In rilievo Protezione diritto d'autore Creative Commons e altri metodi alternativi

This site uses cookies. By continuing to browse this site, you are agreeing to our use of cookies. Read and accept

    Ma se la linea melodica vocale è mia e la base musicale di un altro ,viene considerato 50% a testa ( visto le mie collaborazioni in giro?)Mi piacerebbe sapere i costi per l'inscrizione/ tasse/deposito brani ecc,non ho la minima idea di come potrebbe funzionare ,forse un po come Siae.
    Mac e il criceto :( ................Adesso non più :D !!!!!!!! Mac OS X Logic Express 9 /Akai -Professional MPK 25/ Rode NT 1000/Korg micro Korg /Neumann TLM 49/ /Focusrite ISA One Analog/ Motu- Audio Express /Monitor-Yamaha HS50M/ -Sony-MDR-7506 Professional/Reverb impulses Sir 2

    Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “LEYLLA LEY” ().

    LEYLLA LEY ha scritto:

    Ma se la linea melodica vocale è mia e la base musicale di un altro ,viene considerato 50% a testa ( visto le mie collaborazioni in giro?)Mi piacerebbe sarebbe i costi per l'inscrizione/ tasse/deposito brani ,non ho la minima idea di come potrebbe funzionare ,forse un po come Siae.
    ma ti riferisci alle creative commons?
    guarda che:
    -non c'è niente da pagare
    -sopratutto visto che non vai a comprare nessun servizio di tutela

    turbopage ha scritto:

    Protezione diritti d'autore con Creative commons
    Si ,non parliamo di questo?
    Mac e il criceto :( ................Adesso non più :D !!!!!!!! Mac OS X Logic Express 9 /Akai -Professional MPK 25/ Rode NT 1000/Korg micro Korg /Neumann TLM 49/ /Focusrite ISA One Analog/ Motu- Audio Express /Monitor-Yamaha HS50M/ -Sony-MDR-7506 Professional/Reverb impulses Sir 2
    che io sappia (ma ammetto che è un po' che non depositiamo con il gruppo) si deposita la linea melodica principale di strofe, bridge e rit, non la parte armonica o di arrangiamento.
    eventualmente dovreste depositare il pezzo come un pezzo con piu' autori.

    EDIT: ovviamente con riferimento alla SIAE.
    Constellation : il mio nuovo lavoro da sentire e scaricare (post-rock / synths / piano)

    Youtube

    suoni modulari

    kimu ha scritto:

    eventualmente dovreste depositare il pezzo come un pezzo con piu' autori.
    Con più autori ?Quindi nel mio caso due ..ma la percentuale da considerare non capisco (se uno fa la base musicale e io faccio tutto quello che riguarda la voce,capito)?
    Mac e il criceto :( ................Adesso non più :D !!!!!!!! Mac OS X Logic Express 9 /Akai -Professional MPK 25/ Rode NT 1000/Korg micro Korg /Neumann TLM 49/ /Focusrite ISA One Analog/ Motu- Audio Express /Monitor-Yamaha HS50M/ -Sony-MDR-7506 Professional/Reverb impulses Sir 2

    Il messaggio è stato modificata 1 volte, ultima modifica da “LEYLLA LEY” ().

    trovi le quote minime direttamente nel retro del modulo di deposito QUI

    per non andare ulteriormente off-topic in un thread sticky, magari apri un altro thread sul tema o riuppa un thread esistente (anche se mi sembra che ce ne siamo già molti che trattano l'argomento SIAE)
    Constellation : il mio nuovo lavoro da sentire e scaricare (post-rock / synths / piano)

    Youtube

    suoni modulari
    Leylla, la tua domanda è riferita al deposito di un brano con più autori in SIAE.
    Dovresti trovare perecchie discussioni in merito cercando sul forum.

    Qui parliamo di metodi di protezione e distribuzione della propria "opera" alternativi.

    Nello specifico creative Commons è una modo di distribuire la propria opera in cui il creatore desidera condividere in modo più o meno ampio l'opera stessa.

    qui trovi tutte le informazioni in merito a Creative Commons creativecommons.it/

    la mia non vuole essere una censura preventiva, ma un cercare di mantenere la discussione in topic :)
    Bella zio, ci sei mancato!
    Non c'è problema ok, pensavo di esse nella sezione giusta :)
    Mac e il criceto :( ................Adesso non più :D !!!!!!!! Mac OS X Logic Express 9 /Akai -Professional MPK 25/ Rode NT 1000/Korg micro Korg /Neumann TLM 49/ /Focusrite ISA One Analog/ Motu- Audio Express /Monitor-Yamaha HS50M/ -Sony-MDR-7506 Professional/Reverb impulses Sir 2
    Certo che però capisco tutte le considerazioni sul caso di CC come non tutela, ma penso che anche "rubarti" un brano già circolante, con riferimenti a una licenza reale dettata dall'autore sarebbe dura.
    Ci sarebbero comunque un sacco di prove a favore dell'autore, magari con poca valenza giuridica, ma forse chi vuole veramente utilizzare un brano tutelato da CC farebbe meglio comunque a contattare il vero autore proprio per sua tutela.
    Anche perché qui nasce il dubbio: come fa a sapere il malintenzionato che io non abbia comunque tutelato il brano in altre forme?
    Dissento sul discorso che ad esempio copyzero non abbia una eventuale considerazione in sede giuridica, perché richiede una firma digitale certificata e attesta al documento o al brano una marca temporale a pagamento e anch'essa certificata.
    Se non possiamo contare nemmeno su queste cose siamo proprio il paese dei balocchi. Poi i tempi sono cambiati e anche i giudici si stanno piano piano adeguando all'informatizzazione del sistema.
    In sintesi penso che se fossi interessato a un brano circolante sul web che é corredato di licenze CC mi converrebbe trattare con l'autore per non rischiare.
    Intendo con sistemi di marca temporale o atti notarili.
    Dopotutto in quei casi credo che non debba pubblicamente dichiarare di essermi tutelato come autore,ma appongo solamente le licenze di distribuzione che voglio.
    Dovesse qualcuno non rispettare le direttive della licenza potrei citarlo in causa per il non rispetto della licenza d'uso e potrei dimostrare anche che il brano é mio.
    Almeno credo.

    kimu ha scritto:

    Cosa intendi per tutelare il brano in altre forme? che io sappia CC e siae non sono compatibili

    L'associazione dell'autore a SIAE non è compatibile con le pubblicazioni in C.C., se uno però si limita a depositare l'opera per avere la famosa prova di Data-certa (caso tipico del deposito di inedito) senza però ne associarsi e nemmeno richiedendo alla SIAE il mandato per la riscossione dei diritti può darsi che poi l'autore sia libero di fare ciò che vuole, ma per esserne sicuri bisognerebbe leggere con attenzione tutte le clausole di questi contratti (mandato e deposito).
    Io non ho mai approfondito la questione perché già solo il costo del deposito l'ho sempre trovato eccessivo per poi dover dare il brano in pasto al pubblico a gratis.



    @Turbopage
    Visto che adesso è entrato nelle sticky consiglierei di rieditare il titolo del thread in "Protezione diritti d'autore & Creative Commons" altrimenti sembra che vogliamo rimarcare il fatto che le C.C. servano per proteggere il diritto, mentre è ormai appurato che il loro senso è tutt'altro.
    Musica Habet Logica

    Mi sembra in argomento il caso Ai se eu te pego:

    SAN PAOLO - Il giudice della seconda sessione civile del tribunale di Joao Pessoa, capitale dello stato di Paraiba (nel nord-est del Brasile), ha disposto il blocco dei beni del cantante carioca Michel Telò. Il motivo? La sua «Ai se eu te pego», canzone con cui l' anno scorso ha scalzato dalla vetta delle hit parade internazionali star del calibro di Adele, Rihanna e Lady Gaga, potrebbe essere un plagio. È quanto affermano tre studentesse, Marcella Ramalho, Maria Eduarda Lucena e Amanda Cavalcanti, che si dicono le vere autrici del brano. Musica e parole, sostengono, sarebbero state composte con l' aiuto di altre quattro amiche durante una gita scolastica alla Disney di Orlando (Florida). La cantante baiana Sharon Acioly, alloggiata nel loro stesso albergo, avrebbe orecchiato la canzone e se ne sarebbe «impadronita», registrandola come sua con il supporto dello stesso Telò. Le altre quattro presunte autrici di «Ai se eu te pego» si sarebbero accordate sottobanco con la Acioly, costringendo le tre escluse a rivolgersi alla giustizia.

    LINK

    Il diritto d'autore nasce nel momento della creazione dell'opere ed appartiene a chi la formalizza. Nessuno può sfruttare l'ingegno altrui per propri fini economici. Poi in quanto alle prove di paternità e diritti ci sono sempre i tribunali ed i giudici. Certo però che pensi di sfruttare un'opera a certi livelli senza prima essere ben sicuro dei casi tuoi, non ti sorprendere se accadono vicende come questa ed altre. Vedi ad esempio la canzone di Albano copiata da Micheal J.

    Rispondo a LEYLLA LEY:
    Le canzoni generalmente sono riconosciute come composizioni composte da una parte musicale e da una parte di testo, se vi è. I diritti ed il deposito quindi hanno una parte di diritti assegnata ai compositori ed un'altra agli autori della parte letteraria. Quello che conta nel deposito della parte musicale è la linea melodica e non la successione degli accordi. Nel tuo caso se sei tu a creare la melodia sugli accordi di un'altro, in teoria saresti tu l'autrice della parte musicale....
    In caso di plagio l'unica tutela sulle paternità del diritto d'autore te la può dare il rivolgerti a un avvocato specializzato e bravo.
    E comunque, visto che lavoriamo tutti ormai su Hard Drive, una perizia di informatica forense può stabilire se un file audio ha le date manomesse oppure se è stato creato antecentemente al plagio.
    Le mie foto...
    SenzaLegge
    Il mio soundcloud

    Orecchie funzionanti e studio sonorizzato come Cristo comanda...
    Proprio per tutti questi motivi credo che comunque anche le CC siano una forma di tutela del diritto d'autore.Ho capito che non lo sono e che il loro scopo é ben altro, ma é anche ovvio che un brano che circola con dei tag ben precisi riguardanti autore e licenze da lui applicate, difficilmente può essere spudoratamente "rubato".
    Che tutela avrebbe il ladro?
    Forse é meglio comunque trovare un accordo, o no ?
    Riuppo la questione perché ho recentemente ritrovato i link ad alcuni articoli inerenti le prove di paternità ed altri argomenti simili che penso possano essere utili alla discussione e quindi ve li riporto di seguito:
    Si trovano sul sito Musica&Dischi, nell'area dedicata al "diritto"; buona lettura
    PROVE DI PATERNITA’ DI UN’OPERA MUSICALE (prima parte)
    PROVE DI PATERNITA’ DI UN’OPERA MUSICALE (seconda parte)
    IL LAYOUT DISCOGRAFICO
    ESIBIRSI DAL VIVO IN REGOLA

    dakota ha scritto:

    Proprio per tutti questi motivi credo che comunque anche le CC siano una forma di tutela del diritto d'autore.Ho capito che non lo sono e che il loro scopo é ben altro, ma é anche ovvio che un brano che circola con dei tag ben precisi riguardanti autore e licenze da lui applicate, difficilmente può essere spudoratamente "rubato".
    Che tutela avrebbe il ladro?
    Forse é meglio comunque trovare un accordo, o no ?

    Certo Dakota, ma è principalmente una questione di stretto concetto dei termini, o se vogliamo alleggerire la cosa potremmo dire che si tratta di una questione lessicale;
    perché un conto è dire che: "la cacca puzza", mentre una cosa ben diversa è dire: "la cacca serve per puzzare"

    Quindi una pubblicazione C.C. può essere utile anche ai fini della tutela delle proprie opere, in quanto almeno rende chiare e note le intenzioni dell'autore, però non è questo il suo scopo.

    ...

    scusate l'esempio un po' colorito ma al momento non me n'è venuto altro migliore :pinch:
    Musica Habet Logica

    Ciao a tutti,
    proverò ad aggiungere il mio umile contributo in ambito Creative Commons:
    - Creative Commons NON E' un'alternativa alla SIAE, ma solo uno strumento per gestire in modo autonomo la circolazione e la distribuzione delle proprie opere verso terzi, gestione individuale visto che la SIAE è una società unico mandatario in Italia per la raccolta dei compensi, quindi come società che raccoglie i compensi derivanti dall'uso di opere tutelate esiste solo SIAE.
    - Creative Commons NON garantisce la tutela della paternità dell'opera, che invece avviene tramite strumenti validi a livello giuridico, che attribuiscono alla tua azione un valore legale: Copyzero con la marcatura temporale, il deposito al notaio oppure simile a Copyzero c'è Patamu.
    - Quando decidi di affidarti ad intermediari come Jamendo per guadagnare dall'uso delle licenze commerciali (Jamendo PRO ), tu stai demandando ad una società terza, Jamendo, che non è una società di gestione del diritto d'autore come SIAE, ma una società di servizi, di vendere la tua musica per usi commerciali (sottofondo musicale, sincronizzazione, ecc): tale rapporto non è esclusivo e la clausola NC (non-commercial) viene sbloccata in funzione di questo accordo.

    :thumbup: :thumbup: :thumbup:
    Cerchi un modo per promuovere la tua musica su internet in modo efficace?
    Forse non è poi cosi difficile...Leggi come dare visibilità alla tua musica su Promuovere Musica!
    Grazie per le info.
    Non vorrei uscire dal discorso,ma che voi sappiate,una radio per mandare in onda una canzone perchè vuole che sia depositata in siae ?
    Almeno è quello che hanno detto a me ( e la cosa mi crea non pochi problemi visto che non ne vorrei sapere di iscrivermi).
    Non sono problemi miei se la paternità e i diritti sono a rischio ?
    Non posso usare le CC a mio rischio e pericolo in radio come si fa nel web ?
    E' solo per motivi di diffusione al pubblico ?