineando che - per esempio - io di hip-hop non ho mai capito una fava nè ci provo, ma mi lascio impressionare da qualche produzione di buon livello e riesco a riconoscere un arrangiamento complesso e ben prodotto da un arrangiamento banale e mal prodotto, senza liquidarlo al "solito ruscone hip-hop".
    E' questo il genere di commento che mi aspetterei nel contesto di un forum di arrangiatori, produttori, beatmakers etc.

    Eviliano84, quando la musica elettronica in qualche salsa entra nella musica popolare è da 30 anni che la gente parla di "sperimentale" "nuovo" o "tunz" a seconda del vento.
    Quando c'è la chitarrina (acustica o elettrica, clean o crunch/overdrive o quel che sia) sono tutti tranquilli e contenti perchè tanto è sempreverde (che ascolti i Semisonic o i The Calling o Lene Marlin tanto per citare meteore pop-rock) e lascia spazio alla voce.
    Io non vedo nulla di male in quest'epoca (se non gli ovvi vizi del mercato musicale) in cui il pop fa leva sul desiderio di voler ballare della gente e i produttori "ci mettono la faccia".

    Degli anni '90 non dimentichiamoci il grunge, il post-rock, il "pop-rock con la chitarrina" e tutti gli altri fenomeni dell'epoca (a fianco di proposte a me molto care come i Nine Inch Nails o Tori Amos, ma sono casi di rara qualità e genio) che si sono sviluppati comunque ed hanno avuto mercato probabilmente superiore rispetto ai brani dance anni '90.
    Magari ricorderemo i 10's con sdegno, magari tra qualche anno sembreranno suoni paleolitici e se non avrai il sax e la tromba nel ritornello sarai out, ma non credo la musica sia condannata alla rottamazione da una drum machine e una manciata di sintetizzatori piuttosto che da una Les Paul e quattro pezzi di batteria vera.

    Per concludere, le linee melodiche e le progressioni pop sono sempre quelle da 30 anni, è inutile parlare di nuovo perchè il nuovo non esiste, o se esiste (in effetti esiste) lo si deve cercare in generi di nicchia magari cari a noi ascoltatori educati, piuttosto che alla fetta di mercato rappresentata dagli ascoltatori "casual".

    Post was edited 2 times, last by “vcambareri” ().

    ... :| ...
    premesso il fatto di non aver capito, vcambareri, "da che parte stai" con il tuo post...

    vcambareri wrote:

    Eviliano84, quando la musica elettronica in qualche salsa entra nella musica popolare è da 30 anni che la gente parla di "sperimentale" "nuovo" o "tunz" a seconda del vento.
    Quando c'è la chitarrina (acustica o elettrica, clean o crunch/overdrive o quel che sia) sono tutti tranquilli e contenti perchè tanto è sempreverde (che ascolti i Semisonic o i The Calling o Lene Marlin tanto per citare meteore pop-rock) e lascia spazio alla voce.
    Io non vedo nulla di male in quest'epoca (se non gli ovvi vizi del mercato musicale) in cui il pop fa leva sul desiderio di voler ballare della gente e i produttori "ci mettono la faccia".

    Per quel che mi riguarda, ho parlato quasi "in difesa" dell'elettronica, pur non venendo da quelle zone, ...perchè preferisco di gran lunga un pezzo dei daft punk piuttosto che dell'ultimo artista pop di turno che fino a ieri cantava leggiadro col quartetto di archi,pianoforte e metronomo a 80, e ora JE-PIACE-IL-TRIGGHè-SULLA-CASSA...
    W la contaminazione, ma non il marketing fine a se!ma resta 1 mio punto di vista...
    non promuovi il di "tutto un pò",dici che bisogna espandere gli orizzonti ...e te ne esci con sta storia delle "chitarrine"? :)

    @vakkagj: ...sei sempre cosi algido...ti adoro :D

    Eviliano84 wrote:

    ... :| ...
    premesso il fatto di non aver capito, vcambareri, "da che parte stai" con il tuo post...

    vcambareri wrote:

    Eviliano84, quando la musica elettronica in qualche salsa entra nella musica popolare è da 30 anni che la gente parla di "sperimentale" "nuovo" o "tunz" a seconda del vento.
    Quando c'è la chitarrina (acustica o elettrica, clean o crunch/overdrive o quel che sia) sono tutti tranquilli e contenti perchè tanto è sempreverde (che ascolti i Semisonic o i The Calling o Lene Marlin tanto per citare meteore pop-rock) e lascia spazio alla voce.
    Io non vedo nulla di male in quest'epoca (se non gli ovvi vizi del mercato musicale) in cui il pop fa leva sul desiderio di voler ballare della gente e i produttori "ci mettono la faccia".

    Per quel che mi riguarda, ho parlato quasi "in difesa" dell'elettronica, pur non venendo da quelle zone, ...perchè preferisco di gran lunga un pezzo dei daft punk piuttosto che dell'ultimo artista pop di turno che fino a ieri cantava leggiadro col quartetto di archi,pianoforte e metronomo a 80, e ora JE-PIACE-IL-TRIGGHè-SULLA-CASSA...
    W la contaminazione, ma non il marketing fine a se!ma resta 1 mio punto di vista...
    non promuovi il di "tutto un pò",dici che bisogna espandere gli orizzonti ...e te ne esci con sta storia delle "chitarrine"? :)

    @vakkagj: ...sei sempre cosi algido...ti adoro :D

    Da che parte sto? :) dalla tua mi pare!
    Ahahah, ovviamente qualcuno doveva cogliere la battuta sulle chitarrine! Ma no dai, è che dopo 20 anni di Ligabue in Top 10 con lo stesso arrangiamento di 20 anni fa questa roba di Giorgia mi fa dire "WHAAAA" :)

    Post was edited 1 time, last by “vcambareri” ().

    ramarrox wrote:

    sincero??? un pezzo pop-dance carino melodico radiofonico......cn sonorità contemporanee..... ecco tutto qui...nulla di più.......

    Ancora più sincero?
    Ottima voce come al solito,ma mi piace più nelle ballate!
    Il brano sinceramente mi sembra inutile come testo e nulla di particolare come musica.
    La paragonano a Paola e Chiara il chè è tutto dire!!!!
    ABLETON LIVE,TONEPORTUX1,EPIPHONE LES PAUL STANDARD,YAMAHA PACIFICA 812,YAMAHA ACUSTICA,DI GIORGIO CLASSICA , MIC. SHURE SM58,MIC.SUPERLUX S125,TASTIERA NOVATION NOCTURN,SET ARMONICHE HONER,BONGHETTI :D ,voce......


    She thinks I'm crazy But I'm just growing old X(
    Be',io come artisti pop italiani trovo che Raf abbia fatto delle ottime cose e non è il solo. Anche Elisa non è male.
    Giorgia torno a ripetere che come voce non ha rivali( ed è quasi incredibile considerando che peserà 40 kg :D )ma canzoni di questo genere non mi dicono nulla.
    Ovvio che esperimo solo un mio parere personale e infatti ascolto pochissima musica italiana.
    ABLETON LIVE,TONEPORTUX1,EPIPHONE LES PAUL STANDARD,YAMAHA PACIFICA 812,YAMAHA ACUSTICA,DI GIORGIO CLASSICA , MIC. SHURE SM58,MIC.SUPERLUX S125,TASTIERA NOVATION NOCTURN,SET ARMONICHE HONER,BONGHETTI :D ,voce......


    She thinks I'm crazy But I'm just growing old X(
    Volevo solo aggiungere che è cmq 100 volte meglio di qualsiasi cosa fatta da Vasci Rossi o Ligabue & C. negli ultimi 20 anni,ma non so se sia un gran complimento! ;)
    ABLETON LIVE,TONEPORTUX1,EPIPHONE LES PAUL STANDARD,YAMAHA PACIFICA 812,YAMAHA ACUSTICA,DI GIORGIO CLASSICA , MIC. SHURE SM58,MIC.SUPERLUX S125,TASTIERA NOVATION NOCTURN,SET ARMONICHE HONER,BONGHETTI :D ,voce......


    She thinks I'm crazy But I'm just growing old X(
    Sinceramente non me lo ricordo! MI sono perso qualcosa? :D
    ABLETON LIVE,TONEPORTUX1,EPIPHONE LES PAUL STANDARD,YAMAHA PACIFICA 812,YAMAHA ACUSTICA,DI GIORGIO CLASSICA , MIC. SHURE SM58,MIC.SUPERLUX S125,TASTIERA NOVATION NOCTURN,SET ARMONICHE HONER,BONGHETTI :D ,voce......


    She thinks I'm crazy But I'm just growing old X(

    vcambareri wrote:

    Per concludere, le linee melodiche e le progressioni pop sono sempre quelle da 30 anni, è inutile parlare di nuovo perchè il nuovo non esiste, o se esiste (in effetti esiste) lo si deve cercare in generi di nicchia magari cari a noi ascoltatori educati, piuttosto che alla fetta di mercato rappresentata dagli ascoltatori "casual".


    E' questa la cosa che mi disturba: sfruttando l'ignoranza delle persone in ambito musicale paradossalmente ha più successo chi fa qualcosa di ovvio che chi si sbatte (scusate il termine) seriamente nel comporre qualcosa di nuovo.
    "I can see much cleaner now i'm blind"